FAST FIND : NN16035

Ord. P.C.M. 21/06/2017, n. 32

Messa in sicurezza delle chiese danneggiate dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016 con interventi finalizzati a garantire la continuità dell’esercizio del culto. Approvazione criteri e secondo programma interventi immediati. (Ordinanza n. 32).

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Ord. P.C.M. 02/11/2017, n. 41
- Ord. P.C.M. 10/01/2018, n. 46
- Ord. P.C.M. 06/09/2018, n. 63

Scarica il pdf completo
3881582 4916278
[Premessa]

Il Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dall’evento sismico del 24 agosto 2016


Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri del 25 agosto 2016, recante «Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi sismici che il giorno 24 agosto 2016 hanno colpito il territorio delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria»;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 9 settembre 2016 con cui il sig. Vasco Errani è stato nominato commissario straordinario del Governo, ai sensi dell’art. 11 della legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni, ai fini della ricostruzione nei territori dei comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dall’evento sismico del 24 agosto 2016;

Richiamato il comma 2 dell’art. 1 del citato decreto del Presidente della Repubblica, il quale prevede che il commissario straordinario del Governo provvede, in particolare, al coordinamento delle amministrazioni statali, nonché con l’Autorità nazionale anticorruzione, alla definizione dei piani, dei programmi d’intervento, delle risorse necessarie e delle procedure amministrative finalizzate alla ricostruzione degli edifici pubblici e privati, nonché delle infrastrutture nei territori colpiti dal sisma;

Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 27 ottobre 2016, recante l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi sismici che il giorno 26 ottobre 2016 hanno colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo;

Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 31 ottobre 2016, recante l’ulteriore estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 in conseguenza degli ulteriori eccezionali eventi sismici che il giorno 30 ottobre 2016 hanno nuovamente colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo;

Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 20 gennaio 2017, recante l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 in conseguenza degli ulteriori eventi sismici che il giorno 18 gennaio 2017 hanno colpito nuovamente il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, nonché degli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato i territori delle medesime regioni a partire dalla seconda decade dello stesso mese;

Vista la delibera del Consiglio dei ministri 10 febbraio 2017 di proroga dello stato di emergenza al 18 agosto 2017 per gli eccezionali eventi sismici che hanno colpito Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo il 24 agosto 2016, il 26 e il 30 ottobre 2016, il 18 gennaio 2017, nonché degli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato le stesse regioni dalla seconda decade del mese di gennaio 2017;

Visto il decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 ottobre 2016, n. 244, recante «Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016», convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 294 del 17 dicembre 2016;

Visto il decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 9 febbraio 2017, n. 9, recante «Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017», convertito con modificazioni dalla legge 7 a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916279
Art. 1. - Approvazione dei criteri e del primo programma di interventi immediati per garantire la continuità dell’esercizio del culto

N4

1. È approvato, sulla base dei criteri di cui all’art. 1, comma 1, dell’ordinanza n. 23 del 5 maggio 2017, il secondo programma di interventi immediati finalizzati a consentire la continuità delle attività di culto nei territori interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, come descritt

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916280
Art. 2. - Attuazione degli interventi

1. Gli interventi di cui all’allegato A, sia di messa in sicurezza che eventualmente di carattere definitivo, finali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916281
Art. 3. - Presentazione dei progetti

1. I soggetti attuatori degli interventi contenuti nell’elenco allegato A, individuati ai sensi dell’art. 15-bis, comma 3-bis, del decreto-legge n. 189 del 2016 e diversi dagli enti pubblici proprietari delle chiese ovvero dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, presentano presso i competenti uffici speciali per la ricostruzione di cui all’art. 3 medesimo del decreto-legge i progetti riguardanti la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e degli eventuali interventi definitivi finalizzati a consentire la riapertura delle chiese ivi individuate, entro trenta giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza.

2. Unitamente al progetto, il soggetto attuatore deve presentare apposita dichiarazione dalla quale risultino, con riferimento alla data dell’evento sismico:

a) gli estremi e la categoria catastali dell’edificio;

b) la sua superficie complessiva;

c) il numero e la data dell’ordinanza comunale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916282
Art. 4. - Istruttoria tecnica e amministrativa

1. Relativamente gli interventi di cui al precedente art. 3, l’Ufficio speciale per la ricostruzione cura l’istruttoria sul progetto presentato, verifica la congruità dei costi previsti anche ai fini dell’autorizzazione all’effettuazione di interventi di natura definitiva e provvede a determinare l’importo massimo ammissibile a contributo entro il termine di trenta giorni dal deposito del progetto e della documentazione allegata. Il predetto termine può essere interrotto per una sola volta, al fine di richiedere al soggetto attuatore chiarimenti o integrazioni documentali, che devono essere resi entro quindici giorni dalla richiesta.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916283
Art. 5. - Erogazione del contributo

1. Il contributo per gli interventi di cui all’art. 3, come determinato a norma del successivo art. 4, è erogato in via diretta a favore del soggetto attuatore, a norma dell’art. 14, comma 6, del decreto-legge n. 189 del 2016. La liquidazione è effettuata dall’Ufficio speciale per la ricostruzione territo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916284
Art. 6. - Attuazione degli interventi relative alle chiese di proprietà pubblica

1. Relativamente agli interventi, inseriti nell’Allegato A della presente ordinanza e diversi da quelli previsti dal precedente articolo 3 e dal successivo articolo 6-bis, l’ente pubblico proprietario della Chiesa predispone e invia al Commissario Straordinario del Governo, entro trenta giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza, i progetti riguardanti la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e degli eventuali interventi definitivi finalizzati a consentire la riapertura delle chiese ivi individuate. N1

1-bis Per lo svolgimento dell’attività di cui al comma 1, l’ente pubblico proprietario può provvedere anche mediante il conferimento di appositi incarichi:

a) per importi inferiori a quelli di cui all'articolo 35 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, secondo le modalità previste dall’articolo 2, comma 2 – bis, del decreto legge n. 189 del 2016 ed assicurando che l’individuazione degli operatori economici affidatari avvenga tramite procedure ispirate ai principi di rotazione nella selezione degli operatori da invitare, di trasparenza e di concorrenza;

b) per importi superiori a quelli di cui all'articolo 35 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, secondo le modalità stabilite dal medesimo decreto legislativo n. 50 del 2016.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916285
Art. 6-bis - Chiese del Fondo Edifici di Culto: Attività di progettazione

N3

1. Relativamente agli interventi sulle chiese del Fondo Edifici di Culto, inseriti nell’Allegato A della presente ordinanza, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in qualità di soggetto attuatore, provvede all’elaborazione dei progetti riguardanti la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e degli eventuali interventi definitivi finalizzati a consentire la riapertura delle chiese stesse, da sottoporre all’approvazione da parte del Commissario straordinario ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916286
Art. 6-ter - Chiese del Fondo Edifici di Culto: Presentazione, approvazione ed esecuzione dei progetti

N3

1. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza, il soggetto attuatore di cui all’articolo 2, comma 1, provvede a presentare al Commissario straordinario del governo, per la loro approvazione ai sensi dell’articolo 14, comma 5, del decreto legge n. 189 del 2016, i progetti esecutivi relativi agli interventi sulle chiese del Fondo Edifici di Culto, inserite nell’Al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916287
Art. 7. - Disposizioni finanziarie

1. Agli oneri economici derivanti dall’attuazione della presente ordinanza, stimati in complessivi € “26.851.500,00”N8, si provvede a valere sul fondo di cui all’art. 4 del decreto-legge n. 189 del 2016.

2. Entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore della presente ordinanza, gli uffici speciali per la ricostruzione provvedono a comunicare al commissario straordinario del Governo il numero dei progetti presentati ed approvati in applicazione delle previsioni di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916288
Art. 8. - Dichiarazione d’urgenza e provvisoria efficacia

1. Le disposizioni contenute nella presente ordinanza si applicano anche agli interventi inseriti nell’allegato A dell’ordinanza commissariale n. 23 del 5 maggio 2017, in relazione ai quali, alla data di entr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916289
Allegato A

N9

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916290
Allegato B - Ripartizione delle risorse e stima dei costi per la messa in sicurezza con interventi definitivi delle chiese attuata dalle delle diocesi

N10

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3881582 4916291
Allegato C - Ripartizione delle risorse e stima dei costi per la messa in sicurezza con interventi definitivi delle chiese di proprietà di enti pubblici e del F.E.C.

N11

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Protezione civile
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Edilizia scolastica
  • Rifiuti
  • Provvidenze

Il D.L. 91/2017 comma per comma

Analisi sintetica delle disposizioni rilevanti del settore tecnico contenute nel D.L. 20/06/2017, n. 91 (c.d. “DL Mezzogiorno” convertito con modificazioni dalla L. 03/08/2017, n. 123), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Protezione civile
  • Provvidenze
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Calamità
  • Imprese
  • Finanza pubblica

Umbria: sostegno alle imprese danneggiate dagli eventi sismici

L'avviso prevede il finanziamento degli investimenti delle imprese di tutti i settori produttivi ubicate o che si localizzano in uno dei Comuni umbri maggiormente colpiti dagli eventi sismici del 2016-2017. La dotazione prevista ammonta a 4 milioni e 900 mila euro. I contributi sono a fondo perduto e l’importo minimo è pari a euro 20.000,00 mentre l’importo massimo è pari ad euro 1.500.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Lavoro e pensioni

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016

Contributi per le imprese dei territori del centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017

Concessione di contributi in favore delle imprese localizzate nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017. Le agevolazioni, quantificate in 33 milioni di euro per l'anno 2017, 13 milioni di euro per l'anno 2018 e 5 milioni di euro per l’anno 2019, sono finalizzate alla prosecuzione dell’attività ed alla ripresa produttiva delle imprese.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Protezione civile
  • Provvidenze
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Contributi INAIL per la messa in sicurezza di immobili produttivi colpiti dagli eventi sismici del 2016

La misura è finalizzata ad assicurare la ripresa e lo sviluppo delle attività economiche in condizioni di sicurezza per i lavoratori nei comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici del 2016. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 30 milioni di euro ed è destinata dall'INAIL al finanziamento dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Finanza pubblica
  • Calamità
  • Protezione civile
  • Imprese
  • Provvidenze

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Terremoto Ischia 2017
  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti

Sospensione rate mutui nei Comuni di Ischia colpiti dal sisma dell’agosto 2017