FAST FIND : NR27016

L. R. Marche 23/11/2011, n. 22

Norme in materia di riqualificazione urbana sostenibile e assetto idrogeologico e modifiche alle Leggi regionali 5 agosto 1992, n. 34 "Norme in materia urbanistica, paesaggistica e di assetto del territorio" e 8 ottobre 2009, n. 22 "Interventi della regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile".
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 27/12/2012, n. 45
- L.R. 02/08/2013, n. 24
- L.R. 29/11/2013, n. 44
- L.R. 03/04/2015, n. 13
- L.R. 13/04/2015, n. 16
- L.R. 21/12/2015, n. 28
- L.R. 03/05/2018, n. 8
- L.R. 18/04/2019, n. 8
Scarica il pdf completo
345981 5520925
Art. 1 - (Oggetto e finalità)

1. Allo scopo di assicurare un’adeguata tutela del territorio regionale, la presente legge detta norme per la riqualificazione urbana sostenibile e per l’assetto idrogeologico.

2. La disciplina di cui alla presente legge è finalizzata in particolare a:

a) promuovere la trasformazione urbana in termini di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520926
CAPO I - RIQUALIFICAZIONE SOSTENIBILE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520927
Art. 2 - (Individuazione delle aree)

1. Ai fini di cui all’articolo 1, il Comune:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520928
Art. 3 - (Programma operativo per la riqualificazione urbana)

1. Il Comune provvede alla programmazione di attività volte alla riqualificazione e al contenimento delle espansioni urbane mediante l’adozione del Programma operativo per la riqualificazione urbana (PORU), avente valore di piano attuativo di cui alla legge regionale 5 agosto 1992, n. 34 (Norme in materia urbanistica, paesaggistica e di assetto del territorio), con validità non superiore a dieci anni.

2. Il PORU è lo strumento attraverso cui il Comune definisce un coerente disegno urbano finalizzato a migliorare la qualità della città e del paesaggio, limitando l’ulteriore urbanizzazione del territorio, nonché a incrementare le prestazioni ecologico-ambientali ed energetiche degli insediamenti.

3. Il PORU interessa le aree urbanizzate, diverse dalle zone A, di cui all’articolo 2 del d.m. 2 aprile 1968, n. 1444 (Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520929
Art. 4 - (Dotazione di aree e servizi pubblici)

1. Nell’ambito del PORU e nel rispetto di quanto stabilito nel regolamento di cui all’articolo 9, il Comune può richiedere, in luogo del re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520930
Art. 5 - (Riqualificazione intercomunale)

1. Al fine di riqualificare e integrare aree urbane che si trovano nel territorio di due o più Comuni limitrofi, la Regione, le Province o i Comuni interessati promuovono accordi per la definizione di PORU comunali tra loro coordinati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520931
Art. 6 - (Perequazione e compensazione)

1. Al fine di conseguire l’equo trattamento dei proprietari dei suoli interessa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520932
Art. 7 - (Perequazione urbanistica)

1. Oltre quanto indicato all’articolo 6, la perequazione urbanistica persegue anche l’obiettivo di garantire una disponibilità di suoli per i Comuni, da destinare a verde, attrezzature pubbliche o altre funzioni di pubblica utilità.

2. La perequazione urbanistica è realizzata con l’attribuzione di diritti edificatori e dei rela

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520933
Art. 8 - (Compensazione urbanistica)

1. Nelle ipotesi di vincoli espropriativi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520934
Art. 9 - (Regolamento di attuazione)

1. La Giunta regionale, previo parere della commissione assembleare competente, approva il regolamento di attuazione del presente Capo, contenente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520935
CAPO II - ASSETTO IDROGEOLOGICO DEL TERRITORIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520936
Art. 10 - (Compatibilità idraulica delle trasformazioni territoriali)

1. Gli strumenti di pianificazione del territorio e le loro varianti, da cui derivi una trasformazione territoriale in grado di modificare il regime idraulico, contengono una verifica di compatibilità idraulica, volta a riscontrare che non sia aggravato il livello di rischio idraulico esistente, né pregiudicata la riduzione, anche futura, di tale livello.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520937
CAPO III - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520938
Art. 11 - (Disposizioni in materia urbanistica)

1. Fermo restando quanto previsto al Capo I, fino all’entrata in vigore della legge regionale organica per il governo del territorio e comunque “non oltre il “31 dicembre 2018” N8N6, i Comuni si attengono alle seguenti disposizioni, finalizzate alla riduzione del consumo di suolo nonché al massimo utilizzo e riqualificazione del patrimonio edilizio e urbano esistente, anche a fini di tutela paesaggistica:

a) non possono essere adottati nuovi PRG o varianti ai PRG vigenti, anche con il procedimento gestito tramite lo sportello unico per le attività produttive, che prevedono ulteriori espansioni di aree edificabili in zona agricola nei Comuni che non hanno completato per almeno il 75 per cento l’edificazione delle aree esistenti con medesima destinazione d’uso urbanistica;

b) posson

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520939
Art. 12 (Modifica alla l.r. 22/2009)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520940
Art. 13 - (Norme transitorie e finali)

1. Il regolamento di cui all’articolo 9 è approvato entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

2. La deliberazione di cui all’articolo 10, comma 4, è approvata entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

3. Fino all’approvazione della deliberazione di cui all’articolo 10, comma 4, le amministrazioni competenti:

a) in ordine al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345981 5520941
Art. 14 - (Abrogazione)

1. La lettera b) del comma 1 dell’articolo 68 della l.r. 34/1992 è abrogata.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Informatica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Pianificazione del territorio
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Norme tecniche
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Standards
  • Urbanistica
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio

Regolamento edilizio comunale tipo: contenuti, valenza, iter di approvazione

Intesa 20/10/2016 della Conferenza unificata che reca il Regolamento edilizio tipo ai sensi del D.L. “sblocca Italia” 133/2014. Nell'articolo sono fornite indicazioni su che cosa è il Regolamento edilizio comunale, i suoi contenuti ed il procedimento di approvazione, sui contenuti del Regolamento tipo, sull'iter della sua approvazione e del successivo recepimento da parte degli enti territoriali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Difesa suolo
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Interventi edilizi in aree soggette a vincolo idrogeologico

Individuazione delle aree soggette a vincolo idrogeologico; Interventi soggetti a c.d. nullaosta idrogeologico; Procedura per il c.d. nullaosta idrogeologico; Abusi idrogeologici - Sanzioni; Ordine di riduzione in pristino - Autorizzazione idrogeologica in sanatoria; Pianificazione di bacino - Interventi in aree a rischio idrogeologico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Impianti sportivi
  • Edilizia scolastica
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • DURC
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Provvidenze
  • Beni culturali e paesaggio
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Pianificazione del territorio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)