FAST FIND : NN15290

D. Leg.vo 17/07/2016, n. 136

Attuazione della direttiva 2014/67/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, concernente l'applicazione della direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell'ambito di una prestazione di servizi e recante modifica del regolamento (UE) n. 1024/2012 relativo alla cooperazione amministrativa attraverso il sistema di informazione del mercato interno («regolamento IMI»).
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 15/09/2020, n. 122
- L. 30/12/2018, n. 145
- D.L. 24/04/2017, n. 50 (L. 21/06/2017, n. 96)
Scarica il pdf completo
2964515 6791910
Premessa


IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 76 e 87, quinto comma, della Costituzione;

Visto l’articolo 1 della legge 9 luglio 2015, n. 114, recante delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea - Legge di delegazione europea 2014 ed in particolare, l’allegato B;

Vista la direttiva 96/71/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 1996, relativa al distacco dei lavoratori nell’ambi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791911
Capo I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791912
Art. 1. - Campo d’applicazione

1. Il presente decreto si applica alle imprese stabilite in un altro Stato membro che, nell’ambito di una prestazione di servizi, distaccano in Italia uno o più lavoratori N3, in favore di un’altra impresa, anche appartenente allo stesso gruppo, o di un’altra unità produttiva o di un altro destinatario, a condizione che durante il periodo del distacco, continui a esistere un rapporto di lavoro con il lavoratore distaccato.

2. Il presente decreto si applica alle agenzie di somministrazione di lavoro stabilite in un altro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791913
Art. 2. - Definizioni

1. Ai fini del presente decreto si intende per:

a) «autorità richiedente» l’autorità competente che presenta una richiesta di assistenza, informazione, notifica o recupero di una sanzione secondo quanto previsto dal presente decreto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791914
Art. 3. - Autenticità del distacco

1. Ai fini dell’accertamento dell’autenticità del distacco gli organi di vigilanza effettuano una valutazione complessiva di tutti gli elementi della fattispecie.

2. Al fine di accertare se l’impresa distaccante eserciti effettivamente attività diverse rispetto a quelle di mera gestione o amministrazione del personale dipendente sono valutati i seguenti elementi:

a) il luogo in cui l’impresa ha la propria sede legale e amministrativa, i propri uffici, reparti o unità produttive;

b) il luogo in cui l’impresa è registrata alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o, ove sia richiesto in ragione dell’attività svolta, ad un albo professionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791915
Art. 4. - Condizioni di lavoro e di occupazione

1. Al rapporto di lavoro tra le imprese di cui all’articolo 1, commi 1 e 4, e i lavoratori distaccati si applicano, durante il periodo del distacco, se più favorevoli, le medesime condizioni di lavoro e di occupazione previste in Italia da disposizioni normative e contratti collettivi di cui all’articolo 2, lettera e), per i lavoratori che effettuano prestazioni lavorative subordinate analoghe nel luogo in cui si svolge il distacco, nelle seguenti materie:

a) periodi massimi di lavoro e periodi minimi di riposo;

b) durata minima dei congedi annuali retribuiti;

c) retribuzione, comprese le maggiorazioni per lavoro straordinario. Tale previsione non si applica ai regimi pensionistici di categoria;

d) condi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791916
Art. 4-bis - Distacco di lunga durata

N9

1. Se la durata effettiva di un distacco supera dodici mesi ai lavoratori distaccati si applicano, se più favorevoli, oltre alle condizioni di lavoro e di occupazione di cui all’articolo 4,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791917
Art. 5. - Difesa dei diritti

1. Fermo restando quanto previsto dall’articolo 3, comma 4, i lavoratori distac

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791918
Art. 6. - Osservatorio

1. È costituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali un osservatorio con compiti di monitoraggio sul distacco dei lavoratori finalizzato a garantire una migliore diffusione tra imprese e lavoratori delle informazioni sulle condizioni di lavoro e di occupazione. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l’Agenzia nazionale delle politiche att

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791919
Capo II - ACCESSO ALLE INFORMAZIONI E COOPERAZIONE AMMINISTRATIVA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791920
Art. 7. - Accesso alle informazioni

1. Tutte le informazioni relative alle condizioni di lavoro e di occupazione che devono essere rispettate nelle ipotesi di distacco sono pubblicate sul sito istituzionale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali che provvede ai relativi aggiornamenti. Esse in particolare sono relative a:

a) co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791921
Art. 8. - Cooperazione amministrativa

1. Al fine di realizzare un’efficace cooperazione amministrativa, l’Ispettorato nazionale del lavoro risponde tempestivamente alle motivate richieste di informazione delle autorità richiedenti ed esegue i controlli e le ispezioni ivi comprese le indagini sui casi di inadempienza o violazione della normativa applicabile al distacco dei lavoratori.

2. Le richieste comprendono anche le informazioni relative al possibile recupero di una sanzione amministrativa, o alla notifica di un provvedimento amministrativo o giudiziario che la irroga e possono includere l’invio di documenti e informazioni circa la legalità dello stabilimento e la buona condotta del prestatore di servizi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791922
Art. 9. - Misure di accompagnamento

1. Nell’ambito delle iniziative adottate dalla Commissione europea, lo Stato it

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791923
Capo III - OBBLIGHI E SANZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791924
Art. 10. - Obblighi amministrativi

1. L’impresa che distacca lavoratori in Italia ha l’obbligo di comunicare il distacco al Ministero del lavoro e delle politiche sociali entro le ore ventiquattro del giorno antecedente l’inizio del distacco e di comunicare tutte le successive modificazioni entro cinque giorni. La comunicazione preventiva di distacco deve contenere le seguenti informazioni:

a) dati identificativi dell’impresa distaccante;

b) numero e generalità dei lavoratori distaccati;

c) data di inizio, di fine e durata del distacco;

d) luogo di svolgimento della prestazione di servizi;

e) dati identificativi del soggetto distaccatario;

f) tipologia dei servizi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791925
Art. 10-bis - Obblighi informativi

N9

1. L’impresa utilizzatrice che ha sede in Italia, presso la quale sono distaccati lavoratori ai sensi dell’art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791926
Art. 11. - Ispezioni

1. L’Ispettorato nazionale del lavoro pianifica ed effettua accertamenti ispett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791927
Art. 12. - Sanzioni

1. La violazione degli obblighi di comunicazione di cui all’articolo 10, comma 1, è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 180N2 a 600N2 euro, per ogni lavoratore interessato.

1-bis. Chiunque circola senza la documentazione prevista dall'articolo 10, commi 1-bis, 1-ter e 1- quater, ovv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791928
Capo IV - ESECUZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791929
Sezione I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791930
Art. 13. - Ambito di applicazione

1. I principi dell’assistenza e del riconoscimento reciproci, nonché le misure e le procedure di cui al presente capo si applicano all’esecuzio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791931
Sezione II - RICHIESTA DI NOTIFICA E DI RECUPERO AD ALTRI STATI MEMBRI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791932
Art. 14. - Competenza

1. La competenza a trasmettere la richiesta di notifica di provvedimenti amministrativi o giudiziar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791933
Art. 15. - Condizioni per la trasmissione

1. La richiesta di notifica di un provvedimento che irroga una sanzione amministrativa pecuniaria e di ogni altro documento pertinente e la richiesta di recupero sono effettuate in presenza dei seguenti presupposti:

a) quando non sia possibile procedere alla notifica o al recupero applicando le disposizioni e le procedure previste dall’ordinamento interno;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791934
Art. 16. - Trasmissione ad altri Stati

1. L’Ispettorato nazionale del lavoro provvede alla trasmissione del provvedimento amministrativo o giudiziario, unitamente alla documentazione di rif

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791935
Art. 17. - Effetti del riconoscimento

1. L’Ispettorato nazionale del lavoro non è tenuto all’adozione dei provvedimenti necessari all’esecuzione quando l’autorità adita comunica di avere dato seguito alla ric

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791936
Sezione III - RICHIESTA DI NOTIFICA E DI RECUPERO DA ALTRI STATI MEMBRI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791937
Art. 18. - Richiesta di notifica di un provvedimento o di una decisione

1. L’Ispettorato nazionale del lavoro che riceve tramite IMI da un altro Stato membro una richiesta di notifica di un provvedimento amministr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791938
Art. 19. - Richiesta di recupero della sanzione

1. La competenza a decidere sulla richiesta di recupero di una sanzione amministrativa pecuniaria spetta alla Corte di appello nel cui distretto risiede la persona nei confronti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791939
Art. 20. - Motivi di rigetto

1. La Corte d’appello non è tenuta a dare esecuzione a una richiesta di notifica o di recupero se la richiesta non contiene le informazioni di cui all’articolo 15, commi 1 e 2, è incompleta o non corrispon

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791940
Art. 21. - Procedimento e decisione di riconoscimento

1. Quando ai fini dell’esecuzione in Italia, la procura generale presso la Corte di appello riceve da un altro Stato membro, tramite l’Ispettorato nazionale del lavoro, la richiesta di recupero corredata dal provvedimento che irroga la sanzione amministrativa pecuniaria, contenente le informazioni di cui all’articolo 15 il procuratore generale presso la Corte di appello competente ai sensi dell’articolo 19, fa richiesta di riconoscimento alla Corte di appello che provvede alla notifica della richiesta al datore di lavoro entro il termine di trenta giorni.

2. Il procedimento davanti alla Corte di appello si svolge in camera di consiglio, nelle forme previste dall’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791941
Art. 22. - Sospensione del procedimento

1. Se il provvedimento da eseguire è impugnato, la procedura di esecuzione tra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791942
Art. 23. - Effetti del riconoscimento

1. Quando la Corte di appello provvede al riconoscimento del provvedimento che irroga una sanzione amministrativa pecuniaria, l’esecuzione è disciplinata secondo la legge italiana.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791943
Art. 24. - Somme recuperate

1. Le somme recuperate in relazione alle sanzioni amministrative pecuniarie di cui al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791944
Capo V - DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791945
Art. 25. - Clausola di invarianza finanziaria

1. Dall’attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori on

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791946
Art. 26. - Abrogazioni

1. È abrogato il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791947
Art. 27. - Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubbli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2964515 6791948
Allegato A (di cui all’articolo 4, comma 2)

Le attività di cui all’articolo 4, comma 2, comprendono tutte quelle del settore edilizio riguardanti la realizzazione, il riattamento, la manutenzione, la modifica o l’eliminazione di edifici e in particolare i lavori seguenti:

1) scavo;

2) sistemazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Imposte indirette
  • Ordinamento giuridico e processuale

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Compravendita e locazione
  • Lavoro e pensioni
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Appalti e contratti pubblici
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Enti locali
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • DURC
  • Pianificazione del territorio
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Le detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico (Ecobonus)

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili

Punti di ricarica per veicoli elettrici: norme edilizie, urbanistiche e incentivi

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Mercato del gas e dell'energia

Certificazione dei gestori dei sistemi di stoccaggio del gas

  • Energia e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali