FAST FIND : NR11657

L.R. Lazio 03/09/2002, n. 30

Ordinamento degli enti regionali operanti in materia di edilizia residenziale pubblica.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 23/11/2020, n. 16
- L.R. 27/02/2020, n. 1
- L.R. 22/10/2018, n. 7
- L.R. 14/08/2017, n. 9
- L.R. 13/08/2011, n. 12
- L.R. 24/12/2010, n. 9
- L.R. 24/12/2008, n. 31
- L.R. 28/12/2006, n. 27
- L.R. 28/04/2006, n. 4
- L.R. 27/02/2004, n. 2
- L.R. 11/09/2003, n. 29
Scarica il pdf completo
28814 6952865
Art. 1 - (Oggetto e finalità)

1. La presente legge disciplina il nuovo ordinamento degli enti regionali operanti nella materia di edilizia residenziale pubblica al fine di garantire l'efficienza, l'efficacia e l'economicità dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952866
Art. 2 - (Aziende territoriali per l'edilizia residenziale pubblica)

1. Gli istituti autonomi case popolari (IACP) disciplinati dalla legge regionale 24 marzo 1986, n. 14 e successive modifiche, sono trasformati nelle seguenti aziende:

a) Azienda territoriale per l'edilizia residenziale pubblica del Comune di Roma;

b) Azienda

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952867
Art. 3 - (Attività delle aziende)

1. Le aziende assumono il ruolo di operatori pubblici dell'edilizia e di gestori del patrimonio pubblico loro affidato. A tale fine esercitano, oltre alle funzioni ed ai compiti già di competenza degli istituti autonomi case popolari ai sensi della normativa vigente ed in particolare della l.r. 12/1999 e successive modifiche, anche le seguenti attività:

a) supporto alla Regione, agli enti locali ed ai privati per la progettazione e l'attuazione di interventi di edilizia residenziale inseriti in programmi di recupero o riqualificazione edilizia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952868
Art. 4 - (Organi delle aziende)

1. Sono organi delle aziende:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952869
Art. 5 - (Presidente)

1. Il presidente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952870
Art. 6 - (Consiglio di amministrazione)

1. Il Consiglio di amministrazione è costituito con decreto del Presidente della Giunta regionale ed è composto:

a) dal presidente dell'azienda, nominato dal Presidente della Giunta regionale;

b) da sei membri nominati dal Consiglio regionale, secondo le procedure previste dal regolamento consiliare.

2. I componenti del consiglio di amministrazione sono scelti, previo avviso pubblico, tr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952871
Art. 7 - (Collegio dei revisori)

1. Il collegio dei revisori è composto da tre membri effettivi e due supplenti, nominati con decreto del Presidente della Regione, scelti tra i soggetti abilitati all’esercizio della revisione legale ed iscritti nel registro dei revisori legali di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 (Attuazione della direttiva 2006/43/CE, relativa alle revisioni legali dei conti annuali e dei conti consolidati, che modifica le direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE, e che abroga la direttiva 84/253/CEE) e successive modifiche.N10

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952872
Art. 8 - (Incompatibilità, indennità e durata degli organi)

1. Agli incarichi di presidente, di componente del consiglio di amministrazione e del collegio dei revisori dell'azienda si applicano le disposizioni sulle incompatibilità contenute nella vigente normativa statale e regionale. In particolare, tali incarichi sono incompatibili con:

a) la carica di consigliere o assessore regionale,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952873
Art. 9 - (Comitato tecnico)

1. “Con provvedimento del consiglio di amministrazione è costituito il comitato tecnico, quale organo deputato alla verifica degli interventi previsti dai programmi di finanziamento in materia di edilizia residenziale pubblica. Il comitato resta in carica tre anni a decorrere dalla nomina e i suoi componenti possono essere rinnovati una sola volta. La nomina del comitato o il rinnovo dei componenti è effettuato entro la scadenza del termine di durata del precedente organo.” N17 Il comitato è composto:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952874
Art. 10 - (Comitato delle organizzazioni rappresentative degli inquilini)

1. Al fine di garantire la partecipazione e la collaborazione degli utenti dei servizi di edilizia residenziale pubblica alle attività attinenti alla funz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952875
Art. 11 - (Direttore generale)

1. Il direttore generale è nominato dal consiglio di amministrazione ed è scelto tra i dirigenti dell'azienda stessa o di altri enti pubblici o privati N21 che abbiano svolto attività dirigenziale e che siano in possesso del diploma di laurea "ovvero che abbiano espletato per almeno 10 anni l'incarico di dirigente apicale di ente pubblico."N3

2. L'incarico di direttore generale è conferito a tempo determinato, per un periodo non superiore a cinque ann

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952876
Art. 12 - (Statuto, regolamenti e carta dei servizi)

1. Lo statuto dell'azienda stabilisce, in particolare, la sede legale dell'ente, le competenze e le modalità di funzionamento degli organi, in conformità con il principio di distinzione tra attività di indirizzo e attività di gestione, e detta criteri generali relativi all'organizzazione, all'ordinamento finanziario e contabile, alla pubblicità degli atti e all'esercizio del diritto di accesso.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952877
Art. 12 bis - (Ufficio di coresidenza delle ATER)

N16

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952878
Art. 13 - (Programma annuale di attività e relazione annuale sull'attività svolta)

1. Le aziende definiscono le proprie attività mediante un programma annuale adottato dal consiglio di amministrazione, in coerenz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952879
Art. 14 - (Gestione economico-finanziaria)

1. Le aziende curano la tenuta di una contabilità di tipo analitico ed economico informata ai principi desumibili dagli articoli 2423 e seguenti del codice civile e successive modificazioni, attraverso l'adozione annuale del bilancio di previsione, il quale rappresenta le linee guida per la gestione economica dell'azienda

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952880
Art. 15 - (Vigilanza e controllo)

1. Ai sensi dell'articolo 54 dello Statuto della Regione, spettano alla Giunta regionale la vigilanza e il controllo sulle aziende.

2. La Giunta regionale, in particolare:

a) emana direttive per la gestione delle aziende al fine di garantirne la conformità alle scelte della programmazione regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952881
Art. 16 -(Stato giuridico e trattamento economico del personale)

1. Al personale non dirigente delle aziende si applica il trattamento giuridico, econ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952882
Art. 17 - (Disposizioni transitorie relative agli organi istituzionali)

1. Entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, il direttore generale in carica presso ciascuno IACP provvede alla ricognizione del personale, dei beni patrimoniali e di tutti i rapporti attivi e passivi.

2. L'organo di amministrazione di ciascuno IACP trasmette la ricognizione di cui al comma 1 alla Giunta regionale per la relativa approvazione. L'organo di amministrazione dello IACP di Roma trasmette, altresì, unitamente alla ricognizione, una proposta di ripartizione del personale, dei beni patrimoniali e di tutti i rapporti attivi e passivi tra l'azienda del Comune di Roma, l'azienda del comprensorio di Civitavecchia e l'azienda della Provincia di Roma, tenendo conto, per la ripartizione dei beni patrimoniali, della relativa localizzazione negli ambiti territoriali di competenza di ciascuna azienda.

3. Dopo l'approvazione della ricognizione di cui al comma 2:

a) il Presidente della Giunta regionale provvede alla nomina del presidente presso ciascuna azienda ai sensi dell'articolo 6, comma 1, lettera a);

b) la Giunta regionale provvede:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952883
Art. 18 - (Disposizioni transitorie relative al personale)

1. Il personale in servizio presso ciascuno IACP alla data di entrata in vigore della presente legge transita automaticamente nelle corrispondenti aziende, ad eccezione del personale dello IACP di Roma, che transita nelle aziende del Comune di Roma, del comprensorio di Civitavecchia e della Provincia di Roma,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952884
Art. 19 - (Disposizioni finali. Abrogazioni)

1. Fatto salvo quanto previsto dal comma 2, a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono abrogate:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
28814 6952885
Art. 20 - (Fonti di finanziamento)

1. Le aziende provvedono al raggiungimento dei propri scopi mediante:

a) i canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica destinata all'assistenza abitativa, nonché i canoni derivanti dall'affitto di locali extra-residenziali;

b) i rimborsi per spese tecniche generali relative ai programmi di edilizia residenziale pubblica destinata all'assistenza alloggiativa, nella misura stabilita dalla Giunta regionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Compravendita e locazione

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

La Regione Lombardia sostiene gli interventi volti a soddisfare il fabbisogno abitativo pubblico, tramite il recupero del patrimonio immobiliare sfitto a rischio di degrado, e a rendere disponibili nuovi alloggi a canoni sostenibili per i cittadini che non possono sostenere i costi di locazione del libero mercato. Il bando è rivolto a soggetti privati (persone giuridiche) e soggetti pubblici (ad eccezione di Comuni e Aler) proprietari o che abbiano la piena disponibilità di immobili da recuperare e da destinare a servizi abitativi sociali (SAS).
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Lombardia: 15 mln di euro per l’efficientamento energetico delle case popolari

Ammonta a 15 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lombardia per opere di efficientamento energetico su immobili destinati a servizi abitativi pubblici già oggetto di interventi di riqualificazione edilizia. Le opere finanziate sono mirate al raggiungimento di prestazioni energetiche ed emissive di standard più elevati. Saranno ammessi all'agevolazione progetti di importo minimo netto dei lavori di efficientamento energetico pari a € 100.000 risultante dal quadro economico allegato al progetto; opere di valore inferiore non saranno ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Veneto: 10 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare a destinazione residenziale

Dieci milioni di euro per l'assegnazione di contributi in conto capitale a favore delle ATER per l'efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico residenziale. L'aliquota massima di sostegno è pari al 90% della spesa ammissibile e l’intervento deve comportare una spesa non inferiore a € 200.000,00 e non superiore a € 2.000.000,00. I progetti devono riguardare un edificio, o un complesso edilizio, della superficie utile minima di 500 mq dotato, all'atto della presentazione della domanda, di attestato di prestazione energetica (APE) redatto e registrato nell'archivio regionale online successivamente al 01/10/2015.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Bolzano: misure per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici pubblici residenziali

Il bando promuove l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici pubblici residenziali, al fine di raggiungere l'obiettivo specifico degli indicatori stabiliti nel programma FESR 2014-2020: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.
A cura di:
  • Anna Petricca