FAST FIND : NW3953

Ultimo aggiornamento
21/10/2019

L'offerta economicamente più vantaggiosa per l'aggiudicazione dei contratti pubblici

QUADRO NORMATIVO - IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (Generalità; Applicazione obbligatoria del criterio OEPV sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo; Applicazione del criterio del minor prezzo) - I CRITERI DI VALUTAZIONE (Discrezionalità amministrativa nela scelta di criteri e pesi e nelle valutazioni; Rating di legalità e rating di impresa; Le varianti e le opere aggiuntive; Criterio del prezzo fisso; Criterio del costo del ciclo di vita) - LA PONDERAZIONE DEI PUNTEGGI - LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI DELL’OFFERTA (La valutazione degli elementi quantitativi; La valutazione in base alla presenza di determinate caratteristiche; La valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali) - LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA - COMPITI DELLE COMMISSIONI AGGIUDICATRICI.
A cura di:
  • Emanuela Greco
2782810 5861460
QUADRO NORMATIVO

L’art. 95 del D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) prevede che di norma le stazioni appaltanti aggiudichino i contratti - nel rispetto dei principi di trasparenza, di non discriminazione e di parità di trattamento - sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (di seguito anche semplicemente “OEPV”), individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, oppure sulla b

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861461
IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIù VANTAGGIOSA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861462
Generalità

L’idea sottostante al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa è che la pubblica amministrazione - quando acquisisce lavori, servizi o forniture per soddisfare direttamente proprie esigenze o per offrire determinati servizi all’utenza - non deve badare esclusivamente a un risparmio sui costi ma deve anche e soprattutto considerare la qualità di ciò che viene acquisito.

Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa determina l’aggiudicazione dei contratti pubblici non solo sulla base di una valutazione di carattere finanziario, quanto su una

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861463
Applicazione obbligatoria del criterio OEPV sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo

Ai sensi dell’art. 95 del D. Leg.vo 50/2016, comma 3 - come modificato dal D.L. 32/2019, c.d. “sblocca cantieri”) sono aggiudicati esclusivamente sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo:

a) i contratti relativi all’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura e degli altri servizi di natura tecnica e intellettuale di importo pari o superiore a 40.000 euro;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861464
Applicazione del criterio del minor prezzo

L’art. 95, commi 4 e 5, del D. Leg.vo 50/2016 prevede che il criterio del minor prezzo può essere utilizzato, previa adeguata motivazione, per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861465
I CRITERI DI VALUTAZIONE

In generale, nella definizione dei criteri di valutazione delle offerte, le stazioni appaltanti devono tener conto:

- del settore merceologico a cui afferisce l’oggetto del contratto;

- delle caratteristiche tecniche dei lavori/beni/se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861466
Discrezionalità amministrativa nela scelta di criteri e pesi e nelle valutazioni

La scelta operata dall’amministrazione relativamente ai criteri di valutazione delle offerte, ivi compreso il peso da attribuire a tali singoli elementi, specificamente indicati nella lex specialis, e anche la disaggregazione eventuale del singolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861467
Rating di legalità e rating di impresa

All’art. 95, comma 13, del D. Leg.vo 50/2016, viene stabilito che - compatibilmente con il rispetto dei principi che presidiano gli appalti pubblici - le stazioni appaltanti indicano nel bando di gara, nell’avviso o nell’invito:

- i criteri premiali che intendono a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861468
Le varianti e le opere aggiuntive

Ai sensi dell’art. 95, comma 14, del D. Leg.vo 50/2016, nei criteri di aggiudicazione basati sul miglior rapporto qualità/prezzo, il bando può prevedere la richiesta di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861469
Criterio del prezzo fisso

L’art. 95, comma 7, del D. Leg.vo 50/2016, prevede che l’elemento relativo al costo può assumere la forma di un prezzo o costo fisso sulla base del quale gli operatori economici competeranno solo in base a criteri qualitativi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861470
Criterio del costo del ciclo di vita

Il D. Leg.vo 50/2016 prevede che - tra i criteri di comparazione costo/efficacia da applicarsi nell’ambito dell’OEPV - possa farsi ricorso ad un approccio basato sui costi del ciclo di vita, meglio dettagliati dall’art. 96 del D. Leg.vo 50/2016.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861471
LA PONDERAZIONE DEI PUNTEGGI

L’art. 95, comma 8, del D. Leg.vo 50/2016, stabilisce che i documenti di gara - oppure, in caso di dialogo competitivo, il bando o il documento descrittivo - elencano i criteri di valutazione e la ponderazione relativa attribuita a ciascuno di essi, anche prevedendo una forcella in cui lo scarto tra il minimo e il massimo deve essere adeguato.

Per ciascun criterio di valutazione prescelto possono essere previsti, ove necessario, sub-criteri e sub-pesi o sub-punteggi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861472
LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI dell’offerta

Oltre agli elementi di natura quantitativa (ad esempio: il prezzo; il tempo di esecuzione dei lavori; il rendimento; la durata della concessione; il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861473
La valutazione degli elementi quantitativi

Quanto agli elementi di natura quantitativa, di regola nei bandi è fissato il prezzo massimo che la stazione appaltante intende sostenere, e i concorrenti propongono sconti rispetto a tale prezzo. Il punteggio minimo, pari a 0, è attribuito all’offerta che non presenta sconti rispetto al prezzo a base di gara, mentre il punteggio massimo è attribuito all’offerta che presenta lo sconto maggiore.

L’ANAC, nella Delib. 424/2018 (alla quale s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861474
La valutazione in base alla presenza di determinate caratteristiche

Per le forniture e per taluni servizi, ovvero quando non è necessario esprimere una valutazione di natura soggettiva, è possibile attribuire il punteggio anche sulla base tabell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861475
La valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali

La valutazione degli elementi di natura qualitativa dell’offerta è rimessa alla discrezionalità dei commissari di gara, i quali devono attenersi ai criteri motivazionali indicati già nel bando o in qualsiasi altro atto di avvio della procedura di affidamento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861476
LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

In esito all’attribuzione dei coefficienti agli elementi qualitativi e quantitativi, bisogna determinare, per ogni offerta, un dato numerico finale atto ad individuare l’offerta migliore.

L’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2782810 5861477
Compiti delle Commissioni aggiudicatrici

L’art. 77, comma 1, del D. Leg.vo 50/2016, stabilisce che nelle procedure di aggiudicazione di appalti o concessioni, nei casi di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico è affidata ad una commissione giudicatrice, composta da esperti nello specifico settore cui afferisce l’oggetto del contratto.

Alla commissione giudicatrice è riservata

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Linee guida ANAC e altri provvedimenti attuativi e collegati al Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016)

Gerarchia delle fonti del diritto in tema di contratti pubblici; Mappa completa e aggiornata di tutti i provvedimenti da emanare, emanati e in corso di emanazione organizzata per classificazione tematica, con riferimento a: oggetto, norma che ne prevede l’emanazione, tipo provvedimento, stato dell’iter, disciplina transitoria, con accesso a tutti i testi completi aggiornati e ad approfondimenti redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Soglie normativa comunitaria

Soglie comunitarie appalti pubblici di lavori, servizi e forniture e concessioni

REGOLAMENTI COMUNITARI DI RIFERIMENTO PER IL BIENNIO 2018-2019 - APPALTI NEI SETTORI ORDINARI (Soglie a partire dal 2020; Soglie (biennio 2018-2019); Soglie precedenti (dal 2012)) - APPALTI NEI SETTORI SPECIALI (Soglie a partire dal 2020; Soglie (biennio 2018-2019); Soglie precedenti (dal 2012)) - APPALTI NEI SETTORI DELLA DIFESA E DELLA SICUREZZA (Ambito applicativo; Soglie a partire dal 2020; Soglie (biennio 2018-2019); Soglie precedenti (dal 2012)) - CONCESSIONI (Soglie a partire dal 2020; Soglie (biennio 2018-2019); Soglie precedenti (dal 2012)).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disposizioni antimafia
  • Impresa, mercato e concorrenza

Rating di legalità delle imprese: in cosa consiste, come richiederlo e come è considerato da banche e PA

Il rating di legalità è uno strumento introdotto nel 2012 per le imprese italiane, volto alla promozione e all'introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale, tramite l’assegnazione di un riconoscimento misurato in "stellette" indicativo del rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta. All'attribuzione del rating l’ordinamento ricollega vantaggi in sede di concessione di finanziamenti pubblici e agevolazioni per l’accesso al credito bancario.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Valenza delle Linee guida ANAC n. 4 sui contratti sotto soglia) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interessi; Clausole sociali; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - SCELTA DEL CONTRAENTE E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE NEI CONTRATTI SOTTO SOGLIA (; Procedure di scelta del contraente; Procedura per i servizi pubblici di ingegneria e architettura sotto soglia; Criteri di aggiudicazione) - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (L’amministrazione diretta; L’affidamento diretto; La procedura negoziata; Lavori di importo pari o superiore a 150.000 Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria