FAST FIND : NN14412

Par. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 20/10/2010, n. 186

2532587 2532587
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n), del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dalla Regione Lazio – Individuazione di un Soggetto Gestore con funzioni di Organismo Intermediario, cui affidare la gestione di una Sovvenzione Globale finalizzata allo svolgimento di attività funzionali allo sviluppo culturale, sociale ed economico del settore economico-produttivo del teatro lirico sul territorio laziale – Importo a base d’asta: € 1.000.000,00 – S.A.: Regione Lazio.

In sede di sub procedimento di verifica di cui all'articolo 48, comma 1, del D.Lgs. n. 163/2006, è necessario che l'operatore economico dimostri con la documentazione d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2532587 2537171
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2532587 2537172
Considerato in fatto

In data 14 giugno 2010 è pervenuta l’istanza di parere indicata in epigrafe, con la quale la Regione Lazio, in qualità di stazione appaltante, ha chiesto a questa Autorità di esprimere il proprio avviso in merito alla possibilità, nel caso in cui il concorrente sorteggiato (Orizzonti Soc. Coop.) per i controlli di cui al primo comma dell’art. 48 del D.Lgs. n. 163/2006R produca documenti giustificativi aventi ad oggetto servizi parzialmente difformi da quelli dichiarati ai fini della partecipazione alla gara, di ritenere comunque idoneamente assolto l’obbligo di dimostrazione dei requisiti di partecipazione.

Al riguardo, la stazione appaltante istante ha rappresentato che, con riferimento alla documentazione attestante i requisiti di capacità economico-finanziaria (punto f) del disciplinare di gara), ha chiesto ai concorrenti la produzione di una dichiarazione attestante “il fatturato specifico per i servizi resi per la Pubblica Amministrazione concernenti attività di supporto alla gestione e/o controllo di interventi cofinanziati dai Fondi Strutturali o attività di gestione di Sovvenzioni Globali cofinanziata da Fondi Strutturali, realizzato nei tre esercizi finanziari antecedenti la data di pubblicazione del bando, pari o superiore ad euro 300.000,00”, mentre, con riferimento alla documentazione attestante i requisiti di capacità tecnica (punto h) del disciplinare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2532587 2537173
Ritenuto in diritto

Ai fini della definizione della questione oggetto della controversia in esame, occorre, preliminarmente, rilevare che il disciplinare di gara richiedeva ai concorrenti di allegare, quale documentazione attestante il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria, una “dichiarazione resa dal legale rappresentante ai sensi del DPR 445/2000R, corredata di fotocopia del documento di identità del dichiarante, attestante: - il fatturato globale conseguito dal soggetto proponente nei tre esercizi finanziari antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara; tale fatturato, a pena di esclusione, dovrà essere pari o superiore, per il detto triennio, complessivamente ad Euro 900.000 (novecentomila). Sempre a pena di esclusione, in caso di RTI almeno il 70% del fatturato globale richiesto deve essere posseduto dalla mandataria; - il fatturato specifico per servizi resi per la Pubblica Amministrazione concernenti attività di supporto alla gestione e/o al controllo di interventi cofinanziati dai Fondi Strutturali o attività di gestione di Sovvenzioni Globali cofinanziate dai Fondi Strutturali, realizzato nei tre esercizi finanziari antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara; tale fatturato, a pena di esclusione, dovrà essere pari o superiore, per il detto triennio, complessivamente ad Euro 300.000 (trecentomila). Sempre a pena di esclusione, in caso di RTI almeno il 70% del fatturato specifico richiesto deve essere posseduto dalla mandataria. Nella stessa dichiarazione dovranno essere debitamente indicati gli incarichi sufficienti al raggiungimento della soglia sopra individuata, indicando per ciascuno di essi il soggetto committente, l’importo e il periodo di esecuzione e fornendo altresì una sintetica descrizione” (lettera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2532587 2537174
Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che il Raggruppamento Orizzonti Soc. Coop.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza

Indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO - FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI - ACQUISIZIONE DEL CIG - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS (Casellario informatico; AVCPass; Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio) - ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE (Certificati di esecuzione dei lavori; Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento) - ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA - SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI (Avvalimento nel sistema unico di qualificazione; Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”; Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica; Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti) - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Bandi e avvisi di gare pubbliche: contenuti e modalità di pubblicazione

PREMESSA - I BANDI DI GARA E GLI AVVISI (L’avviso di preinformazione; Il bando di gara; L’avviso di postinformazione (avviso relativo all’appalto aggiudicato)) - LA PUBBLICAZIONE DI BANDI E AVVISI (Norme di riferimento; Pubblicazione a livello europeo; Pubblicazione a livello nazionale e regime transitorio; Trasmissione al Prefetto; Le pubblicazioni a fini di trasparenza) - RIEPILOGO OBBLIGHI PUBBLICAZIONE BANDI E AVVISI DAL 2017.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Le clausole sociali nei contratti pubblici

DEFINIZIONE DI CLAUSOLA SOCIALE E QUADRO NORMATIVO (Che cosa sono le “clausole sociali”; Norme di riferimento sulle clausole sociali; Linee guida e chiarimenti ANAC) - ASPETTI APPLICATIVI E PRATICI DELLA CLAUSOLA SOCIALE (Contratti cui si applica la clausola sociale ed esclusioni; Obblighi della stazione appaltante e dell’operatore in relazione alla clausola sociale; Clausola sociale e scelta del CCNL da applicare; Diritti dei lavoratori in caso di violazione della clausola) - ORIENTAMENTO DELLA GIURISPRUDENZA SULLA CLAUSOLA SOCIALE (Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 163/2006; Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 50/2016).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Il collaudo tecnico amministrativo dei lavori pubblici

PREMESSA - FINALITÀ, OBBLIGO ED OGGETTO DEL COLLAUDO (Obbligo di collaudo e obbligo di verifica della regolare esecuzione dei lavori - Distinzione; Oggetto del collaudo) - ATTI PRELIMINARI AL COLLAUDO. AVVISO AI CREDITORI E NOMINA DELL’ORGANO DI COLLAUDO (Avviso per i soggetti che ritengono di avere subito danni da parte dell’esecutore; Nomina del collaudatore o della commissione di collaudo) - PROCEDIMENTO DI COLLAUDO (Consegna della documentazione al collaudatore (o alla commissione di collaudo); Sopralluoghi, prove e misurazioni; Termine per le operazioni di collaudo - Prolungamento dei lavori di collaudo oltre il termine assegnato; Confronto degli esiti delle operazioni di sopralluogo con i documenti contrattuali e i documenti contabili) - CERTIFICATO DI COLLAUDO E SUA APPROVAZIONE (Trasmissione del certificato all’esecutore - Osservazioni e richieste dell’esecutore; Trasmissione del certificato alla Stazione appaltante - Provvedimento di ammissione del collaudo o nuovo collaudo; Certificato di collaudo provvisorio e definitivo) - PAGAMENTO DEL SALDO A FRONTE DELLA RELATIVA POLIZZA FIDEIUSSORIA. SUCCESSIVO SVINCOLO DELLA POLIZZA - CONSEGNA DELL’OPERA PRIMA DEL COMPIMENTO DEL COLLAUDO - COLLAUDI IN CORSO D’OPERA (Tempistica e cadenza delle visite di collaudo; Documentazione da fornire al collaudatore o alla commissione di collaudo; Verbale della visita di collaudo in corso d’opera) - IL COLLAUDO TECNICO-AMMINISTRATIVO NEGLI APPALTI PRIVATI - RESPONSABILITÀ DEL/I COLLAUDATORE/I DI LAVORI OGGETTO DI CONTRATTI PUBBLICI - RESPONSABILITÀ PER OMESSO COLLAUDO - RESPONSABILITÀ PENALI.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici

Quadro normativo in materia di appalti e contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D. LEG.VO 50/2016) (Emanazione del Codice e direttive europee; Entrata in vigore del Codice, abrogazioni, procedure in corso; Altre disposizioni già vigenti in base alla legge delega 11/2016; Successive modifiche al Codice dei contratti pubblici; Mappa temporale dei regimi giuridici applicabili) - FILOSOFIA DEL NUOVO CODICE E PROVVEDIMENTI ATTUATIVI (Principi cardine del Codice dei contratti pubblici; Provvedimenti attuativi, “soft law” vs. “hard law”) - GOVERNANCE DEL SETTORE DEI CONTRATTI PUBBLICI; La Cabina di regia per i contratti pubblici; Ruolo dell’ANAC nella governance dei contratti pubblici).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disposizioni antimafia
  • Ordinamento giuridico e processuale

Informativa antimafia terreni agricoli che usufruiscono di fondi europei inferiori a 25.000 Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2019

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro