FAST FIND : NR6956

L. R. Umbria 24/03/2000, n. 27

Norme per la pianificazione urbanistica territoriale.
Con le modifiche introdotte da:
- L.R. 18/02/2004, n. 1
- L.R. 03/11/2004, n. 21
- L.R. 22/02/2005, n. 11
- L.R. 26/06/2009, n. 13
- L.R. 16/09/2011, n. 8
- L.R. 23/12/2011, n. 18
- L.R. 04/04/2012, n. 7
- L.R. 21/06/2013, n. 12
- L.R. 21/01/2015, n. 1
La legge regionale è abrogata dalla L.R. 21/01/2015, n. 1, ad eccezione delle carte ad essa allegate ai sensi dell’articolo 7, comma 2 e dell’Allegato “A” di cui all’articolo 12
Scarica il pdf completo
24111 1540792
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540793
Articolo 1 - (Finalità del PUT)

1. La Regione attraverso il PUT attua gli artt. 19 e 20 dello Statuto e applica i principi programmatici fissati dal Titolo II dello Statuto medesimo indivi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540794
Articolo 2 - (Riferimenti programmatici comunitari)

1. Il piano urbanistico territoriale, successivamente denominato PUT, assume come riferimenti programmatici gli atti di indirizzo adottati dalla Commissione, dal Consigl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540795
Articolo 3 - (Riferimenti programmatici nazionali)

1. Il PUT costituisce riferimento per l'attuazione nel territorio regionale dei piani, dei programmi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540796
Articolo 4 - (Rapporti interregionali)

1. La Regione dell'Umbria attraverso il PUT definisce gli elementi strutturali per rendere operativi gli obiettivi contenuti negli atti di cui all'articolo 3 anche t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540797
“Articolo 5 - (Programmazione urbanistico-territoriale regionale)

N5 1. La Regione conferisce al territorio ed a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540798
Articolo 6 - (Azioni e strumenti operativi)

1. La Regione privilegia la cooperazione istituzionale quale metodo con cui esercitare le competenze di programmazione e pianificazione assegnate dalle leggi regionali 10 aprile 1995, n. 28 e 21 otto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540799
Articolo 7 - “(Valore della cartografia)” N6

1. È approvato il Piano Urbanistico Territoriale (PUT) costituito dalla presente legge e dai seguenti elementi:

a) relazione illustrativa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540800
Articolo 8 - “(Scenari tematici)” N6

1. Gli scenari tematici N7, individuati sulla base

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540801
"Articolo 9 - (Rete Ecologica Regionale)

N3 1.La Rete Ecologica Regionale è un sistema interconnesso di habitat, di elementi paesistici e di unità territoriali di tutela ambientale finalizzato alla salvaguardia ed al mantenimento della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540802
"Articolo 10 - (Unità regionali di connessione ecologica, corridoi e frammenti)

N3 1. Nelle zone di cui all'articolo 9, il PTCP elabora, per il sistema di protezione faunistico, ambientale e paesaggistico, indirizzi per la pianificazione comunale finalizzati al mantenimento della biodiversità ed alla tutela della biopermeabilità, definendo gli ambiti che costituiscono la Rete Ecologica Regionale.

2. Il PRG, parte strutturale, loca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540803
Articolo 11 - (Zone di particolare interesse faunistico ed aree di interesse faunistico-venatorio)

1. Il PTCP valorizza le zone di particolare interesse faunistico di cui alla lett. d) dell'articolo 9, anche in applicazione della legge regionale 17 maggio 1994, n. 14.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540804
Articolo 12 - (Zone di elevata diversità floristico-vegetazionale)

1. “Nella carta n. 8 sono indicate” N4 le zone ad elevata diversità floristico-vegetazionale da considerare come banche genetiche e modelli di riferimento per interventi di ripristino e recupero naturalistico.

2. Il PTCP, anche sulla base delle indicazioni della carta di cui al comma 1, sviluppa programmi specifici per la definizione degli ambiti di massima tutela e della relativa disciplina che dovrà essere improntata sui seguenti obiettivi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540805
Articolo 13 - (Siti di interesse naturalistico)

1. Nella carta n. 8 sono indicati i seguenti siti di interesse naturalistico, individuati secondo le corrispondenti direttive comunitarie e del Ministero dell'ambiente:

a) Siti di Interesse Comunitario (S.I.C.), aree che, nelle regioni biogeografiche di appartenenza,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540806
Articolo 14 - (Aree di particolare interesse naturalistico ambientale)

1. Nelle aree di particolare interesse naturalistico ambientale indicate nella carta n. 9, da delimitare in termini fondiari nel PRG, parte strutturale, il PTCP delinea le modalità di utilizzo in rapporto alla esigenza primaria della tutela del valore ambientale in esse contenuto, segnala

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540807
Articolo 15 - (Aree boscate)

1. Sono definite aree boscate quelle coperte da vegetazione arbustiva e arborea di estensione superiore a mq. 2.000 con la esclusione di quelle indicate al comma 2 dell'art. 146 del D.L. 29 ottobre 1999, n. 490 nei termini ivi stabiliti.

2. Le aree boscate e quelle dove il bosco è parzialmente o totalmente distrutto da incendi, alluvioni o frane sono ulteriormente disciplinate “dalle province in coerenza con il PPR,” N4 ai fini della tutela e salvaguardia delle superfici boscate e delle relative radure perimetrali o interne, del potenziamento della qualità

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540808
Articolo 16 - (Aree di particolare interesse geologico e singolarità geologiche)

1. La Regione tutela gli ambiti caratterizzati da aree di particolare interesse geologico e da singolarità geologiche indicati nella carta n. 11.

2. Ai fini della tutela di cui al comma 1 è istituito il catasto regionale delle singolarità geologiche.

3. La Giunta regionale, anche su proposta delle Province e dei Comuni, e comunque sentiti gli stessi, provvede periodicamente all'aggiornamento del catasto regionale sulla base

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540809
Articolo 17 - (Aree naturali protette)

1. “Nelle carte n. 12 e 13 sono rappresentate” N4 le aree naturali protette dell'Italia Centrale e quelle di cui alla legge regionale 3 marzo 1995, n. 9, con le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540810
Articolo 18 - (Definizione)

1. Lo spazio rurale è la parte del territorio regionale caratterizzata da insediamenti sparsi, non compresi negli ambiti urbani, di cui al comma 4 dell'art. 26, posti anche in contesti ambientali di pregio, dove si svolgono attivit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540811
Articolo 19 - (Spazio rurale connotato da fragilità insediativa e produttiva)

1. Gli ambiti territoriali, rappresentati nella carta n. 14, contengono gli insediamenti umani caratterizzati dalla integrazione dei valori storico-architettonici delle singole opere con quelli prodotti dalla conformazione dell'insediamento e del sito. La fragilità degli stessi è il risultato di una scarsa presenza dei servizi a cui si accompagna una debolezza economica determinata da una limitata quantità delle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540812
Articolo 20 - (Aree di particolare interesse agricolo)

1. Il PRG, parte strutturale, delimita le aree di particolare interesse agricolo con riferimento alla carta n. 17 escludendo quelle compromesse e quelle prive di particolare interesse. Nelle suddette aree sono consentiti l'attività agricola e gli interventi di cui all'art. 8 della legge regionale 2 settembre 1974, n. 53 e successive modificazioni ed integrazioni nonché gli inte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540813
Articolo 21 - (Ambiti per la residenza e le attività produttive)

1. Gli ambiti per la residenza costituiscono la struttura storica che qualifica e definisce i caratteri delle aree di cui al presente Capo.

2. Le attività produttive integrano gli ambiti per la residenza, attraverso la valorizzazione delle imprese, prioritariamente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540814
Articolo 22 - (Attività zootecnica)

1. “Nella carta n. 20 sono rappresentati” N4 gli allevamenti ubicati sul territorio anche con riferimento ai centri e nuclei abitati, alla viabilità di interesse regionale, ai corpi idrici superficiali e agli acquiferi con accertata vulnerabilità, nonché, nella carta n. 21, le aree fertirrigate.

2. La Giunta regionale in coerenza con il Piano regionale di risanamento delle acque promuove e qualifica l'attività zootecnica in considerazione dell'uso sostenibile del territorio ed in particolare:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540815
“Articolo 22 bis - (Oliveti)

N9 1. Gli oliveti, oltre a qualificare le produzioni regionali di cui all’articolo 19, comma 2, lettera a), rappresentano un elemento identitario del territorio umbro.

2. Il PPR, il PTCP ed il PRG, anche in attuazione di quanto previsto al comma 1, dettano norme che salvaguardano le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540816
Articolo 23 - (Porte d'accesso)

1. Le porte d'accesso costituiscono i punti nodali del sistema dei servizi informatici e telematici r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540817
Articolo 24 - (Azioni di sostegno)

1. La Giunta regionale negli ambiti territoriali dello spazio rurale promuove i progetti, i programmi e gli studi, ivi compresi quelli previsti dagli articoli 13 e 46 della legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31, al fine di favorire, da parte degli enti locali, l'individuazione fondiaria e la elaborazione della disciplina degli ambiti stessi, nonché le azioni finalizzate alla tutela e valorizzazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540818
Articolo 25 - (Competenze degli enti locali)

1. Il PTCP tutela l'immagine dell'Umbria ed i suoi singoli componenti, costituiti dai centri storici e dagli altri elementi paesaggistici di particolare valore estetico-culturale, anche in rapporto alla percezione degli stessi dalla viabilità di interesse regionale, provinciale e dalle strade statali, individuand

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540819
Articolo 26 - (Definizione)

1. Gli ambiti urbani e quelli per insediamenti produttivi indicati nella carta n. 22 sono caratterizzati da una concentrazione di edificato residenziale e produttivo, nonché dai servizi ad essi connessi e funzionali anche allo sp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540820
Articolo 27 - (Politiche per gli ambiti urbani e per gli insediamenti produttivi)

1. Gli ambiti di cui agli articoli 21 e 26, nonché tutte le zone classificate "A", di cui "all'articolo 29"N1, sono oggetto delle politiche di risanamento urbano ed edilizio, nonché di valorizzazione e sviluppo, promosse dalla Giunta regionale che a tal fine negli atti di programmazione settoriale, destina con priorità le necessarie risorse finanziarie.

2. La Giunta regionale negli ambiti di cui al comma precedente sostiene e promuove:

a) la riqualificazione dei centri storici anche con la contestuale riduzione del rischio sismico per il patrimonio edilizio esistente;

b) lo sviluppo urbano adeguato al contesto ambien

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540821
Articolo 28 - (Insediamenti industriali e artigianali)

1. La Giunta regionale, per favorire la realizzazione di insediamenti produttivi, promuove, attraverso azioni finalizzate, i seguenti obiettivi:

a) la realizzazione di nuove aree industriali, ecologicamente attrezzate, nonché delle relative infrastrutture anche informatiche e telematiche;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540822
Articolo 29 - (Insediamenti di valore storico culturale)

1. “Nelle carte n. 23, 24, 25, 26 e 27 sono indicati:”N4

a) i siti di maggiore rilevanza espressivi della storia degli insediamenti umani in Umbria;

b) la rete della infrastrutturazione storica del territorio;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540823
Articolo 30 - (Compiti degli enti locali)

1. Il PTCP, per gli ambiti di cui al presente Capo, detta criteri per garantirne la tutela e favorirne la riqualificazione.

2. Il PTCP detta la metodologia e coordina la individuazione delle aree per le attrezzature e per gli insediamenti di interesse intercomunale, stabilendo anche concreti riferimenti territoriali, nonché definisce, previa intesa istituzionale con i Comuni interessati, le aree destinate ad attrezzature e servizi di rilievo provinciale.

3. La Provincia, per le aree intercomunali di sviluppo degli insediamenti abitativi e produttivi, di cui al precedente comma, stabilisce, nei limiti fissati dalla Regione, le differenze massime dei valori del contributo relativo agli oneri di urb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540824
Articolo 31 - (Articolazione delle infrastrutture)

1. Il PUT nelle carte n. 33 e 34 rappresenta:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540825
Articolo 32 - (Rete stradale di interesse regionale)

1. La rete stradale d'interesse regionale è classificata nella carta n. 33 nel modo seguente:

a) viabilità di livello autostradale; costituita dai collegamenti che assicurano l'accessibilità ai capoluoghi di rilievo nazionale, anche attraverso terminali in ambito urbano, assumendo, in tal caso, la caratteristica di autostrada ur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540826
Articolo 33 - (Rete stradale di interesse provinciale e comunale)

1. Il PTCP definisce la rete stradale di interesse provinciale al fine di assicurare la continuità territoriale e la complementa

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540827
Articolo 34 - (Norme di tutela della rete stradale)

1. Ai fini della salvaguardia e tutela della rete stradale di interesse regionale esistente e di progetto indicata “all’articolo 32",N4 ivi comprese le pertinenze di esercizio e di servizio, si applicano le norme del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, integrato dal regolamento di esecuzione ed attuazione approvato con decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 e loro successive modificazioni ed integrazioni, secondo le seguenti articolazioni:

a) per la viabilità di livello autostradale si applicano le norme previste per le strade di tipo "A";

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540828
Articolo 35 - (Tracciati ferroviari)

1. La rete ferroviaria, indicata nella carta n. 33, costituisce l'infrastruttura di trasporto fondamentale per assicurare una mobilità sostenibile di persone e merci nel territorio regionale, nella forma più rispettosa dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540829
Articolo 36 - (Basi logistiche merci)

1. Il PUT indica nelle carte n. 33 e n. 41 la rete delle basi logistiche per il trasporto merci, post

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540830
Articolo 37 - (Rete escursionistica di interesse interregionale e regionale)

1. Il PUT nella carta n. 42 indica la rete escursionistica di interesse interregionale e regionale, c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540831
Articolo 38 - (Infrastrutture per la telematica)

1. Il PUT nelle carte n. 34, 39 e 40, sulla base dello studio integrato delle infrastrutture a rete esistenti e della domanda, indica, per la pianificazione delle future reti tecnologiche, le dorsali te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540832
Articolo 39 - (Aeroporto regionale dell'Umbria)

1. La Regione assume come impegno programmatico fondamentale il funzionamento e il potenziamento dell'aeroporto regionale dell'Umbria, secondo le indicazioni della carta n. 43, quale struttura indispensabile al proprio sviluppo e strumento irrinunciabile di accessibilità a basso imp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540833
Articolo 40 - (Compiti degli enti locali)

1. Le Province e i Comuni recepiscono, nei propri strumenti di pianificazione e nei piani del traffic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540834
Articolo 41 - (Aviosuperfici)

1. La Provincia, attraverso il PTCP, può individuare e promuovere, d'intesa con i Comuni interessati, le aviosuperfici di interesse locale idonee al trasporto di passeggeri e allo sviluppo turistico “, le quali assolvono anche a dotazioni territoriali e funzionali di cui all’articolo 10, comma 1, lettere f) e g) del regolamento regionale 25 marzo 2010, n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540835
“Articolo 42 - (Campi di volo ed elisuperfici)

N17 1. I campi di volo e le elisuperfici per l’approdo e la partenza di velivoli ultraleggeri ed elicotteri,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540836
Articolo 43 - (Nuovi elettrodotti )

1. La Giunta regionale, entro centoventi giorni dall'entrata in vigore della presente legge emana apposita direttiva per la progettazione dei nuovi elettrodotti, tenuto conto:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540837
Articolo 44 - (Manutenzione elettrodotti esistenti)

1. La Giunta regionale con la direttiva di cui al comma 1 stabilisce altresì i criteri per l'e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540838
Articolo 45 - (Finalità)

1. Ai fini dell'acquisizione degli elementi di conoscenza la Regione, attraverso il PUT e i singoli piani di settore, rileva i territori maggiorme

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540839
Articolo 46 - (Individuazioni delle parti di territorio esposte a pericolo geologico ed idrogeologico)

1. “Nella carta n. 44 sono rappresentati” N4 i siti dei movimenti franosi e quelli storicamente colpiti da dissesto ed inondazioni.

2. Il PTCP, definisce e disciplina i siti di cui al comma 1, stabilendo altresì quelli per i quali sono necessari ulteriori studi ed indagini sia ai fini di quanto previsto dall'articolo 2, comma 2, lettera h) della legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31 che di quanto disposto dall'Autorità di bacino ai sensi della legge 18 maggio 1989, n. 183, nonché delle disposizioni della legge 3 agosto 1998, n.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540840
Articolo 47 - (Criteri per la tutela e l'uso del territorio regionale soggetto ad inquinamento e per il risanamento dei corpi idrici)

1. “Nella carta n. 45 sono rappresentati” N4 gli ambiti con acquiferi di rilevante interesse regionale in cui sono ricompresi quelli a vulnerabilità accertata e i punti di approvvigionamento idropotabile. La Giunta regionale provvede all'aggiornamento della cartografi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540841
Articolo 48 - (Fasce di rispetto dei corsi d'acqua e dei laghi)

1. All'esterno dei centri abitati, a distanza inferiore a metri lineari 100 dalle rive dei laghi e dalle sponde dei corsi d'acqua, indicati nelle carte n. 46 e n. 47, è consentita l'attività agricola nel rispetto morfologico, idrogeologico, biochimico, strutturale e naturalistico del suolo.

2. Le distanze sono calcolate dal confine demaniale o almeno a partire dal piede degli argini e loro accessori e, in assenza di arginatura, dal ciglio superiore della sponda mentre, per i laghi, dalla linea corrispondente alla quota del massimo invaso regolato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540842
Articolo 49 - (Interventi di manutenzione e sistemazione idraulica dei corsi d'acqua)

1. La Giunta regionale, entro centoventi giorni dall'entrata in vigore della presente legge, adotta,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540843
Articolo 50 - (Criteri per la tutela e l'uso del territorio esposto a rischio sismico)

N8 “1. Con riferimento alle carte numero 48, 49 e 50, ai fini della prevenzione del rischio sismico, in attesa che si proceda alla riclassificazione sismica ai sensi del punto a) del comma 2 dell’articolo 94 del D.L. 31 marzo 1998

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540844
Articolo 51 - (Organizzazione territoriale della protezione civile e criteri per la vulnerabilità dei sistemi urbani)

1. La Giunta regionale, anche sulla base delle conoscenze di cui alla carta n. 51 e delle risultanze delle attività previste all'art. 20 della legge regionale 12 agosto 1998, n. 30, predispone il programma regionale di previsione e prevenzione dei rischi di cui alla lett. a), comma 1, dell'art. 108 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, anche in applicazione della legge 24 febbraio 1992, n. 225, nonché definisce norme urbanistiche ed edilizie da osservare nella edificazione di nuove espansioni urbane e ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540845
Articolo 52 - (Inquinamento elettromagnetico e luminoso)

1. La Giunta regionale, sulla base di quanto rappresentato nella carta n. 52, al fine di assicurare la tutela della salute delle popolazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540846
Articolo 53 - (Inquinamento da immissioni nell'atmosfera)

1. La Regione, negli atti di programmazione assume come riferimento le risoluzioni adottate nelle conferenze mondiali per la riduzione dell'inquinamento da idrocarburi, indicando gli specifici strumenti e le necessarie modalità di attuazione e di verifica, per la riduzione delle immissioni inquinanti nell'at

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540847
Articolo 54 - (Inquinamento acustico)

1. Il PUT nella carta n. 53 indica le aree esposte a maggiore rischio da inquinamento acustico e le classifica in base alle sorge

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540848
Articolo 55 - (Finalità)

1. La pianificazione e gestione dei servizi alla popolazione, le cui dinamiche demografiche sono rapp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540849
Articolo 56 - (Definizione e contenuti)

1. I Comuni adottano il piano comunale dei servizi (P.C.S.), che costituisce allegato del PRG, parte operativa, è lo strumento di programmazione e di indirizzo gestionale dei servizi pubblici e di interesse generale o collettivo per soddisfare le esigenze attuali dei cittadini e quelle prodotte dalle trasformazioni previste dal PRG, nonché per garantire la qualità prestazionale e la efficienza del servizio in rapporto agli orari di funzionamento; è altres&igra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540850
Articolo 57 - (Determinazione dell'utenza e degli abitanti ai fini del dimensionamento del P.C.S.)

1. I Comuni redigono il P.C.S. determinando il numero degli utenti dei servizi dell'intero territorio, secondo i seguenti criteri:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540851
Articolo 58 - (Compiti degli enti locali)

1. Il PTCP definisce i servizi di livello intercomunale ai fini della redazione del P.C.S., secondo quanto disposto a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540852
Articolo 59 - (Standard minimi per aree destinate ad attrezzature di interesse comunale e sovracomunale)

1. I Comuni con popolazione residente uguale o superiore a 20.000 abitanti garantiscono la realizzazione di attrezzature di interesse comunale o sovracomunale sia pubbliche che private di interesse generale o collettivo, nelle zone "F", di cui al D.M. 2 aprile 1968, n. 1444, da prevedere nel PRG in misura non inferiore a quelle appresso indicate:

a) per grandi infrastrutture per parcheggio anche di interscambio tra sistemi di trasport

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540853
Articolo 60 - (Standard minimi per aree pubbliche al servizio di insediamenti residenziali)

1. Il P.C.S., per soddisfare le esigenze espresse dall'utenza definita con le modalità di cui all'art. 57, valuta prioritariamente l'insieme delle attrezzature al servizio degli insediamenti residenziali esistenti nel territorio comunale e in caso di accertata insufficienza delle attrezzature stesse, anche rispetto agli standard minimi di cui al presente titolo, individua le necessarie modalità di adeguamento dei servizi e delle aree connesse da conseguire nel PRG, parte operativa.

2. Le quantità minime di spazi pubblici e per attrezzature, al servizio di insediamenti residenziali previsti dal PRG, sono determinate applicando i valori minimi contenuti nella seguente tabella, espressi in metri quadrati rapportati agli abitanti insediati o da insediare in ogni singolo comparto:


Comuni con popolazione residente o prevista

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540854
Articolo 61 - (Standard per aree al servizio di insediamenti direzionali, produttivi, turistico-residenziali e turistico-produttivi)

1. Le quantità minime di spazi al servizio di insediamenti direzionali e per la ristorazione sono definite come appresso:

a) a mq. 100 di superficie lorda di pavimento adibita alle attività corrisponde la quantità minima di mq. 60 di spazio per parcheggio, escluse le sedi viarie e di mq. 40 per verde.

2. Le quantità minime di spazi al servizio di insediamenti produttivi, industriali ed artigianali, sono definite come appresso:

a) aree per parcheggio pubblico, escluse le sedi viarie, nonché a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540855
Articolo 62 - (Adeguamento)

1. I Comuni adeguano il proprio strumento urbanistico generale alle norme di cui al presente titolo "

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540856
Articolo 63 - (Indirizzo e coordinamento)

1. La Giunta regionale emana, entro 120 giorni dall'entrata in vigore della presente legge, apposite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540857
Articolo 64 - (Indici di densità in zona agricola)

1. Nelle parti di territorio destinato dagli strumenti urbanistici generali ad usi agricoli, zone "E" di cui al D.M. 2 aprile 1968, n. 1444, la m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540858
"Articolo 65 - (Interventi edificatori consentiti nelle fasce di rispetto delle strade e delle ferrovie).

N1 1. Gli edifici esistenti “a destinazione residenziale, produttivi e per servizi” N14 alla data del 13 novembre 1997, ubicati nelle fasce di rispetto delle strade e delle ferrovie, possono essere oggetto degli interventi previsti dalla vigente normativa regionale per le zone agricole, comunque nel rispetto delle norme del codice della strada e relativo regolamento attuativo, nonché delle norme in materia di ferrovie, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 753.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540859
"Articolo 65 bis - (Salvaguardia dell'ambito aeroportuale)

N2 1. I fabbricati situati, anche parzialmente, all'interno delle aree di cui all'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540860
Articolo 66 - (Modifiche alla legge regionale 2 settembre 1974 n. 53)

1. Il comma 7 dell'art. 8 della legge regionale 2 settembre 1974, n. 53, come modificato dall'art. 34 comma 1 della legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31 &egra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540861
Articolo 67 - (Modifiche alla legge regionale 3 marzo 1995, n. 9)

1. Al comma 1 dell'art. 5 della legge regionale 3 marzo 1995, n. 9 dopo il punto è aggiunto di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540862
Articolo 68 - (Modifiche alla legge regionale 10 aprile 1995, n. 28)

1. All'art. 12 della legge regionale 10 aprile 1995, n. 28 dopo il comma 2 è aggiunto il seguente:

"2 bis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540863
Articolo 69 - (Modifiche alla legge regionale 16 dicembre 1997, n. 46)

1. All'art. 16 della legge regionale 16 dicembre 1997, n. 46 è aggiunto il seguente comma:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540864
Articolo 70 - (Abrogazione di norme)

1. Sono abrogati:

a) gli articoli 13 e 14 della legge regionale 2 settembre 1974, n. 53;

b) l'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540865
Articolo 71 - (Disposizioni finali e transitorie)

1. “Le disposizioni di cui alla presente legge valgono” N4 anche quale programma generale regionale di tutela e valorizzazione ambientale, di cui all'articolo 4 della legge regionale 3 marzo 1995, n. 9, fino alla sua approvazione; successivamente il programma medesimo ne costituisce un allegato ai sensi dell'art. 3, comma 4, della stessa legge regionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540866
“Articolo 71-bis - (Interpretazione autentica dell’articolo 15)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540867
Articolo 72 - (Sanzioni)

1. Ferme restando le sanzioni penali ed amministrative previste dalla vigente normativa statale e regionale, per la violazione delle sottoindicate norme della presente legge, sono irrogate le sanzioni pecuniarie con le modalità previste dalla legge regionale 30 maggio 1983, n. 15, e sono adottate le misure di ripristino dello stato dei luoghi appresso determinate:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540868
Articolo 73 - (Norma finanziaria)

1. Per l'attuazione della presente legge, sono autorizzati, a carico del Bilancio regionale 2000, i seguenti stanziamenti di spesa, sia in termini di competenza che di cassa:

a) L. 50.000.000 per gli interventi di cui al Titolo I Capo 1 e 2 e al comma 7 dell'art. 71 con iscrizione all'esistente Cap. 5855 dello stato di previsione della spesa del Bi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540869
Allegato I - Relazione illustrativa

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540870
Allegato II - Studio sulla compatibilità delle trasformazioni previste dal put con il sistema delle risorse ambientali (Art. 6, lett. c) della L.R. n.28/1995).

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
24111 1540871
Allegato III - Cartografia (Elenco delle carte)


Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Impianti sportivi
  • Edilizia scolastica
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Pubblica Amministrazione
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • DURC
  • Enti locali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Distanze tra le costruzioni
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Distanze legali tra le costruzioni, fasce di rispetto e vincoli di inedificabilità

AMBITO APPLICATIVO DELLE NORME SULLE DISTANZE (Valenza delle norme sulle distanze legali; Concetto di “costruzione” o “edificio” ai fini delle norme sulle distanze legali) - DISTANZE TRA EDIFICI NEI RAPPORTI TRA VICINI (Distanze tra costruzioni; Muro sul confine; Muro di cinta; Particolari manufatti edilizi (pozzi, cisterne, tubi, ecc.); Alberi e siepi; Luci e vedute; Patti in deroga tra privati; Violazione delle norme sulle distanze e tutela dei diritti dei vicini) - DISTANZE TRA EDIFICI AI FINI DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI (Distanze nelle nuove costruzioni; Distanze negli interventi di demolizione e ricostruzione; Costruzioni in confine con le piazze e le vie pubbliche; Distanze tra edifici e deroghe del Piano Casa; Deroghe a distanze e altezze per interventi finalizzati al risparmio energetico) - MODALITÀ DI CALCOLO DELLE DISTANZE TRA EDIFICI (In genere; Modalità di misurazione; Rilevanza delle sporgenze ai fini del calcolo; Cosa debba intendersi per “parete finestrata”; Computo dei balconi aggettanti) - FASCE DI RISPETTO E VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ (Cimiteri; Strade pubbliche; Ferrovie; Aeroporti; Suoli boschivi interessati da incendi; Corsi d’acqua pubblici; Linee elettriche).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio

La realizzazione delle opere di urbanizzazione nel D. Leg.vo 50/2016

PREMESSA (Gli oneri di urbanizzazione; I riferimenti nel T.U. dell’edilizia e nella Legge urbanistica; Quali sono le opere di urbanizzazione) - LA DISCIPLINA NEL “VECCHIO” D. LEG.VO 163/2006 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Opere non realizzate a scomputo ma in base a convenzione) - LA DISCIPLINA NEL NUOVO D. LEG.VO 50/2016 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Decorrenza della disciplina del D. Leg.vo 50/2016) - ALTRI CASI DI OPERE PUBBLICHE REALIZZATE A SPESE DEL PRIVATO - DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE OPERE (Criteri di determinazione; Variazione del valore stimato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica

Veneto: bando per il finanziamento di progetti dei distretti del commercio

La Regione Veneto promuove il consolidamento dei Distretti del Commercio mediante lo sviluppo di azioni strategiche che ne sostengano e strutturino l'evoluzione in sinergia con i temi dell'attrattività del territorio. Previsti contributi in conto capitale per: interventi strutturali e infrastrutturali su spazio pubblico, accessibilità, ristrutturazione dell’arredo urbano e del patrimonio edilizio pubblico destinato al commercio, misure di sostenibilità energetica ed ambientale, sistemi di sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica

Emilia Romagna: contributi ai comuni per la redazione dei Piani urbanistici generali (PUG)

Il bando regionale mette a disposizione dei Comuni un milione 800 mila euro per la redazione dei Piani urbanistici generali comunali (PUG). I Comuni potranno avere un contributo fino al 70% della spesa e avranno tempo fino al 15/10/2018 per presentare la domanda, che dovrà contenere un cronoprogramma con le tempistiche e la programmazione finanziaria delle attività per la formazione del Piano.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Standards
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)