FAST FIND : GP13726

Sent. C. Cass. pen. 11/11/2015, n. 45149

2274155 2274155
Ambiente - Beni culturali - La tutela si estende alle pertinenze.

In materia di tutela dei beni culturali sono oggetto di tutela non solo gli immobili considerati nella loro struttura edilizia, ma anche le cose che, costituendone pert

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2274155 2296747
SENTENZA

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA PENALE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2274155 2296748
RITENUTO IN FATTO

1. La Corte di appello di Cagliari, con sentenza del 2/3/2015 ha confermato la decisione con la quale, in data 23/7/2014, il Tribunale di Oristano aveva affermato la responsabilità penale di P.P. e di PI.Ma. per i reati di cui all'art. 110 c.p., D.Lgs. n. 42 del 2004, art. 169, comma 1, lett. a), e art. 181, per avere, il primo quale direttore dei lavori, ed il secondo quale esecutore dei medesimi, effettuato interventi in difformità dalla prescritta autorizzazione su un bene culturale costituito dall'area archeologica cir

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2274155 2296749
CONSIDERATO IN DIRITTO

1. Il ricorso è infondato.

Occorre osservare, con riferimento al primo motivo di ricorso, che, per quanto è dato rilevare dal ricorso e dalla sentenza impugnata, unici atti ai quali questa Corte ha accesso, il nuraghe nei pressi del quale sono stati eseguiti gli interventi in contestazione rientra tra i beni culturali di cui al D.Lgs. n. 42 del 2004, art. 10, comma 1, il quale individua, tra detti beni culturali, le cose immobili e mobili appartenenti allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro, ivi compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico.

Tali beni sono sottoposti alle disposizioni del D.Lgs. n. 42 del 2004, fino a quando non sia stata effettuata la verifica dell'interesse culturale di cui all'art. 12, garantendone così la tutela. L'esito positivo della verifica equivale alla dichiarazione di interesse culturale del bene.

Il D.Lgs. n. 42 del 2004, art. 169, considera quattro diverse condotte costituenti reato e già previste dalla L. n. 1089 del 1939, art. 59, e poi dal D.Lgs. n. 490 del 1999, art. 118. Quella contemplata dal comma 1, lett. a), contestata agli odierni ricorrenti, prende in considerazione la condotta di chiunque, senza autorizzazione demolisca, rimuova, modifichi, restauri ovvero, senza approvazione, esegua opere di qualunque genere sui beni culturali indicati nell'art. 10.

2. I destinatari del precetto vanno quindi individuati non solo nei soggetti proprietari del bene vincolato o negli altri soggetti ad essi equiparabili, ma anche in coloro che, con la propria condotta, anche in concorso con altri, possono materialmente incidere sulla cosa protetta o comunque trasgredire le prescrizioni indicate.

Il reato, considerata la sua natura, è stato collocato tra i reati formali di pericolo presunto e si perfeziona con la sola realizzazione degli interventi non autorizzati, indipendentemente dal pregiudizio arrecato al bene tutelato e dal conseguimento della prescritta autorizzazione in un momento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2274155 2296750
P.Q.M.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Il Restauratore dei beni culturali: figura, qualifica, attività riservate

ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA E ATTIVITÀ DEL RESTAURATORE (Le norme iniziali, poi abrogate, della Legge Merloni e dei decreti attuativi; Riconoscimento della qualifica nel Codice dei beni culturali e nei decreti attuativi; Elenco dei restauratori per settori di competenza; La figura del Restauratore di beni culturali nelle norme sui lavori pubblici) - FASE TRANSITORIA DI ACQUISIZIONE DELLA QUALIFICA (Normativa di riferimento sulla fase transitoria; Linee guida applicative e bando definitivo del 22/06/2015).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Manufatti leggeri, anche prefabbricati, temporanei, contingenti o precari: regime e titolo edilizio per la realizzazione

MANUFATTI LEGGERI E/O PREFABBRICATI (Interventi soggetti alla richiesta di Permesso di costruire; Interventi nell’ambito di strutture ricettive all’aperto; Strutture ricettive all’aperto - Disciplina anteriore al 02/02/2016) - MANUFATTI TEMPORANEI, CONTINGENTI O PRECARI (Distinzione tra manufatti realizzabili liberamente e richiedenti Permesso di costruire; Caratteristiche dalle quali desumere la precarietà e temporaneità del manufatto; Strutture destinate all'esercizio di attività di somministrazione) - TABELLA RIASSUNTIVA - RASSEGNA DI CASI GIURISPRUDENZIALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

I lavori pubblici su beni culturali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Ambito di applicazione e contenuti del D.M. 154/2017; Entrata in vigore del D.M. 154/2017 e abrogazioni, possibile vuoto normativo in tema di progettazione) - REQUISITI DI QUALIFICAZIONE DEI SOGGETTI ESECUTORI (Idoneità tecnica - Certificazione dei lavori eseguiti; Qualificazione per affidamenti di importo inferiore a 150.000 euro; Idoneità tecnica - Idonea direzione tecnica; Mantenimento dei requisiti di qualificazione) - PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI (Progettazione; Direzione lavori e supporto al RUP; Tecnici interni alle stazioni appaltanti; Elaborati progettuali; Verifica dei progetti) - AFFIDAMENTO (Modalità di affidamento, procedure e criteri di scelta del contraente; Somma urgenza) - ESECUZIONE E COLLAUDO DEI LAVORI (Varianti; Collaudo; Consuntivo scientifico al termine dei lavori) - SPONSORIZZAZIONE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio

Lombardia: valorizzazione di beni culturali appartenenti a enti e istituzioni ecclesiastiche

Il bando promuove iniziative di conservazione, valorizzazione e incremento dell’utilizzo pubblico di beni culturali mobili e immobili di proprietà di Enti e istituzioni ecclesiastiche, o per i quali gli stessi soggetti possano documentare la disponibilità. Lo stanziamento previsto ammonta a € 3.250.000,00 e sono previste due Linee di intervento.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Le norme per la tutela degli alberi monumentali

Premessa, normativa di riferimento; Le previsioni dell’art. 7 della L. 10/2013 in tema di alberi monumentali; Il decreto attuativo 23/10/2014; Definizione di “albero monumentale” ed ulteriori criteri; Misure di tutela; Istituzione dell’elenco e modalità per la composizione e la tenuta; Approvazione del primo elenco degli alberi monumentali d’Italia e suoi aggiornamenti; Tutela dei boschi vetusti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti