FAST FIND : NR5571

L. R. Umbria 03/08/1999, n. 24

Disposizioni in materia di commercio in attuazione del D.Leg.vo 31.3.1998, n. 114.

Con le modifiche introdotte da:
- L.R. 07/12/2005, n. 26
- L.R. 24/07/2006, n. 10
- L.R. 14/12/2007, n. 32
- L.R. 10/07/2008, n. 12
- L.R. 16/02/2010, n. 15
- L.R. 16/09/2011, n. 8
- L.R. 06/05/2013, n. 10
- Sent. C. Cost. 15/05/2014, n. 125

Scarica il pdf completo
22716 1264464
TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264465
Art. 1. - (Oggetto)

1. La presente legge disciplina il commercio in attuazione dei principi dettati dal decreto legislati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264466
“Art. 2. - (Definizioni)

N39 1. Ai fini della presente legge si intendono:

a) per decreto: il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114 R (Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell’articolo 4, comma 4, della L. 15 marzo 1997, n. 59);

b) per commercio all’ingrosso: l’attività svolta da c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264467
Art. 3. - (Classificazione dei Comuni)

1. Ai fini dell'applicazione dei limiti dimensionali di cui all'art. 4, comma 1, lettere N37 e) ed f) del decreto, nonché di ogni altra disposizione contenuta nella presente legge che faccia riferimento a categorie dimensionali-economiche dei Comuni, gli stessi sono suddivisi nelle seguenti classi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264468
Art. 4. - (Classificazione delle strutture di vendita)

N24 “1. Le medie e le grandi strutture di vendita, in relazione alla superficie di vendita utilizzata, si suddividono nelle seguenti tipologie:

a) M1 - medie strutture inferiori: esercizi aventi superficie di vendita compresa tra 151 e 600 mq. nei comuni delle classi III e IV e superficie compresa tra 251 e 900 mq. nei comuni delle classi I e II;

b) M2 - medie strutture intermedie: esercizi aventi superficie compresa tra 601 e 1000 mq. nei comuni delle classi III e IV e superficie compresa tra 901 e 1500 mq. nei comu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264469
“Art. 4-bis - (Commercio al dettaglio negli esercizi di vicinato e nelle medie strutture di vendita M1)

N39 1. L’apertura, il trasferimento di sede e l’ampliamento della superficie di vendita di un esercizio di vicinato e di una media struttura di vendita M1 sono soggetti a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) da presentare, ai sensi dell’articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 R (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), allo Sportello unico per le attività produttive e per l’edilizia (SUAPE) del Comune competente per territorio.

2. II Comune disciplina l’integrazione del procedimento di SCIA di cui al comma 1 con il procedimento relativo alla presentazione della SCIA edilizia e alla richiesta di permesso di cos

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264470
“Art. 4-ter - (Negozi storici)

N40 1. La Regione promuove la conoscenza e la valorizzazione delle attività commerciali che costituiscono testimonianza della storia, dell’arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale locale e che si svolgono in locali o aree aventi valore storico, artistico, architettonico ed ambientale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264471
TITOLO Il - ESERCIZIO DELL'ATTIVITÀ DI VENDITA AL DETTAGLIO SULLE AREE PRIVATE IN SEDE FISSA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264472
SEZIONE I - PROGRAMMAZIONE RETE DISTRIBUTIVA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264473
“Art. 5 - (Programmazione commerciale)

N26 1. La programmazione commerciale ed urbanistica, al fine di assicurare la trasparenza del mercato, la concorrenza, la libertà di impresa e la libera circolazione delle merci, persegue i seguenti obiettivi:

a) favorire la realizzazione di una rete distributiva che assicuri la qualità dei servizi da rendere ai consumatori e la qualità della vita della popolazione, nonché la migliore produttività del sistema;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264474
“Art. 5 bis - (Programmazione regionale)

N27

N41 “1. La Giunta regionale con proprio regolamento definisce i criteri e le modalità per l’attuazione degli obiettivi di cui all’articolo 5, nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 31, comma 2, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 R (Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici), convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 R.”

N42 “1-bis. La Giunta regionale, nel rispetto delle procedure di concertazione e partenariato istituzionale e sociale previste dall’articolo 5 della legge regionale 28 febbraio 20

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264475
“Art. 5 ter - (Programmazione comunale)

N27 1. I comuni, al fine di migliorare la funzionalità e la produttività del sistema dei servizi concernenti le attività commerciali, valutate le caratteristiche e le tendenze della distribuzione commerciale e nel rispetto “di quanto disposto dal regolamento e dall’atto di indirizzo di cui all’articolo 5-bis” N43, adottano, previa la concertazione di cui all’articolo 5 quater, un atto di programmazione che disciplina le modalità di applicazione dei criteri qualitativi individuati dalla programmazione regionale in riferimento all’insediamento di tutte le attività commerciali, ivi compresa la somministrazione di alimenti e bevande, tenendo conto delle diverse caratteristiche del proprio territorio. “Tale atto di programmazione tiene conto, altresì,” N43 delle caratteristiche urbanistiche e di destinazione d’uso dei locali, dei fattori di mobilità, traffico, inquinamento acustico e ambientale, aree verdi, parcheggi, delle caratteristiche qualitative degli insediamenti, dell’armonica integrazione con le altre attività economiche e del corretto utilizzo degli spazi pubblici o di uso pubblico.

2. I comuni adeguano i propri strumenti urbanistici anche in relazione a singole varianti nel rispetto delle disposizioni della l.r. 11/2005, tenuto conto dei criteri di cui all’articolo 5 bis, comma 2 adottati dalla Giunta regionale, e, in relazione alla previsione di nuovi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264476
“Art. 5 quater - (Concertazione)

N27 1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264477
Art. 6. - (Ripartizione del territorio regionale)

N41 “1. Ai fini della pres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264478
Art. 7. - (Criteri)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264479
Art. 8. - (Programmazione urbanistica)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264480
SEZIONE II - ATTIVITÀ DI FORMAZIONE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264481
“Art. 9 - (Requisiti professionali per l’esercizio di attività commerciali)

N39 1. L’esercizio, in qualsiasi forma e limitatamente all’alimentazione umana, di un’attività di commercio al dettaglio relativa al settore merceologico alimentare o di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande è consentito a chi è in possesso di uno dei requisiti professionali di cui all’articolo 71, commi 6 e 6-bis del d.lgs. 59/2010.

2. Il requisito professionale di cui all&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264482
SEZIONE III - DISCIPLINA DELL'ATTIVITÀ DI VENDITA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264483
"Art. 10. - (Centri commerciali)

N1 1. Ai sensi dell'articolo 4, comma 1, lettera g) del decreto, i centri commerciali costituiti da più esercizi inseriti in una struttura a destinazione specifica che usufruiscono di infrastrutture comuni e spazi di servizio gestiti unitariamente sono classificati come un'unica media o grande struttura, a norma dell'articolo 4 della presente legge. La necessità di apposita e distinta autorizzazione per il centro commerciale non esime dal rispetto di quanto disposto agli articoli 7, 8 e 9 del decreto, per l'attivazione dei singoli esercizi commerciali in esso inseriti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264484
“Art. 10 bis - (Poli commerciali)

N27 1. Per polo commerciale si intende un complesso di esercizi contigui o adiacenti la cui superficie di vendita complessiva sia pari o superiore alle dimensioni di una media struttura di tipo M3, comprendente almeno una media struttura di vendita e costituente un’unica entità economico commerciale. Il polo, a seconda della superficie, è considerato un’unica media struttura M3 o un’unica grande struttura di vendita.

2. L’apertura di un polo commerciale avviene sulla base di un apposito progetto o mediante l’avvio di più operazioni formalmente distinte di apertura, trasferimento o ampliamento o accorpamento di attività commerciali in un arco di tempo inferiore a trentasei mesi. Tali operazioni sono considerate contestuali quando vengono superati i limiti dimensionali minimi previsti per le tipologie G e M3.

3. La domanda di autorizzazione per il polo commerciale è presentata con la stessa procedura di cui all’articolo 18, dal promotore o dal legale rappresentante dell’organismo di gestione del polo o, in mancanza, dal titolare dell’esercizio che, con il pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264485
Art. 11. - (Compatibilità territoriale delle medie e grandi strutture di vendita)

1. L'apertura di grandi e medie strutture di vendita di cui alla Sezione IV, può avvenire solo nel territorio di Comuni, la cui classe di appartenenza, ai sensi dell'art. 3, risulti compatibile con la categoria e tipologia dell'esercizio, secondo quanto indicato nella tabella che segue:


CLASSE DEL TIPOLOGIE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264486
“Art. 11-bis - (Criteri e modalità per l’individuazione di aree per nuovi insediamenti)

N40 1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264487
SEZIONE IV - PROGRAMMAZIONE REGIONALE DELLE GRANDI STRUTTURE DI VENDITA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264488
"Art. 12. - (Disponibilità per il rilascio di nuove autorizzazioni per grandi strutture di vendita)

N31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264489
“Art. 12 bis - (Commercio al dettaglio nelle medie strutture di vendita)

N27 1. “Fatto salvo quanto previsto per gli esercizi di vicinato “e delle medie strutture di vendita inferiori M1” N45 di cui al comma 1, dell’artico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264490
Art. 13 - (Commercio al dettaglio nelle grandi strutture di vendita)

N52

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264491
Art. 14 - (Domande concorrenti per l’apertura di grandi strutture di vendita)

N53

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264492
"Art. 15. - (Ampliamento di grandi strutture di vendita)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264493
Art. 16. - (Aggiunta di settore merceologico)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264494
Art. 17. - (Trasferimento e rilocalizzazione delle grandi strutture di vendita)

N54

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264495
“Art. 18 - (Procedimento per il rilascio delle autorizzazioni per le grandi strutture di vendita e per le medie strutture superiori di tipologia M3)

N26 1. La domanda per il rilascio dell’autorizzazione per le grandi strutture di vendita e per le medie strutture superiori di tipologia M3 è presentata dall’interessato al Comune territorialmente competente mediante lo Sportello unico per le attività produttive. Alla domanda è allegato il progetto urbanistico preliminare con la documentazione relativa alla destinazione d’uso dei suoli ed un analitico studio progettuale di sviluppo e di incidenza, i cui contenuti costituiscono elementi essenziali ai fini della valutazione.

2. Il Comune, entro i successivi quindici giorni dal ricevimento della domanda, provvede ad integrare, se necessario e per quanto di sua competenza, la documentazione allegata e, nel contempo, invita l’interessato a procedere alla eventuale regolarizzazione o integrazione, nel termine di trenta giorni dalla relativa comunicazione. La domanda, completa degli allegati, è inviata entro “quindici” N43 giorni dalla regolarizzazione alla Regione.

3. Decorso il termine di cui al comma 2 senza che l’interessato abbia provveduto a quanto rich

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264496
“Art. 18 bis - (Procedimento di variante ai sensi dell’art. 5 del d.p.r. 447/1998)

N27 1. Per l’istruttoria della domanda di cui all’articolo 18 non è necessaria la preliminare co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264497
SEZIONE V - COMPITI DEI COMUNI


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264498
Art. 19. - (Strumenti di promozione)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264499
Art. 20. - (Autorizzazioni per medie strutture di vendita)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264500
Art. 21. - (Interventi per la valorizzazione dei centri storici)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264501
Art. 22. - (Modalità degli interventi)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264502
Art. 23. - (Valutazione d'impatto commerciale)

N28

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264503
“Art. 24 - (Progetti integrati di rivitalizzazione delle realtà minori)

N26 1. I comuni possono dotarsi di un progetto integrato di rivitalizzazione delle frazioni o altre aree di interesse del proprio territorio aventi popolazione inferiore a 3000 abitanti e poste in posizione isolata dal capoluogo comunale, ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lettera a) del decreto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264504
TITOLO III - ORARI DI VENDITA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264505
Art. 25. - (Orari delle attività commerciali)

N57

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264506
Art. 26 - (Apertura e chiusura nei centri storici e nelle aree a vocazione turistica)

N58

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264507
Art. 26 bis - (Festività speciali)

N59

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264508
Art. 26 ter - (Calendario comunale)

N60

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264509
Art. 27 - (Chiusura domenicale, festiva ed infrasettimanale)

N61

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264510
Art. 28 - (Esenzioni in materia di aperture e chiusure)

N62

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264511
TITOLO IV - OFFERTA DI VENDITA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264512
Art. 29. - (Vendite di liquidazione)

1. L'operatore che intenda effettuare una vendita di liquidazione, così come definita dall'art. 15, comma 2, del decreto, deve darne comunicazione al Comune, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno 15 giorni prima della data in cui deve avere inizio. La comunicazione deve contenere:

a) in caso di liquidazione per cessazione dell'attività commerciale, dichiarazione di cessazione all'attività;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264513
Art. 30. - (Vendite di fine stagione o saldi)

1. Ai fini dell'art. 15, comma 3, del decreto, per prodotti a carattere stagionale o di moda, suscettibili di deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo, si intendono:

a) i generi di vestiario e abbigliamento in genere;

b) gli accessori dell'abbigliamento e la biancher

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264514
“Art. 31. - (Vendite promozionali)

N26 1. Le vendite promozionali sono quelle effettuate dall’esercente applicando sconti, reali ed effettivi, sui normali prezzi praticati, dandone informazione al consumatore tramite l’utilizzo di qualsiasi mezzo pubblicitario, ivi compresa la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264515
TITOLO V - OSSERVATORIO REGIONALE DEL COMMERCIO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264516
Art. 32. - (Finalità)

1. In attuazione dell'art. 6, comma 1, lettera g), del decreto è istituito l'Osservatorio regionale del commercio con sede presso l'assessorato regionale al commercio.

2. L'Osservatorio regionale, ha la finalit&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264517
Art. 33. - (Composizione e compiti)

N63

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264518
TITOLO VI - ASSISTENZA TECNICA, PROMOZIONE E SVILUPPO DELL'APPARATO DISTRIBUTIVO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264519
Art. 34. - (Centri di assistenza tecnica)

1. Per l'attuazione dell'art. 23 del decreto il Regolamento di cui all'ari. 49 definisce e individua:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264520
“Art. 34-bis - (Agenzie per le imprese)

N40 1. La Regione promuove e valorizza il ruolo e le funzioni delle agenzie per le imprese di cui all’articolo 38 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264521
Art. 35. - (Attività promozionali)

1. La Regione dell'Umbria assume iniziative di promozione del comparso commerciale, con particolare riguard

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264522
TITOLO VII - NORME FINALI E TRANSITORIE


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264523
"Art. 36. - (Termine per la presentazione delle domande)

N64

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264524
Art. 37. - (Proroga dei termini dell'attivazione delle grandi strutture di vendita)

N65

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264525
Art. 38. - (Riduzione dei limiti dimensionali minimi delle medie strutture di vendita)

N11

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264526
Art. 39. - (Promozione delle medie strutture di vendita)

N66

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264527
Art. 40. - (Interventi di valorizzazione per il centro storico)

1. Qualora il Comune non ottemperi a quanto disposto dall'art. 21, nel termine ivi previsto al comma 1, e sino a quando non vi abbia provveduto, nel centro storic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264528
Art. 41. - (Modificazioni alla legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31)

1. Alla legge regionale 21 ottobre 1997, n. 31, sono apportate le seguenti modifiche:

a) l'art. 24, comma 1, è così sostituito: «L'approvazione del piano attuativo nonché il rilascio delle concessioni e delle autorizzazioni edilizie relative a grandi strutture di vendita, di cui all'art. 4, comma 1, lettera f) del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, sono subordinati alla preventiva acquisizione dell'autorizzazione amm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264529
Art. 42. - (Prima nomina componenti Osservatorio regionale)

1. Il Presidente della Giunta regionale provvede alla nomina dei componenti dell'Osservatorio regiona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264530
Art. 43. - (Adempimenti preliminari dei Comuni)

1. Entro trenta giorni dall'entrata in vigore della presente legge i Comuni, al fine di garantire il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264531
Art. 44. - (Apertura di attività estemporanee)

N67

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264532
Art. 45. - (Orari di vendita)

N16

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264533
Art. 46. - (Corsi qualificanti per il settore alimentare)

N68

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264534
"Art. 46 bis - (Procedimento di verifica)

N1 1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264535
Art. 46 ter - (Centri commerciali disposizioni)

N69

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264536
Art. 47. - (Sanzioni)

1. La sanzione amministrativa prevista dall'art. 22 comma 3 del decreto, si applica anche nei seguenti casi:

a) violazione del divieto di cui alla lettera e) del comma 1 dell'art. 22 con ordine di immediata cessazione della vendita delle merceologie proibite;

b) N17

c) violazione dell'art. 29 comma 1, anche nel caso di mancata integrazione, nel termine assegnato, della documentazione richiesta, e comma 3,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264537
Art. 48. - (Norma finanziaria)

1. Il concorso della Regione al funzionamento dell'Osservatorio di cui all'art. 32 della presente legge rientra negli interventi di cui al Titolo Il della legge regionale 30 agosto 1988, n. 35. A tal fine il cap. 5690 del bilancio regionale è incrementato per il corrente ese

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264538
Art. 49. - (Rinvio al regolamento)

1. Oltre a quanto previsto dagli artt. 9, 13, 30 e 34 della presente legge, "la Giunta regionale"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264539
ALLEGATO A

N18

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
22716 1264540
ALLEGATO B - ZONE SOCIO-ECONOMICHE OMOGENEE

N70



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica

Veneto: bando per il finanziamento di progetti dei distretti del commercio

La Regione Veneto promuove il consolidamento dei Distretti del Commercio mediante lo sviluppo di azioni strategiche che ne sostengano e strutturino l'evoluzione in sinergia con i temi dell'attrattività del territorio. Previsti contributi in conto capitale per: interventi strutturali e infrastrutturali su spazio pubblico, accessibilità, ristrutturazione dell’arredo urbano e del patrimonio edilizio pubblico destinato al commercio, misure di sostenibilità energetica ed ambientale, sistemi di sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Agricoltura e Foreste
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Aree rurali
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Provvidenze
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica

Umbria: 3,5 mln per interventi di riqualificazione dei paesaggi rurali

Con 3,5 milioni di euro la Regione Umbria sostiene gli interventi di riqualificazione paesaggistica tesi a tutelare, recuperare e valorizzare i paesaggi rurali. Il contributo a fondo perduto copre fino all'80% delle spese ammissibili. Sono finanziabili: interventi di restauro, riqualificazione e valorizzazione dei paesaggi rurali; interventi per il ripristino delle infrastrutture verdi, con particolare attenzione alle penetrazioni verdi e agricole nei territori urbanizzati; interventi di mitigazione paesaggistica; interventi di restauro e risanamento conservativo di strutture e immobili funzionali al progetto d'area; la realizzazione di prodotti e materiali informativi e di sensibilizzazione.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distanze tra le costruzioni
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Distanze legali tra le costruzioni, fasce di rispetto e vincoli di inedificabilità

AMBITO APPLICATIVO DELLE NORME SULLE DISTANZE (Valenza delle norme sulle distanze legali; Concetto di “costruzione” o “edificio” ai fini delle norme sulle distanze legali) - DISTANZE TRA EDIFICI NEI RAPPORTI TRA VICINI (Distanze tra costruzioni; Muro sul confine; Muro di cinta; Particolari manufatti edilizi (pozzi, cisterne, tubi, ecc.); Alberi e siepi; Luci e vedute; Patti in deroga tra privati; Violazione delle norme sulle distanze e tutela dei diritti dei vicini) - DISTANZE TRA EDIFICI AI FINI DEI TITOLI ABILITATIVI EDILIZI (Distanze nelle nuove costruzioni; Distanze negli interventi di demolizione e ricostruzione; Costruzioni in confine con le piazze e le vie pubbliche; Distanze tra edifici e deroghe del Piano Casa; Deroghe a distanze e altezze per interventi finalizzati al risparmio energetico) - MODALITÀ DI CALCOLO DELLE DISTANZE TRA EDIFICI (In genere; Modalità di misurazione; Rilevanza delle sporgenze ai fini del calcolo; Cosa debba intendersi per “parete finestrata”; Computo dei balconi aggettanti) - FASCE DI RISPETTO E VINCOLI DI INEDIFICABILITÀ (Cimiteri; Strade pubbliche; Ferrovie; Aeroporti; Suoli boschivi interessati da incendi; Corsi d’acqua pubblici; Linee elettriche).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Urbanistica
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Calabria: contributi per la valorizzazione dei borghi

La Regione Calabria ha stanziato 100 milioni di euro a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione- FSC per la valorizzazione e la promozione turistico culturale dei Borghi della Regione. Il bando è rivolto ai Comuni e mira a stimolare le proposte progettuali che provengono direttamente dai territori interessati. Il contributo concedibile è pari al 100% delle spese sostenute per la realizzazione di interventi di importo non inferiore a 300.000 euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Commercio e mercati
  • Procedimenti amministrativi
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018

  • Edilizia e immobili
  • Standards
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)