FAST FIND : GP12893

Sent. C. Cass. civ. 29/07/1989, n. 3549

1802133 1802133
1. Edilizia e immobili - Condominio - Innnovazioni - Pregiudizio alla statica o all'estetica (decoro architettonico) - Confiogurabilità - Limiti. 2. 1. Edilizia e immobili - Condominio - Innnovazioni - In genere - Nozione - Modificazione della cosa comune per un uso più intenso e proficui - Disciplina art. 1102 Cod. civ. - Applicabilità - Esclusione.

1. Al fine di stabilire se le opere modificatrici della cosa comune abbiano pregiudicato il decoro architettonico di un fabbricato condominiale, devono essere tenute presenti le condizioni in cui quest'ultimo si trovava prima della esecuzione delle opere stesse, con la conseguenza che una modifica non può essere ritenuta pregiudizievole

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
1802133 1803379
SENTENZA

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE II

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802133 1803380
SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Mariangela Gentina conveniva dinanzi al Tribunale di Verbania, nell'agosto del 1977, Roberto Romerio, esponendo che questi aveva eseguito, nella porzione di sua proprietà del fabbricato condominiale sito in Greggio Casello, via Vittorio Veneto n. 46 - per la maggior parte di proprietà di essa istante - innovazioni illegittime unilateralmente decise. In particolare aveva aperto una porta al posto di due preesistenti finestre, sulla facciata prospiciente Via Monte Rosa, previa chiusura della porta ivi esistente. Assumendo che le cennate opere avessero alterato l'aspetto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802133 1803381
MOTIVI DELLA DECISIONE

Con i cinque mezzi d'impugnazione formulati - da esaminare congiuntamente considerato lo stretto vincolo di connessione che li lega - la ricorrente denuncia:

a) la violazione e l'errata applicazione degli artt. 1102 e 1120 c.c.;

b) la violazione dell'art. 1120, secondo comma, e dell'art. 2043 c.c.;

c) l'omessa motivazione su un punto decisivo della controversia; (1)

e) l'errata interpretazione e falsa applicazione dell'art. 1120 c.c. "per irrazionale valutazione dei motivi utilitaristici dell'uso del bene".

Lamenta che la corte d'appello non abbia considerato la "posizione di specialità" nella quale si trova l'art. 1120 c.c. - che disciplina l'uso condominiale dei fabbricati - rispetto all'art. 1102 stesso codice, che invece regola l'uso dei beni comuni in genere.

Pertanto, in tema di modifiche apportate su un fabbricato condominiale, sarebbe stato erroneo il richiamo del giudice del merito a quest'ultima norma, al fine di determinare i diritti e gli obblighi dei condomini. Inoltre non sarebbe stato tenuto presente che le modifiche, di contenuto e di forma, dei beni comuni rientrano nel concetto di "innovazione" e che quest'ultima, nell'ambito del condominio, è consentita solo con il supporto della maggioranza prevista e richiesta dall'art. 1136 c.c. Avrebbe poi errato il giudice del merito nell'escludere il pregiudizio estetico del fabbricato condominiale, qua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1802133 1803382
P.Q.M.

La Corte rigetta il ricorso proposto da Mariangela Gentina contro la sentenza della Corte d'Appello di Torino in data 14 dicembre 1984 - 23 febbraio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione

Compravendita di immobili e cessioni di cubatura

LA FASE DELLE TRATTATIVE PER L’ACQUISTO DI UN IMMOBILE (Usuali accertamenti da eseguire nel corso delle trattative preliminari ; Eventuale incarico ad agente immobiliare; Proposta irrevocabile di acquisto) - IL CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DELL’IMMOBILE (C.D. “COMPROMESSO”) (Finalità e contenuti del preliminare immobiliare; Eventuale trascrizione e/o registrazione del preliminare; Scoperta di vizi di carattere giuridico o di fatto dopo la stipula del preliminare; Preliminare di vendita di immobile altrui; Rifiuto della banca di concedere il mutuo necessario all’acquirente; Il c.d. “preliminare di preliminare”) - IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI (Nozione ed elementi essenziali; Acquisto da parte di soggetti coniugati in regime di comunione dei beni; Compravendita stipulata per atto pubblico (rogito notarile); Documenti necessari per procedere alla stipula del rogito; Indicazione del prezzo della compravendita e criterio del c.d. “prezzo valore”; Agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa) - VIZI DELL’IMMOBILE OGGETTO DI COMPRAVENDITA - RESPONSABILITÀ DEL COSTRUTTORE E DEL VENDITORE (Differenza tra responsabilità del costruttore-venditore e del venditore; Tutela degli acquirenti di immobili da costruire; Garanzia per rovina e difetti di cose immobili (art. 1669 del Codice civile)) - LE AZIONI A TUTELA DELL’ACQUIRENTE - ATTI CONCERNENTI IMMOBILE TOTALMENTE O PARZIALMENTE ABUSIVO (Assenza o totale difformità dal titolo edilizio; Difformità parziale dal titolo edilizio; Scioglimento della comunione di immobile abusivo) - GLI ONERI CONDOMINIALI IN CASO DI VENDITA IMMOBILIARE - LA VENDITA DI IMMOBILI DA COSTRUIRE - LA CESSIONE DI CUBATURA - IL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA VENDITA - C.D. “RENT TO BUY”.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili

La responsabilità del costruttore per gravi difetti dell’opera

Punto della giurisprudenza sui casi nei quali è applicabile la responsabilità del costruttore per rovina, pericolo di rovina o gravi difetti dell’opera, con particolare riguardo ai lavori di ristrutturazione, riparazione o modifica di edifici esistenti. A seguito del contrasto giurisprudenziale sorto sul caso, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione si sono pronunciate con la sentenza 27/03/2017, n. 7756.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Appalti di lavori privati
  • Edilizia e immobili

Il subappalto di lavori privati in materia edilizia

NOZIONE E CONTESTO NORMATIVO - L’ASSENSO DEL COMMITTENTE (Assenso come mera autorizzazione; Possibilità di un consenso preventivo e generico; Assenza di rapporto diretto tra committente e subappaltatore) - AUTONOMIA TRA CONTRATTO DI SUBAPPALTO E CONTRATTO DI APPALTO (Autonomia contrattuale delle parti; Responsabilità per mancata consegna dell’area di cantiere; Accettazione senza riserve) - RESPONSABILITÀ DEL SUBCOMMITTENTE (Responsabilità per danni a terzi; Responsabilità per lavorazioni pericolose); RESPONSABILITÀ DEL SUBAPPALTATORE (Responsabilità per difformità e vizi dell’opera; Responsabilità per rovina e difetti di cose immobili; Denuncia dei vizi; Riconoscimento dei vizi; Obbligo di segnalare le istruzioni errate del subcommittente; Responsabilità in caso di infortuni sul lavoro).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Appalti di lavori privati
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili

Il contratto di appalto per la realizzazione di un intervento edilizio illecito

APPALTO TRA PRIVATI E NORME URBANISTICO-EDILIZIE - NULLITÀ DEL CONTRATTO DI APPALTO E CONSEGUENZE (Nullità del contratto per realizzazione di opera edilizia abusiva; Conseguenze della nullità nel rapporto tra committente e appaltatore; Appaltatore non a conoscenza dell’illiceità dell’opera - Irrilevanza; Impegno di una parte di richiedere i permessi - Irrilevanza; Altri rimedi - Irrilevanza; Indebito arricchimento del committente; Sanatoria successiva dell’intervento; Opere eseguite in difformità dai permessi).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Barriere architettoniche
  • Condominio
  • Edilizia e immobili

Eliminazione delle barriere architettoniche in condominio e principio di solidarietà

Premessa; Ascensore ed applicazione pratica del principio di solidarietà; Ascensore ed innovazione vietata; Installazione di ascensore e novità peggiorative della riforma del condominio; Le possibili iniziative del singolo condomino.
A cura di:
  • Giuseppe Bordolli
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Standards

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019