FAST FIND : NR827

L. R. Abruzzo 12/04/1983, n. 18

Norme per la conservazione, tutela, trasformazione del territorio della Regione Abruzzo.
Scarica il pdf completo
17964 8862094
TITOLO I - NORME GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862095
Articolo 1 - Obiettivi e finalità della legge

1. Nel rispetto di quanto disposto dagli artt. 80 e 81 del DPR 24 luglio 1977, n. 616, nonché di ogni altra funzione e competenza spettante allo Stato nella materia disciplinata dalla presente legge, la Regione Abruzzo esercita le proprie attribuzioni per la conservazione tutela e trasformazione del territorio con le seguenti finalità:

1) il coordinamento della pianificazione territoriale con gli obiettivi della programmazione socio - economica della Regione;

2)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862096
Articolo 2 - Soggetti e livelli di pianificazione

1. Gli obiettivi e le finalità di cui al precedente articolo sono assicurati dall'azione della Regione, della Provincia, dei Comuni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862097
TITOLO II - NORME SULLA PIANIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862098
CAPO I - PIANIFICAZIONE REGIONALE E SOVRACOMUNALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862099
Articolo 3 - Quadro di Riferimento Regionale - Contenuti

1. Salvo quanto disposto nel primo comma del precedente art. 1 in ordine alle competenze e funzioni dello Stato, il Quadro di Riferimento Regionale costituisce la proiezione territoriale del programma di Sviluppo Regionale, sulla base anche di intese con le amministrazioni statali, gli enti istituzionalmente competenti e le altre Regioni.

2. Il QRR ha come supporto conoscitivo ed interpretativo la carta regionale d'uso del suolo.

3. Esso definisce indirizzi e direttive di politica regionale per la pianificazione e la salvaguardia del territorio. A questo fine il QRR, direttamente o mediante i piani e i progetti di cui al successivo art. 6, che ne costituiscono parte integrante:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862100
Articolo 4 - Quadro di Riferimento Regionale - Procedimento formativo

1. La Regione adotta, entro 180 giorni dall'entrata in vigore della presente legge, un documento preliminare del QRR nel rispetto delle finalità e contenuti di cui ai precedenti articoli.

2. Entro 10 gg. dall'adozione di cui al precedente comma, il documento preliminare viene pubblicato sul BURA e inviato alle Province, agli Enti locali, al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862101
Articolo 5 - Quadro di Riferimento Regionale - Adeguamenti

1. Gli adeguamenti del QRR possono essere promossi dalla Regione, da una o più Province, dai Comuni in numero non inferiore a quell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862102
Articolo 6 - Piani di Settore e Progetti Speciali Territoriali

1. La Regione per il conseguimento delle finalità di cui all'art. 1 della presente legge e degli obiettivi del Quadro di riferimento regionale, può predisporre piani di settore o progetti speciali territoriali, relativi all'intero territorio regionale o a parti di esso.

2. Nelle aree ricadenti all'interno dei parchi nazionali e regionali il piano del parco di cui all'art. 12 della legge 6.12.1991, n. 394 sostituisce sia i piani di settore e progetti speciali territoriali sia qualsiasi altro strumento di pianificazione territoriale di livello sovracomunale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862103
Articolo 6-bis - Procedimento di approvazione dei piani di settore e dei progetti speciali territoriali

1. La Giunta regionale, direttamente o su proposta dell'assessore o dell'Autorità competente, predispone e adotta i piani di settore o i progetti speciali territoriali.

2. Successivamente, gli atti e gli elaborati del piano o del progetto sono depositati per 60 gg. consecutivi, decor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862104
Articolo 7 - Piano Territoriale

1. Il Piano Territoriale costituisce l'articolazione territoriale del QRR a livello di ciascuna provincia e degli ambiti di cui alla lettera a) del 2° comma dell'art. 3.

2. Il PT riguarda l'intero territorio di ciascuna Provincia o il territorio degli ambiti eventuali di cui all'art. 3, 2° comma, lett. a);

3. Il PT, tenendo conto degli ambiti fissati dal QRR:

a) individua le zone da sottoporre a speciali misure di salvaguardia dei valori naturalistici, paesistici, archeologici, storici, di difes

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862105
Articolo 8 - Piano Territoriale - Procedimento formativo

1. Il Consiglio Provinciale adotta un documento preliminare di pianificazione per la elaborazione del PT, entro 120 giorni dall'approvazione del QRR.

2. Entro 10 giorni dall'adozione, il documento programmatico preliminare, con gli atti e gli elaborati relativi, viene inviato ai Comuni della Provincia ed è depositato per 30 gg. consecutivi decorrenti dalla data di affissione all'Albo Pretorio. L'avvenuto deposito è reso noto al pubblico mediante pubblicazione di apposito avviso sul BURA, oltre che a mezzo di manifesti murali, su almeno un quotidiano a diffusione regionale.

3. Durante il periodo di deposito, c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862106
Articolo 8-bis - Disciplina dell'accordo di programma

N1

1. Al fine di assicurare il coordinamento di tutte le attività necessarie all'attuazione di opere, interventi e programmi d'intervento di prevalente interesse regionale, e che richiedano l'azione integrata e coordinata di enti locali, o comunque di amministrazioni, soggetti pubblici e società a partecipazione pubblica che gestiscono servizi pubblici, la Regione promuove accordi di programma ai sensi dell'art. 27 della legge 142/90.

2. Qualora l'iniziativa dell'accordo di programma non competa alla Regione a norma del comma 1, l'iniziativa spetta al Sindaco o al Presidente della Provincia, ai sensi dell'art. 27 della legge 142/90.

3. Ai fini di cui al c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862107
Articolo 8-ter - Contenuti dell'accordo di programma

N1

1. L'accordo di programma deve prevedere:

a) il programma di attuazione degli interventi e delle opere, eventualmente articolato in fasi funzionali con l'indicazione dei tempi relativi;

b) la quantificazione del costo complessivo e di quello relativo alle eventuali fasi di esecuzione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862108
TITOLO II - NORME SULLA PIANIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862109
CAPO II - PIANIFICAZIONE COMUNALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862110
SEZIONE I - PIANIFICAZIONE GENERALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862111
Articolo 9 - Piano Regolatore Generale - Contenuti

1. Tutti i Comuni sono obbligati alla formazione del piano regolatore generale, fatto salvo l'art. 12, comma 1 della presente legge. N1

2. Il PRG, con riferimento alle indicazioni del Piano territoriale disciplina l'intero territorio Comunale per un arco temporale non superiore al decennio.

3. Il Piano Regolatore Generale:

a) formula gli obiettivi di piano in armonia con quanto previsto dal PT;

b) contiene analisi sulla struttura geomorfologica, insediativa e socio - economica del territorio comunale;

c) precisa le aree da sottoporre a speciali misure di salvaguardia per motivi di interesse naturalistico, paesistico, archeologico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862112
Articolo 10 - Piano Regolatore Generale - Procedimento

N26

01. Ai sensi dell'articolo 43 della legge regionale 3 marzo 1999, n. 11 (Attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112: Individuazione delle funzioni amministrative che richiedono l'unitario esercizio a livello regionale e conferimento di funzioni e compiti amministrativi agli enti locali ed alle autonomie funzionali), i Comuni provvedono all'approvazione dei propri strumenti urbanistici generali ed attuativi e relative varianti, nell'osservanza della pianificazione territoriale sovr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862113
Articolo 11 - Piano regolatore Generale - Procedimento di approvazione

N12

1. Il piano regolatore generale è approvato dal Consiglio provinciale competente per territorio, previo parere della Sezione urbanistica provinciale entro 180 gg. dalla sua ricezione ed è pubblicato a cura del Presidente della Provincia sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.

2. Decorso infruttuosamente il termine di cui al comma 1, il PRG si intende approvato. Nel caso di compimento dei termini per il silenzio assenso il Sindaco, previa att

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862114
Articolo 12 - Piano Regolatore Esecutivo - Principi e contenuti

1. I Comuni possono adottare il piano regolatore esecutivo in alternativa al piano regolatore generale.N1

2. Il PRE:

- disciplina l'intero territorio comunale;

- ha un arco di validità temporale non superiore a dieci anni dalla data di approvazione;

- ha, di norma, i contenuti di carattere generale previsti al precedente art. 9, comma 3°;

- si attua attr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862115
Articolo 13 - Piano Regolatore esecutivo. Procedimento

1. Per l'adozione ed approvazione del piano regolatore esecutivo si applicano le disposizioni di cui ai precedenti artt. 10 e 11.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862116
Articolo 14 - Piano Regolatore Esecutivo

Abrogato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862117
Articolo 15 - Efficacia del PRG e del PRE in attesa di approvazione

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862118
Articolo 16 - Regolamento edilizio

1. Il regolamento edilizio ha per obiettivi:

a) l'indirizzo e il controllo della qualità edilizia attraverso la definizione dei livelli minimi di prestazione delle opere edilizie nonché delle modalità di verifica degli stessi in sede di progetto in corso di esecuzione e ad opera costruita;

b) N20

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862119
Articolo 17 - Norme tecniche di attuazione degli strumenti urbanistici generali

1. Le norme tecniche di attuazione degli strumenti urbanistici generali disciplinano:

a) gli standards funzionali, espressi come rapporto tra superfici utili di edificio ed utenti o addetti, da rispettare in sede di dimensionamento e di verifica delle attrezzature di servizio pubblico di attività terziarie e produttive su edifici esistenti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862120
TITOLO II - NORME SULLA PIANIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862121
CAPO II - PIANIFICAZIONE COMUNALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862122
SEZIONE II - PIANI ATTUATIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862123
Articolo 18 - Piani Attuativi di iniziativa pubblica

1. I Piani attuativi di iniziativa pubblica sono i seguenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862124
Articolo 19 - Piani particolareggiati - Contenuti

1. I Piani Particolareggiati devono indicare:

a) l'inquadramento nello strumento urbanistico generale;

b) la delimitazione del piano;

c) le aree e gli edifici da sottoporre a vincoli di salvaguardia per motivi di interesse paesistico, storico - artistico, ambientale, nonché i vincoli a protezi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862125
Articolo 20 - Procedimento di formazione dei piani particolareggiati di iniziativa pubblica

1. I piani attuativi di competenza comunale sono adottati con deliberazione del Consiglio comunale soggetta al controllo di legittimità di cui all'art. 45 della legge 142/90 successivamente all'obbligatoria acquisizione del parere prescritto dall'art. 13 della legge 2.2.1974, n. 64 ove questo non sia stato già acquisito in sede di pianificazione generale.

2. La deliberazione di adozione divenuta esecutiva è depositata con i relativi allegati nella segreteria comunale per 30 gg. interi e consecutivi decorrenti dal primo giorno dell'affissione all'albo pretorio del relativo avviso, affinché chiunque ne abbia interesse possa prenderne visione. Nei successivi 30 gg. qualunque interessato può presentare osservazioni.

3. Il deposito è reso noto al pubblico mediante avviso affisso all'albo pretorio del Comune, pubblicato sulla stampa locale ed a mezzo di manifesti murari affissi in luoghi pubblici. Nello stesso avvis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862126
Articolo 21 - Procedimento e limiti di contenuto dei piani attuativi in variante ai piani regolatori generali

1. I Comuni possono approvare piani attuativi relativi alle zone omogenee del territorio comunale ancorché suddivise in sottozone in variante del piano regolatore general

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862127
Articolo 22 - Disciplina della lottizzazione

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862128
Articolo 23 - Piani di lottizzazione

1. I piani di lottizzazione hanno i contenuti previsti dal precedente art. 19, comma 1.

2. N6

3. Il procedimento di formazione dei Piani di lottizzazione di iniziativa privata è quello di cui agli articoli 20 e 21. Decorsi 30 giorni dalla presentazione degli atti senza che il Comune abbia assunto provvedimenti deliberativi "di avvio del procedimento"N46 ovvero avanzato richieste di integrazione istruttoria e/o documentale, i richiedenti possono inoltrare al Comune un atto di diffida, trasmettendone copia alla Regione, la quale, decorso l'ult

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862129
Articolo 23-bis - Disposizioni attuative dell'art. 2-bis del d.p.r. 380/2001

N53

1. In attuazione di quanto previsto dall'articolo 2-bis del d.p.r. 380/2001

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862130
Articolo 23-ter - Disposizioni a salvaguardia delle aree tutelate

N47

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862131
Articolo 24 - Piani delle zone da destinare all'Edilizia di tipo Economico e Popolare

1. N16

2. N16

3. Ai Piani per l'Edilizia Economica e Popolare si applicano, per ciò che riguarda contenuti, formazione e approvazione, rispettivamente i precedenti artt. 19, 20 e 21.

4. Nell'ambito del PEEP potrà essere riservata una aliquota non superiore al 30% dell'area complessiva dest

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862132
Articolo 25 - Piani delle Aree da destinare ad Attività Produttive

1. I Comuni sprovvisti di Piani per Attività Produttive sono obbligati, qualora ciò sia previsto alle diverse scale dal QRR e dal PT, anche su richiesta degli operatori economici, alla loro formazione senza dover acquisire la preventiva autorizzazione regionale, ai sensi e per gli effetti dell'art. 27 della legge 22

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862133
Articolo 26 - Comparto

1. Nelle zone soggette ad interventi di nuova edificazione, di conservazione, risanamento, ricostruzione e migliore utilizzazione del patrimonio edilizio secondo le prescrizioni degli strumenti urbanistici generali o particolareggiati, ovvero dei Piani di Recupero di cui al titolo IV della legge 5 agosto 1978, n. 457, al fine di assicurare il rispetto di esigenze unitarie nella realizzazione degli interventi, nonché una equa ripartizione degli oneri e dei benefici tra i proprietari interessati, i Comuni  "con delibera di Giunta"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862134
Articolo 27 - Piano di Recupero del Patrimonio Edilizio

1. Il Piano di Recupero del Patrimonio edilizio esistente( PRPE) di cui agli artt. 27 e segg. della legge 5 agosto 1978, n. 457, svolge, all'interno dei centri edificati, la funzione del Piano particolareggiato e del Piano di zona per l'Edilizia di tipo Economico e Popolare.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862135
Articolo 28 - Zone di Recupero del Patrimonio Urbanistico ed Edilizio esistente - categorie di degrado

1. Agli effetti della individuazione delle zone di recupero di cui all'art. 27 della legge 5 agosto 1978, n. 457, sono definite le seguenti categorie di degrado:

a) degrado urbanistico, ove vi sia carenza della funzionalità dell'impianto urbano dovuta a insufficienza degli standards di cui al DM 2 a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862136
Articolo 29 - Elaborati del Piano di Recupero

1. Fanno parte del Piano di Recupero i seguenti elaborati:

a) descrizione storica, fisica, sociale e patrimoniale dell'immobile o degli immobili assoggettati al piano, con elenco dei proprietari e piani particellari delle proprietà da espropriare o sottoposte a particolari vincoli, rappresentate in scal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862137
Articolo 30 - Interventi edilizi

N36

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862138
Articolo 30-bis - Programma integrato d'intervento

1. Il programma integrato ha le seguenti finalità:

a) riqualificazione urbanistica, edilizia ed ambientale nonché più razionale utilizzazione e riorganizzazione di ampi settori del territorio comunale in tutto o in parte edificati o da destinare anche a nuova edificazione;

b) pluralità di funzioni, integrazione di diverse tipologie di intervento, ivi comprese le opere di urbanizzazione.

2. Qualora gli interventi siano finalizzati alla nuova edificazione è comunque necessario che una parte dell'intervento previsto dal programma sia destinato al recupero o alla riconversione del patrimonio edilizio esistente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862139
Articolo 30-ter - Programma di recupero urbano

1. I programmi di recupero urbano sono costituiti da un insieme sistematico di opere finalizzate alla realizzazione, alla manutenzione e all'ammodernamento delle urba

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862140
TITOLO III - PRINCIPI IN MATERIA DI FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI URBANISTICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862141
CAPO I - NORME ATTINENTI IL PROCEDIMENTO, LA FORMAZIONE E LA REGOLARITÀ DEGLI ATTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862142
Articolo 31 - Formazione automatica degli atti

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862143
Articolo 32 - Decorrenza dei termini

1. Tutti i termini previsti da norme della presente legge e riferiti ad atti deliberativi per i quali sia richiesto il visto di legi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862144
Articolo 33 - Variazione degli strumenti urbanistici

N36

1. Per la variazione dei piani vigenti si rinvia alle disposizioni della presente legge relative alla formazione degli strumenti urbanistici generali e attuativi.

2. Non costituiscono variante agli strumenti urbanistici generali ed attuativi:

a) le correzioni di errori materiali, nonché gli atti che eliminano contrasti fra enunciazioni dello stesso strumento e per i quali sia evidente e univoco il rimedio;

b) gli adeguamenti di limitata entità della localizzazione delle aree destinate alle infrastrutture, agli spazi e alle opere destinate a servizi sociali e ad attrezzature di interesse generale;

c) gli adeguamenti, entro il 10% della superficie territoriale, di limitata entità dei perimetri delle aree sottoposte a strumento attuativo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862145
Articolo 34 - Documentazione e copie

1. In tutte le ipotesi della presente legge in cui si preveda la presa visione da parte del pubblico di atti o documenti di piano, c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862146
Articolo 35 - Norme sulla trasparenza amministrativa

1. Prima dell'adozione del PRG e del PRE, o contestualmente ad essa, il Consiglio Comunale accerta la consistenza delle proprietà immobiliari situate nel territorio comunale, appartenenti ai singoli Consiglieri Comunali, al loro coniuge ed agl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862147
Articolo 35-bis - Integrazione delle procedure di VAS e di pianificazione

N35

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862148
TITOLO III - PRINCIPI IN MATERIA DI FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI URBANISTICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862149
CAPO II - NORME PER LA PROGETTAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862150
Articolo 36 - Disciplinare - tipo di progettazione

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862151
TITOLO IV - DISCIPLINA ORGANIZZATIVA E FUNZIONALE DEGLI ORGANISMI TECNICO - CONSULTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862152
CAPO I - CONFORMAZIONE DELLE STRUTTURE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862153
Articolo 37 - Comitato regionale tecnico amministrativo

1. Per agevolare l'attuazione delle finalità della presente legge è istituito il comitato regionale tecnico amministrativo (CRTA) che si articola in quattro Sezioni urbanistiche provinciali.

2. Il comitato esprime pareri in materia di pianificazione, assetto ed uso del suolo ed esercita, in generale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862154
Articolo 38 - Comitato regionale tecnico amministrativo. Composizione

1. Il comitato regionale tecnico amministrativo è formato da:

a) il componente della Giunta regionale preposto al settore, o da suo delegato da designarsi tra i membri del comitato, con funzioni di presidente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862155
Articolo 39 - Comitato per il Territorio e l'Ambiente

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862156
Articolo 40 - Sezione Pianificazione

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862157
Articolo 41 - Sezione Legislativa e Vigilanza

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862158
Articolo 42 - Sezioni Urbanistiche Provinciali

1. Ciascuna Sezione urbanistica provinciale è composta da sei esperti esterni, di cui due in rappresentanza delle minoranze, eletti da ogni Consiglio provinciale, e da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862159
Articolo 43 - Segreteria degli Organismi Consultivi

1. Le funzioni di Segretario degli Organismi Consultivi, di cui ai precedenti articoli sono svolte da Funzionari regionali o provinc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862160
Articolo 44 - Designazione degli esperti e attribuzioni del Presidente del CRTA

1. I componenti del comitato regionale per il territorio e l'ambiente e delle Sezioni provinciali sono scelti, di norma, tra esperti i quali si impegnino, per la durata del mandato, a non assumere incarichi di progettazione di strumenti urbanistici e di pianificazione di competenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862161
Articolo 45 - Partecipazione alle sedute a titolo consultivo

1. Alle sedute del "CRTA" e delle Sezioni possono essere chiamati a partecipare, senza diritto di voto, i rappresentanti della Soprintendenza ai Beni Ambientali, Architettonici, Artistici e Storici, dell'Ispettorato Regionale delle Foreste, della Soprintendenza Archeologica, del Provveditorato Regio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862162
Articolo 46 - Servizio Urbanistico Provinciale

1. Per l'esercizio delle funzioni in materia urbanistica e di pianificazione e per lo svolgimento dell'attività tecnico - consultiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862163
Articolo 47 - Incompatibilità, Astensione e Decadenza

1. Non possono far parte in qualità di esperti del "CRTA" e delle sue articolazioni funzionali i Sindaci e gli Assessori in carica nei Comuni della Regione, né i Presidenti e gli Assessori delle Province.

2. I Consiglieri Comunali e Provinciali nonché i componenti delle commissioni Edilizie ed Urbanistiche Comunali e quanti abbiano carichi pendenti con il Comune in materia di urbanistica, non possono deliberare né in sede consultiva né in sede decisionale sugli atti di pianificazione ai quali comunque abbiano concorso nella fase formativa.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862164
TITOLO IV - DISCIPLINA ORGANIZZATIVA E FUNZIONALE DEGLI ORGANISMI TECNICO - CONSULTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862165
CAPO II - DISCIPLINA FUNZIONALE DEGLI ORGANISMI CONSULTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862166
Articolo 48 - Formazione della volontà collegiale

1. Gli Organismi collegiali chiamati a concorrere, con visti, riscontri e pareri, alla formazione degli atti e provvedimenti di pianificazione, so

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862167
Articolo 49 - Calendario e articolazione dei lavori

1. Il Presidente del CRTA ed i Presidenti delle Sezioni Provinciali, predispongono ed aggiornano periodicamente il calendario dei lavori per l'attività degli Organismi consultivi previsti dalla presente legge, dandone comunicazione ai Presidenti del Cons

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862168
Articolo 50 - Commissione Istruttoria

1. La Commissione Istruttoria esamina, presso le sedi della Regione o della Provincia gli elaborati progettuali, gli atti ed i documenti connessi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862169
Articolo 51 - Istruttoria

1. N1

2. Secondo l'ordine prestabilito dal calendario dei lavori, gli Uffici preposti svolgono la ricognizione preliminare del contenut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862170
Articolo 52 - Ordine del giorno delle sedute

1. Il Presidente, per ogni seduta del "CRTA" e delle Sezioni, formula un ordine del giorno dei lavori; ne dà comunicazione ai Compo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862171
Articolo 53 - Verbalizzazione delle sedute

1. Le sedute degli Organismi tecnico - consultivi sono verbalizzate su apposito registro e, per ogni argomento, si registrano: oggetto, località, N1, Commissione Ist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862172
Articolo 54 - Parere, efficacia e sospensione dei termini

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862173
Articolo 55 - Pubblicazione dell'attività degli Organismi consultivi

1. Le Segreterie del "CRTA" e delle Sezioni, coadiuvate dagli Uffici del Settore, sono tenute ad aggiornare mensilmente lo schedario

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862174
TITOLO IV - DISCIPLINA ORGANIZZATIVA E FUNZIONALE DEGLI ORGANISMI TECNICO - CONSULTIVI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862175
CAPO III - DISCIPLINA DELLA ORGANIZZAZIONE INTERNA DELLE STRUTTURE AMMINISTRATIVE REGIONALI E PROVINCIALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862176
Articolo 56 - Servizi regionali e provinciali in materia di urbanistica ed uso del suolo

1. Allo svolgimento delle attività in materia urbanistica e pianificazione territoriale, adempiono i Servizi, gli Uffici e le Unità operative del I Dipartimento della Giunta Regionale - Settore Urbanistica ed Assetto del Territorio e quelli istituiti presso le Province per:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862177
TITOLO V - MISURE DI SALVAGUARDIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862178
Articolo 57 - Salvaguardia nei confronti di domande ed istanze

1. Dalla data di prima adozione di ogni atto e documento di pianificazione, e fino alla loro entrata in vigore, il Sindaco è tenuto a sospendere ogni determinazione sulle domande di autorizzazioni e di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862179
Articolo 58 - Salvaguardia nei confronti di provvedimenti rilasciati

1. A richiesta del Sindaco e per il periodo indicato nel primo comma dell'articolo precedente, "Giunta provinciale su parere della Sezio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862180
Articolo 59 - Lavori in contrasto con successive prescrizioni urbanistiche

1. Il termine di cui al penultimo comma dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862181
TITOLO VI - NORME REGOLATRICI DELL'ATTIVITÀ EDILIZIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862182
CAPO I - CONCESSIONE ED AUTORIZZAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862183
Articolo 60 - Concessione edilizia

1. È legittimato ad ottenere la concessione edilizia il proprietario o altro titolare di diritto reale ai sensi della legge civile. Possono richiedere ed ottenere le autorizzazioni per le opere di cui al successivo comma 5, oltre ai soggetti predetti anche i legittimi possessori o detentori dell'immobile.

2. Il proprietario o chi ne ha titolo deve chiedere al Sindaco la concessione per l'esecuzione di qualsiasi attività comportante trasformazione edilizia ed urbanistica del territorio comunale.

3. La qualità di proprietario o di avente titolo deve essere documentata.

4. L'atto di impegno unilaterale e le convenzioni previsti dagli artt. 7 - 8 della legge 28.7.1977, n. 10 e 9 della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862184
Articolo 61 - Mappa degli asservimenti di aree

1. Presso l'Ufficio Tecnico comunale o, in mancanza, presso la Segreteria Comunale, è conservata una copia delle mappe catastali vigenti, firmate dal Sindaco, da aggiornarsi sulla base delle concessioni rilasciate.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862185
Articolo 62 - Controllo partecipativo

1. Chiunque ha diritto di prendere visione, presso gli Uffici comunali, delle domande e dei relativi progetti e delle concessioni ed

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862186
Articolo 63 - Intervento sostitutivo per mancato rilascio di concessione

N37

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862187
Articolo 64 - Deroghe degli strumenti urbanistici generali

N38

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862188
TITOLO VI - NORME REGOLATRICI DELL'ATTIVITÀ EDILIZIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862189
CAPO II - PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE (PPA)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862190
Articolo 65 - Dimensionamento e contenuti

1. Salvo il disposto dell'art. 91, comma 4 della presente legge i Comuni hanno la facoltà di adottare il programma pluriennale di attuazione sulla base dei seguenti criteri indicativi:N1

a) analisi della situazione di fatto dei vari tipi di insediamento e della dinamica demografica e socio - economica;

b) indiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862191
Articolo 66 - Formazione ed approvazione

1. N1

2. Il PPA adottato è depositato per 30 giorni consecutivi, decorrenti dalla data di affissione presso la Segreteria Comunale; dell'avvenuto deposito è dato avviso al pubblico a mezzo di manifesti ed, eventualmente, anche in altre for

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862192
Articolo 67 - Effetti

1. In caso di mancata presentazione dell'istanza di concessione nei termini previsti, il Comune, ove non ritenga di inserire le relative aree ed immobili nel successivo PPA, procede all'esproprio degli stessi ai sensi dell'art. 13, 6° comma della legge 28.1.1977, n. 10. Le aree espropriate conservano la destinazione d'uso prevista dallo strumento urbanistico vigente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862193
TITOLO VII - TUTELA E TRASFORMAZIONE DEI SUOLI AGRICOLI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862194
Articolo 68 - Principi generali ed ambito di applicazione

1. Sono considerati obiettivi prioritari per la Regione la valorizzazione ed il recupero del patrimonio agricolo, la tutela e l'efficienza delle unità produttive, ottenute anche a mezzo del loro accorpamento, ed ogni intervento atto a soddisfare le esigenze economiche e sociali dei produttori, dei lavoratori agricoli e delle imprese diretto - co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862195
Articolo 69 - Contenuto dei piani territoriali e degli strumenti urbanistici

1. Il PT, il PRG ed il PRE hanno lo specifico compito di:

a) individuare, anche in riferimen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862196
Articolo 70 - Utilizzazione edificatoria dei suoli agricoli ai fini residenziali

1. L'utilizzazione edificatoria residenziale dei suoli agricoli è ammessa per residenze che conservino la destinazione del suolo e tutelino l'ambiente nelle sue caratteristiche contadine; l'indice di edificabilità massimo fondiario relativo alla residenza è di 0,03 mc. per mq.; l'unità minima aziendale, ai fini del rilascio della concessione edilizia, è di un ettaro e la volumetria di ogni singolo edificio residenziale non può superare 800 mc.N1

2. Al fine di soddisfare le esigenze delle famiglie coltivatrici definite al seguente comma 4, è consentito l'accorpamento di fondi rustici di proprietà non contigui, purché facenti parte della stessa unità aziendale e compresi all'interno del territorio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862197
Articolo 71 - Manufatti connessi alla conduzione del fondo

N8

1. Sono considerati manufatti connessi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862198
Articolo 72 - Impianti produttivi nei suoli agricoli

1. Nei suoli agricoli sono ammessi impianti o manufatti edilizi destinati alla lavorazione o trasformazione dei prodotti agricoli ed alla produzione zootecnica, secondo le seguenti indicazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862199
Articolo 73 - Agriturismo

1. Nel territorio agricolo è consentito l'esercizio delle attività agrituristiche e del turismo rurale nei limiti delle norme regi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862200
Articolo 74 - Utilizzazione edificatoria dei suoli agricoli in assenza di strumenti urbanistici comunali

1. In assenza dello strumento urbanistico comunale, l'utilizzazione edificatoria ai fini residenziali, al di fuori dei perimetri dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862201
TITOLO VIII - ATTRIBUZIONI DI COMPETENZA A PROVINCE E COMUNI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862202
Articolo 75 - Funzioni di natura urbanistica esercitate dalle Province

1. La Provincia esercita le seguenti attribuzioni e funzioni delegate:

a) N1

b) cura gli adempimenti relativi alla formazione ed alla adozione dei Piani Territoriali e dei relativi ade

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862203
Articolo 76 - Delega di funzioni di natura urbanistica ed edilizia ai Comuni

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862204
TITOLO IX - NORME TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862205
CAPO I - NORME PER LA TUTELA E LA TRASFORMAZIONE DELL'AMBIENTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862206
Articolo 77 - Principi generali e norme di rinvio

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862207
Articolo 78 - Centri Storici

1. I Centri Storici sono definiti, nel PRG, nel PRE e nelle NUE, attraverso analisi:

- sullo stato di conservazione della struttura urbana nei suoi caratteri architettonici, stilistici e formali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862208
Articolo 79 - Tutela delle riserve boschive

1. È vietata ogni attività di trasformazione urbanistica:

a) nelle aree che risultin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862209
Articolo 80 - Tutela delle coste

N50

1. Fatte salve le disposizioni più restrittive previste da atti pianificatori generali o normativi vigenti, gli interventi edilizi sono assoggettati alle seguenti limitazioni. N51

2. Lungo le coste marine e lacuali, l'edificazione, al di fuori del perimetro del centro urbano, è interdetta entro la fascia di metri duecento dal demanio marittimo o dal ciglio elevato sul mare ovvero dal limite demaniale dei laghi.

3. Lungo i corsi d’acqua riportati nell’allegato A della L.R. 3 novembre 2015, n. 36 (Disposizioni in materia di acque e di autorizzazione provvisoria degli scarichi relativi ad impianti di depurazione delle acque reflue urbane in attuazione dell'art. 124, comma 6, del decreto legislativo 152/2006

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862210
Articolo 81 - Tutela dei parchi, delle riserve e della flora

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862211
Articolo 82 - Tutela dell'ambiente insediato

1. I PRG, i PRE per gli interventi a concessione diretta ed i piani attuativi devono comprendere:

- l'indicazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862212
Articolo 83 - Attività estrattive e di escavazione

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862213
TITOLO IX - NORME TRANSITORIE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862214
CAPO II - NORME PER LA TUTELA, CONSERVAZIONE, TRASFORMAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862215
Articolo 84 - Principi generali

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862216
Articolo 85 - Funzionamento degli Organismi Consultivi

1. Tutte le disposizioni della presente legge contenenti norme sulla costituzione, organizzazione e funzionamento delle strutture pu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862217
Articolo 86 - Prima formazione del QRR

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862218
Articolo 87 - Pianificazione di settore

1. Prima della formazione del PT, i Piani Territoriali delle Aree e Nuclei di Sviluppo Industriale ed i Piani Urbanistici delle Comunità Montane, dovranno essere adeguati alle previsioni del QRR, dei Piani di Settore e dei Progetti Speciali Territoriali.

2. Alla data di approvazione del PT, i Piani medesimi cesseranno la loro efficacia.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862219
Articolo 88 - Prima formazione del PT

1. In sede di prima formazione del PT con il procedimento di cui al precedente art. 8 le Province debbono utilizzare e razionalizzare le indicazioni fornite dai

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862220
Articolo 89 - Disciplina urbanistica nelle zone prive di strumenti urbanistici generali

1. Nei Comuni per qualunque ragione sforniti di strumento urbanistico generale vigente o nelle aree nelle quali siano scaduti i vincoli urbanistici ai sensi dell'art. 2 della legge 19.11.1968

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862221
Articolo 90 - Pianificazione attuativa

1. Fino all'approvazione del PT gli strumenti urbanistici attuativi approvati ed in corso di esecuzione all'entrata in vigore della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862222
Articolo 91 - Criteri per la pianificazione comunale

1. Fino all'approvazione dei PT, i Comuni, in occasione della formazione di nuovi strumenti Urbanistici Generali o della revisione di quelli esistenti, facendo salve, se necessario, le previsioni insediative non attuate degli Strumenti previgenti - ancorché annullati in sede giurisdizionale - debbono rispettare i seguenti criteri di dimensionamento:

a) la quantità massima di vani realizzabili mediante interventi di nuova edificazione è stabilita, per i Comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti, nel 10% dei residenti nell'anno precedente all'adozione del Piano

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862223
Articolo 92 - Norme transitorie sull'approvazione degli strumenti urbanistici giacenti presso la Regione

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862224
Articolo 93 - Prima fase di attivazione delle Sezioni Urbanistiche Provinciali

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862225
Articolo 94 - Corredo cartografico degli strumenti urbanistici

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862226
Articolo 95 - Norma finanziaria

1. Per l'iniziale perseguimento delle finalità di cui al punto 10 del precedente art. 1, è stanziata, per l'anno 1982, la somma di L. 300.000.000.

2. Al relativo onere, si provvede introducendo le seguenti variazioni, sia in termini di competenza che di cassa, nello stato di previsione della spesa del bilancio per l'esercizio 1982:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862227
Articolo 96 - Finanziamenti di opere pubbliche

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
17964 8862228
Articolo 97 - Norma finale

1. Sono abrogate tutte le disposizioni contrarie o incompatibili con quelle della presente legge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Impresa, mercato e concorrenza

Marche: sostegno alle imprese che investono nell’economia circolare

La Regione Marche concede opportunità di finanziamento a fondo perduto per quelle imprese che investono secondo le logiche di miglioramento ambientale ed economia circolare basate cioè sulla re immissione in circolo di materiali, beni, energia per favorire la crescita economica e sociale della collettività attraverso un uso più efficiente e sostenibile delle risorse e il rispetto dell'ambiente.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Urbanistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Aree urbane
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze

Lazio: 2,8 milioni per la tutela e il recupero dei centri storici

Concessione di contributi in conto capitale ai Comuni del Lazio, ad esclusione di Roma Capitale, per la realizzazione di opere e lavori pubblici finalizzati alla tutela e al recupero dei centri storici. Stanziato un fondo di oltre 2,8 milioni di euro destinato per il 64% ai Comuni sotto i 5.000 abitanti e per il restante 36% ai Comuni con popolazione pari o superiore ai 5.000 abitanti. Verranno stilate due distinte graduatorie e sarà attribuito un punteggio premiante a quei Comuni che presentano progetti con rilevante attenzione al tema della sostenibilità ambientale.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Compravendita e locazione
  • Lavoro e pensioni
  • Servizi pubblici locali
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Appalti e contratti pubblici
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Enti locali
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • DURC
  • Pianificazione del territorio
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pianificazione del territorio
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Titoli abilitativi
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Rifiuti
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Limiti di emissione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW