FAST FIND : NN13063

D. Min. Infrastrutture e Trasp. 08/05/2014, n. 185

Modifiche al decreto ministeriale 10 maggio 2002, n. 215, recante "Limiti di reddito, criteri per l'assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione e requisiti degli assegnatari degli alloggi di edilizia sovvenzionata ed agevolata realizzati ai sensi dell'art.18 della legge 12 luglio 1991 n. 203".
Scarica il pdf completo
1254160 1289553
[Premessa]


Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti


Visto l'articolo 18 del decreto legge, 13 maggio 1991, n. 152 R, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203 R, ha dato avvio, al fine di favorire la mobilità del personale, ad un programma straordinario di edilizia residenziale da concedere in locazione o in godimento ai dipendenti delle amministrazioni dello Stato quando è strettamente necessario alla lotta alla criminalità organizzata, con priorità per coloro che vengano trasferiti per esigenze di servizio;

Vista la delibera Cipe 20 dicembre 1991 con la quale sono stati fissati i criteri e le modalità di pres

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289554
Articolo 1

Il comma 2 dell'articolo 1 del decreto ministeriale 10 maggio 2002, n. 215 Rè sostituito dal seguente:

"2. Le Prefetture provvedono, nei sessanta giorni successivi al ricevimento delle comunicazioni d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289555
Articolo 2

L'articolo 3 del decreto ministeriale 10 maggio 2002, n. 215 Rè sostitu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289556
Articolo 3

L'articolo 4 del decreto ministeriale 10 maggio 2002, n. 215 Rè sostituito dal seguente:

"1. Il canone annuo degli alloggi di edilizia sovvenzionata non può superare il 3,85 per cento del limite massimo di costo di cui al D.M. 5 agosto 1994 vigente nella regione al momento della comunicazione di cui al precedente articolo l, comma 1, per gli interventi di edilizia sovvenzionata.

2. In relazione ai redditi degli assegnatari degli alloggi di edilizia sovvenzionata, il canone annuo da applicare viene determinato nelle misure seguenti:

a) per redditi fino a € 20.000,00 il 40 per cento del canone, come determinato al punto 1;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289557
Articolo 4

L'articolo 7 del decreto ministeriale 10 maggio 2002, n. 215 Rè sostituito dal seguente:

"1. Per i programmi già eseguiti per il 50 per cento alla data di pubblicazione del presente decreto, i soggetti attuatori comunicano, tempestivamente, alle Prefetture competenti per territorio, al comune e al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Direzione generale per le politiche abitative, il numero e le caratteristiche degli alloggi, nonché il canone per ciascuno di essi, determinato secondo i criteri stabiliti nell'articolo 4.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289558
Articolo 5

1. Per quanto disposto dai precedenti articoli, lo schema di avviso per l'assegnazione degli alloggi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1254160 1289559
Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili

Il programma di edilizia residenziale per i dipendenti pubblici impegnati nella lotta alla criminalità organizzata (D.L. 152/1991)

Questo articolo riepiloga tutto quello che c’è da sapere sul programma per la costruzione di alloggi da concedere in locazione od in godimento a dipendenti delle amministrazioni dello Stato impegnati nella lotta alla criminalità organizzata previsto dall’art. 18 del D.L. 13/05/1991, n. 152 (convertito in legge dalla L. 203/1991), alla luce delle continue modifiche apportate negli anni alla relativa disciplina (da ultimo, con la Legge di bilancio 2018 che ha prorogato al 31/12/2018 il termine per la ratifica degli accordi di programma ai fini della possibile rilocalizzazione degli interventi).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico

Lombardia: 15 mln di euro per l’efficientamento energetico delle case popolari

Ammonta a 15 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lombardia per opere di efficientamento energetico su immobili destinati a servizi abitativi pubblici già oggetto di interventi di riqualificazione edilizia. Le opere finanziate sono mirate al raggiungimento di prestazioni energetiche ed emissive di standard più elevati. Saranno ammessi all'agevolazione progetti di importo minimo netto dei lavori di efficientamento energetico pari a € 100.000 risultante dal quadro economico allegato al progetto; opere di valore inferiore non saranno ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia residenziale
  • Efficienza e risparmio energetico

Veneto: 10 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare a destinazione residenziale

Dieci milioni di euro per l'assegnazione di contributi in conto capitale a favore delle ATER per l'efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico residenziale. L'aliquota massima di sostegno è pari al 90% della spesa ammissibile e l’intervento deve comportare una spesa non inferiore a € 200.000,00 e non superiore a € 2.000.000,00. I progetti devono riguardare un edificio, o un complesso edilizio, della superficie utile minima di 500 mq dotato, all'atto della presentazione della domanda, di attestato di prestazione energetica (APE) redatto e registrato nell'archivio regionale online successivamente al 01/10/2015.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Efficienza e risparmio energetico

Bolzano: misure per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici pubblici residenziali

Il bando promuove l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici pubblici residenziali, al fine di raggiungere l'obiettivo specifico degli indicatori stabiliti nel programma FESR 2014-2020: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Compravendita e locazione

Emilia Romagna: bando Housing sociale 2019

Bando da 5 milioni di euro per sperimentare soluzioni abitative innovative e agevolare l'accesso alla proprietà e alla locazione per la prima casa. La misura è rivolta a cooperative e imprese costruttrici per completare nuovi appartamenti e recuperare quelli più vecchi. Con il progetto si affronta il tema dell'emergenza abitativa e si promuovono interventi di riqualificazione attraverso il recupero di vecchi edifici, anche sul piano dell'efficienza energetica e sismica.
A cura di:
  • Anna Petricca