DOCUMENTO ISTRUTTORIO

Info
Titolo: 
DOCUMENTO ISTRUTTORIO

Oggetto: Interventi di prevenzione del rischio sismico. Approvazione del Programma per l’utilizzo delle risorse finanziarie di cui all’OPCM n. 4007 del 29 febbraio 2012

- Annualità 2011.

L’articolo n. 11 “Interventi per la prevenzione del rischio sismico” della legge 24 giugno 2009, n. 77 R “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 28 aprile 2009, n. 39, recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile” stabilisce l’istituzione di un Fondo per la prevenzione del rischio sismico dell’importo di 44 milioni di euro per l’anno 2010; di euro 145,1 milioni per l’anno 2011; di euro 195,6 milioni per ciascuno degli anni 2012, 2013 e 2014; di euro 145,1 milioni per l’anno 2015 e di euro 44 milioni per l’anno 2016.

L’attivazione dell’iniziativa, che per la prima volta in Italia intende finanziare in modo articolato e prolungato la prevenzione sismica, è avvenuta con la pubblicazione, nella G.U. n. 281 del 1° dicembre 2010, dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3907 del 13 novembre 2010 “Interventi per la prevenzione del rischio sismico”, con la quale sono state disciplinate le modalità di ripartizione dei contributi e le specifiche tecniche per l’accesso agli stessi.

Successivamente, con la pubblicazione, nella G.U. n. 138 del 15 giugno 2012, dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 4007 “Attuazione dell’art. 11 del decreto legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77” si è avviata la seconda annualità della suddetta iniziativa con la regolamentazione delle modalità di ripartizione dei contributi e con l’indicazione delle specifiche tecniche per l’accesso agli stessi.

La suddetta ordinanza rappresenta quindi un ulteriore passo di un programma pluriennale di prevenzione sismica e riguarda, per l’annualità 2011, una disponibilità di circa 145 milioni di Euro a fronte di un programma completo che prevede una spesa complessiva di 965 milioni di euro in 7 anni.

Questi fondi, per le azioni di prevenzione sismica, possono essere impiegati solo nei comuni italiani con maggior pericolosità sismica secondo l’elenco contenuto nell’allegato 7 dell’ordinanza.

L’intera somma disponibile per il 2011 (circa 145 milioni di euro) viene divisa, al netto dell’importo destinato alla gestione delle attivit&

...

Il contenuto completo è riservato agli abbonati.
Se sei abbonato effettua il log in per proseguire.
Se non sei abbonato, per ottenere l’accesso ai contenuti riservati puoi abbonarti oppure attivare una prova gratuita e decidere in seguito.

Se pensi che ci sia un errore contatta il Servizio Clienti di Legislazione Tecnica al numero verde 800.55.45.77 o inviando una email a servizio.clienti@legislazionetecnica.it