11. Piani per l'illuminazione

Info
Titolo: 
11. Piani per l'illuminazione

1) I piani per l'illuminazione dovranno essere a più basso impatto ambientale, per il risparmio energetico e per la riduzione dell'inquinamento luminoso. Dovranno essere redatti da professionisti abilitati, iscritti ad albi o collegi professionali, con la tecnica della copianificazione e lo sviluppo del principio di sussidiarietà applicato ai soggetti cui competono gli interventi di risanamento e la gestione, e costituiti da:

- Relazione illustrativa della situazione attuale corredata di carte tematiche in scala opportuna indicanti l'inquinamento luminoso;

- Piano di risanamento con l'individuazione degli interventi pubblici e privati e della priorità degli interventi;

- Norme tecniche di attuazione per l'illuminazione a più basso impatto ambientale, per il risparmio energetico e per la riduzione dell'inquinamento luminoso integrative del regolamento edilizio.

2) Obiettivi del piano sono:

a) Fornire alle amministrazioni uno strumento di pianificazione ambientale partecipato per risanare la situazione attuale, nel quale siano esplicitati gli interventi pubblici e privati, la priorità degli interventi, a chi compete eseguire gli interventi, quando e con quali risorse;

b) Fornire alle amministrazioni una regolamentazione comunale che le aiuti a governare i processi di sviluppo e le nuove programmazioni del territorio nel rispetto dell'ambiente e della qualità della vita;

c) Il contenimento dell'inquinamento luminoso atmosferico e stradale nonché dell'invasività della luce;

d) L'ottimizzazione dei costi di servizio e di manutenzione in relazione alle tipologie degli impianti;

...

Il contenuto completo è riservato agli abbonati.
Se sei abbonato effettua il log in per proseguire.
Se non sei abbonato, per ottenere l’accesso ai contenuti riservati puoi abbonarti oppure attivare una prova gratuita e decidere in seguito.

Se pensi che ci sia un errore contatta il Servizio Clienti di Legislazione Tecnica al numero verde 800.55.45.77 o inviando una email a servizio.clienti@legislazionetecnica.it