Flash news del
22/05/2019

Umbria e VIA: Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale e Verifiche di ottemperanza

È stata pubblicata sul Suppl. Ord. n. 1 al B.U.R. 22/05/2019, n. 26 la Delib. G.R. Umbria n. 582 del 2019 che ha approvato le specificazioni tecniche e procedurali in materia di procedimento per il rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale (P.A.U.R.) e per le Verifiche di ottemperanza a seguito delle modifiche al D. Leg.vo n. 152/2006 dal D. Leg.vo n. 104/2017.

La Delib. G.R. Umbria 06/05/2019, n. 582 si applica ai procedimenti relativi alle istanze per il rilascio del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale (art. 27-bis del D. Leg.vo n. 152/2006) e all'istanze di Verifica di ottemperanza delle condizioni ambientali (art. 28 del D. Leg.vo n. 152/2006) presentate dal 09/05/2019, data di pubblicazione della deliberazione sul sito web della Giunta regionale.
Le linee guida approvate ed i relativi allegati forniscono i necessari indirizzi operativi e procedurali per consentire ai soggetti preposti una compiuta istruttoria tecnico-amministrativa dei progetti sottoposti a P.A.U.R. nonché per lo svolgimento delle attività di vigilanza e controllo inerenti la Verifica di ottemperanza delle "condizioni ambientali" impartite con il provvedimento di VIA e di Verifica di assoggettabilità a VIA, in applicazione delle procedure delineate dalle norme di cui al D. Leg.vo n. 152/2006 come modificato dal D. Leg.vo n. 104/2017.
Gli indirizzi contenuti nelle Specificazioni tecniche e procedurali sono a tutti gli effetti cogenti e vincolanti per le strutture della Regione e per quelle riconducibili al medesimo livello di governo (Rappresentante Unico regionale, Autorità Competente e Autorità preposte alla Verifica di ottemperanza delle condizioni ambientali) e costituiscono specifico riferimento per i Rappresentanti Unici designati dalle altre Amministrazioni/Enti competenti per il rilascio del giudizio di VIA e dei titoli abilitativi necessari alla realizzazione e all'esercizio del progetto.

Con successivi atti della Giunta regionale saranno definiti gli importi specifici a carico dei Proponenti da versare quale contributo nei confronti di ARPA Umbria per lo svolgimento delle attività di vigilanza e controllo inerenti all’applicazione delle disposizioni di cui al Titolo III della Parte seconda del D. Leg.vo n. 152/2006.
 

Dalla redazione