Flash news del
19/02/2019

Ingegneri e architetti dipendenti: preclusione iscrizione a Inarcassa e obbligo Gestione separata INPS

La Corte di Cassazione, con la sentenza 11/02/2019, n. 3913, si pronuncia sull’obbligo di versamento del contributo integrativo all’Inarcassa del professionista (ingegnere o architetto) lavoratore dipendente e sull’iscrizione alla Gestione separata INPS, nel solco degli orientamenti recentemente espressi.

Ai sensi dell’art. 21, comma 5, L. 03/01/1981, n. 6, l'iscrizione all’Inarcassa è preclusa agli ingegneri e agli architetti che siano iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie in dipendenza di un rapporto di lavoro subordinato o comunque di altra attività esercitata. Ne consegue che gli ingegneri e gli architetti che svolgono attività di lavoro dipendente, e pertanto sono iscritti presso la apposita gestione assicurativa obbligatoria in dipendenza di tale attività lavorativa, non possono iscriversi all’Inarcassa.

Al riguardo la Corte di Cassazione (sent. 11/02/2019, n. 3913) ha ribadito che:

- il lavoratore dipendente, come tale iscritto ad apposita forma di previdenza obbligatoria, esercente part-time la professione di ingegnere, non ha diritto all'iscrizione all'Inarcassa e non è dunque tenuto al versamento del contributo soggettivo alla Cassa, ma è tenuto al versamento del contributo integrativo, dovuto da tutti gli iscritti agli Albi di ingegnere e architetto. L’obbligo del versamento del contributo integrativo “costituisce espressione del principio solidaristico che permea il sistema previdenziale” e trae idonea giustificazione dalla sola circostanza dell'iscrizione all'Albo, la quale è libera e fonte, di per sé, di utilità almeno potenziali;

- l'obbligo di versamento del contributo integrativo non contrasta con l'art. 2, comma 26 della L. 08/08/1995, n. 335, in quanto la contribuzione integrativa, che non attribuisce al lavoratore una copertura assicurativa per gli eventi della vecchiaia, dell'invalidità e della morte in favore dei superstiti, non osta all'obbligo di iscrizione alla Gestione separata presso l'INPS.

Dalla redazione