Flash news del
05/12/2018

Contributi all'ANAC sui contratti pubblici: ampliata l'esenzione di pagamento per il centro Italia

L'ANAC ha comunicato la sospensione del pagamento del contributo per l’affidamento di lavori, servizi e forniture relativi a ulteriori interventi da realizzare nell'ambito della ricostruzione, pubblica e privata, nei territori del centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017.

Con la Delib. ANAC 29/03/2017, n. 359, il Consiglio dell’ANAC ha disposto l’esonero dal pagamento del contributo dovuto dai soggetti vigilati (stazioni appaltanti e operatori economici) - ai sensi dell'art. 1, commi 65 e 67, della L. 266/2005 - per l’affidamento di lavori, servizi e forniture espletati nell’ambito della ricostruzione nei territori dell'Italia centrale colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017.

Con il Com. ANAC 21/11/2018, il Presidente dell’ANAC ha comunicato che con Delibera (n. 1078) del 21 novembre 2018 il Consiglio dell'ANAC ha disposto l'esenzione dal pagamento del contributo in sede di gara per ulteriori interventi inerenti le attività di ricostruzione necessarie a seguito degli eventi sismici del centro Italia del 2016 e 2017.

Nelle more che la suddetta Delibera ANAC 1078/2018, che integra la Delib. ANAC 29/03/2017, n. 359, sia approvata e resa esecutiva, il Consiglio dell'ANAC ha disposto la sospensione dal pagamento del contributo anche per tali ulteriori interventi di ricostruzione, relativi in particolare
- ai comuni di cui all'allegato 2-bis del D.L. 189/2016 e
- agli immobili distrutti o danneggiati ubicati in altri comuni delle regioni interessate, diversi da quelli indicati negli allegati 1, 2 e 2-bis, del D.L. 189/2016, purché sia dimostrato il nesso di causalità diretto tra i danni ivi verificatisi e gli eventi sismici, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del D.L. 189/2016.
 

Dalla redazione