Flash news del
11/07/2018

Toscana: attuazione del principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti

La D.G.R. Toscana 648 del 2018 fornisce agli uffici regionali indicazioni operative per l'effettuazione degli affidamenti a mezzo di procedure negoziate, di cui allart. 36 comma 2 lett. a) b) e c) del Codice dei contratti, al fine di adeguare le modalità di affidamento e i controlli a quanto previsto dalla Linea guida n. 4 dell'ANAC.

Sul BURT n. 28 Parte II del 11/07/2018 è stata pubblicata la Delib. G.R. Toscana 11/06/2018, n. 648 recante “Indicazioni agli uffici regionali per l'effettuazione delle procedure negoziate e per l'applicazione del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti per l'effettuazione dei controlli".
La deliberazione attua le previsioni delle Linee guida n. 4 (approvata con Delib. ANAC 1097/2016 e aggiornata con Delib. ANAC 206/2018) recante “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” che fornisce le indicazioni generali per l’applicazione delle quali demanda alle stazioni appaltanti l'adozione delle disposizioni generali.

Le strutture regionali sono tenute ad applicare le indicazioni approvate con la presente deliberazione e, relativamente all’applicazione del principio di rotazione, le previsioni dovranno essere attuate per le procedure avviate successivamente al 11/06/2018, data di adozione della delibera.

Al fine di una maggiore chiarezza e facilità di applicazione, il provvedimento revoca le disposizioni fornite con le Delib. G.R. Toscana 438/2016, Delib. G.R. Toscana 1305/2016 e Delib. G.R. Toscana 643/2017.
In materia di attività contrattuale si attende ora un necessario adeguamento delle disposizioni della normativa regionale non più in linea con il nuovo Codice dei contratti (L.R. Toscana 38/2007 e regolamenti attuativi).
 

Dalla redazione