Ritenuto in diritto

Info
Titolo: 
Ritenuto in diritto

Ai fini della definizione della questione controversa sottoposta a questa Autorità con l’istanza di parere in esame si deve, preliminarmente, evidenziare che costituisce ius receptum (cfr. ex plurimis Cons. Stato, Sez. V, 19 novembre 2009, n. 7247; 6 aprile 2009, n. 2138; Sez. IV, 12 giugno 2007, n. 3103; Sez. VI, 10 gennaio 2007, n. 37), l'affermazione secondo cui i bandi di gare d’appalto possono prevedere requisiti di partecipazione perfino più rigorosi di quelli indicati dalla legge, purché non discriminanti ed abnormi rispetto alle regole proprie del settore.

L’esercizio di detto potere discrezionale costituisce, in realtà, precipua attuazione dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento dell'azione amministrativa, predicati dall’art. 97 della Costituzione, e si sostanzia, quindi, nel potere-dovere assegnato all'amministrazione di apprestare (proprio attraverso l’individuazione degli specifici requisiti di ammissione

...

Il contenuto completo è riservato agli abbonati.
Se sei abbonato effettua il log in per proseguire.
Se non sei abbonato, per ottenere l’accesso ai contenuti riservati puoi abbonarti oppure attivare una prova gratuita e decidere in seguito.

Se pensi che ci sia un errore contatta il Servizio Clienti di Legislazione Tecnica al numero verde 800.55.45.77 o inviando una email a servizio.clienti@legislazionetecnica.it