Ritenuto in diritto

Info
Titolo: 
Ritenuto in diritto

La questione controversa sottoposta a questa Autorità con l’istanza di parere indicata in epigrafe attiene alle caratteristiche tecniche dell’oggetto della fornitura in affidamento, concernente ricambi meccanici per autobus in uso all’ARPA S.p.A. (Agenzia di trasporto pubblico regionale), nonché ai criteri di valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa ove, tra gli elementi di valutazione dell’offerta tecnica, viene dato rilievo, attraverso l’attribuzione di un punteggio, all’ubicazione dei magazzini di proprietà del concorrente (definita dal rapporto tra le dimensioni di detti magazzini e la distanza dalle sedi operative della stazione appaltante).

In ordine alla prima questione è da premettere che, secondo quanto già espresso dall’Autorità in precedenti occasioni (si vedano i pareri 23 aprile 2009 n. 57; 20 dicembre 2007 n. 158; 10 ottobre 2007 n. 51; 19 luglio 2007 n. 256) in conformità all’indirizzo tracciato dal giudice amministrativo, ai sensi dell’art. 68 del D.Lgs. n. 163/2006R, le specifiche tecniche di appalto devono consentire pari accesso agli offerenti e non devono comportare la creazione di ostacoli ingiustificati alla concorrenza (comma 2) e, a meno di non essere giustificate dall’oggetto dell’appalto, le dette specifiche non possono menzionare una fabbricazione o provenienza determinata, né far riferimento a un’origine o produzione specifica che avrebbe come effetto di favorire o eliminare talune imprese o prodotti (comma 13).

Pertanto, l’eventuale indicazione di marchi o prodotti deve essere collegata a diciture quali “o equivalente” ovvero “tipo”, significative della volontà dell’amministrazione di utilizzare

...

Il contenuto completo è riservato agli abbonati.
Se sei abbonato effettua il log in per proseguire.
Se non sei abbonato, per ottenere l’accesso ai contenuti riservati puoi abbonarti oppure attivare una prova gratuita e decidere in seguito.

Se pensi che ci sia un errore contatta il Servizio Clienti di Legislazione Tecnica al numero verde 800.55.45.77 o inviando una email a servizio.clienti@legislazionetecnica.it