Avvertenze

a) Agli alloggi utilizzati come case e appartamenti per vacanze sono attribuite quattro stelle per un punteggio oltre i 35 punti, tre stelle per un punteggio da 25 a 34, due stelle per un punteggio da 17 a 24, una stella per un punteggio da 8 a 16.

b) Gli alloggi utilizzati come case e appartamenti per vacanze possono essere costituiti da:

1) un vano unico con angolo cottura, locale bagno (tipo A);

2) una camera da letto, un soggiorno con angolo cottura o cucinino, locale bagno (tipo B);

3) due camere da letto, un soggiorno con angolo cottura o cucinino, locale bagno (tipo C);

4) tre camere da letto, una cucina, un soggiorno, un locale bagno (tipo D);

5) quattro camere da letto, una cucina, un soggiorno, un locale bagno (tipo E).

b) Gli alloggi utilizzati come case e appartamenti per vacanze con oltre 35 punti devono in ogni caso essere dotati di posto auto assegnato o di garage.


C1 - Punteggio in relazione alle caratteristiche dell'alloggio e del fabbricato:


1. TIPOLOGIA DEL FABBRICATO:

villa singola (esclusi bungalow) 5

villa a schiera 4

condominio ai sensi del Codice civile (articoli 1117 e seguenti) 2

altro fabbricato non riconducibile né a villa né a condominio 3


2. UBICAZIONE DEL FABBRICATO:

distanza dalla spiaggia o dagli impianti di risalita fino a 200 metri (in linea d'aria) 4

distanza dal centro storico fino a 300 metri (in linea d'aria) 2


3. STATO DEL FABBRICATO:

fabbricato edificato negli ultimi cinque anni 5

fabbricato ristrutturato negli ultimi cinque anni 4

fabbricato edificato negli ultimi dieci anni 3

fabbricato edificato negli ultimi venti anni 2


4. STATO DELL'ALLOGGIO:

alloggio ristrutturato negli ultimi due anni 7

alloggio ristrutturato negli ultimi cinque anni 6

alloggio oggetto di manutenzione straordinaria negli ultimi due anni 5

alloggio oggetto di manutenzione straordinaria negli ultimi cinque anni 4

alloggio non ristrutturato o non oggetto di manutenzione straordinaria negli ultimi dieci anni 3

alloggio non ristrutturato o non oggetto di manutenzione straordinaria negli ultimi quindici anni 2


5. PIANO DELL'ALLOGGIO:

piano attico/villa singola 4

piano intermedio, villa a schiera e bungalow 3

piano terreno 2

seminterrato 1


6. ARREDAMENTO DELL'ALLOGGIO:

arredamento artigianale su misura o di pregio (per materiale o design) 3

arredamento comune (per materiale o design) 1


7. IMPIANTI:

impianto di climatizzazione 5

impianto di condizionamento 3

impianto di riscaldamento 2

(gli impianti, compresi, in particolare, quelli elettrici, termosanitari e idrici, devono essere conformi alle disposizioni di legge vigenti)


8. CARATTERISTICHE DELL'ALLOGGIO E SERVIZI ANNESSI:

soggiorno 1

doppi servizi 2

cucina abitabile 2

vasca con idromassaggio 1

balcone/terrazza 1

antenna centralizzata TV 1

TV 1

telefono/connessione internet 1

lavastoviglie 2

lavatrice in uso esclusivo 1

ascensore 1

garage 2

posto auto 1

giardino comune 1

giardino privato 2

piscina comune 1

piscina privata 2

giardino recintato 1

tripli servizi 3

antenna satellitare 1

posto barca 2

cassetta di sicurezza 1

alloggio compreso in un complesso nautico 1".


Dalla redazione

Costruzione in aderenza come addizione di manufatto precedente (Cass. 23968/2017)

La Corte di Cassazione, evidenziando la differenza tra le disposizioni di cui agli artt. 873 e 877 del Codice civile, chiarisce che non vi sono ragioni per negare la possibilità di costruire un manufatto in aderenza ad un fabbricato realizzato dal vicino sul confine per il solo fatto che tale manufatto costituisca addizione di un fabbricato preesistente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Abuso di ufficio anche in assenza di un accordo collusivo ed in presenza di una finalità pubblicistica (Cass. Pen 43160/2017)

La sentenza della Corte di Cassazione ribadisce importanti principi relativi alla prova della sussistenza del dolo intenzionale che qualifica il reato di abuso d’ufficio. In particolare, ai fini dell’accertamento dell’intenzionalità del vantaggio patrimoniale, non è necessaria la presenza di un accordo collusivo con il beneficiario della condotta, né può rilevare la compresenza di una finalità pubblicistica al fine di escludere il dolo intenzionale.
A cura di:
  • Emanuela Greco

Patentino ascensoristi: ripristino Commissione prefettizia per gli esami di abilitazione (DDL europea 2017)

Il disegno di legge europea per il 2017 - approvato dal Senato il 10/10/2017 e tornato alla Camera per l’approvazione definitiva - prevede il ripristino della Commissione prefettizia incaricata di svolgere le prove teorico-pratiche di esame per acquisire l’abilitazione alle attività manutentive sugli impianti di ascensore.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Requisiti igienico-sanitari nelle costruzioni

Requisiti igienico-sanitari generali delle abitazioni (altezza dei locali, superficie minima, bagni, riscaldamento, temperatura di progetto, ventilazione ed esclusione di condizioni di umidità, aspirazione di fumi ed esalazioni); Requisiti igienico-sanitari in edifici condonati e nel caso di recupero di sottotetti; Deroghe per interventi di efficientamento termico; Titoli abilitativi e requisiti igienico-sanitari: autocertificazione o parere di conformità igienico-sanitaria.
A cura di:
  • Studio Groenlandia

Vigilanza del coordinatore per l’esecuzione, obblighi e responsabilità (Cass. Pen. 45862/2017)

In materia di sicurezza sul lavoro nei cantieri il coordinatore per l’esecuzione riveste un ruolo di “alta vigilanza” che riguarda la generale configurazione delle lavorazioni e non la puntuale e stringente vigilanza, momento per momento, demandata ad altre figure operative, ossia al datore di lavoro, al dirigente, al preposto. Tuttavia il suo controllo non può essere meramente formale, ma va svolto in concreto, secondo modalità che derivano dalla conformazione delle lavorazioni con le eventuali conseguenti responsabilità.
A cura di:
  • Anna Petricca