FAST FIND : NN12453

D.L. 31/08/2013, n. 102

Disposizioni urgenti in materia di IMU, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, nonché di cassa integrazione guadagni e di trattamenti pensionistici.
Stralcio. In vigore dal 31/08/2013.
Con le modifiche introdotte da:
- L. 28/10/2013, n. 124 (Legge di conversione). In vigore dal 30/10/2013, in corsivo.
- Comunicato Ministero Economia e Finanze in G.U. 25/11/2013, n. 276
- L. 27/12/2013, n. 147
- D.L. 28/03/2014, n. 47 (L. 23/05/2014, n. 80)
- D.L. 24/04/2014, n. 66 (L. 23/06/2014, n. 89)
- D.L. 12/09/2014, n. 133 (L. 11/11/2014, n. 164)
- L. 10/10/2014, n. 147
Scarica il pdf completo
993468 1422589
[Premessa]

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di provvedere in materia di imposta municipale propria, nei termini previsti dal decreto-l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422590
TITOLO I - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMU, DI ALTRA FISCALITÀ IMMOBILIARE, DI SOSTEGNO ALLE POLITICHE ABITATIVE E DI FINANZA LOCALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422591
Art. 1. - (Abolizione della prima rata dell'IMU 2013 per gli immobili oggetto della sospensione disposta con decreto-legge 21 maggio 2013, n. 54)

1. Per l'anno 2013 non è dovuta la prima rata dell'imposta municipale propria di cui all'artic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422592
Art. 2. - (Altre disposizioni in materia di IMU)

1. Per l'anno 2013 non è dovuta la seconda rata dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati. Per il medesimo anno l'imposta municipale propria resta dovuta fino al 30 giugno.

2. All'articolo 13 del predetto decreto-legge n. 201 del 2011 sono apportate le seguenti modificazioni:

a) il comma 9-bis è sostituito dal seguente:

"9-bis. A decorrere dal 1° gennaio 2014 sono esenti dall'imposta municipale propria i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422593
Art. 2-bis. - (Applicazione dell'IMU alle unità immobiliari concesse in comodato a parenti)

1. Nelle more di una complessiva riforma della disciplina dell'imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare, per l'anno 2013, limitatamente alla seconda rata dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni, i comuni possono equiparare a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422594
Art. 3. - (Rimborso ai comuni del minor gettito IMU)

1. Al fine di assicurare ai comuni delle Regioni a statuto ordinario, della Regione siciliana e della regione Sardegna il ristoro del minor gettito dell'imposta municipale propria di cui al comma 1 dell'articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422595
Art. 4. - (Riduzione dell'aliquota della cedolare secca per contratti a canone concordato)

1. All'articolo 3, comma 2, quarto periodo, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422596
Art. 5. - (Disposizioni in materia di TARES)

1. Per l'anno 2013 il comune con regolamento di cui all'articolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, da adottarsi entro il termine fissato dall'articolo 8 per l'approvazione del bilancio di previsione, può stabilire di applicare la componente del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi di cui all'articolo 14 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 R, diretta alla copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti tenendo conto dei seguenti criteri e nel rispetto del principio "chi inquina paga", sancito dall'articolo 14 della Direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti:

a) commisurazione della tariffa sulla base delle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio sui rifiuti comprensivo delle operazioni di riciclo, ove possibile;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422597
Art. 6. - (Misure di sostegno all'accesso all'abitazione e al settore immobiliare)

1. All'articolo 5 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269 R, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 R, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) dopo il comma 7, è aggiunto il seguente:

"7-bis. Fermo restando quanto stabilito al comma 7, la Cassa depositi e prestiti S.p.A., ai sensi del comma 7, lettera a), secondo periodo, può altresì fornire alle banche italiane e alle succursali di banche estere comunitarie ed extracomunitarie, operanti in Italia e autorizzate all'esercizio dell'attività bancaria , provvista attraverso finanziamenti, sotto la forma tecnica individuata nella convenzione di cui al periodo seguente, per l'erogazione di mutui garantiti da ipoteca su immobili residenziali da destinare “prioritariamente” N3 all'acquisto dell'abitazione principale, preferibilmente appartenente ad una delle classi energetiche A, B o C, e ad

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422598
Art. 7. - (Ulteriore anticipo di liquidità ai comuni)

1. Nelle more dell'emanazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di cui all

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422599
Art. 8. - (Differimento del termine per la deliberazione del bilancio di previsione ed altre disposizioni in materia di adempimenti degli enti locali)

1. Il termine per la deliberazione del bilancio annuale di previsione 2013 degli enti locali, di cui all'articolo 151 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 R, già differito al 30 sett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422600
Art. 9. - (Integrazioni e modifiche del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118)

Omissis

9-ter. Al comma 5 dell'articolo 147-

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422601
TITOLO II - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI E DI TRATTAMENTI PENSIONISTICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422602
Art. 10. - (Rifinanziamento ammortizzatori in deroga per l'anno 2013)

1. Ferme restando le risorse già destinate dall'articolo 1, comma 253, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, mediante riprogrammazione dei programmi cofinanziati dai Fondi strutturali comunitari 2007/2013 oggetto del Piano di azione e coesione, l'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 1, comma 7, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 luglio 1993, n. 236

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422603
Art. 11. - (Modifica all'articolo 6 del decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216, convertito con modificazioni, dalla legge 24 febbraio 2012, n. 14, e relative norme attuative)

1. Al comma 2-ter dell'articolo 6 del decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216 R, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 febbraio 2012, n. 14 R, dopo le parole: «31 dicembre 2011,» sono inserite le seguenti: «in ragione della risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro medesimo ovvero». Restano in ogni caso ferme le seguenti condizioni per l'accesso al beneficio dell'anticipo del pensionamento da parte dei soggetti interessati che:

a) abbiano conseguito successivamente alla data di cessazione, la quale comunque non può essere anteriore al 1° gennaio 2009 e successiva al 31 dicembre 2011, un reddito annuo lordo complessivo riferito a qualsiasi attività, non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, non superiore a euro 7.500;

b) risultino in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi che, in base alla di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422604
Art. 11-bis. - Modifica all'articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, in materia di trattamenti pensionistici

Omissis

4. All'articolo 1, comma 235, quarto periodo, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422605
TITOLO III - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI COPERTURA FINANZIARIA E DI ENTRATA IN VIGORE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422606
Art. 12. - (Disposizioni in tema di detrazione di premi assicurativi)

1. In deroga all'articolo 3, comma 1, della legge 27 luglio 2000, n. 212 R, all'articolo 15, comma 1, lettera f), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422607
Art. 13. - (Disposizioni in materia di pagamenti dei debiti degli enti locali)

1. Il comma 10 dell'articolo 1 del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35 R, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2013, n. 64 R, è sostituito dal seguente:

"10. È istituito nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze un fondo, denominato "Fondo per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili", con una dotazione di 16.546.595.894,20 euro per il 2013 e di 7.309.391.543,80 euro per il 2014. Il Fondo di cui al periodo precedente è distinto in tre sezioni a cui corrispondono tre articoli del relativo capitolo di bilancio, denominati rispettivamente "Sezione per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili degli enti locali" con una dotazione di 3.411.000.000,00 euro per l'anno 2013 e di 189.000.000,00 euro per l'anno 2014, "Sezione per assicurare la liquidità alle regioni e alle province autonome per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili diversi da quelli finanziari e sanitari" con una dotazione di 5.630.388.694,20 euro per l'anno 2013 e di 625.598.743,80 euro per l'anno 2014 e "Sezione per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili degli enti del Servizio Sanitario Nazionale", con una dotazione di 7.505.207.200,00 euro per l'anno 2013 e di 6.494.792.800,00 euro per l'anno 2014. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze da comunicare al Parlamento, possono essere disposte variazioni compensative, in termini di competenza e di cassa, tra i predetti articoli in relazione alle richieste di utilizzo delle risorse. A tal fine, le somme affluite sul conto corrente di tesoreria di cui al successivo comma 11 sono versate all'entrata del bilancio dello Stato per la riassegnazione ai pertinenti articoli del Fondo. È accantonata una quota, pari al 10 per cento, della dotazione complessiva della S

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422608
Art. 16. - (Entrata in vigore)

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Uffici

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
993468 1422609
Allegati

Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Trattamento fiscale delle convenzioni urbanistiche e degli atti conseguenti

Edilizia economica e popolare e insediamenti produttivi; Edilizia convenzionata; Permanenza in vigore delle agevolazioni; Tipologie di atti rientranti nell’agevolazione (in generale, piani di lottizzazione ad iniziativa privata, assenza di consorzio tra colottizzanti, irrilevanza titolo di acquisizione delle aree e assenza di esproprio, atti di ridistribuzione immobiliare, trasformazione diritto di superficie in piena proprietà, cessione opere a scomputo, asservimento di area a parcheggio); Requisiti soggettivi ed oggettivi per l’applicazione del regime di favore; Altre agevolazioni soppresse dal 01/01/2014 (immobili compresi in piani urbanistici particolareggiati e in piani di recupero).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili

Morosità incolpevole dell’inquilino: i criteri per il riparto del fondo e l’assegnazione dei contributi

Risorse e modalità di funzionamento del Fondo, istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, destinato agli inquilini "morosi incolpevoli". AGGIORNAMENTO LUGLIO 2018: riparto della disponibilità 2018.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia residenziale
  • Mutui e finanziamenti immobiliari

Disciplina e regime fiscale dei mutui per la prima casa con provvista della Cassa depositi e prestiti

Sintetico approfondimento sulle norme che prevedono mutui agevolati per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa con provvista della CDP introdotte dal D.L. 102/2013. L’Agenzia delle Entrate (Risoluzione 61/E/2016) ha chiarito che tali mutui sono esenti dall'imposta di registro, dall'imposta di bollo, dalle imposte ipotecaria e catastale e da ogni altra imposta indiretta, nonché ogni altro tributo o diritto.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Fisco e Previdenza

L'esenzione IMU per gli immobili d’impresa

L’esclusione dall’IMU degli immobili merce; Condizioni di applicabilità e dubbi interpretativi; Applicabilità agli immobili oggetto di ristrutturazione; Condizioni per l’esenzione dei fabbricati ristrutturati; Unità immobiliare non locata; Utilizzo del fabbricato in forme diverse dalla locazione; Aree edificabili possedute dalle imprese; Imprese beneficiarie sono le intestatarie del titolo edilizio; Immobili acquistati da un’impresa al fine di essere rivenduti oppure fatti oggetto di interventi di recupero; Obbligo dichiarazione per poter usufruire dell’esenzione.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Pubblica Amministrazione

Debiti P.A.: al via l'anticipazione al 2013 della seconda tranche dei debiti degli Enti locali

Registrato dalla Corte dei Conti un decreto che dispone l'erogazione agli Enti locali già autorizzati di una cifra fino a 1,8 miliardi di euro inizialmente programmata per il 2014.
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili
  • Mutui e finanziamenti immobiliari

Valle D'Aosta, politiche abitative: domanda di mutuo

  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Urbanistica
  • Standards
  • Piano Casa
  • Edilizia e immobili

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

22/11/2017

14/06/2017

01/06/2017