FAST FIND : NR29995

Deliberaz. G.R. Piemonte 12/07/2013, n. 44-6096

Aggiornamento del sistema di valutazione della sostenibilità ambientale denominato "Protocollo ITACA - Edifici commerciali - Regione Piemonte 2010" di cui alla D.G.R. n. 51-12993 del 30.12.2009 ai fini dell'applicazione dell'art. 15 cc.5 e 8 della DCR 191-43016 del 21.11.2012 che ha modificato la DCR 563-13414/99 ed adeguamento delle norme di procedimento di cui alla D.G.R. n. 43-29533 del 01.03.2000 s.m.i..
Scarica il pdf completo
988137 4780962
Testo del provvedimento

A relazione dell'Assessore Ghiglia:

Premesso che:

con D.G.R. n. 51-12993 del 30.12.2009 la Giunta regionale ha approvato, con riferimento alla sostenibilità ambientale degli interventi di edilizia commerciale, il sistema denominato “Protocollo ITACA - Edifici commerciali – Regione Piemonte 2010” – per la valutazione dell’impatto energetico ed ambientale delle grandi strutture di vendita, in ossequio alle normative europee e nazionali che delineano un modello di sviluppo economico e territoriale sostenibile sotto il profilo ambientale ed energetico; esso mira a migliorare la qualità dell’edificato sul territorio regionale, richiedendo una maggiore attenzione alle tematiche energetiche ed ambientali nelle fasi progettuali per ridurre i costi di costruzione e gestione delle strutture commerciali, a beneficio sia di chi realizza l’opera, sia del territorio e dell’intera collettività;

l’applicazione del Protocollo ITACA al comparto commerciale sussiste in forza dell’Accordo quadro sottoscritto con la D.G.R. n. 64-12776 del 07.12.2009 tra la Regione Piemonte e ITACA (Istituto per l’Innovazione e la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale), per la realizzazione del sistema regionale per la certificazione della sostenibilità ambientale degli edifici;

le modalità realizzative prevedono che per l’espletamento delle attività ITACA si avvale di iiSBE Italia (International Iniziative for a Sustainable Built Environment) e ITC-CNR;

nell’ambito dell’Accordo quadro e nel rispetto dei suoi contenuti si colloca l’aggiornamento e la contestualizzazione del Protocollo ITACA rispetto alle varie tipologie edilizie ed alle peculiarità territoriali, ivi compreso il comparto dell’edilizia commerciale, con riferimento agli insediamenti commerciali autorizzati ai sensi della D.G.R. n. 66-13719 del 29.03.2010 che ha integrato la D.G.R. n. 43-29533 del 01.03.2000 “Disposizioni relative al procedimento per il rilascio delle autorizzazioni per le grandi strutture di vendita” in applicazione delle procedure per il rilascio delle autorizzazioni per le grandi strutture di vendita di generi extralimentari, limitatamente ai casi di cui all’art. 16 c. 1 della D.C.R. n. 563-13414/99 s.m.i. “Indirizzi generali e criteri di programmazione urbanistica per l’insediamento del commercio al dettaglio in sede fissa in attuazione del D.Lgs. 31.03.1998 n. 114”; detta delibera ha, in particolare, previsto per tali insediamenti il raggiungimento del punteggio 2,5, nel caso in cui la superficie di vendita non superasse i 6.000 mq, ed il punteggio 3, nel caso di superficie superiore a 6.000 mq;

nell’ambito dello stesso Accordo si colloca l’attività di collaudo effettuata nel corso del biennio 2011-2012 dal Settore responsabile degli specifici procedimenti relativi alle istanze di autorizzazione per le grandi strutture di vendita in applicazione del disposto dell’art. 16 c. 1 dell’Allegato A della D.C.R. n. 563-13414 del 29.10.1999 a partire dall’entrata in vigore della D.G.R. n. 66-13719 del 29.03.20 10, che ha consentito di meglio puntualizzare il metodo nella sua completezza ed in raccordo alle fasi progettuali e realizzative previste dalle norme regolatrici di settore;

la metodologia è stata applicata ai casi di autorizzazione per grandi strutture di vendita in applicazione del procedimento de quo e le verifiche effettuate hanno rivelato che, sia per le nuove strutture che per quelle esistenti, il livello 3 è raggiungibile con un sufficiente margine in eccesso;

considerato che:

in attuazione della Direttiva 2006/123/CE del 12.12.2006 relativa ai servizi nel mercato interno, recepita dal legislatore nazionale con D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010, la Regione Piemonte con D.C.R. n. 191-43016 del 20.11.2012 ha integrato e modificato la D.C.R. n. 563-13414 del 29.10.1999 prevedendo che l’assunzione di nuovi metodi scientifici ed oggettivi di valutazione delle istanze per l’apertura e l’ampliamento delle strutture commerciali è alla base della modernizzazione e semplificazione progressive delle pratiche amministrative in uso;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988137 4780963
Allegato 1 - Protocollo ITACA - Edifici commerciali - Regione Piemonte 2012

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988137 4780964
Allegato 2 - Punteggi minimi di qualità ambientale ed energetica per esercizi commerciali con superficie di vendita superiore a mq 4500

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
988137 4780965
Allegato 3 - Modifiche ed integrazioni alla D.G.R. n. 43-29533 del 1 marzo 2000 come da ultimo integrata e modificata dalla DGR n. 66-13719 del 29 marzo 2010

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Prevenzione Incendi
  • Protezione civile
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Demanio idrico
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Tracciabilità
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Beni culturali e paesaggio
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Accise
  • Acque
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Scuole
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Calamità/Terremoti
  • Commercio e mercati
  • Avvisi e bandi di gara
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Inquinamento acustico
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Gestione delle risorse idriche
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impianti elettrici
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Acque per consumo umano
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Demanio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Acque di balneazione

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni

Certificazione energetica degli edifici (attestazione della prestazione energetica)

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI, APE E AQE (Generalità; Normativa di riferimento; Durata temporale dell’APE; Forma di rilascio dell’APE e deposito in regione; APE per singola unità immobiliare o per singolo edificio; Esclusioni) - L’APE E L’AQE NEGLI INTERVENTI EDILIZI E NEGLI EDIFICI PUBBLICI (Interventi edilizi; Edifici pubblici ed aperti al pubblico; L’APE NEI TRASFERIMENTI E NELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Obbligo di produrre e mettere a disposizione l’APE; Obbligo di allegare l’APE ai contratti e clausola da inserire; Obbligo di indicare la prestazione energetica negli annunci commerciali; Riepilogo degli obblighi e degli atti/contratti cui si applicano) - SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (Premessa; Tecnici abilitati senza necessità di frequentare corsi di formazione; Tecnici abilitati tramite la frequenza di corsi di formazione; Casistica esemplificativa; Corsi di formazione; Requisiti di imparzialità e indipendenza dei certificatori energetici; MONITORAGGIO E CONTROLLI, SANZIONI (Monitoraggio e controlli, banche dati; Sanzioni per il certificatore energetico; Sanzioni per il direttore dei lavori; Sanzioni per il costruttore o il proprietario ; Sanzioni per le parti nei contratti di trasferimento o locazione) - CONTENUTI E MODALITÀ DI REDAZIONE DELL’APE (Contenuti dell’Attestato di prestazione energetica e informazioni presenti; Classi energetiche degli edifici; Procedure e metodi per determinare la prestazione energetica - Software applicativi) - PROCEDURA OPERATIVA PER COMMITTENTE E CERTIFICATORE ENERGETICO (Nomina del certificatore energetico; Informativa da parte del certificatore; Modalità di svolgimento della prestazione da parte del certificatore; Servizi del certificatore energetico: compiti, obblighi e responsabilità del professionista).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico

Finanziamenti agevolati per efficientamento energetico di edifici scolastici (D.M. 22/02/2016)

Si analizza in forma schematica e tabellare il D.M. 14/04/2015, n. 66 che dà attuazione all'articolo 9 del D.L. 91/2014, e il successivo D.M. 22/02/2016, n. 40, recante la riprogrammazione delle risorse finanziarie residue, individuando i criteri e le modalità di concessione, erogazione e rimborso dei finanziamenti a tasso agevolato per interventi di incremento dell’efficienza energetica degli edifici scolastici, ivi inclusi gli asili nido, e universitari. AGGIORNAMENTO 17/07/2018: prorogato al 31/12/2018 il termine di presentazione delle domande.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Attuazione Protocollo di Kyoto
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico

Chiusura sportello finanziamenti agevolati efficientamento energetico edifici scolastici (D.M. 66/2015 e D.M. 40/2016)

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico

Applicazione Regolamento (UE) n. 813/2013 sulle emissioni di ossidi di azoto

  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Certificazione energetica
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Professioni

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici