FAST FIND : NN7368

Circ. Ag. Territorio 01/08/2005, n. 9/T

Attuazione provvedimento di cui all’articolo 1, comma 335, della legge 30 dicembre 2004, n. 311
Scarica il pdf completo
59594 1033363
1. Premessa

Come è noto, l'art. 1, comma 335, della legge n. 311 del 2004 R prevede l'attivazione, su richiesta dei Comuni interessati, di processi di rev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033364
2. Ambito di applicazione

Come già rilevato, il comma 335 prevede che, previa specifica richiesta dei Comuni interessati, vengano attivati a cura dell'Agenzia del Territorio processi di revisione parziale del classamento delle unità immobiliari site nelle microzone comunali «anomale», per le quali il rapporto tra il valore medio di mercato di microzona ed il corrispondente valore medio catastale, individuati con i criteri di seguito richiamati, si discosta significativamente dall'analogo rapporto relativo all'insieme delle microzone comunali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033365
3. Processo operativo per la determinazione del rapporto caratterizzante le microzone anomale

Il processo di elaborazione e calcolo dei rapporti individuativi delle microzone anomale si sviluppa nelle fasi operative di seguito sinteticamente richiamate e riguardanti di norma tutte le microzone comunali:

a) individuazione del valore medio unitario di mercato, per ogni microzona, aggiornato sulla base dei dati OMI,

b) determinazione del valore medio unitario catastale ICI, per ogni microzona, individuato come rapporto fra la somma del valore catastale ICI, relativo a tutte le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali interessate dal processo, e quella della superficie catastale delle medesime u.i.;

c) calcolo del rapporto a/b, con riferimento alla singola microzona (rapporto di microzona) e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033366
4. Comunicazione ai Comuni interessati

Al termine delle suddette operazioni, gli Uffici Provinciali comunicheranno la disponibilità dei dati ai Comuni interessati e, a richiesta degli stessi, provvederanno a fornire il file in formato excel che, per ogni microzona con destinazione prevalente R, T1, T2 o T7, riporta:

- la destinazione;

- il valore medio catastale unitario (VC);

- il valore medio di mercato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033367
5. Gestione delle richieste inoltrate dai Comuni interessati all'attivazione del processo revisionale

Ricevute le richieste, l'Ufficio provvederà ad aggiornare lo specifico archivio previsto dalla procedura «Gestione 335», attraverso la registrazione del numero di protocollo e della data di richiesta. Quindi procederà all'esame di merito, verificando l'esistenza dei presupposti per l' attivazione del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033368
6. Monitoraggio delle attività

Le Direzioni Regionali utilizzando le specifiche procedure di consultazione rese disponibili a sistem

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033369
7. Disposizioni finali

Per l'attuazione della seconda fase del processo revisionale, concernente l'emanazione dei decreti di attivazione dei processi e lo svolgimento delle conseguenti operazioni di revisione del classamento, sono in corso d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033370
Allegato - Nota tecnica illustrativa della procedura «Gestione microzone - Microzone 1998», integrata con la nuova funzionalità «Gestione 335», mirata alla elaborazione di report comunali individuativi delle microzone «anomale».
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033371
Premessa

La nuova funzionalità, gestisce i dati dell'archivio Microcom, i dati specificatamente selezionati dall'archivio OMI con riferimento alle valorizzazioni II semestre 2004, e i dati del B.D. censuario relativi all'archivio delle planimetrie.

Prima dell'attivazione del processo elaborativo, l'Ufficio provvederà a verificare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033372
1. Funzione «Elabora»

La funzione permette di avere un report in formato pdf che, per ogni microzona, con destinazione prevalente R (residenziale), T1 (negozi e botteghe), T2 (magazzini e laboratori) o T7 (uffici o studi privati), riporta una sequenza di dati selezionati dagli archivi sopra indicati ed elaborati allo specifico fine di verificare la presenza dei presupposti normativi alla determinazione di attivazione del processo. Il comando di esecuzione è dato dal pulsante «stampa» che consente di estrarre il report, in cui sono ripor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033373
1.1. DESTINAZIONE

Con riferimento all'insieme delle destinazioni prevalenti potenzialmente presenti nelle microzone, tra quelle definit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033374
1.2. NUMERO DI UNITÀ IMMOBILIARI

Per la destinazione residenziale, il numero di unità immobiliari è quello relativo alle:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033375
1.3. COEFFICIENTE DI SIGNIFICATIVITÀ DELLE CATEGORIE RESIDENZIALI DEFINITE MARGINALI (KI)

Per le microzone a prevalente destinazione residenziale, viene definito coefficiente di significatività Ki il rapporto tra il numero delle u.i.u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033376
1.4. RENDITA CATASTALE

Per le diverse destinazioni analizzate, la rendita catastale è determinata con riferimento all

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033377
1.5. CONSISTENZA CATASTALE

Per le diverse destinazioni analizzate, la consistenza catastale è determinata con riferimento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033378
1.6. SUPERFICIE IN METRI QUADRATI CONVENZIONALI

A. La superficie complessiva delle unità immobiliari a prevalente destinazione residenziale è definita in ciascuna microzona come la sommatoria delle superfici delle singole u.i.u., calcolate ai sensi del DPR 138/98, con riferimento alle categorie catastali selezionate in base a quanto specificato nei precedenti punti 1.1, 1.2 e 1.3.

Se per la microzona analizzata non risultano disponibili in banca dati le superfici di tutte le unità immobiliari, la superficie complessiva è determinata applicando il seguente algoritmo:


si = sdi + sindi


dove:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033379
1.7. VALORE MEDIO CATASTALE DI MICROZONA

Il valore medio catastale di microzona (VCi) rappresenta il valore unitario per metro quadrato ottenuto come quoziente tra la sommatoria dei valori ICI relativi alle u.i.u. site nella microzona ed omogenee per destinazione e categoria alla destinazione prevalente individuata ai sensi del D.P.R. 138/98, e la superficie complessiva delle medesime unità.

1.7.1 Modalità di calcolo per destinazione prevalente:

- Microzona a prevalente destinazione residenziale (R)

Nelle microzone a prevalente destinazione residenziale, il valore medio catastale di microzona è definito dalla seguente relazione:


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033380
1.8 VALORE MEDIO DI MERCATO AGGIORNATO

1.8.1 Determinazione del valore medio di mercato di zona Omi (VzOMIji):

- Microzona a prevalente destinazione residenziale (R)

In queste microzone il valore medio OMI viene elaborato con modalità diverse, in funzione della significatività o meno delle categorie marginali. Pertanto in ognuna delle zone OMI comprese nella microzona, il valore medio di mercato (VzOMIji) viene calcolato determinando, dapprima, i valori centrali degli intervalli di valori pubblicati, corrispondenti alle tipologie adottate, secondo la tabella seguente e con riferimento al II semestre 2004, e poi operando la media dei suddetti valori centrali:


Destinazione prevalente

Significatività categorie marginali

Tipologia edilizia OMI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033381
1.9. RAPPORTO DI MICROZONA

Per ogni microzona per la quale è stato calcolato il valore medio di mercato aggiornato di microzona VMi e il valore medio catastale di microzona VCi (indipendentemente se riferito a R, T1, T2 o T7), il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033382
1.10 RAPPORTO MEDIO COMUNALE DI MICROZONA

In ogni Comune si calcolerà il rapporto medio comunale di microzona Ri con riferime

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033383
2. Funzione «Valida»

Il comando «Valida» consente di validare i dati elaborati e di poter successivamente prod

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033384
3. Funzione «Produci file»

La funzione consente di produrre il file in formato excel che, per ogni microzona con destinazione prevalente R, T1, T2 o T7, riporta:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033385
4. Funzione «Trasmissione al comune»

Permette di inserire:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59594 1033386
Glossario

mz = numero totale di microzone del comune interessate in relazione ai criteri selettivi indicati nella presente nota tecnica.

M = numero totale di zone OMI contenute nella microzona

nR = numero di u.i.u. totali di microzona censite nelle categorie catastali residenziali (A/1, ..., A/9 e A/11)

nRmg = numero di u.i.u. totali di microzona censite nelle categorie catastali residenziali marginali per significativit&a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Agricoltura e Foreste
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Reddito dominicale: definizione, variazioni e relativa denuncia, esenzione

IL REDDITO DOMINICALE NELL’AMBITO DEL REDDITO FONDIARIO - LE VARIAZIONI DEL REDDITO DOMINICALE (Fattispecie che danno luogo a variazioni; Revisione del classamento catastale) - ESENZIONE DALL’OBBLIGO DI DENUNCIA DELLE VARIAZIONI (Casistica; Aggiornamento d’ufficio della banca dati catastale; Elenchi dei comuni per i quali è stato completato l’aggiornamento).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fonti alternative
  • Edilizia e immobili
  • Leasing immobiliare
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico

Profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

ACCATASTAMENTO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E LORO COMPONENTI (Profili generali e inquadramento normativo; Quando sussiste e quando non sussiste l’obbligo di accatastare l’impianto; Qualificazione degli impianti come beni mobili o immobili) - PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA NELL’AMBITO DI ATTIVITÀ AGRICOLA (Connessione tra attività agricola e produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica; Immobili ospitanti gli impianti fotovoltaici realizzati su fondi agricoli) - CESSIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce un bene immobile ; Cessione di lastrico solare comprendente impianto fotovoltaico ; Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce pertinenza) - REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di parti destinate alla realizzazione di impianti fotovoltaici; Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti fotovoltaici) - LOCAZIONE O LEASING DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Locazione o leasing di impianti fotovoltaici ; Locazione di terreni destinati a ospitare impianti fotovoltaici) - COSTITUZIONE O CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE (Diritto di superficie e impianti fotovoltaici; Trattamento fiscale cessione o costituzione del diritto di superficie).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

COSA SONO LE UNITÀ IMMOBILIARI “COLLABENTI” - NORMATIVA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI - PRESUPPOSTI PER L’ISCRIZIONE IN CATASTO - MODALITÀ PER L’ACCATASTAMENTO - COMPRAVENDITA E DICHIARAZIONI CATASTALI - INTERVENTI EDILIZI - AGEVOLAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Catasto e registri immobiliari

La stima catastale delle componenti non strutturali negli immobili a destinazione speciale e particolare

La rendita catastale degli immobili a destinazione speciale e particolare (Gruppo d e Gruppo e); Norme fondamentali del R.D.L. 652/1939; La stima degli “imbullonati” fino alla fine del 2015; La stima degli “imbullonati” dopo il 2016; Presentazione degli aggiornamenti catastali e loro validità; Chiarimenti vari dell’agenzia delle entrate; Decorrenza delle nuove norme.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Protezione civile
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Terremoto regioni meridionali
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Edilizia e immobili
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Servizi pubblici locali
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Federalismo fiscale
  • Trasporti
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • DURC
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Calamità/Terremoti
  • Enti locali
  • Lavoro e pensioni
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Imposte sul reddito
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette

La legge di stabilità 2015 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella legge di Stabilità 2015 (L. 23 dicembre 2014 n. 190), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Standards
  • Urbanistica

Veneto, i regolamenti edilizi comunali devono adeguarsi al Regolamento edilizio tipo

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019