FAST FIND : NR39914

L. R. Liguria 29/11/2018, n. 23

Disposizioni per la rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo.
Scarica il pdf completo
5115117 5422091
CAPO I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422092
Articolo 1 - Finalità e ambito di applicazione

1. La Regione, al fine di favorire il miglioramento della qualità ambientale, paesaggistica, architettonica e sociale del tessuto edificato, individua la rigenerazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422093
CAPO II - Rigenerazione urbana
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422094
Articolo 2 - Individuazione degli ambiti urbani in condizioni di degrado urbanistico ed edilizio

1. Per le finalità di cui all'articolo 1, comma 1, il Comune, anche su proposta di altri soggetti pubblici o privati, può individuare nel proprio territorio gli ambiti urbani in condizioni di degrado urbanistico ed edilizio che richiedono interventi di rigenerazione urbana, architettonica, sociale, ambientale o di deimpermeabilizzazione dei suoli, in quanto ambiti caratterizzati, anche alternativamente, da:

a) carenza delle dotazioni di servizi di urbanizzazione;

b) presenza di edifici o di complessi di edifici abbandonati e aree libere intercluse, da recuperare o riusare per le funzioni previste dall'articolo 13, comma 1, lettere a), b), c), d), f) e g), della legge regionale 6 giugno 2008, n. 16 (Disciplina dell'attività edilizia) e successive modificazioni e integrazioni;

c) presenza di edifici o di complessi di edifici caratterizzati da obsolescenza statica, tecnologica, energetica e funzionale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422095
Articolo 3 - Tipologie degli interventi per la rigenerazione urbana

1. Negli ambiti urbani individuati ai sensi dell'articolo 2 possono essere previsti i seguenti interventi:

a) mutamenti di destinazioni d'uso, anche con opere edilizie, comportanti il passaggio tra le categorie funzionali di cui all'articolo 13, comma 1, lettere a), b), c), d), f) e g), della L.R. n. 16/2008 e successive modificazioni e integrazioni, finalizzati all'introduzione di funzioni attrattive o di interesse collettivo che rivitalizzino l'ambito urbano;

b) interventi sino alla ristrutturazione urbanistica e interventi di nuova costruzione, relativi a edifici o complessi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422096
Articolo 4 - Procedura per l'individuazione degli ambiti urbani che richiedono interventi di rigenerazione

1. L'individuazione degli ambiti urbani, con i relativi elaborati tecnici, ivi compresi quelli richiesti ai fini delle procedure di cui alla legge regionale 10 agosto 2012, n. 32 (Disposizioni in materia di valutazione ambientale strategica (VAS) e modifiche alla legge regionale 30 dicembre 1998, n. 38 (Disciplina della valutazione di impatto ambientale)) e successive modificazioni e integrazioni, è adottata con deliberazione comunale, da depositarsi per trenta giorni consecutivi a libera visione del pubblico presso la segreteria comunale e inserita nel sito informatico del Comune, previo avviso da pubblicarsi in tale si

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422097
Articolo 5 - Contenuti dei progetti degli interventi di rigenerazione urbana soggetti a permesso di costruire convenzionato

1. I progetti degli interventi attuativi della scheda normativa di cui all'articolo 2, comma 2, lettera b), qualora soggetti a permesso di costruire convenzionato, contengono i seguenti elementi:

a) gli elaborati progettuali richiest

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422098
Articolo 6 - Incentivi per gli interventi di rigenerazione urbana

1. Le attività comunali di progettazione per l'individuazione e la disciplina degli ambiti urbani di cui all'articolo 2 possono essere finanziate mediante utilizzo del fondo di cui all'articolo 27 della legge regionale 21 dicembre 2012, n. 51 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge finanziaria 2013)) e successive modificazioni e integrazioni sulla base di apposito bando che, per ciascuna delle condizioni di degrado urbanistico ed edilizio di cui al medesimo articolo 2, comma 1, lettere a), b), c), d), selezioni casi suscettibili del finanziamento regionale sulla base dei criteri e delle modalità indicate nel bando stesso.

2. Gli interventi di rigenerazione urb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422099
Articolo 7 - Criteri vincolanti per la disciplina degli ambiti urbani

1. Negli ambiti urbani individuati ai sensi dell'articolo 2 per promuovere processi di rigenerazione urbana e rinnovo del patrimonio edilizio devono essere osservati i seg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422100
CAPO III - Recupero del territorio agricolo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422101
Articolo 8 - Individuazione degli ambiti del territorio agricolo in condizioni di abbandono

1. Per le finalità di cui all'articolo 1, comma 2, il Comune, anche su proposta di altri soggetti pubblici o privati, può individuare gli ambiti del proprio territorio caratterizzati dalla presenza di:

a) terre agricole abbandonate, incolte o insufficientemente coltivate, come definite dall'articolo 2 della legge regionale 11 aprile 1996, n. 18 (Norme di attuazione della legge 4 agosto 1978, n. 440 "Norme per l'utilizzazione delle terre incolte, abbandonate o insufficientemente coltivate") e successive modificazioni e integrazioni;

b) areali coinvolti da processi di forestazione, naturale o artificiale, nei quali siano presenti le seguenti condizioni:

1) presenza di terrazzamenti o qualificazione catastale che confermi il precedente uso agricolo;

2) presenza di idonee condizioni di accessibilità o delle relative previsioni nei vigenti piani urbanistici;

c) edifici o complessi di edifici rurali, serre dismesse, agglomerati edilizi e borghi in contesti agricoli, abbandonati o degradati, che richiedono in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422102
Articolo 9 - Tipologie degli interventi per il recupero del territorio agricolo in condizioni di abbandono

1. Negli ambiti individuati ai sensi dell'articolo 8 possono essere previsti i seguenti interventi:

a) opere edilizie strettamente funzionali al recupero di terre agricole abbandonate non riconducibili a quelle di cui all'articolo 6, comma 1, lettere d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia) e successive modificazioni e integrazioni;

b) recupero di edifici esistenti connessi a fondi agricoli, anche mediante cambio di destinazione d'uso, per la residenza dell'imprenditore agricolo a titolo principale, per la residenza di soggetti che, in regime di convenzione con il Comune, assicurino gli obiettivi di recupero agricolo previsti per l'ambito, o per lo svolgimento di funzioni turistico-ricettive esercitate dall'azienda;

c) rimozione di serre dismesse e ripristino di colture in pieno campo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422103
Articolo 10 - Procedura per l'individuazione degli ambiti di recupero del territorio agricolo in condizioni di abbandono

1. L'individuazione degli ambiti di recupero del territorio agricolo con i relativi elaborati tecnici, ivi compresi quelli richiesti ai fini delle procedure di cui alla L.R. n. 32/2012 e successive modificazioni e integrazioni, è adottata con deliberazione comunale, da depositarsi per trenta giorni consecutivi a libera visione del pubblico presso la segreteria comunale e inserita nel sito informatico del Comune, previo avviso da pubblicarsi in tale sito; entro tale termine gli interessati possono presentare osservazioni. Decorso il termine di cui sopra e, comunque, a conclusione delle procedure di cui alla L.R. n. 32/2012 e successive modificazioni e integrazioni:

a) nel caso in cui siano per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422104
Articolo 11 - Contenuti dei progetti degli interventi di recupero del territorio agricolo

1. I progetti degli interventi di recupero del territorio agricolo, attuativi della scheda normativa di cui all'articolo 8, comma 2, lettera b), contengono i seguenti elementi:

a) elaborati progettuali previsti per il rilascio del titolo edilizio richiesto per l'esecuzione degli interventi ammessi;

b) valutazione di fattibilità economico-finanziaria, comprensiva

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422105
Articolo 12 - Incentivi per gli interventi di recupero del territorio agricolo

1. Per gli interventi di recupero del territorio agricolo previsti nella scheda normativa i valori della Tabella di cui all’ Allegato B alla L.R. n. 25/1995 e successive modificazioni e integrazioni, riferiti alle voci di cui alla sigla "C" e alla sigla "RIS%", sono sostituiti e integrati da que

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422106
Articolo 13 - Criteri vincolanti per la disciplina degli ambiti di recupero del territorio agricolo

1. Negli ambiti individuati ai sensi dell'articolo 8 per promuovere processi di recupero del territorio agricolo, devono essere osservati i seguenti criteri applicativi della vigente pianificazione territoriale regionale al fine di assicurare la qualità degli interventi ivi previsti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422107
CAPO IV - Disposizioni comuni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422108
Articolo 14 - Linee guida regionali

1. Con deliberazione della Giunta regionale sono emanate linee guida contenenti gli schemi-tipo delle schede normative di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422109
Articolo 15 - Clausola valutativa

1. Il Consiglio regionale Assemblea Legislativa della Liguria valuta l'attuazione e i risultati della presente legge nel favorire la rigenerazione di ambiti urbani in condizioni di degrado e il recupero del territorio agricolo in stato di abbandono.

2. Le amministrazioni comunali, entro il 30 ap

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422110
Articolo 16 - Abrogazione di norme
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5115117 5422111
Tabella 1 - Determinazione del contributo di costruzione per gli interventi - Incentivi (articoli 6 e 12)

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Aree rurali
  • Aree urbane
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Agricoltura e Foreste

Valorizzazione beni non utilizzati nel Mezzogiorno tramite concessione

Procedura individuata dal D.L. 91/2017 per rafforzare le opportunità occupazionali e di reddito dei giovani nel Mezzogiorno tramite concessione e valorizzazione di beni non utilizzati. Priorità a riuso di immobili dismessi senza consumo di ulteriore suolo non edificato e ad elevati standard di qualità architettonica e paesaggistica. Aggiornamento al 13/08/2017.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Urbanistica
  • Provvidenze
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Finanza pubblica

Emilia Romagna: contributi per prevenzione frane e riduzione danni all'agricoltura

La Regione Emilia Romagna scende in campo per realizzare interventi che possano prevenire i danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, potrebbero causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Il bando è rivolto a imprese agricole, raggruppamenti di imprese ed enti pubblici. Potranno essere effettuate opere idrauliche e agrarie per la riduzione del dissesto idro-geologico sui terreni o nelle aziende. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Agricoltura e Foreste
  • Aree rurali

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Norme tecniche
  • Urbanistica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Assicurazione obbligatoria infortuni sul lavoro e malattie professionali
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Barriere architettoniche
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Istruzione, università e ricerca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Accise
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Difesa suolo
  • Imposte indirette
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Previdenza professionale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Imposte sul reddito
  • Titoli abilitativi
  • Condominio
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Ospedali e strutture sanitarie

La Legge di Bilancio 2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Costi di costruzione
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Trento: obbligo di adeguamento dei Comuni al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale

  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019

16/07/2018

05/09/2017