FAST FIND : AR1569

Ultimo aggiornamento
11/04/2019

Compravendita di immobili e cessioni di cubatura

LA FASE DELLE TRATTATIVE PER L’ACQUISTO DI UN IMMOBILE (Usuali accertamenti da eseguire nel corso delle trattative preliminari; Eventuale incarico ad agente immobiliare; Proposta irrevocabile di acquisto) - IL CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DELL’IMMOBILE (C.D. “COMPROMESSO”) (Finalità e contenuti del preliminare immobiliare; Eventuale trascrizione e/o registrazione del preliminare; Scoperta di vizi di carattere giuridico o di fatto dopo la stipula del preliminare; Preliminare di vendita di immobile altrui; Rifiuto della banca di concedere il mutuo necessario all’acquirente; Il c.d. “preliminare di preliminare”) - IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI (Nozione ed elementi essenziali; Acquisto da parte di soggetti coniugati in regime di comunione dei beni; Compravendita stipulata per atto pubblico (rogito notarile); Documenti necessari per procedere alla stipula del rogito; Indicazione del prezzo della compravendita e criterio del c.d. “prezzo valore”; Agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa) - VIZI DELL’IMMOBILE OGGETTO DI COMPRAVENDITA - RESPONSABILITÀ DEL COSTRUTTORE E DEL VENDITORE (Differenza tra responsabilità del costruttore-venditore e del venditore; Tutela degli acquirenti di immobili da costruire; Garanzia per rovina e difetti di cose immobili (art. 1669 del Codice civile)) - LE AZIONI A TUTELA DELL’ACQUIRENTE - COMPRAVENDITA DI IMMOBILE TOTALMENTE O PARZIALMENTE ABUSIVO (Assenza o totale difformità dal titolo edilizio; Difformità parziale dal titolo edilizio) - GLI ONERI CONDOMINIALI IN CASO DI VENDITA IMMOBILIARE - LA VENDITA DI IMMOBILI DA COSTRUIRE - LA CESSIONE DI CUBATURA - IL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA VENDITA - C.D. “RENT TO BUY”.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
5043144 5473194
LA FASE DELLE TRATTATIVE PER L’ACQUISTO DI UN IMMOBILE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473195
Usuali accertamenti da eseguire nel corso delle trattative preliminari

Il compratore usualmente formula un’offerta d’acquisto. In ogni caso è opportuno che verifichi, se non altro:

- chi è l’effettivo proprietario;

- lo stato del bene oggetto della vendita;

- la certezza della c.d. “libera commerciabilità” dell’immobile (assenza di vincoli, di ipoteche, ecc.);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473196
Eventuale incarico ad agente immobiliare

Spesso le trattative per l’acquisto di un bene immobile coinvolgono un’agenzia immobiliare che assume la funzione di mediatrice (art. 1754 del Codice civile e ss.).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473197
Proposta irrevocabile di acquisto

L’atto frequentemente posto in essere nel corso delle trattative è la proposta irrevocabile di acquisto dell’immobile, proveniente dai potenziali acquirenti e regolata dall’art. 1329 del Codice civile, comma 1 (inefficacia della revoca se il proponente si è obbligato a mantenere ferma la proposta per un certo tempo).

Gli elementi che solitamente sono inclusi nell’offerta di acquisto sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473198
IL CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DELL’IMMOBILE (C.D. “COMPROMESSO”)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473199
Finalità e contenuti del preliminare immobiliare

Il contratto preliminare precede la stipula del contratto definitivo di compravendita dell’immobile (“rogito notarile” se le parti decideranno che questo deve assumere la forma dell’atto pubblico). Con esso le parti:

- si obbligano a concludere il contratto di compravendita;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473200
Eventuale trascrizione e/o registrazione del preliminare

Il preliminare di compravendita eventualmente redatto nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata, anche se relativo a edifici da costruire o in corso di esecuzione, va trascritto nei pubblici registri immobiliari (“Conservatoria”), ex art. 2645-bis del Codice civile.

La trascrizione, inserita con D.L. 669/1996, convertito con L. 30/1997, non è obbligatoria, ma è necessaria, soprattutto in un’ottica di tutela per l’acquirente di un immobile. Questi, infatti, con la trascrizione:

- si garantisce i diritti scaturenti dall’atto stesso;

- ottiene il privilegio rispetto ai diritti altrui;

- non permette al venditore di alienare nuovamente l’immobile stesso, di iscrivere ipoteche o sottoporre il bene a pignoramento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473201
Scoperta di vizi di carattere giuridico o di fatto dopo la stipula del preliminare

La funzione prioritaria del preliminare è sicuramente quella di permettere al promissario acquirente di verificare la conformità dell’immobile rispetto alle previsioni contemplate nel contratto. A seguito del compromesso spesso accade che si scoprano dei vizi o dei difetti materiali, l’esistenza di garanzie reali o vincoli di esproprio derivanti da un sequestro o da pignoramento, nonché la presenza di pesi o vincoli che limitano il libero godimento che sono sorti successivamente al contratto preliminare, o ad esso preesistenti, ma taciuti dal venditore. In tali ipotesi il promissario acquirente può adire il giudice al fine di ottenere la risoluzione del preliminare per grave inadempimento (artt. 1453 e 1455 del Codice civile) ed il risarcimento dei danni patiti (Cass. 13/03/2002, n. 3565).

Qualora si preferisse non instaurare un giudizio, la parte può ottenere la risoluzione utilizzando la diffida ad adempiere (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473202
Preliminare di vendita di immobile altrui

In caso di preliminare di vendita di cosa altrui, il promittente alienante può adempiere le proprie obbligazioni procurando l’acquisto del promissari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473203
Rifiuto della banca di concedere il mutuo necessario all’acquirente

Ogni istituto di credito si assicura che il richiedente sia capace di versare la somma concessa a titolo di finanziamento. Solitamente le regole seguite al fine di approvare o meno l’erogazione di un prestito riguardano la valutazione:

- delle politiche di rischio: si verifica il pericolo a cui la banca si espone concedendo il mutuo e si basa su un’analisi dei dati statistici del richiedente;

- della situazione redditizia del cliente: l’istituto verifica la capacità di rimborso del finanziamento e a tale fine tiene conto del livello di reddito e del rapporto fra questo e la p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473204
Il c.d. “preliminare di preliminare”

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno ammesso la possibilità che la contrattazione preliminare relativa a compravendita immobiliare sia scandita in due successivi accordi se ciò corrisponde all’interesse delle parti a una formazione progressiva del contratto basata sulla differ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473205
IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473206
Nozione ed elementi essenziali

La compravendita, ai sensi dell’art. 1470 del Codice civile è il contratto mediante il quale una parte (che viene definita “venditore” o “alienante”), trasferisce la proprietà di un bene o altro diritto a un’altra parte (chiamata “compratore” o “acquirente”), la quale si obbliga a pagare un corrispettivo in denaro, detto “prezzo”.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473207
Acquisto da parte di soggetti coniugati in regime di comunione dei beni

Alla compravendita deve partecipare anche il coniuge dell’acquirente quando si tratta di soggetti coniugati in regime di comunione dei beni quando si intenda evitare che l’immobile acquistato cada automaticamente in comunione, effetto automatico anche se il prezzo di vendita fosse pagato da uno solo dei coniugi e solo uno di essi risultasse acquirente dell’immobile medesimo.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473208
Compravendita stipulata per atto pubblico (rogito notarile)

Nel caso in cui il contratto di compravendita sia stipulato per atto pubblico, esso è redatto da un notaio con la presenza delle parti interessate (l’acquirente, il venditore o loro procuratori).

Le norme di riferimento si rinvengono nell’art. 47 della L. 89/1913 e successivi.

Il notaio dà all’atto efficacia pubblica, garantendo l’identità delle parti, la legalità dell’atto stesso nonché la veridicità di quanto in esso dichiar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473209
Documenti necessari per procedere alla stipula del rogito

I documenti necessari per procedere alla stipula del rogito (art. 51 della L. 89/1913) variano a seconda dei soggetti coinvolti:

a) nel caso di persone fisiche

- carta d’identità o patente;

- tesserino del codice fiscale;

- estratto dell’atto di nascita;

- certificato di stato libero o di vedovanza per i soggetti divorziati, vedovi o celibi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473210
Indicazione del prezzo della compravendita e criterio del c.d. “prezzo valore”
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473211
Agevolazioni fiscali per l’acquisto della prima casa
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473212
VIZI DELL’IMMOBILE OGGETTO DI COMPRAVENDITA

Tra le obbligazioni gravanti sul venditore (art. 1476 del Codice civile) N7 il legislatore prevede:

- quella di garantire il compratore dall’evizione e dai vizi della cosa. La garanzia per evizione N8 consiste nel fatto che il venditore deve tutelare il compratore affinché l’immobile non sia gravato da diritti di terzi che possano pregiudicare l’acquisto. Nel caso degli immobili, tale verifica può essere compiuta dal notaio con la consultazione dei registri immobiliari nei quali sono indicati gli atti di acquisto o di alienazione dei diritti immobiliari al fine di avere una perfetta rappresentazione della situazione giuridica del bene;

- quella di garantire il compratore dell’inesistenza di vizi dell’immobile, dovuta per il fatto oggettivo della loro esistenza indipendentemente dalla colpa del venditore. Essa è prevista dall’art. 1490 del Codice c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473213
RESPONSABILITÀ DEL COSTRUTTORE E DEL VENDITORE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473214
Differenza tra responsabilità del costruttore-venditore e del venditore

Il costruttore dell’immobile è responsabile dei vizi dell’immobile nei confronti dell’acquirente del bene ai sensi dell’art. 1669 del Codice civile N13 (si veda più avanti).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473215
Tutela degli acquirenti di immobili da costruire

In tale materia peraltro è stato emanato il D. Leg.vo 122/2005 (disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti degli immobili da costruire a norma della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473216
Garanzia per rovina e difetti di cose immobili (art. 1669 del Codice civile)

L’art. 1669 del Codice civile disciplina le conseguenze dannose dei vizi costruttivi incidenti in modo negativo e profondo sugli elementi essenziali di struttura e di funzionalità dell’opera, incidendo sulla sua solidità, efficienza e durata. Si tratta di vizi gravi che riguardano gli immobili, destinati per loro natura a lunga durata. In particolare è stato ritenuto che i gravi difetti consistono in quelle alterazioni che, in modo apprezzabile, riducono il godimento del bene nella sua globalità, pregiudicandone la normale utilizzazione, in relazione alla sua funzione economica e pratica e secondo la sua intrinseca natura (Cass. 04/10/2018, n. 24230).

Il costruttore è responsabile se per il vizio del suolo o per difetto della costruzione l’opera rovina in tutto o in parte, ovvero presenta evidente pericolo di rovina o gravi difetti. In giurisprudenza si sostiene che la disposizione in oggetto si applichi nel caso di costruzione ex novo di immobili, nonché nell’ipotesi di lavori di riparazioni o di modificazioni su un’abitazione preesistente destinati a lunga durata (Cass. 20/11/2007, n. 24143).

Si ritiene che tale responsabilità abbia natura extracontrattuale e sia diretta a tutelare l’interesse pubblico a che gli immobili destinati per loro natura a lunga durata siano costruiti secondo le regole dell’arte per garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473217
LE AZIONI A TUTELA DELL’ACQUIRENTE

Le azioni a tutela dei diritti dell’acquirente (c.d. “azioni edilizie”) si possono schematizzare nelle seguenti.

L’azione per la risoluzione del contratto (c.d. “redibitoria”) ha come fondamento il difetto funzionale della causa. Il suo effetto è quello di provocare il ripristino della situazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473218
Compravendita di immobile totalmente o parzialmente abusivo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473219
Assenza o totale difformità dal titolo edilizio

Il contratto di compravendita di immobile privo di titolo abilitativo è affetto da nullità. Al riguardo &egr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473220
Difformità parziale dal titolo edilizio

Con riferimento alle conseguenze sul contratto di compravendita della difformità parziale dell’immobile rispetto al progetto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473221
GLI ONERI CONDOMINIALI IN CASO DI VENDITA IMMOBILIARE

Nell’ambito del rapporto tra il venditore e l’acquirente, a meno che non sia stabilito diversamente dalle parti stesse, vige il principio della personalità delle obbligazioni. Ne consegue che l’acquirente risponde solo delle obbligazioni condominiali che sono nate successivamente al momen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473222
LA VENDITA DI IMMOBILI DA COSTRUIRE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473223
LA CESSIONE DI CUBATURA

Il diritto di edificare è notoriamente soggetto, tra l’altro, ad indici di edificazione - rapporto fra superfici e/o volumi ed estensione del fondo.

La cubatura massima che può essere realizzata su un determinato fondo può essere aumentata impiegando diritti edificatori provenienti da un altro fondo attraverso il contratto di cessione di cubatura. Con tale contratto il proprietario di un’area edificabile trasferisce, in tutto o in parte, al proprietario di un’area vicina o confinante la potenzialità edificatoria del proprio fondo. In tale modo quest’ultimo può chiedere al Comune un permesso di costruire con una cubatura maggiore rispetto a quella che avrebbe potuto realizzare in assenza della predetta cessione e, evidentemente, il primo, perderà o si vedrà ridurre in modo corrispondente il proprio diritto di edificare sul suo proprio fondo.

La cessione di cubatura è ammissibile alle seguenti condizioni, in assenza delle quali il trasferimento è invalido ed inefficace:

- soddisfazione dei presupposti dell’omogeneità della destinazione d’uso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5043144 5473224
IL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA VENDITA - C.D. “RENT TO BUY”



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distributori di carburanti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica

Toscana: finanziamenti per interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne

Bando da oltre 4 milioni di euro per finanziare interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. L'obiettivo è quello aiutare i Comuni, grandi e piccoli, a migliorare e innovare il tessuto urbano, prevenire il degrado, recuperare “aree critiche” ed immobili di grandi dimensioni abbandonati o in rovina grazie ad interventi mirati, che mettano a frutto lo spirito della legge sul governo del territorio (L.R. Toscana n. 65/2014) e riattivino aree interne al perimetro urbanizzato dando loro nuova vita e nuove finalità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Enti locali

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca