FAST FIND : AR1527

Ultimo aggiornamento
25/05/2018

Inadempimenti dell’appaltatore e conseguenze negli appalti pubblici

Premessa; Inadempimenti dell’appaltatore e diffida ad adempiere; Penali; Risoluzione del contratto (per inosservanza della diffida ad adempiere, per grave inadempimento, per determinati reati e venuta meno della qualificazione, provvedimenti conseguenti); Diritto di recesso della stazione appaltante.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
4692507 4728462
PREMESSA

Le disposizioni in materia erano dettate dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728463
INADEMPIMENTI DELL’APPALTATORE e DIFFIDA AD ADEMPIERE

Qualora l'esecuzione delle prestazioni ritardi per negligenza dell'appaltatore rispetto alle previsioni del contratto, il direttore dei l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728464
PENALI

Le penali, non disciplinate bensì solo “contemplate” nella originaria versione del Codice degli appalti del 2006, sono regolate dall’art. 113-bis, D. Leg.vo 50/2016, inserito dall’art. 77 del D. Leg.vo 56/2017: i co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728465
RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

La legge prevede la risoluzione del contratto nei seguenti casi.


Modifica sostanziale del contratto N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728466
Risoluzione per inosservanza della diffida ad adempiere

Vedi paragrafi precedenti.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728467
Risoluzione per grave inadempimento

Il direttore dei lavori o il responsabile dell'esecuzione del contratto, se nominato, quando accerta un grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali da parte dell'appaltatore, tale da comprometterne la buona riuscit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728468
Risoluzione per determinati reati e venuta meno della qualificazione

Le Stazioni appaltanti devono risolvere un contratto pubblico durante il periodo di efficacia dello stesso qualora (art. 108, D. Leg.vo 50/2016):

a) nei confronti dell'appaltatore sia intervenuta la decadenza dell'attestazione di qualificazione per aver prodotto falsa documentazione o dichiarazioni mendaci;

b) nei confronti dell'appaltatore sia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728469
Onere di controllo periodico della Stazione appaltante sulla permanenza dei requisiti

Da quanto sopra emerge che le Stazioni appaltanti sono tenute a controllare periodicamente il Casellario informatico dell’Autorità (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728470
Provvedimenti conseguenti alla risoluzione del contratto
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728471
Redazione dello stato di consistenza

Il responsabile unico del procedimento, nel comunicare all'appaltatore la determinazione di risoluzione del contratto, dispone, con preavviso di venti giorni, che il direttore dei lavori curi la redazione dello stato di consistenza dei

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728472
Diritti ed obblighi dell’appaltatore in caso di risoluzione del contratto

Nel caso di risoluzione del contratto, l'appaltatore ha diritto soltanto al pagamento delle prestazioni relative ai lavori, servizi o forniture regolarmente eseguiti, decurtato degli oneri aggiuntivi derivanti dallo scioglimento del contratto.

Nei casi di risoluzione per f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728473
Affidamento a nuovo appaltatore del completamento dei lavori

In caso di risoluzione del contatto la Stazione appaltante può decidere (art. 110, D. Leg.vo 50/2016) di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato all'originaria procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di stipulare un nuovo contratto per l'affidamento del completamento dei lavori.

L'affidamento avviene alle medesime condizioni già proposte dall'originario aggiudicatario in sede di offerta.

Al riguardo sembrano ancora validi anche dopo la riforma del 2016, gli orientamenti espressi dalla giurisprudenza amministrativa secondo la quale la procedura sopra cennata (c.d. procedura d’interpello) è disposizione di carattere eccezi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728474
DIRITTO DI RECESSO DELLA STAZIONE APPALTANTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728475
Esercizio del diritto di recesso

La Stazione appaltante può recedere dal contratto in qualunque momento previo il pagamento dei lavori eseguiti o delle prestazioni relative ai servizi e alle forniture eseguiti nonché del valore dei materiali utili esistenti N5, dell’ulteriore impo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728476
Obbligo dell’appaltatore di rimuovere i materiali non accettati

L'appaltatore deve rimuovere dai magazzini e dai cantieri i materiali non accettati dal direttore dei lavori e deve metter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4692507 4728477
Distinzione tra esercizio del recesso e revoca dell’aggiudicazione

L’impiego dell’istituto del recesso va distinto da quello della revoca dell’aggiudicazione, né essi sono tra loro interscambiabili: il primo può essere comunicato solo una volta stipulato il contratto e non prima; il secondo prima della stipula del medesimo e non dopo (C. Stato 22/03/2016, n. 1174). In effetti, la specialità della previsione del recesso preclude, una volta che è stipulato il contratto di lavori, l’esercizio del potere pubblicistico di revoca basato su di una diversa valutazione dell'interesse pubblico a causa di sopravvenienze (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Sicurezza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Cantieri temporanei e mobili
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Costo del lavoro nei contratti pubblici: tabelle ministeriali e giurisprudenza

Indicazioni relative alla valutazione dell’anomalia delle offerte nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, con particolare riguardo al costo del lavoro. Decreti ministeriali con le tabelle di riferimento, aggiornati al D.M. 123/2017, e indicazioni della giurisprudenza, anche alla luce del quadro normativo mutato con il D. Leg.vo 50/2016.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza

L'offerta economicamente più vantaggiosa per l'aggiudicazione dei contratti pubblici

QUADRO NORMATIVO - IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (Generalità; Applicazione obbligatoria del criterio OEPV sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo; Applicazione del criterio del minor prezzo in via residuale; Tabella riepilogativa dei criteri di aggiudicazione) - I CRITERI DI VALUTAZIONE (Rating di legalità e rating di impresa; Le varianti e le opere aggiuntive; Criterio del prezzo fisso; Criterio del costo del ciclo di vita) - LA PONDERAZIONE DEI PUNTEGGI - LA VALUTAZIONE DEGLI ELEMENTI DELL’OFFERTA (La valutazione degli elementi quantitativi; La valutazione in base alla presenza di determinate caratteristiche; La valutazione degli elementi qualitativi e i criteri motivazionali) - LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA - COMPITI DELLE COMMISSIONI AGGIUDICATRICI.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Professioni

Determinazione dei corrispettivi per i servizi tecnici negli appalti pubblici

PREMESSA (Entrata in vigore e contenuti del D.M. 17/06/2016; Coordinamento con i livelli di progettazione previsti dal D. Leg.vo 50/2016) - APPLICAZIONE DEI CORRISPETTIVI (Riferimenti nel D. Leg.vo 50/2016 e nel D.M. 17/06/2016; Linee guida dell’ANAC e buone pratiche, giurisprudenza) - MODALITÀ DI CALCOLO DEI CORRISPETTIVI (Prestazioni non previste dal decreto o non determinabili; Corrispettivi per prestazioni non determinabili; Oneri accessori e spese; Schema grafico riepilogativo) - ESEMPI PRATICI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Appalti e contratti pubblici
  • Lavoro e pensioni
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

La responsabilità solidale tra committente, appaltatore e subappaltatore negli appalti pubblici e privati

Norme di riferimento sulla solidarietà retributiva e contributiva; Disciplina della solidarietà retributiva e contributiva (generalità, somme oggetto dell’obbligazione in solido, contratti che rientrano nell’applicazione della disciplina, distinzione tra appalto e contratti similari, soggetti che possono essere chiamati a rispondere in solido, estensione ai contratti di subfornitura con Sentenza Corte Costituzionale 254/2017, schema grafico riepilogativo, durata del vincolo di obbligazione in solido, soggetti beneficiari della tutela, le modifiche introdotte dal D.L. 25/2017); Ulteriori norme specifiche per gli appalti pubblici; La tutela generale in via residuale disposta dal Codice civile; Sicurezza sul lavoro; Solidarietà fiscale, le norme ora soppresse.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici
  • Offerte anomale

Il calcolo della soglia di anomalia delle offerte nel D. Leg.vo 50/2016

L’articolo chiarisce le metodologie per il calcolo della soglia di anomalia delle offerte alla luce dell’art. 97 del D. Leg.vo 50/2016 e dei chiarimenti forniti dall’ANAC con il Comunicato 05/10/2016. Ciascuno dei metodi proposti dalla norma è accompagnato da un esempio di calcolo. Aggiornamento al D. Leg.vo 56/2017 (c.d. “Correttivo”) ed alla sentenza C. Stato Adunanza Plenaria 19/09/2017, n. 5.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Operatività Albo commissari di gara presso l'ANAC per procedure di affidamento

  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro