18 ott 2018

FAST FIND : SC1296

Ultimo aggiornamento
06/04/2018

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

Per le procedure di gara bandite a partire dal 18/04/2018, le stazioni appaltanti sono tenute a predisporre ed accettare il DGUE in formato elettronico secondo le disposizioni recate del D.P.C.M. 13/11/2014.

I documenti di gara devono contenere:
- informazioni sullo specifico formato elettronico del DGUE richiesto dalla stazione appaltante;
- l’indirizzo del sito Internet in cui è eventualmente disponibile il servizio per la compilazione del DGUE;
- indicazioni sulle modalità con le quali il DGUE elettronico deve essere trasmesso dall’operatore economico alla stazione appaltante.

Peraltro, per le procedure di gara bandite fino al 17/10/2018 compreso, le stazioni appaltanti che non dispongano di un proprio servizio di gestione del DGUE in formato elettronico, o che non si servano di altri sistemi di gestione informatica del DGUE, possono richiedere nei documenti di gara all’operatore economico di trasmettere il documento in formato elettronico - compilato secondo le modalità indicate nei medesimi documenti di gara - su supporto informatico all’interno della busta amministrativa, oppure mediante la piattaforma telematica di negoziazione eventualmente utilizzata per la presentazione delle offerte.

Per le procedure di gara bandite a partire dal 18/10/2018 - data di entrata in vigore dell’obbligo delle comunicazioni elettroniche ai sensi dell’art. 40 del D. Leg.vo 50/2016, comma 2 - il DGUE dovrà essere predisposto esclusivamente in conformità alle regole tecniche da emanarsi a cura dell’AgID ai sensi dell’art. 58 del D. Leg.vo 50/2016, comma 10.
Per tutte le procedure di gara bandite a partire da tale data, eventuali DGUE di formati diversi da quello definito dalle citate regole tecniche saranno considerati quale documentazione illustrativa a supporto.

Si rinvia per approfondimenti all'articolo Il DGUE (Documento di Gara Unico Europeo).

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Il DGUE (Documento di Gara Unico Europeo)

Oggetto e contenuti del DGUE; Obiettivi del DGUE; Obbligatorietà o facoltatività dl DGUE; Modello di DGUE da utilizzare; Contenuti e struttura del modello; Indicazione dei documenti da fornire già all’atto dell’indizione della procedura; Modalità di compilazione; Riutilizzo del DGUE per altre procedure; Futuri aggiornamenti.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Oneri sicurezza e manodopera nei bandi di gara e nelle offerte

Distinzione tra costi per la sicurezza specifici dell’appalto (interferenze) e generici; Indicazione dei costi per la sicurezza da parte della stazione appaltante nella documentazione di gara; Costi della sicurezza soggetti e non soggetti a ribasso d’asta; Costi per la sicurezza e la manodopera nelle offerte; Obbligo di indicazione da parte dell’operatore economico e verifica di congruità; Conseguenze della mancata indicazione, punto della giurisprudenza.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Cause di esclusione degli operatori economici nel D. Leg.vo 50/2016 - Normativa, prassi e giurisprudenza

Sintesi operativa delle cause di esclusione dalla partecipazione ad una procedura di appalto e di concessione disciplinate dall'art. 80 del D. Leg.vo 50/2016 con le successive modifiche introdotte dal D. Leg.vo 56/2017 (c.d. “Correttivo”). Le singole fattispecie sono riportate in forma tabellare, corredate dai chiarimenti necessari, anche alla luce del Comunicato ANAC 08/11/2017. Sono poi chiarite le modalità per la dichiarazione da parte degli operatori economici e per la verifica da parte delle stazioni appaltanti. L’articolo è corredato in chiusura da una breve rassegna di giurisprudenza amministrativa concernente fattispecie sottoposte all'applicazione del D. Leg.vo 50/2016.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Autorità di vigilanza
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Linee guida ANAC n. 1 sui servizi di ingegneria e architettura (Delib. 973 del 14/09/2016)

Sintesi operativa dei punti principali delle Linee guida ANAC n. 1 sui servizi di ingegneria e architettura (Delib. 973 del 14/09/2016). Quadro normativo; corrispettivo a base di gara; determinazione classe e categoria opere; continuità nella progettazione; elenchi ed indagini di mercato; requisiti di partecipazione; offerta economicamente più vantaggiosa. Obbligo di determinare i corrispettivi con i parametri di cui al D.M. 17/06/2016. Chiarimenti Comunicato ANAC del 14/12/2016. AGG. 07/07/2017: Adeguamento linee guida in base al correttivo in corso.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Le commissioni giudicatrici nelle gare pubbliche, disciplina e albo dei commissari

Le commissioni giudicatrici nel codice dei contratti pubblici; Disciplina delle commissioni giudicatrici; Articolazione dell’albo e requisiti di iscrizione (con schema grafico organizzazione dell’albo e requisiti di esperienza e professionalità richiesti per l’iscrizione); Criteri per la scelta dei commissari - commissioni interne (con schema grafico criteri di scelta dei commissari e relative procedure); Cosa manca per l’operatività dell’albo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro