FAST FIND : AR1490

Ultimo aggiornamento
19/02/2019

Ingegneri e Architetti dipendenti e iscrizione alla gestione separata Inps

PREMESSA, INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLA VICENDA (Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa; La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi; Gestione separata Inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”) - PUNTO DELLA GIURISPRUDENZA (La posizione delle corti di merito; L’intervento iniziale della Corte di Cassazione; Le motivazioni della posizione assunta dalla Suprema Corte).
A cura di:
  • Dino de Paolis
4511699 5359166
PREMESSA, INQUADRAMENTO GIURIDICO DELLA VICENDA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359167
Ingegneri e Architetti dipendenti e divieto di iscrizione all’Inarcassa

L’art. 21 della L. 03/01/1981, n. 6, comma 5 (e prima ancora l’art. 2 della L. 1046/1971) - con disposizione trasposta anche nell’art. 7, comma 5, dello statuto di Inarcassa (la Cassa di pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359168
La “gestione separata” dell’Inps per i lavoratori autonomi

La gestione separata dell’Inps è una forma previdenziale istituita a far data dal 01/01/1996 con la finalità di estendere le tutele previdenziali e assicurative a tutti quei soggetti che esercitano per professione abituale, ancorché non esclusiva, attività di lavoro autonomo, e non sono soggetti ad altri versamenti contributivi obbligatori. L’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359169
Gestione separata Inps e Ingegneri e Architetti dipendenti - “Operazione Poseidone”

Con riguardo al caso degli Ingegneri e degli Architetti - stante come detto il divieto, stabilito dalla legge e dallo statuto, di iscrizione all’Inarcassa, e l’obbligo di versare comunque a detta cassa il solo contributo integrativo - il co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359170
PUNTO DELLA GIURISPRUDENZA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359171
La posizione delle corti di merito

Nell’ambito dell’imponente contenzioso che è scaturito dal quadro normativo sopra delineato e dalla posizione assunta dall’Inps, la maggior parte delle sentenze sono state momento favorevoli ai professionisti, prin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359172
L’intervento iniziale della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione è intervenuta per la prima volta in maniera puntuale sulla specifica questione con la sentenza Cass. 18/12/2017, n. 30344, tramite la quale ha fornito il proprio orientamento sulla questione dell’iscrizione alla gestione separata dell’Inps da parte di professionisti, in particolare Ingegneri e Architetti, iscritti ai rispettivi albi e lavoratori dipendenti pubblici e privati e che svolgono in aggiunta anche attività professionale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4511699 5359173
Le motivazioni della posizione assunta dalla Suprema Corte

In sintesi, la Corte di Cassazione ritiene che gli Ingegneri e gli Architetti iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie, che non possono iscriversi all’Inarcassa, alla quale versano esclusivamente il contributo integrativo in quanto iscritti agli albi, versamento cui non segue la costituzione di alcuna posizione previdenziale a loro beneficio, sarebbero tenuti comunque ad iscriversi alla gestione separata presso l’INPS.

Ciò in quanto - sempre in base all’interpretazione portata avanti dalla sentenza - secondo la “ratio” dell’art. 2 della L. 335/1995, comma 26, l’u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Fisco e Previdenza
  • Previdenza professionale

Obblighi fiscali e previdenziali di lavoratori autonomi liberi professionisti e collaboratori

NORME CIVILISTICHE E FISCALI SUL LAVORO AUTONOMO (Il lavoro “autonomo” dal punto di vista civilistico; Il lavoro “autonomo” dal punto di vista fiscale e previdenziale; Riepilogo requisiti del lavoratore autonomo libero professionista) - QUANDO IL LAVORO AUTONOMO È “OCCASIONALE” O “ABITUALE” (Definizione di “lavoratore occasionale”; Come valutare quando si tratta di attività occasionale oppure abituale; Esercizio di attività professionale in maniera non esclusiva; Dipendenti pubblici ed esercizio di attività professionale; Circolari del CNI e del MEF sul lavoro occasionale o abituale) - OBBLIGHI FISCALI E CONTRIBUTIVI DEI LAVORATORI AUTONOMI (Lavoratore autonomo abituale e obbligo di apertura della partita IVA; Obbligo di iscrizione alla Cassa di previdenza o altra forma previdenziale; Collaborazioni coordinate e continuative; Indicazioni pratiche e schema grafico riepilogativo obbligo partita IVA e previdenza; Regole previdenziali particolari per Ingegneri e Architetti (Inarcassa); Regole previdenziali particolari per Geometri (Cipag) ) - CASI PRATICI (Ingegnere, Architetto o Geometra lavoratore autonomo; Ingegnere o Architetto dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Geometra dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Quale gestione previdenziale adottare in relazione alla tipologia di attività svolta).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Ingegneri e Architetti
  • Periti Industriali
  • Geometri
  • Previdenza professionale
  • Professioni
  • Previdenza professionale
  • Fisco e Previdenza

Professioni tecniche: nozione di reddito professionale rilevante ai fini contributivi

I professionisti sono tenuti a versare alle rispettive casse di previdenza i contributi determinati in relazione al loro “reddito professionale”. Dall'interpretazione più o meno restrittiva di tale nozione dipende la determinazione degli importi imponibili che costituiscono la base per il calcolo dei contributi dovuti. Di seguito una breve rassegna delle sentenze di legittimità in materia, con l’indicazione di alcune fattispecie concrete.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Professioni
  • Finanza pubblica
  • Informatica

Emilia Romagna: sostegno all’innovazione tecnologica delle attività professionali

Incrementate le risorse finanziarie e riaperti i termini per la presentazione delle domande per accedere ai contributi a fondo perduto per promuovere l’innovazione per l’ampliamento e il potenziamento dei servizi offerti per la crescita delle attività libero professionali, a supporto dei processi produttivi e dell’economia regionale. Sono ammesse spese per: acquisto di attrezzature e infrastrutture digitali, acquisizione di brevetti, licenze software, consulenze specializzate per la gestione delle applicazioni Ict e studi di fattibilità. Ammesse anche spese accessorie di carattere edilizio strettamente connesse alla installazione e posa in opera dei beni strumentali, nel limite massimo di 5.000 euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Appalti e contratti pubblici
  • Professioni
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi

Pagamenti, penali, interessi e tracciabilità nei contratti pubblici

NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI PAGAMENTI NEI CONTRATTI PUBBLICI - PAGAMENTI, INTERESSI E PENALI NEI CONTRATTI PUBBLICI (Termini per i pagamenti nei contratti pubblici; Tabella riepilogativa dei termini di pagamento nei contratti pubblici; Tabella riepilogativa dei termini di pagamento previgenti; Penali nei contratti pubblici; Interessi moratori nei contratti pubblici; Termini e condizioni per agire coattivamente per il pagamento di debiti della P.A.; Mancato pagamento retribuzioni ai dipendenti dell’affidatario o dei subappaltatori; Altre norme cui le P.A. devono attenersi) - TRACCIABILITÀ NEI PAGAMENTI TRA STAZIONE APPALTANTE, ESECUTORI, SUBAPPALTATORI E SUBCONTRAENTI (Strumenti di pagamento; Clausole sulla tracciabilità dei flussi finanziari nei contratti di subappalto; Denunce e verifiche; Risoluzione del contratto per mancato utilizzo dei mezzi di pagamento richiesti dalla legge; Codice identificativo gara, CIG).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Professioni

I compensi del CTU nel processo civile

Questo contributo esamina in dettaglio - con l’ausilio di numerosi esempi pratici, schemi riassuntivi ed innumerevoli rinvii alla giurisprudenza della Corte di Cassazione - le modalità per la determinazione di ciascuna delle tre componenti del compenso, le possibili maggiorazioni e riduzioni nonché le modalità che il CTU ha a disposizione per richiedere la liquidazione del proprio compenso al Giudice. Specifiche considerazioni sono dedicate anche alla figura ed ai compensi del CTU quando operante nella particolare veste di Esperto stimatore nell'ambito dei procedimenti di esecuzione immobiliare.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento acustico

Iscrizione all'Elenco dei tecnici competenti in acustica

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Bolzano: aggiornamento obbligatorio installatori impianti FER

  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Professioni

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Fonti alternative
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica

Trento, aggiornamento degli installatori di impianti energetici da fonti rinnovabili

  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Professioni
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

12/02/2019

18/04/2018

29/03/2018