16 ott 2022

FAST FIND : SC1263

Ultimo aggiornamento
24/01/2018

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

Il responsabile tecnico delle imprese iscritte all'Albo gestori ambientali - ai sensi della Deliberaz. Albo Gestori Amb. 30/05/2017, n. 6 - deve essere in possesso di requisiti personali, morali, di esperienza e formativi secondo quanto previsto dagli artt. 10, 12 e 13 del D.M. 120/2014, nonché dalla medesima Deliberaz. Albo Gestori Amb. 6/2017. Quest’ultima - in vigore dal 16/10/2017 - ha individuato i requisiti e le verifiche di idoneità per i responsabili tecnici.

L'idoneità conseguita mediante verifica iniziale ha validità pari a 5 anni a decorrere dalla data del superamento della verifica stessa. Il responsabile tecnico delle imprese e degli enti iscritti alla data del 16/10/2017 può continuare a svolgere la propria attività in regime transitorio per 5 anni da tale data (e quindi fino al 16/10/2022), anche per altre imprese iscritte o che si iscrivono nella stessa categoria, stessa classe o classi inferiori. Gli interessati possono sostenere la verifica di aggiornamento a partire dal 02/01/2021.

Si fa rinvio anche alla Circolare 59/2017, recante chiarimenti sui requisiti del responsabile tecnico a seguito della citata Deliberaz. Albo Gestori Amb. 6/2017.

Dalla redazione

  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distributori di carburanti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica

Toscana: finanziamenti per interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne

Bando da oltre 4 milioni di euro per finanziare interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. L'obiettivo è quello aiutare i Comuni, grandi e piccoli, a migliorare e innovare il tessuto urbano, prevenire il degrado, recuperare “aree critiche” ed immobili di grandi dimensioni abbandonati o in rovina grazie ad interventi mirati, che mettano a frutto lo spirito della legge sul governo del territorio (L.R. Toscana n. 65/2014) e riattivino aree interne al perimetro urbanizzato dando loro nuova vita e nuove finalità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Enti locali

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca