FAST FIND : NR38604

L. R. Valle D'Aosta 13/12/2017, n. 20

Disposizioni in materia di società partecipate dalla Regione. Modificazioni di leggi regionali.
Stralcio.
Scarica il pdf completo
4327062 4339314
Art. 1 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4327062 4339315
Art. 2 - Modificazioni alla legge regionale 20 dicembre 2010, n. 44

1. Al comma 1 dell'articolo 5 della legge regionale azioni per la gestione di servizi alla pubblica amministrazione regionale), le parole: "consiglio di amministrazione composto da un numero massimo di cinque membri" sono sostituite dalle seguenti: "organo di amministrazione che, se collegiale, è composto da un numero massimo di tre membri".

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4327062 4339316
Art. 3 - Modificazione alla legge regionale 19 dicembre 2014, n. 13

1. Il comma 2-bis dell'arti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4327062 4339317
Art. 4 - Modificazioni alla legge regionale 14 novembre 2016, n. 20

1. Dopo il comma 1 dell'articolo 1 della legge regionale 14 novembre 2016, n. 20 (Disposizioni in materia di rafforzamento dei principi di trasparenza, contenimento dei costi e razionalizzazione della spesa nella gestione delle società partecipate dalla Regione), è inserito il seguente:

"1bis. Le disposizioni di cui alla presente legge non si applicano alla società Aosta Factor S.p.A.".

2. Il comma 4 dell'articolo 2 della L.R. 20/2016 è sostituito dal seguente:

"4. Fermo restando quanto previsto all'articolo 8, entro il 31 ottobre di ciascun anno, le società direttamente controllate trasmettono alle strutture regionali competenti per materia i relativi indirizzi strategici, comprensivi di programmi di sviluppo e crescita aziendale, nonché di obiettivi sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale. La Regione, in qualità di socio maggioritario, valuta, con deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'assessore competente per materia e previo parere della Commissione consiliare competente, gli indirizzi strategici delle singole società, formulando eventuali modificazioni o ulteriori indirizzi coerenti con gli obiettivi strategici della Regione.".

3. Il comma 5 dell'articolo 2 della L.R. 20/2016 è sostituito dal seguente:

"5. Fermo restando quanto previsto all'articolo 8, entro il 31 ottobre di ciascun anno, le società indirettamente controllate trasmettono i relativi indirizzi strategici, comprensivi di programmi di sviluppo e crescita aziendale, nonché di obiettivi sul complesso delle spese di funzionamento, ivi comprese quelle per il personale, a FINAOSTA S.p.A., che li valuta e li trasmette successivamente alla Giunta regionale. La Giunta regionale, con propria deliberazione e previa illustrazione alla Commissione consiliare competente, approva i medesimi indirizzi delle singole società, formulando eventuali modificazioni o ulteriori indirizzi coerenti con gli obiett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4327062 4339318
Art. 5 - Art. 6 Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4327062 4339319
Art. 7 - Disposizioni transitorie e finali

1. La disposizione di cui all'articolo 5, comma 1, della L.R. 44/2010, come modificato dall'articolo 2, comma 1, concernente la composizione dell'organo di amministrazione della società di servizi S.p.A., si applica a decorrere dal primo rinnovo successivo alla data di entrata in vigore della presente l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici

Il piano d’azione nazionale per il GPP (PAN-GPP); Criteri ambientali minimi negli appalti di servizi e forniture; Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale; CAM in vigore per le varie categorie di servizi e forniture; Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione

Le misure anticorruzione nel settore degli appalti pubblici

La disciplina normativa fondamentale - Gli strumenti di prevenzione - Le figure coinvolte - Organismi con funzioni di supporto e vigilanza - Le sanzioni.
A cura di:
  • Davide Rosas
  • Giuliana Aru
  • Pubblica Amministrazione
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Appalti e contratti pubblici

Responsabilità precontrattuale della P.A., domanda risarcitoria al Giudice ordinario (C. Stato 140/2018)

Anche il soggetto pubblico deve attenersi ai canoni di buona fede e correttezza che informano le relazioni precontrattuali tra soggetti privati, canoni la cui violazione non insiste su situazioni di interesse legittimo, ma di pieno diritto soggettivo e la cui conoscenza va pertanto devoluta alla competenza del giudice ordinario.
A cura di:
  • Mario Tocci
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Punteggi premianti per utilizzo di materiali riciclati negli appalti

Con D.M. 24/05/2016 si è proceduto alla determinazione dei punteggi premianti per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione, e dei punteggi premianti per le forniture di articoli di arredo urbano.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Leggi e manovre finanziarie
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Finanza pubblica

Accesso al fondo per la progettazione definitiva ed esecutiva nei comuni a rischio sismico (2018)

  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Umbria: contributi agli enti pubblici per investimenti nelle energie rinnovabili e nel risparmio energetico (anno 2018)

  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID