FAST FIND : NR37979

Deliberaz. G.R. Friuli Venezia Giulia 20/07/2017, n. 1373

Ordinanza del Capo del dipartimento della Protezione civile n. 293 del 26 ottobre 2015, ”Attuazione dell’art. 11 del DL 39/2009, convertito, con modificazioni, dalla L 77/2009”, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 26 ottobre 2015, in materia di contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico, ripartizione finanziamento ai sensi dell’art. 2 comma 6) e comma 7) dell’ordinanza stessa.

Dalla redazione

Contributi per la prevenzione del rischio sismico. Ripartizione tra le Regioni dei fondi disponibili

Ripartizione tra le Regioni delle risorse stanziate per interventi preventivi del rischio sismico disciplinati, per l'anno 2015, dall'Ordinanza 344/2016. Riepilogo dei riferimenti per tutte le annualità precedenti.
A cura di:
  • Piero de Paolis

Prevenzione rischio sismico: disciplina dell'utilizzo delle risorse per il 2015

Disciplinato l'utilizzo delle risorse per il 2015 (145,1 milioni di Euro) da destinare ad interventi urgenti ed indifferibili per la mitigazione del rischio sismico ed alle opere di rilevanza strategica per finalità di protezione civile.
A cura di:
  • Piero de Paolis

Gli interventi per la prevenzione del rischio sismico

Una guida completa all'attivazione dei contributi previsti dalla L. 77/2009, dopo che l'Ordinanza 4007/2012 ha attivato anche l'annualità 2011 ed individuato gli interventi, gli obiettivi, le modalità e le procedure. Indagini di microzonazione sismica; interventi di rafforzamento locale, miglioramento sismico, demolizione e ricostruzione; entità e ripartizione dei contributi.
A cura di:
  • Piero de Paolis

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Contributi per la ricostruzione post sisma 2012

La misura massima dei contributi per la ricostruzione degli edifici colpiti dal sisma viene innalzata al 100%. Ampliata la platea dei destinatari di moduli abitativi prefabbricati.