FAST FIND: NW4135

Emissioni in atmosfera e impianti di combustione: schema decreto attuativo della Dir. 2015/2193/UE

A cura di:
Redazione Legislazione Tecnica

BR 26-27 prodotti non contenitori

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in esame preliminare lo schema del Decreto legislativo di attuazione della Direttiva (UE) 2015/2193, relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera degli inquinanti originati da impianti di combustione medi nonché per il riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera. Il Decreto dovrà ora essere sottoposto ai pareri della Conferenza unificata e delle Commissioni parlamentari per poi tornare per l’approvazione definitiva al Consiglio dei Ministri.

Il provvedimento - adottato ai sensi della Legge del 12/08/2016, n. 170 (Legge di delegazione europea 2015) - introduce una serie di modifiche e di integrazioni alla Parte V del D. Leg.vo 152/2006 (in particolare al Titolo I, in materia di stabilimenti produttivi, al Titolo II, in materia di impianti termici civili, e all’articolo 294 del Titolo III, nonché ai relativi allegati) per adeguare la normativa nazionale alla Direttiva n. 2015/2193/UE e per aggiornare e riordinare la disciplina generale degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera.
Si segnala che lo schema di Decreto prevede quale data di entrata in vigore il 19/12/2017, data entro la quale deve essere recepita la citata Direttiva europea 2015/2193/UE.
Lo schema di Decreto persegue principalmente due obiettivi generali: a) attuare la Direttiva 2015/2193/UE, assicurando per quanto attiene ai medi impianti di combustione la piena conformità alla normativa europea; b) realizzare un complessivo riordino della disciplina nazionale sugli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera prevista dalla parte V del D. Leg.vo 152/2006. Nell’ambito di tali obiettivi di carattere generale, in esecuzione dell’articolo 107 della Legge delega, lo schema di Decreto deve rispettare i seguenti obiettivi specifici:

  • razionalizzare e semplificare le procedure autorizzative;
  • aggiornare i valori limite di emissione riferiti alle categorie di sostanze inquinanti;
  • assicurare la certezza e l’efficacia del sistema dei controlli;
  • aggiornare il sistema delle sanzioni, in modo da assicurarne l’efficacia e la proporzionalità.

Per una sintesi dei contenuti della Direttiva 2015/2193/UE si rinvia all’articolo “La Direttiva 2015/2193/UE: una nuova disciplina per le emissioni dei medi impianti di combustione”.

  • DIRETTIVA (UE) 2015/2193 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 novembre 2015 relativa alla limitazione delle emissioni nell'atmosfera di taluni inquinanti originati da impianti di combustione medi.
  • Norme in materia ambientale.
Condividi

Commenta

Per commentare è necessario eseguire il log in .
Se non sei ancora registrato, clicca qui

In questo elemento si parla di

Risorse