FAST FIND : NN16046

Delib. CIPE 03/03/2017, n. 26

Seconde linee guida antimafia di cui all’articolo 30, comma 3, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, recante «Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016». (Delibera n. 26/2017).
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Delib. CIPE 21/03/2018, n. 33
Scarica il pdf completo
3926486 4804767
Testo del provvedimento


IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA


Visto l'art. 203 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione), che istituisce presso il Ministero dell'interno un apposito Comitato per il coordinamento delle procedure di monitoraggio delle infrastrutture e degli insediamenti «prioritari» (C.C.A.S.I.I.P.) ai fini della prevenzione e repressione di tentativi di infiltrazione mafiosa;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 settembre 2016, di nomina del commissario straordinario di Governo per la ricostruzione nei territori interessati dall'evento sismico del 24 agosto 2016, effettuata ai sensi dell'art. 11 della legge 23 agosto 1988, n. 400;

Visto il decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, recante «interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016», che, all'art. 30:

al comma 1, istituisce, nell'ambito del Ministero dell'interno, una «Struttura di missione» (di seguito Struttura) per lo svolgimento, in forma integrata a coordinata, di tutte le attività finalizzate alla prevenzione e al contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nell'affidamento e nell'esecuzione dei contratti pubblici e di quelli privati che fruiscano di contribuzione pubblica, aventi ad oggetto lavori, servizi e forniture connessi agli interventi per la ricostruzione nei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016;

al comma 3, stabilisce che la suddetta Struttura si conforma alle linee guida, adottate dal C.C.A.S.I.I.P. anche in deroga alle disposizioni del libro II del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, e successive modificazioni;

al comma 13, statuisce l'applicazione delle disposizioni in materia di tracciamento dei pagamenti di cui alla legge 13 agosto 2010, n. 136, e successive modificazioni ed integrazioni, ai contratti, subapp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804768
Allegato - Seconde Linee-guida antimafia


Seconde Linee-guida antimafi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804769
1. Quadro della gestione della ricostruzione e funzione delle Prime Linee-guida

Il decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con legge 15 dicembre 2016, n. 229, recante "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016" - nell'apprestare uno specifico quadro di interventi a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno avuto inizio il 24 agosto 2016 - prevede rafforzate e articolate modalità di prevenzione delle ingerenze della criminalità organizzata nel processo di ricostruzione delle aree interessate dai predetti eventi.

In particolare, con l'impianto normativo sono stati conferiti a un Commissario Straordinario del Governo i poteri connessi all'attuazione degli interventi finalizzati alla ricostruzione.

Il Commissario Straordinario, nell'assicura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804770
2. Compiti della Struttura per il sistema dei controlli

Come già indicato nelle Prime Linee-guida, la legge n. 229 del 2016 prevede che gli operatori economici interessati a partecipare, a qualunque titolo e per qualsiasi attività, agli interventi di ricostruzione, pubblica e privata, nei Comuni coinvolti nell'evento sismico, devono essere iscritti, a domanda, in un apposito elenco, tenuto dalla Struttura e denominato Anagrafe antimafia degli esecutori (nel prosieguo solo "Anagrafe").

L'iscrizione è subordinata all'esito favorevole delle verifiche antimafia, svolte, come si è già detto, nella forma più penetrante dell'informazione.

Nell'Anagrafe, oltre ai dati riferiti all'operatore economico iscritto, sono riportati:

a) i dati concernenti i contratti, subappalti e subcontratti conclusi o approvati, con indicazione del relativo oggetto, del termine di durata, ove previsto, e dell'importo;

b) le modifiche eventualmente intervenute nell'assetto societario o gestionale;

c) le eventuali partecipazioni, anche minoritarie, in altre imprese o società, anche fiduciarie;

d) le eventuali sanzioni amministrative pecuniarie applicate per le violazioni delle regole sul Tracciamento finanziario o sul Monitoraggio finanziario;

e) le eventuali penalità applicate all'operatore economico per le violazioni delle norme di capitolato ovvero delle disposizioni relative alla trasparenza delle attività di cantiere definite dalla Struttura, in conformità alle Linee-guida del Comitato.

Fatte salve le istanze già presentate, il Ministero dell'Interno, al fine di agevolare gli operatori economici interessati ai lavori della ricostruzione, ha predisposto uno specifico modello di domanda di iscrizione nell'Anagrafe, curato dalla Struttura e disponibile tramite una specifica procedura di caricamento dell'istanza e dei relativi dati finalizzati all'iscrizione, con l'utilizzo di una piattaforma informatica messa a disposizione dal Commissario Straordinario.

Il nuovo sistema prevede che l'autocertificazione dì cui all'articolo 89 del decreto legislativo n. 159 del 20Il, richiesta dall'articolo 8, comma 5, della legge n. 229 del 2016 per gli interventi di immediata esecuzione, sia compilata e sottoscritta dal titolare dell'impresa o, qualora si tratti di società, dal rappresentante legale della stessa.

All'atto dell'inserimento della domanda, l'operatore economico viene informato dell'obbligo di comunicare alla Struttura, pena la cancellazione dall'Anagrafe, ogni mutamento degli assetti societari o gestionali che coinvolga i soggetti destinatari, in base all'articolo 85 del decreto legislativo n. 159 del 2011, di verifiche antimafia.

Ai sensi dell'articolo 86, comma 3, dello stesso provvedimento, la comunicazione deve pervenire entro 30 giorni dall'avvenuta modifica e a opera del legale rappresentante.

Sul sito di ogni Prefettura e su quello della Struttura sarà pubblicato un link di collegamento alla piattaforma informatica per la compilazione on-line del modulo di iscrizione (http/anagrafe.sisma2016.gov.it).

Le eventuali istanze trasmesse via pec che pervengano in data successiva a quella di entrata in vigore di tale nuova procedura - 30 gennaio 2017 - saranno restituite al mittente, con l'indicazione esplicita di provvedere al reinoltro della domanda di iscrizione tramite piattaforma informatica.

Una volta effettuata l'iscrizione, essa ha validità temporale di dodici mesi ed è rinnovabile alla scadenza, su iniziativa dell'operatore economico interessato, previo aggiornamento delle verifiche antimafia.

L'iscrizione tiene luogo delle verifiche antimafia anche per gli eventuali ulteriori contratti, subappalti e subcontratti conclusi o approvati durante il periodo di validità dell'iscrizione medesima.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804771
3. Specificità dei controlli nella fase dello smaltimento dei rifiuti

In relazione all'iscrizione nell'Anagrafe, una particolare attenzione deve essere rivolta alle imprese che si occuperanno dello smaltimento delle macerie e della gestione del ciclo dei rifiuti, del trasporto verso i siti di stoccaggio, della gestione di tali siti e delle discariche e del trattamento e smaltimento delle varie tipologie di rifiuti.

L'esperienza giudiziaria di questi anni ha evidenziato infatti una stretta correlazione tra criminalità ordinaria di natura ambientale e criminalità di stampo mafioso; si tratta di un segmento econom

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804772
4. Controlli nella fase di cantierizzazione della ricostruzione pubblica

È necessario che anche per gli interventi della ricostruzione oggetto della legge n. 229 del 2016 vengano effettuati controlli sui cantieri pubblici ad opera dei Gruppi Interforze costituiti presso le Prefetture situate nel cratere sismico.

Al riguardo, fatte salve le competenze istituzionali attribuite dalla legge agli organi di vigilanza, per la ricostruzione pubblica debbono essere effettuati "Piani di controllo coordinato del cantiere e del sub-cantiere", sulla scorta di quanto già sperimentato per altre importanti esperienze di ricostruzione ed in coerenza con le disposizioni di cui agli articoli 4 e 5 della legge n. 136 del 2010 e con le modalità stabilite dalle delibere del Comitato interministeriale pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804773
5. Schema di Protocollo-quadro antimafia e disposizioni per la ricostruzione pubblica

Il Comitato ritiene che ima particolare attenzione vada riservata alle attività di controllo e di monitoraggio in funzione antimafia inerenti il contesto dei rapporti contrattuali che vengono a sussistere a valle delle procedure di aggiudicazione.

In tale prospettiva, il Comitato ha elaborato in passato schemi di Protocolli antimafia basati sulla leale collaborazione tra il Soggetto aggiudicatore, tutti gli operatori economici della Filiera e le Autorità di Sicurezza.

Le indicazioni specifiche che devono orientare le procedure di prevenzione contenute in tali Protocolli sono incentrate sugli elementi che seguono, mutuati dalle pregresse positive esperienze e, in particolare, dal Protocollo-tipo allegato alla citata delibera n. 62 del 2015 del Comitato interministeriale per la programmazione economica, che rappresenta lo schema di accordo di prevenzione antimafia attualmente adottato per i contratti relativi alle infrastrutture e agli insediamenti prioritari del Paese.

In primo luogo, ferme restando le clausole di esclusione dagli appalti pubblici degli imprenditori che non siano in possesso dei requisiti di ordine generale, il Soggetto aggiudicatore e l'Appaltatore o Affidatario dell'esecuzione si impegnano ad assumere ogni opportuna misura organizzativa, anche attraverso ordini di servizio al proprio personale, per l'immediata segnalazione di eventuali tentativi di estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale, in qualunque forma vengano posti in essere. Lo stesso obbligo viene contrattualmente assunto dai soggetti contraenti e subcontraenti a qualunque titolo interessati all'esecuzione dei lavori.


5.1 Prevenzione delle interferenze illecite di carattere mafioso

Per ogni affidamento della realizzazione delle opere il Soggetto aggiudicatore deve impegnarsi:

a) ad inserire, nella documentazione di gara e/o contrattuale, il riferimento al Protocollo, quale documento che dovrà essere sottoscritto per accettazione dalle imprese ricomprese nella Filiera;

b) a predisporre la documentazione contrattuale nel rispetto dei principi ispiratori del Protocollo e, nello specifico, a prevedere una disciplina

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804774
6. Indicazioni specifiche per la ricostruzione privata e ripristino delle attività produttive

La legge n. 229 del 2016 prevede che anche per gli interventi di ricostruzione privata effettuati con l'impiego dei contributi pubblici previsti dalla normativa emergenziale, ivi compresi gli insediamenti produttivi e commerciali per i quali il Commissario Straordinario ha emanato l'ordinanza n. 13 del 9 gennaio 2017, vengano svolti controlli antimafia e gli esecutori vengano obbligatoriamente individuati tra quelli iscritti in Anagrafe.

Il Comitato, sulla base di una buona prassi utilizzata con risultati positivi nelle più volte citate emergenze del 2009 e del 2012, ritiene necessario, al fine di garantire il corretto adempimento della previsione legislativa, l'adeguamento a fini antimafia degli strumenti contrattuali della ricostruzione privata, raccomandando in particolare la predisposizione di un Contratto-tipo che regoli obbligatoriamente le attività di ricostruzione a favore dei privat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804775
7. Controlli sui materiali da costruzione

Sulla base delle attività di analisi e monitoraggio svolte, il GICERIC potrà valutare l'opportunità e/o la necessità di chiedere alle Prefetture territorialmente competenti, previa intesa con la Struttura, di effettuare, mediante l'utilizzo dei laboratori ufficiali di cui all'articolo 59 del D.P.R. n. 380 del 2001, ivi compresi quelli autorizzati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ai sensi del comma 2 del medesimo articolo, le seguenti attività:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804776
8. Monitoraggio finanziario e Tracciabilità dei flussi finanziari

L'articolo 30, comma 13, della legge n. 229 del 2016 stabilisce che ai contratti, subappalti e subcontratti relativi agli interventi di ricostruzione, pubblica e privata, si applichino le disposizioni in materia di Tracciamento dei pagamenti di cui agli articoli 3 e 6 della legge 13 agosto 2010, n. 136.

La stessa disposizione prevede poi un passaggio dalla Tracciabilità al Monitoraggio per opere pubbliche di particolare importanza: "Per la realizzazione di interventi pubblici di particolare rilievo, il Comitato di cui all'articolo 203 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, propone al Comitato interministeriale per la programmazione economica di deliberare la sottoposizione di tali interventi alle disposizioni in materia di Monitoraggio finanziario, di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3926486 4804777
Protocollo quadro di legalità

N1

Parte di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Ordinamento giuridico e processuale

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti

Sisma centro Italia 2016: interventi per la messa in sicurezza e riapertura delle chiese

In questo articolo sono chiarite le procedure particolari definite per la realizzazione di interventi finalizzati alla messa in sicurezza e riapertura al pubblico delle chiese, come delineate dagli artt. 14 e 15-bis del D.L. 189/2016, nonché dalla Circolare 22/12/2016, dall'Ordinanza 05/05/2017, n. 23, con la quale è stato definito il primo programma di interventi ed approvati i relativi i criteri, e dall’Ordinanza 21/06/2017, n. 32, che approva il secondo programma di interventi.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Sisma 2016: le misure per la ricostruzione

Anche alla luce delle nuove misure introdotte dal D.L. 8/2017 (G.U. 33/2017), che ha ottenuto il via libera definitivo alla conversione in legge, con modificazioni, si propone una sintesi operativa delle misure per la ricostruzione post sisma introdotte dal D.L. 189/2016 e dei provvedimenti attuativi. Comuni interessati; Permessi edilizi e vigilanza sulle opere pubbliche e private; Tracciabilità finanziaria; Elenchi professionisti ed esecutori lavori qualificati; Misure per la ricostruzione privata e pubblica, contributi e procedure. AGG. 15/04/2017: Pubblicazione in G.U. Ordinanza 19/2017 sulla ricostruzione privata.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Protezione civile

Eventi sismici centro Italia 2016: tutte le indicazioni su sopralluoghi, verifiche di agibilità e interventi

AGG. 12/02/2017: Circolare su comuni colpiti da scosse del 18/01/2017. Pagina dinamica sempre aggiornata su: censimento danni e agibilità post-evento delle costruzioni; valutazione urgente di agibilità FAST; richiesta di sopralluogo su edifici già danneggiati da precedenti eventi sismici; rimozione delle macerie; messa in sicurezza dei beni culturali mobili e immobili; funzionamento dei gruppi tecnici di sostegno nella messa in sicurezza post-sismica; dismissione delle aree accoglienza; procedure attuative sul contributo per l’autonoma sistemazione.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Servizi pubblici locali
  • Lavoro e pensioni
  • Compravendita e locazione
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Appalti e contratti pubblici
  • Calamità/Terremoti
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • DURC
  • Enti locali
  • Fonti alternative
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Imprese

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Imprese
  • Compravendita e locazione
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti
  • Calamità
  • Terremoto Centro Italia 2016

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti

Sisma centro Italia 2016: ripresa versamenti tributari (persone fisiche)

29/12/2016

07/04/2018