FAST FIND : CM837

ALR Vitraplan: il design che valorizza la tecnologia

Insignito con il prestigioso Red Dot Award, il nuovo portone industriale ALR Vitraplan Hörmann è una chiusura esclusiva e mostra finestrature trasparenti che, applicate sul manto del portone, creano un affascinante gioco di riflessi e trasparenze.
Hörmann Italia S.r.l.

Con ALR Vitraplan, insignito con il prestigioso Red Dot Award – vale a dire con il riconoscimento internazionale  che viene ogni anno assegnato dal Design Zentrum Nordrhein-Westfalen a prodotti particolarmente innovativi in grado di distinguersi per il loro carattere estremamente simbolico ed emozionale – il leader europeo nelle chiusure civili e industriali Hörmann propone un portone sezionale dal design esclusivo.

Chiusura di grande appeal, ALR Vitraplan mostra finestrature trasparenti che, applicate sul manto del portone, creano un affascinante gioco di riflessi e trasparenze. La superficie della chiusura è inoltre complanare ed interrotta unicamente da giunti stretti tra le finestrature. Caratterizzato dall’ormai collaudata protezione salvadita Hörmann, ALR Vitraplan presenta il profilo telaio occultato, peculiarità in grado di esaltare ulteriormente l’effetto facciata continua. Mix vincente di tecnologia e design, il portone è proposto con due tonalità di finestrature: marrone e grigia.

Disponibile in lunghezze fino a 6.000 mm e in altezze fino a 7.500 mm, ALR Vitraplan è contraddistinto da lastre in doppio acrilico trasparente dello spessore di 26 mm ed è realizzato con l’innovativa tecnologia Duratec. Con le nuove finestrature in materiale sintetico Duratec – estremamente resistenti ai graffi e ad elevata coibentazione termica – il portone ALR Vitraplan mantiene nel tempo la sua trasparenza originale.

ALR Vitraplan: voce di capitolato

Elementi del portone, di altezza variabile da 500 a 750 mm., in profili tubolari d'alluminio estruso, spessore 42 mm. Tutti gli elementi del portone saranno riempiti con lastre doppie in acrilico trasparente di spessore 26 mm e con sovrapposte delle finestrature in materiale sintetico trasparente di spessore 4 mm, atte a generare un "effetto facciata continua", a richiesta in una tonalità marrone oppure grigia. I telai degli elementi saranno verniciati a polveri RAL 9017 quando le finestrature sovrapposte sono nella tonalità marrone, mentre saranno verniciati in RAL 9005 quando le finestrature sovrapposte sono nella tonalità grigia. Tutti gli elementi con sistema salvadita interno ed esterno (brevetto europeo). Una o più molle a torsione di bilanciamento, funi portanti laterali o combinazione di catena/fune portante. Guarnizione a pavimento in EPDM a doppia camera, guarnizioni laterali, guarnizione a labbro sull'architrave, guarnizione intermedia tra i singoli elementi. Chiusura dall'interno tramite chiavistello ruotante a scatto automatico o scorrevole lucchettabile (non in caso di applicazione HU e VU) o bloccaggio a terra. Portoni ad azionamento manuale con dispositivo di paracadute collaudato. Brevetto europeo. Manto in elementi in alluminio anodizzato in tonalità naturale E6/EV1 (verniciabili a richiesta). Molle a torsione verniciate. Telaio angolare in acciaio zincato, con guide di scorrimento avvitate. Tutte le altre parti in acciaio sono zincate. Sistemi di ancoraggio superiore in robusta carpenteria zincata, preforata. Conforme alla norma UNI EN 13241-1.

 

 



Via G. Di Vittorio 62
38015 Lavis (TN)
Telefono: ++39 (0461) 244444 r.a.
Telefax: ++39 (0461) 241557
Web: www.hormann.it/
E-mail: info@hormann.it

 

Dalla redazione

Costruzione in aderenza come addizione di manufatto precedente (Cass. 23968/2017)

La Corte di Cassazione, evidenziando la differenza tra le disposizioni di cui agli artt. 873 e 877 del Codice civile, chiarisce che non vi sono ragioni per negare la possibilità di costruire un manufatto in aderenza ad un fabbricato realizzato dal vicino sul confine per il solo fatto che tale manufatto costituisca addizione di un fabbricato preesistente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Abuso di ufficio anche in assenza di un accordo collusivo ed in presenza di una finalità pubblicistica (Cass. Pen 43160/2017)

La sentenza della Corte di Cassazione ribadisce importanti principi relativi alla prova della sussistenza del dolo intenzionale che qualifica il reato di abuso d’ufficio. In particolare, ai fini dell’accertamento dell’intenzionalità del vantaggio patrimoniale, non è necessaria la presenza di un accordo collusivo con il beneficiario della condotta, né può rilevare la compresenza di una finalità pubblicistica al fine di escludere il dolo intenzionale.
A cura di:
  • Emanuela Greco

Patentino ascensoristi: ripristino Commissione prefettizia per gli esami di abilitazione (DDL europea 2017)

Il disegno di legge europea per il 2017 - approvato dal Senato il 10/10/2017 e tornato alla Camera per l’approvazione definitiva - prevede il ripristino della Commissione prefettizia incaricata di svolgere le prove teorico-pratiche di esame per acquisire l’abilitazione alle attività manutentive sugli impianti di ascensore.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Requisiti igienico-sanitari nelle costruzioni

Requisiti igienico-sanitari generali delle abitazioni (altezza dei locali, superficie minima, bagni, riscaldamento, temperatura di progetto, ventilazione ed esclusione di condizioni di umidità, aspirazione di fumi ed esalazioni); Requisiti igienico-sanitari in edifici condonati e nel caso di recupero di sottotetti; Deroghe per interventi di efficientamento termico; Titoli abilitativi e requisiti igienico-sanitari: autocertificazione o parere di conformità igienico-sanitaria.
A cura di:
  • Studio Groenlandia

Vigilanza del coordinatore per l’esecuzione, obblighi e responsabilità (Cass. Pen. 45862/2017)

In materia di sicurezza sul lavoro nei cantieri il coordinatore per l’esecuzione riveste un ruolo di “alta vigilanza” che riguarda la generale configurazione delle lavorazioni e non la puntuale e stringente vigilanza, momento per momento, demandata ad altre figure operative, ossia al datore di lavoro, al dirigente, al preposto. Tuttavia il suo controllo non può essere meramente formale, ma va svolto in concreto, secondo modalità che derivano dalla conformazione delle lavorazioni con le eventuali conseguenti responsabilità.
A cura di:
  • Anna Petricca

Prodotti e mercati

Nasce ASSOBIM: la casa comune per il Building Information Modeling

ASSOBIM è la nuova associazione che nasce allo scopo di dare rappresentatività all'intera filiera "tecnologica" del BIM. Tra gli obiettivi di base: favorire il dialogo tra tutti gli operatori che si avvalgono della metodologia BIM (committenti, progettisti, costruttori e manutentori, produttori e distributori di software e servizi, enti pubblici, produttori di materiali), contribuire alla diffusione culturale e disciplinare del Building Information Modeling, evidenziarne i valori innovativi, incidere sul percorso normativo, rafforzarne il ruolo all'interno dei processi decisionali istituzionali.

Come il BIM migliora la progettazione dei ponteggi

L’integrazione del progetto del ponteggio con progettazione architettonica, strutturale, di impianti,…

Nasce KING: il primo supporto per pavimenti sopraelevati con base autolivellante e garanzia di 5 anni

Appena nato, è già destinato a regnare sul mercato dei supporti per pavimenti sopraelevati.

Ora il BIM è facile ed è per tutti

Ogni novità porta con se incertezze e timori e l’introduzione del BIM nel mondo delle costruzioni non si sottrae a questa regola.

Monitoraggio radar globale delle strutture nel consolidamento con resine espandenti

Dopo l’invenzione del consolidamento tramite iniezioni di resine espandenti con la tecnologia Deep Injections®, la più utilizzata al mondo con più di 100.000 interventi eseguiti di cui oltre 20.000 solo in Italia, Uretek ha compiuto un altro grande passo.

ACTASTIME: Alcuni quesiti frequenti (FAQ) sulla redazione delle perizie di stima degli immobili – Aggiornamento Settembre 2017

ACTASTIME: software per la redazione di perizie di stima del più probabile valore di mercato e di locazione di unità immobiliari con destinazione residenziale, uffici, commerciale, rurale e terreni.

Calcolo strutturale multidisciplinare ad elementi finiti

Corsi di istruzione tematici 2017/2018 FEM Straus7 per il calcolo strutturale multidisciplinare ad elementi finiti.