FAST FIND : NR37094

Deliberaz. G.R. Lazio 30/12/2016, n. 852

Piano nazionale di edilizia abitativa. D.P.C.M. 16 luglio 2009 - Accordo di programma tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Regione Lazio del 4 luglio 2012. Linee di indirizzo per la realizzazione del "Programma coordinato di intervento della Regione Lazio", approvato con la D.G.R.L. 21 ottobre 2011, n. 485.
Scarica il pdf completo
3454352 4159286
Testo del provvedimento


LA GIUNTA REGIONALE


SU PROPOSTA dell’Assessore alle Infrastrutture, Politiche Abitative, Enti Locali;

VISTO lo statuto della Regione Lazio;

VISTA la legge regionale 18 febbraio 2002, n. 6 “Disciplina del sistema organizzativo della Giunta e del Consiglio e disposizioni relative alla dirigenza ed al personale regionale” e s.m.i.;

VISTO il regolamento regionale 6 settembre 2002, n. 1 “Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta regionale” e successive modifiche;

VISTA la legge 5 agosto 1978, n. 457 “Norme per l’edilizia residenziale” e successive modifiche;

VISTA la legge 17 febbraio 1992, n. 179 “Norme per l’edilizia residenziale pubblica” e successive modifiche;

VISTA la legge regionale 6 agosto 1999, n. 12 “Disciplina delle funzioni amministrative regionali e locali in materia di edilizia residenziale pubblica” e successive modifiche;

VISTE le D.G.R.L. n. 9678/1996 e n. 93/1997 e successive modifiche, relative rispettivamente ai massimali di costo dell’edilizia agevolata e sovvenzionata;

VISTO il regolamento regionale 20 settembre 2000, n. 2 “Regolamento per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica destinata all’assistenza abitativa ai sensi dell’art. 17, comma 1, della legge regionale 6 agosto 1999, n. 12” e successive modifiche;

VISTA la legge regionale 3 settembre 2002, n. 30 “Ordinamento degli enti regionali operanti in materia di edilizia residenziale pubblica” e successive modifiche;

VISTO il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

PREMESSO che:

- l’art. 11 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 (Dispo

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3454352 4159287
Allegato A - Linee di indirizzo e modalità di erogazione delle risorse per gli interventi di cui all’art. 1, comma 1, lettera b) del P.N.E.A.: “Incremento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica con risorse dello stato, delle regioni, delle provincie autonome, degli enti locali e di altri enti pubblici, comprese quelle derivanti anche dall’alienazione, ai sensi e nel rispetto delle normative regionali o statali vigenti, di alloggi di edilizia residenziale pubblica in favore degli occupanti muniti di titolo legittimo.”

Al fine dell’attuazione degli interventi di cui all’art. 1, comma 1, lettera b) del P.N.E.A. e ai sensi dell’Accordo MIT-RL, la Regione Lazio definisce le seguenti linee di indirizzo e modalità di erogazione delle risorse pubbliche.


1. Tempi e modalità per l’attuazione del programma

L'attuazione del programma avviene nel rispetto di quanto segue:

a) l’inizio dei lavori relativi alla opere ammesse a finanziamento deve avvenire entro 180 (centottanta) giorni dalla data di sottoscrizione di cui all’articolo 4 dell’Accordo MIT-RL, previa verifica con le stazioni appaltanti dei tempi previsti dall’applicazione delle vigenti normative. I lavori dovranno essere ultimati entro 3 anni dalla data di inizio, salvo deroghe regolarmente autorizzate;

b) il soggetto attuatore beneficiario del

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3454352 4159288
Allegato B - Linee di indirizzo e modalità di erogazione delle risorse per gli interventi di cui all’art. 1, comma 1, lettera d) del P.N.E.A.: “Agevolazioni a cooperative edilizie costituite tra i soggetti destinatari degli interventi, eventualmente prevedendo agevolazioni amministrative nonché termini di durata predeterminati per la partecipazione di ciascun socio, in considerazione del carattere solo transitorio dell’esigenza abitativa”

Al fine dell’attuazione degli interventi di cui all’art. 1, comma 1, lettera d) del P.N.E.A. e ai sensi dell’Accordo MIT-RL, la Regione Lazio definisce le seguenti linee di indirizzo e modalità di erogazione delle risorse pubbliche.


1. Attuazione del programma

L’attuazione del programma avviene nel rispetto di quanto segue:

a) l’inizio dei lavori relativi alla opere ammesse a finanziamento, avviene entro 180 (centottanta) giorni dalla data di sottoscrizione della Convenzione di cui all’articolo 4 dell’Accordo MIT-RL, previa verifica con le stazioni appaltanti dei tempi previsti dall’applicazione delle vigenti normative; l’ultimazione dei lavori avviene entro 3 anni dalla data di inizio lavori, salvo deroghe regolarmente autorizzate. Qualora i lavori siano già in corso, la sottoscrizione delle Convenzione è subordinata alla rispondenza del progetto che ha ottenuto il permesso di costruire a quanto disposto dalla Convenzione stessa;

b) il soggetto attuatore beneficiario del finanziamento procede all’individuazione di un “referente”, al fine di garantire il flusso informativo nei confronti del “responsabile regionale dell’attuazione dell’accordo di programma” di cui all’articolo 6 dell’Accordo MIT-RL relativo all’avanzamento finanziario e dei lavori;

c) gli interventi sono attuati nel rispetto

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Recupero a fini abitativi immobili confiscati alla criminalità organizzata

Destinati 18 milioni di Euro per un programma di edilizia sociale nell’ambito del Piano nazionale di edilizia abitativa di cui al D.L. 112/2008. Gli immobili saranno conferiti in proprietà agli enti locali che provvederanno direttamente alla progettazione, affidamento e gestione dei lavori.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Piano nazionale di edilizia abitativa: emanato il decreto attuativo

Via libera al decreto che attua il Piano di edilizia residenziale pubblica varato con l'art. 11 del D.L. 112/2008. In arrivo 550 mln di Euro per le regioni.

Morosità incolpevole dell’inquilino: i criteri per il riparto del fondo e l’assegnazione dei contributi

Risorse e modalità di funzionamento del Fondo, istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, destinato agli inquilini "morosi incolpevoli". AGGIORNAMENTO SETTEMBRE 2017: riparto della disponibilità 2017.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Edilizia residenziale: tutte le misure contenute nel D.L. 47/2014 dopo la conversione in legge

Commento esaustivo a tutte le importanti novità per il rilancio dell’edilizia e dell’immobiliare contenute nel decreto. Piano di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica; Lotta all'occupazione abusiva di immobili; Detrazioni fiscali Irpef per il conduttore di alloggi sociali; Riscatto a termine dell’alloggio sociale; Riduzione dell'aliquota della cedolare secca per contratti a canone concordato; Interventi di edilizia residenziale sociale
A cura di:
  • Dino de Paolis

Il programma di edilizia residenziale per i dipendenti pubblici impegnati nella lotta alla criminalità organizzata (D.L. 152/1991)

Questo articolo riepiloga tutto quello che c’è da sapere sul programma per la costruzione di alloggi da concedere in locazione od in godimento a dipendenti delle amministrazioni dello Stato impegnati nella lotta alla criminalità organizzata previsto dall’art. 18 del D.L. 13/05/1991, n. 152 (convertito in legge dalla L. 203/1991), alla luce delle continue modifiche apportate negli anni alla relativa disciplina (da ultimo, con il D.L. “Milleproroghe” 244/2016 che ha prorogato il termine per la ratifica degli accordi di programma ai fini della possibile rilocalizzazione degli interventi).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

05/10/2017

25/09/2017

30/08/2017

06/04/2017