FAST FIND : NR16307

L. P. Trento 14/06/2005, n. 6

Nuova disciplina dell’amministrazione dei beni di uso civico.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.P. 27/12/2012, n. 25
- L.P. 03/06/2015, n. 9
- L.P. 30/12/2015, n. 21
- L.P. 29/12/2016, n. 20
Scarica il pdf completo
33464 3428129
Capo I - Norme generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428130
Art. 1 - Oggetto e finalità

1. La Provincia autonoma di Trento, nell'ambito delle competenze ad essa attribuite dallo Statuto speciale di autonomia, tutela e valorizza i beni di uso civico e le proprietà collettive quali elementi fondamentali per la vita e per lo sviluppo delle popolazioni locali e quali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428131
Art. 2 - Disciplina per il godimento dei beni di uso civico

1. L'esercizio dei diritti e il godimento dei beni di uso civico frazionali o comunali, come definiti ai sensi dell'articolo 1, spettano, in relazione ai propri bisogni, ad ogni nucleo familiare, i cui componenti, di seguito denominati aventi diritto, siano residenti rispettivamente nella frazione o nel comune. Ai fini dell'espressione del voto nelle consultazioni previste da questa legge, gli aventi diritto sono i maggiorenni di ogni nucleo familiare; lo statuto dell'ammin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428132
Art. 3 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428133
Capo II - Amministrazione dei beni di uso civico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428134
Art. 4 - Forme di amministrazione dei beni

1. I beni di uso civico sono amministrati nelle forme previste da questo articolo.

2. All'amministrazione dei beni comunali di uso civico provvede il comune; ove siano costituite le circoscrizioni di decentramento ai sensi dell'articolo 20 della legge regionale 4 gennaio 1993, n. 1 R (Nuovo ordinamento dei comuni della Regione Trentino - Alto Adige), il comune può affidare l'amministrazione dei beni alla circoscrizione nel cui ambito t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428135
Art. 5 - Scelta della forma di amministrazione dei beni frazionali di uso civico

1. Nel caso previsto dall'articolo 4, comma 7, la forma di amministrazione dei beni frazionali di uso civico è scelta dagli aventi diritto mediante apposita consultazione, indetta dal sindaco entro sessanta giorni dalla richiesta. “La consultazione si svolge almeno trenta giorni dopo la data dell'indizione e non oltre sessanta giorni dopo la medesima data. La consultazione si svolge la domenica o in un giorno festivo per almeno otto ore fra le ore sette e le ore ventidue.” N1 In caso di ritardo od omissione la Giunta provinciale eserc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428136
Art. 6 - Art. 9 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428137
Art. 10 - Destinazione delle risorse derivanti dai beni di uso civico

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 16, le risorse finanziarie derivanti dai beni di uso civico comunali o frazionali sono destinate alla manutenzione ordinaria e straordinaria nonché all'amministrazione e alla gestione del patrimonio d'uso civico. Le eventuali ecce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428138
Art. 11 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428139
Art. 12 - Accesso ai benefici delle leggi provinciali

1. Ai fini del riconoscimento del ruolo delle ASUC e della loro valorizzazione nel contesto del territorio provinciale nell'ambito delle finalità di questa legge, le medesime sono ammesse ai benefici previsti dalle leggi provinciali, nel rispetto dei requisiti stabiliti dalle stesse. Questo comma si applica anche alla Magnifica comunità di Fiemme ", alle Regole di Spinale e Manez e alle consortele riconosciute come associazioni agrarie di diri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428140
Capo III - Gestione dei beni di uso civico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428141
Art. 13 - Principi e disposizioni generali per la gestione dei beni

1. La gestione dei beni di uso civico è volta a conseguire la migliore utilizzazione economica dei beni, nel rispetto dei principi e delle finalità di tutela e di valorizzazione stabiliti dall'articolo 1, comma 1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428142
Art. 14 - Variazione d'uso dei beni di uso civico

1. Per variazione d'uso dei beni di uso civico si intende il cambiamento dell'utilizzazione economica dei beni effettuato n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428143
Art. 15 - Sospensione del vincolo di uso civico

1. L'amministrazione competente può disporre a favore di terzi la sospensione del vincolo di uso civico per la realizzazione di opere, di interventi o impianti di pubblica utilità, ivi inclusi quelli finalizzati a garantire servizi pubblici essenziali, nonché per consentire la concessione in uso a titolo oneroso di un determinato bene di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428144
Art. 16 - Estinzione del vincolo di uso civico

1. L'estinzione del vincolo di uso civico gravante su un determinato bene è ammessa eccezionalmente solo nei casi previsti dal comma 3, sempre che la migliore utilizzazione e valorizzazione del bene di uso civico non sia perseguibile mediante altri atti di gestione previsti da questo capo. L'estinzione è deliberata dall'organo competente dell'amministrazione come individuata dall'articolo 4. N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428145
Art. 17 - Acquisto di beni

1. L'amministrazione competente ha la facoltà di accrescere il proprio demanio civico con ulte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428146
Art. 18 - Pianificazione territoriale e mutamento di destinazione

1. L'elaborazione del piano urbanistico provinciale deve tener conto della natura e delle funzioni delle terre di uso civico così come definite da questa legge.

2. Fermo restando quanto disciplinato da questo capo, se in sede di elaborazione degli strumenti urbanistici subordinati al piano urbanistico provinciale (PUP) e delle relative varianti, che non costituiscono un mero adeguamento normativo alla disciplina del PUP di natura obbligatoria, l'ente procedente intende mutare la destinazione in atto dei beni di uso civico, lo s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428147
Capo IV - Disposizioni finali e transitorie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428148
Art. 19 - Esercizio delle funzioni già attribuite al Commissario regionale per la liquidazione degli usi civici

1. Le funzioni amministrative in materia di usi civici attribuite ai sensi della norm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428149
Art. 20 - Regolamento di esecuzione

1. Entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore di questa legge la Giunta provinciale delibera il regolamento di esecuzione, sentita la competente commissione permanente del Consiglio provinciale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428150
Art. 21 - Regolarizzazione delle utilizzazioni in atto dei beni di uso civico

1. Le amministrazioni competenti possono presentare alla Provincia richiesta di regolarizzazione relativamente a situazioni di fatto riconducibili alle fattispecie previste dagli articoli 14, 15 e 16, preesistenti alla data dell'entrata in vigore di questa legge e che non risultino conformi alla normativa vigente al momento di questa realizzazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428151
Art. 22 - Consulenza della Provincia

1. Il servizio provinciale provvede a fornire consulenza ai comuni e alle ASUC nelle

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428152
Art. 23 - Rinvii

1. Per l'attività contrattuale e per l'esecuzione dei lavori l'ASUC osserva i pri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428153
Art. 24 - Abrogazioni e disposizioni transitorie

1. Con effetto dalla data di entrata in vigore di questa legge, sono abrogate le seguenti disposizion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
33464 3428154
Art. 25 - Art. 26 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Emilia Romagna: contributi per la redazione del piano di azione per il clima e l'energia sostenibile

Il bando è rivolto agli Enti locali della Regione Emilia-Romagna, per sostenere l'adesione al patto dei sindaci per l'energia ed il clima e la redazione del piano di azione per l'energia sostenibile e il clima (Paesc), e prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Distributori di carburanti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lombardia: sviluppo della rete distributiva di impianti di erogazione di metano liquido (GNL)

L’iniziativa è diretta alle micro, piccole e medie imprese, operanti nel settore della distribuzione dei carburanti che intendano realizzare impianti ad uso pubblico di erogazione del metano in forma liquida (GNL). La finalità del bando è quella di creare una rete innovativa di distribuzione di carburante a basso impatto ambientale che al contempo risulti efficace per l’approvvigionamento dei mezzi di trasporto pesanti, in particolare per quelli che effettuano spostamenti a medio-lunga percorrenza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Finanza pubblica

Toscana: finanziamenti per interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne

Bando da oltre 4 milioni di euro per finanziare interventi di rigenerazione urbana nelle aree interne della Toscana. L'obiettivo è quello aiutare i Comuni, grandi e piccoli, a migliorare e innovare il tessuto urbano, prevenire il degrado, recuperare “aree critiche” ed immobili di grandi dimensioni abbandonati o in rovina grazie ad interventi mirati, che mettano a frutto lo spirito della legge sul governo del territorio (L.R. Toscana n. 65/2014) e riattivino aree interne al perimetro urbanizzato dando loro nuova vita e nuove finalità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Enti locali

Lombardia: 8 milioni di euro per la sicurezza stradale

La Regione Lombardia concede contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi di riduzione dell’incidentalità stradale sulla rete viaria dei Comuni e Province. Sono ammessi a finanziamento le spese sostenute relativamente ai seguenti progetti: opere infrastrutturali, interventi per la messa in sicurezza, segnaletica, piste e percorsi ciclabili, impianti di illuminazione a basso consumo energetico. Disponibili in tutto 8 milioni di euro suddivisi per gli anni 2019, 2020 e 2021. Il cofinanziamento è riconosciuto fino al 50% del costo totale delle spese ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Beni culturali e paesaggio
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca