FAST FIND: AR1330

Nomina delle commissioni giudicatrici nelle gare pubbliche

A cura di:
Dino de Paolis

BR 26-27 prodotti non contenitori

Questo contributo riporta la disciplina delle commissioni di aggiudicazione per le gare pubbliche da svolgersi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi degli artt. 77 e 78 del D. Leg.vo 50/2016 e delle Linee guida ANAC n. 5 (Determ. 1190/2016). Sono riportati due pratici schemi grafici relativi rispettivamente all’organizzazione dell’Albo obbligatorio dei commissari, con i prescritti requisiti di esperienza e professionalità necessari per l’iscrizione, ed ai criteri di scelta dei commissari nelle singole gare, con le relative procedure. Sono infine indicati i tasselli ancora mancanti per il completamento della disciplina ed il superamento del regime transitorio previsto dal D. Leg.vo 50/2016, come chiariti anche dal Comunicato ANAC 22/03/2017. Articolo aggiornato con il D. Leg.vo 19/04/2017 (c.d. “correttivo”).

PREMESSA
Nell’impostazione prevista dal D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50, il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa ha portata generale, essendo l’impiego del diverso criterio del prezzo più basso limitato - secondo quanto precisa l’art. 95, comma 4 - alle seguenti ipotesi:
a) per i lavori di importo pari o inferiore a 2.000.000 Euro, quando l’affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie e sulla base del progetto esecutivo;
b) per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato, di qualsiasi importo;
c) per i servizi e le forniture di importo fino a 40.000 Euro;
d) per i servizi e le forniture di importo pari o superiore a 40.000 Euro e sino alla soglia comunitaria, solo se caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione per quelli di notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo.
Devono sempre essere aggiudicati sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell’art. 95, comma 3, i contratti relativi a:
a) i contratti relativi all'affidamento dei servizi di ingegneria e architettura e degli altri servizi di natura tecnica e intellettuale di importo pari o superiore a 40.000 Euro;
b) i contratti relativi ai servizi sociali e di ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica, nonché ai servizi ad alta intensità di manodopera di qualsiasi importo, fatti salvi gli affidamenti diretti di importo inferiore a 40.000 Euro.
 

Per approfondimenti, corredati da una tabella riepilogativa dei criteri di aggiudicazione ammissibili, si rinvia all’articolo “Procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione nel D. Leg.vo 50/2016” (Fast Find AR1230).

 


Per leggere il contributo completo scarica la versione in PDF (riservato agli Abbonati).
  • Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
  • Chiarimenti sull'iscrizione all'Albo dei componenti delle commissioni giudicatrici.
  • Linee guida n. 5, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”.
  • Codice dei contratti pubblici.
Condividi

Commenta

Per commentare è necessario eseguire il log in .
Se non sei ancora registrato, clicca qui

BR 30 - prodotti correlati

In questo elemento si parla di

Risorse