FAST FIND : CM223

Le ESCo secondo la nuova UNI CEI 11352:2010 e il D. Leg.vo 115/2008

Il corso organizzato dal Comitato Termotecnico Italiano si terrà a Milano il 26 ed il 27 luglio 2010.

Il D. Leg.vo 115/2008 definisce le ESCo come quelle società che forniscono «servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell'utente e ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento di altri criteri di rendimento stabiliti».

Questa seppur articolata definizione non basta per definire nel dettaglio cosa è e cosa deve fare una ESCo. L'art. 16 dello stesso Decreto chiarisce infatti che le ESCo, in quanto fornitrici di servizi energetici, devono essere meglio definite da una norma UNI-CEI (la UNI CEI 11352:2010 appunto) sulla base della quale verrà approvata una specifica procedura di Certificazione Volontaria.

Il corso è stato sviluppato partendo proprio da queste premesse che definiscono il quadro operativo in cui si deve muovere una ESCo, con l'obiettivo di approfondire in dettaglio i contenuti della norma UNI CEI e fornire a società pubbliche o private, interessate a utilizzare o offrire qualificati servizi di efficienza energetica, a consulenti e liberi professionisti, tutti gli elementi utili per impiegare al meglio il nuovo strumento normativo elaborato su richiesta del ministero.

Ulteriore valore aggiunto fornito dal corso è l'analisi in anteprima, in attesa della pubblicazione prevista per l'autunno 2010, della norma UNI CEI EN 15900 sui servizi di efficienza energetica elaborata nel contesto della direttiva 2006/32/CE sull'efficienza negli usi finali dell'energia.

Il corso intende:

  • illustrare i contenuti dell norma UNI CEI 11352 Gestione dell'energia. Società che forniscono servizi energetici (ESCo). Requisiti generali e lista di controllo per la verifica dei requisiti ed il suo possibile utilizzo per l'autovalutazione o la qualifica da parte del commitente;
  • illustrare come può avvenire la certificazione di terza parte delle ESCo in conformità alla UNI CEI 11352;
  • definire le caratteristiche di un servizio di miglioramento dell'efficienza energetica in accordo con la futura UNI CEI EN 15900:2010 Servizi di efficienza energetica. Definizione e requisiti;
  • illustrare le modalità dei contratti «a garanzia di risultato» che una ESCo conforme alla UNI CEI 11352 deve sottoscrivere sia per il settore privato che per il settore pubblico;
  • illustrare come operano le ESCo nei vari Paesi Europei;
  • evidenziare come operano varie ESCo italiane.

Maggiori dettagli e costi di partecipazione sono riportati nella locandina.

Ufficio Centrale CTI
Via Scarlatti 29, 20124 Milano
Tel. +39 02 266.265.1
Fax +39 02 266.265.50

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Appalti di lavori privati
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Il reato di abuso d'ufficio in materia edilizia

Contesto normativo - Elementi costitutivi del reato: la condotta dell’agente (violazione di norme di legge o regolamento, omissione di astensione in caso di conflitto di interessi), l’evento del reato (procurare un ingiusto vantaggio patrimoniale, arrecare un ingiusto danno) e la configurazione del dolo (dolo intenzionale come volontà di cagionare l’evento in via primaria, gli elementi sintomatici del dolo) - Concorso del privato nel reato.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Professioni
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Sicilia: contributi alle imprese per l'assunzione di disoccupati

La regione Sicilia eroga contributi alle imprese per agevolare l'inserimento/reinserimento occupazionale dei disoccupati di lunga durata e dei disabili. Il contributo copre fino al 50% del costo salariale annuo sostenuto dal datore di lavoro per i 24 mesi successivi all'assunzione (fino al 75% per assunzione di lavoratori con disabilità). Gli importi massimi erogabili all'impresa per ciascun lavoratore assunto a tempo indeterminato corrispondono a 8.000 euro annui. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 15 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Provvidenze
  • Informatica
  • Finanza pubblica
  • Professioni

Emilia Romagna: contributi ai professionisti per l’innovazione digitale

I liberi professionisti dell'Emilia Romagna hanno l'opportunità di beneficiare del sostegno regionale per aumentare la propria competitività attraverso una maggiore digitalizzazione dei loro servizi. Gli interventi sostenuti dal bando riguardano l'innovazione tecnologica, il riposizionamento strategico sul mercato e nel caso di forme aggregate la promozione di azioni di marketing e di internazionalizzazione. Possono partecipare al bando sia i liberi professionisti iscritti a Ordini o Collegi professionali, sia quelli non iscritti ad alcun Ordine, titolari di partita Iva, in forma singola o associata.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Appalti e contratti pubblici
  • Contabilità dei lavori pubblici e riserve
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione

Inadempimenti dell’appaltatore e conseguenze negli appalti pubblici

Premessa; Inadempimenti dell’appaltatore e diffida ad adempiere; Penali; Risoluzione del contratto (per inosservanza della diffida ad adempiere, per grave inadempimento, per determinati reati e venuta meno della qualificazione, provvedimenti conseguenti); Diritto di recesso della stazione appaltante.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica

Puglia: sostegno ai Comuni per le spese di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’amianto

La Regione Puglia mette a disposizione 3.000.000,00 (tre milioni) di euro a sostegno dei Comuni per le spese relative ad interventi per la rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto presenti in fabbricati ed immobili di proprietà privata.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Titoli abilitativi
  • Urbanistica
  • Piano Casa
  • Standards
  • Edilizia e immobili

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Finanza pubblica
  • Commercio e mercati
  • Urbanistica
  • Provvidenze
  • Imprese

Liguria: contributi botteghe dell'entroterra (Bando 2018 - Termine finale)