FAST FIND: NW1694

Piano Casa Regione Liguria

BR 26-27 prodotti non contenitori

Ampliamento di edifici residenziali proporzionale alla cubatura; demolizione e ricostruzione di edifici incongrui.

Pubblicata la L.R. della Liguria 03/11/2009, n. 49 recante «Misure urgenti per il rilancio dell'attività edilizia e per la riqualificazione del patrimonio urbanistico-edilizio».
Il provvedimento, che ha natura straordinaria e validità temporalmente circoscritta, è volto a favorire il rilancio del settore dell'edilizia attraverso l'introduzione di misure idonee a promuovere il recupero a fini abitativi degli edifici residenziali esistenti di volumetria non superiore a 1.000 mc, mediante interventi di ampliamento, nonché la riqualificazione delle costruzioni incongrue rispetto alle previsioni dei Piani di Bacino, al contesto urbanistico-ambientale ovvero in stato di degrado, in modo da conseguire il loro rinnovo unitamente all'adeguamento alla normativa antisismica ed al miglioramento della loro efficienza energetica.

Ampliamento di edifici esistenti
Sono possibili ampliamenti degli edifici esistenti al 30/06/2009 aventi totale o prevalente destinazione residenziale e costituiti da fabbricati mono o plurifamiliari purché in ogni caso non eccedenti la volumetria massima di 1.000 mc. Tali interventi di ampliamento devono risultare finalizzati al miglioramento della funzionalità, della qualità architettonica, statica e/o energetica e possono comportare:
- per edifici di dimensioni fino a 200 mc incrementi nel limite massimo di 60 mc;
- per edifici di dimensioni comprese tra 200 mc e 500 mc per la parte eccedente la soglia di 200 mc si applica la percentuale del 20% (per esempio: su un edificio pari a 205 mc sulla porzione fino a 200 mc si applica la percentuale del 30%, mentre sui restanti 5 mc di volumetria si applica la percentuale del 20%) ;
- per edifici di dimensioni comprese tra 500 mc e 1000 mc, per la parte eccedente la soglia di 500 mc si applica la percentuale del 10%.
Gli ampliamenti sono realizzabili anche in deroga alla disciplina dei piani urbanistici vigenti o in corso di formazione, fermo restando il rispetto del parametro della distanza fra gli edifici e delle indicazioni tipologiche formali e costruttive stabilite nella strumentazione urbanistica o nei piani territoriali vigenti.
La disciplina si applica anche agli edifici destinati ad uso socio-assistenziale e socio-educativo in quanto configurabili sotto il profilo urbanistico quali residenze di tipo specialistico.

Incentivazioni e premialità
Sono previste tre fattispecie di possibili incrementi delle percentuali di ampliamento degli edifici già stabilite, relative all'adeguamento alla normativa antisismica, alla riqualificazione di edifici rurali a destinazione residenziale nel rispetto della tipologia e dei materiali locali tradizionali, ed all'utilizzo di lastre di ardesia di estrazione ligure per le coperture.

Demolizione e ricostruzione
Viene disciplinata la possibilità di realizzare interventi di demolizione e ricostruzione con incremento fino al 35% della volumetria esistente alla data del 30/06/2009 aventi ad oggetto edifici residenziali qualificabili come incongrui.
La possibilità di ricostruzione ivi prevista se realizzata in sito può essere assentita con alcune restrizioni mediante permesso di costruire rilasciato in deroga alle previsioni urbanistico-edilizie dello strumento urbanistico comunale vigente o in corso di formazione.

Riqualificazione urbanistica ed ambientale di edifici a destinazione diversa da quella residenziale
E' prevista la possibilità dei Comuni di approvare interventi di demolizione e ricostruzione anche di edifici a destinazione diversa da quella residenziale mediante ricorso alla Conferenza di Servizi.

Titoli edilizi
È sancito l'assoggettamento a DIA obbligatoria nonché il divieto di cumulo delle possibilità di ampliamento con quelle già stabilite nella vigente strumentazione urbanistica comunale .

Condividi

Commenta

Per commentare è necessario eseguire il log in .
Se non sei ancora registrato, clicca qui

BR 30 - prodotti correlati

In questo elemento si parla di