FAST FIND : NN15005

Par. ANAC 29/07/2014, n. 9

Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dal Comune di Pognano – “Lavori cimiteriali necessari alle singole tumulazioni e per la manutenzione ordinaria, pulizia e assistenza ai funerali — Piantumazione stagionale essenze decorative, falcio lato strade e pertinenze comunali, interventi urgenti immediati entro 15 min., lavori e interventi con reperibilità 24/24 ore nel territorio del Comune di Pognano — Biennio 2014-2015". Criterio di aggiudicazione: prezzo più basso - Importo a base di gara: euro 126.452,79 – S.A. Comune di Pognano.
Scarica il pdf completo
2709735 2713731
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2709735 2713732
Considerato in fatto

In data 17 febbraio 2014 è pervenuta l’istanza indicata in epigrafe con la quale il Comune di Pognano ha chiesto un parere in merito alla legittimità dell’aggiudicazione provvisoria disposta nei confronti della ditta Manutenzione Giardini di Ceruti Alfio, in quanto, secondo la società risultata seconda in graduatoria, la documentazione presentata dalla Manutenzione Giardini in sede di comprova ex art. 48 del d.lgs. n. 163/2006R, non sarebbe idonea.

Il comune di Pognano ha indetto una gara con procedura aperta per l'affidamento dei "lavori cimiteriali necessari alle singole tumulazioni e per la manutenzione ordinaria, pulizia e assistenza ai funerali - piantumazione stagionale essenze decorative, falcio lato strade e pertinenze comunali, interventi urgenti immediati entro 15 min., lavori e interventi con reperibilità 24/24 ore nel territorio del comune di Pognano -biennio 2014-2015".

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2709735 2713733
Ritenuto in diritto

La questione sottoposta all’esame dell’Autoritàsi incentra sull’esaustività o meno della documentazione prodotta dalla ditta Manutenzioni Giardini, in sede di verifica ai sensi dell’art. 48 del d.lgs. n. 163/2006R, a comprova del possesso del requisito relativo al costo sostenuto per il personale dipendente.

La normativa di riferimento in tema di controlli sul possesso dei requisiti ex art. 48 del Codice dei contratti pubblici non fornisce alcuna indicazione in ordine alla documentazione da presentare, ma si limita a prescrivere l’onere per i concorrenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2709735 2713734
Il Consiglio

ritiene, nei limiti di cui in motivazione, che la documentazione presentata dalla dit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Omessa dichiarazione della condanna dell’amministratore cessato dalla carica: conseguenze

Punto della situazione dopo la sentenza della Corte di giustizia UE 20/12/2017, causa C- 178/16, secondo la quale l’omessa dichiarazione da parte dell’offerente della condanna, anche se non ancora definitiva, dell’amministratore cessato dalla carica, comporta la mancata dimostrazione della dissociazione dell’impresa dalla condotta illecita e conseguentemente l’esclusione dalla gara.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Avvalimento di requisiti finanziari ed esperienza (c.d. "di garanzia") e contenuti del contratto (C. Stato 5429/2017)

Con la sentenza C. Stato 22/11/2017, n. 5429, sono state fornite interessanti precisazioni in merito ai contenuti del contratto di avvalimento nelle gare pubbliche, con particolare riguardo al caso in cui l’impresa ausiliaria mette a disposizione dell’ausiliata il proprio valore aggiunto in termini di solidità finanziaria e di acclarata esperienza di settore (c.d. “avvalimento di garanzia”).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Avvalimento: conseguenze della perdita delle capacità richieste dal bando dell’impresa ausiliaria

La Corte UE, con sentenza del 14/09/2017, causa C-223/16, chiarisce che nella vigenza della Direttiva 2004/18/CE, la perdita dei requisiti da parte di un’impresa ausiliaria di un RTI comportava l’esclusione dalla gara, non essendo applicabile la disciplina successiva dettata dalla Direttiva 2014/24/UE recepita in Italia dal D. Leg.vo 50/2016 (Codice dei contratti pubblici).
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Modifiche soggettive del Raggruppamento temporaneo in corso di gara

Secondo la sentenza del TAR Campania-Napoli 06/02/2017, n. 211 il divieto di modificare la composizione dei partecipanti ai raggruppamenti temporanei di imprese riguarda l’intera durata della procedura di gara, mentre le eccezioni a tale divieto di cui all'articolo 48 del D. Leg.vo 50/2016 riguardano la successiva fase dell’esecuzione del contratto. La questione è ora stata risolta dal D. Leg.vo n. 56/2017 (c.d. correttivo al Codice dei contratti pubblici) nel senso che le suddette eccezioni si applicano anche in fase di gara.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

La qualificazione degli esecutori di lavori pubblici dopo il D. Leg.vo 50/2016

Questo lavoro tratta la qualificazione dei soggetti esecutori di lavori pubblici in base alle norme contenute nell’art. 12 del D.L. 47/2014 (convertito in legge dalla L. 80/2014), che continuano ad applicarsi anche a seguito dell’emanazione del D. Leg.vo 50/2016 in attesa di un nuovo decreto ministeriale di riordino. L’articolo consiste di due utilissime tavole sinottiche che riepilogano schematicamente le regole per la qualificazione nelle categorie di opere generali e specializzate diverse dalla prevalente, aggiornate al D. Leg.vo 50/2016.
A cura di:
  • Massimo Urbani
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Operatività Albo commissari di gara presso l'ANAC per procedure di affidamento

  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Obbligo di compilazione del DGUE in forma elettronica in base a regole AgID

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 100 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro