FAST FIND : NN14804

L. 07/12/2000, n. 383

Disciplina delle associazioni di promozione sociale.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Leg.vo 02/07/2010, n. 104
- D. Leg.vo 03/07/2017, n. 117

Scarica il pdf completo
2664048 4036011
Capo I - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036012
Art. 1. - Finalità e oggetto della legge

1. La Repubblica riconosce il valore sociale dell'associazionismo liberamente costituito e delle sue molteplici attività come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo; ne promuove lo sviluppo in tu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036013
Art. 2. - Associazioni di promozione sociale

1. Sono considerate associazioni di promozione sociale le associazioni riconosciute e non riconosciute, i movimenti, i gruppi e i loro coordinamenti o federazioni costituiti al fine di svolgere attività di utilità soci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036014
Art. 3. - Atto costitutivo e statuto

1. Le associazioni di promozione sociale si costituiscono con atto scritto nel quale deve tra l'altro essere indicata la sede legale. Nello statuto devono essere espressamente previsti:

a) la denominazione;

b) l'oggetto sociale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036015
Art. 4. - Risorse economiche

1. Le associazioni di promozione sociale traggono le risorse economiche per il loro funzionamento e per lo svolgimento delle loro attività da:

a) quote e contributi degli associati;

b) eredità, donazioni e legati;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036016
Art. 5. - Donazioni ed eredità

1. Le associazioni di promozione sociale prive di personalità giuridica posson

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036017
Art. 6. - Rappresentanza

1. Le associazioni di promozione sociale anche non riconosciute sono rappresentate in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036018
Capo II - Registri e osservatori dell'associazionismo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036019
Sezione I - Registri nazionale, regionali e provinciali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036020
Art. 7. - Registri

N4

1. Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli affari sociali è istituito

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036021
Art. 8. - Disciplina del procedimento per le iscrizioni ai registri nazionale, regionali e provinciali

N4

1. Il Ministro per la solidarietà sociale, entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, emana un apposito regolamento che disciplina il procedimento p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036022
Art. 9. - Atti soggetti ad iscrizione nei registri

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036023
Art. 10. - Ricorsi avverso i provvedimenti relativi alle iscrizioni e alle cancellazioni

N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036024
Sezione II - Osservatorio nazionale e osservatori regionali dell'associazionismo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036025
Art. 11. - Istituzione e composizione dell'Osservatorio nazionale

1. In sede di prima attuazione della presente legge, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la solidarietà sociale, è istituito l'Osservatorio nazionale dell'associazionismo, di seguito denominato «Osservatorio», presieduto dal Ministro per la solidarietà sociale, composto da 26 membri, di cui 10 rappresentanti delle associazioni a car

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036026
Art. 12. - Funzionamento e attribuzioni

1. Per lo svolgimento dei suoi compiti l'Osservatorio, che ha sede presso il Dipartimento per gli affari sociali, adotta un apposito regolamento entro sessanta giorni dall'insediamento.

2. Con regolamento, approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi della legge 23 agosto 1988, n. 400 R, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disciplinati le procedure per la gestione delle risorse assegnate all'Osservatorio e i rapporti tra l'Osservatorio e il Dipartimento per gli affari sociali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036027
Art. 13. - Fondo per l'associazionismo

N3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036028
Art. 14. - Osservatori regionali

1. Le regioni istituiscono osservatori regionali per l'associazionismo con funzioni e modalità di funzion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036029
Art. 15. - Collaborazione dell'ISTAT

1. L'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) è tenuto a fornire all'Osservato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036030
Art. 16. - Rapporti con l'Osservatorio nazionale per il volontariato

1. L'Osservatorio svolge la sua attività in collaborazione con l'Osservatorio nazionale per il volontariato di cui

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036031
Art. 17. - Partecipazione alla composizione del CNEL

1. L'Osservatorio e l'Osservatorio nazionale per il volontariato designano dieci membri del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro (CNEL), scelti fra le persone indicate dalle associazioni di promozione sociale e dalle organizzazioni di volontariato maggiormente rappresentative.

2. L'aline

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036032
Capo III - Prestazioni degli associati, disciplina fiscale e agevolazioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036033
Sezione I - Prestazioni degli associati
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036034
Art. 18. - Prestazioni degli associati

1. Le associazioni di promozione sociale si avvalgono prevalentemente delle attivit&a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036035
Art. 19. - Flessibilità nell'orario di lavoro

1. Per poter espletare le attività istituzionali svolte anche in base alle con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036036
Sezione II - Disciplina fiscale, diritti e altre agevolazioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036037
Art. 20. - Art. 21.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036038
Art. 22. - Erogazioni liberali

1. Al testo unico delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 R, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all'articolo 13-bis:

1) al comma 1, relativo alle detrazioni di imposta per oneri sostenuti, dopo la lettera i-ter) è aggiunta la seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036039
Art. 23. - Tributi locali

1. Gli enti locali possono deliberare riduzioni sui tributi di propria competenza per

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036040
Art. 24. - Accesso al credito agevolato e privilegi

1. Le provvidenze creditizie e fideiussorie previste dalle norme per le cooperative e i loro consorzi sono estese, senza ulteriori oneri per lo Stato, alle associ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036041
Art. 25. - Messaggi di utilità sociale

1. Ai sensi dell'articolo 3 della legge 7 giugno 2000, n. 150, la Presidenza del Cons

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036042
Art. 26. - Diritto all'informazione ed accesso ai documenti amministrativi

1. Alle associazioni di promozione sociale è riconosciuto il diritto di access

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036043
Art. 27. - Tutela degli interessi sociali e collettivi

1. Le associazioni di promozione sociale sono legittimate:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036044
Art. 28. - Accesso al Fondo sociale europeo

1. Il Governo, d'intesa con le regioni e con le province autonome di Trento e di Bolz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036045
Art. 29. - Norme regionali e delle province autonome

1. Le leggi regionali e le leggi delle province autonome di Trento e di Bolzano conco

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036046
Art. 30. - Convenzioni

1. Lo Stato, le regioni, le province autonome di Trento e di Bolzano, le province, i comuni e gli altri enti pubblici possono stipulare convenzioni con le associazioni di promozione sociale, iscritte da almeno sei mesi nei registri di cui all'articolo 7, per lo svolgimento delle attività previste dallo statuto verso terzi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036047
Art. 31. - Strutture e autorizzazioni temporanee per manifestazioni pubbliche

1. Le amministrazioni statali, con le proprie strutture civili e militari, e quelle regionali, provinciali e comunali possono prevedere forme e modi per l'utilizzazione non onerosa di beni mobili e immobili per manifestazioni e iniziative temporanee delle associazioni di promo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036048
Art. 32. - Strutture per lo svolgimento delle attività sociali

1. Lo Stato, le regioni, le province e i comuni possono concedere in comodato beni mobili ed immobili di loro proprietà, non utilizzati per fini istituzionali, alle associazioni di promozione sociale e alle organizzazioni di volontariato previste dalla legge 11 agosto 1991, n. 266, per lo svolgimento delle loro attività istituzionali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036049
Capo IV - Disposizioni finanziarie
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2664048 4036050
Art. 33. - Copertura finanziaria

1. All'onere derivante dall'attuazione della presente legge, valutato nella misura di lire 10.000 milioni per l'anno 2000, di lire 98.962 milioni per l'anno 2001 e di lire 73.962 milioni a decorrere dall'anno 2002, si provvede mediante riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 2000-2002

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Autorità di vigilanza
  • Appalti e contratti pubblici

Linee guida ANAC e altri provvedimenti attuativi e collegati al Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016)

Gerarchia delle fonti del diritto in tema di contratti pubblici; Mappa completa e aggiornata di tutti i provvedimenti da emanare, emanati e in corso di emanazione organizzata per classificazione tematica, con riferimento a: oggetto, norma che ne prevede l’emanazione, tipo provvedimento, stato dell’iter, disciplina transitoria, con accesso a tutti i testi completi aggiornati e ad approfondimenti redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici

I lavori pubblici su beni culturali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Ambito di applicazione e contenuti del D.M. 154/2017; Entrata in vigore del D.M. 154/2017 e abrogazioni, possibile vuoto normativo in tema di progettazione) - REQUISITI DI QUALIFICAZIONE DEI SOGGETTI ESECUTORI (Idoneità tecnica - Certificazione dei lavori eseguiti; Qualificazione per affidamenti di importo inferiore a 150.000 euro; Idoneità tecnica - Idonea direzione tecnica; Mantenimento dei requisiti di qualificazione) - PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI (Progettazione; Direzione lavori e supporto al RUP; Tecnici interni alle stazioni appaltanti; Elaborati progettuali; Verifica dei progetti) - AFFIDAMENTO (Modalità di affidamento, procedure e criteri di scelta del contraente; Somma urgenza) - ESECUZIONE E COLLAUDO DEI LAVORI (Varianti; Collaudo; Consuntivo scientifico al termine dei lavori) - SPONSORIZZAZIONE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

La realizzazione delle opere di urbanizzazione nel D. Leg.vo 50/2016

PREMESSA (Gli oneri di urbanizzazione; I riferimenti nel T.U. dell’edilizia e nella Legge urbanistica; Quali sono le opere di urbanizzazione) - LA DISCIPLINA NEL “VECCHIO” D. LEG.VO 163/2006 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Opere non realizzate a scomputo ma in base a convenzione) - LA DISCIPLINA NEL NUOVO D. LEG.VO 50/2016 (Procedure per l’affidamento; Livello di progettazione a base di gara; Decorrenza della disciplina del D. Leg.vo 50/2016) - ALTRI CASI DI OPERE PUBBLICHE REALIZZATE A SPESE DEL PRIVATO - DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE OPERE (Criteri di determinazione; Variazione del valore stimato).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Autorità di vigilanza
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

L'affidamento di contratti pubblici sotto soglia comunitaria

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme del D. Leg.vo 50/2016 e Linee guida ANAC; Valenza delle Linee guida ANAC n. 4 sui contratti sotto soglia) - AMBITO DI APPLICAZIONE: QUALI SONO I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (Contratti cui si applica la disciplina del sotto soglia; Soglie di rilevanza comunitaria; Calcolo del valore stimato del contratto; Altre norme applicabili) - PRINCIPI COMUNI PER GLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Principi comuni; Sostenibilità energetica e ambientale; Conflitto di interessi; Clausole sociali; Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti) - SCELTA DEL CONTRAENTE E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE NEI CONTRATTI SOTTO SOGLIA (; Procedure di scelta del contraente; Procedura per i servizi pubblici di ingegneria e architettura sotto soglia; Criteri di aggiudicazione) - PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER I CONTRATTI SOTTO SOGLIA (L’amministrazione diretta; L’affidamento diretto; La procedura negoziata; Lavori di importo pari o superiore a 150.000 Euro).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Emanuela Greco
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti nei contratti pubblici sotto soglia

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Quando si applica; Quando non si applica; Cosa comporta; Schema grafico riepilogativo) - LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE (Cogenza del principio; Principio di rotazione negli inviti; Invito all'affidatario uscente e motivazione; Necessità di valutazione caso per caso; Irrilevanza del tipo di procedura utilizzata per l’affidamento precedente; Mancato invito all'aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo; Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria; Disapplicazione occasionale; Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione; Recesso prima del termine e precedente aggiudicatario).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica