FAST FIND : NR35291

Deliberaz. G.R. Toscana 23/02/2016, n. 122

Delibera per il subentro nei procedimenti ai sensi dell’art. 11bis comma 2 della L.R. 22/2015 in materia di difesa del suolo.
Scarica il pdf completo
2589282 2759336
Testo del provvedimento


LA GIUNTA REGIONALE


Vista la legge regionale 3 marzo 2015, n. 22, recante “Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni). Modifiche alle leggi regionali 32/2002, 67/2003, 41/2005, 68/2011, 65/2014”, come modificata dalle leggi regionali 70/2015 e 9/2016;

Visto, in particolare, l’articolo 11 bis della l.r. 22/2015, a norma del quale, in deroga alle disposizioni dell’articolo 10 della legge regionale medesima, la Regione subentra per la funzione in materia di difesa del suolo, di cui all’articolo 2, comma 1, lettera d), numero 2), della legge regionale medesima: nei procedimenti in corso di rilascio di pareri, autorizzazioni, concessioni, nulla osta e atti di assenso comunque denominati; nei rapporti attivi connessi allo svolgimento di detti procedimenti, e nei rapporti passivi connessi allo svolgimento di detti procedimenti per i quali le risorse sono già previste nel bilancio regionale;

Considerato che, a norma del comma 2 del medesimo articolo 11 bis della l.r. 22/2015:

- all’individuazione puntuale dei suddetti procedimenti, attività, interventi e rapporti si provvede con deliberazione della Giunta regionale, previa trasmissione da parte dell’ente degli elementi che consentono detta puntale individuazione;

- la successione decorre dalla data di pubblicazione della deliberazione medesima sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana;

- la deliberazione dà conto degli eventuali motivi ostativi alla successione in determinati procedimenti, interventi, attività e rapporti in corso, nonché delle risorse previste nel bilancio regionale che consentono l’effettivo subentro in rapporti passivi in corso;

- la deliberazione può dettare disposizioni speciali, anche relative ai termini, per la conclusione dei procedimenti e la definizione dell’arretrato; nei casi in cui risultino decorsi i termini per la conclusione di procedimenti, ovvero nei casi in cui i procedimenti dovrebbero essere conclusi in un numero di giorni inferiore a un terzo di quelli previsti, la deliberazione dà atto di detta decorrenza o prossimità, e indica i termini, non superiori a quelli originariamente previsti, entro i quali la Regione provvede a definire i procedimenti; in relazione alla consistenza dell’arretrato, per i procedimenti per i quali sono decorsi i termini per la conclusione può essere prevista la definizione a seguito di richiesta dell’interessato, sulla base della documentazione già trasmessa all’ente locale;

Considerato che, a norma del comma 4 dell’articolo 11 bis della l.r. 22/2015, la Regione, competente per effetto del trasferimento delle funzioni per la verifica sulla conformità delle attività già autorizzate o svolte in concessione o comunque assentite dalle province e dalla Città metropolitana, subentra di diritto, a decorrere dall’entrata in vigore della l.r. 9/2016, senza necessità di voltura, nelle garanzie finanziarie e cauzioni già prestate a favore delle province e della Città

IL CONTENUTO COMPETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

Fondi per la demolizione di opere abusive in aree a rischio idrogeologico (D.M. 22/07/2016)

A seguito dell’istituzione, da parte del Collegato ambientale 2016 (L. 221/2015) del meccanismo per agevolare la rimozione o la demolizione, da parte dei Comuni, di opere ed immobili realizzati nelle aree del Paese classificate a rischio idrogeologico, con il D.M. 22/07/2016 è stato attivato il Fondo da 10 milioni di euro, per il 2016, per il finanziamento degli interventi. Sintesi delle istruzioni utili sulla procedura per la presentazione dei progetti.
A cura di:
  • Valentina Rampulla

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 192/2014 (L. 11/2015)

Libretto di centrale impianti termici; Smaltimento rifiuti in discarica; SISTRI; Gestione dei rifiuti in Campania; Anticipazione prezzo nei lavori pubblici; Centrali uniche di committenza; Qualificazione contraente generale; Appaltabilità e cantierabilità grandi opere; Messa in sicurezza edifici scolastici; Interventi per il dissesto idrogeologico; Antincendio strutture ricettive; Antincendio nuove attività esistenti; Zone a burocrazia zero; Impianti a fonti rinnovabili e Conto energia in zone terremotate; Macchine agricole; Contribuenti minimi; Locazione immobili pubblici; Sfratti esecutivi; Processo amministrativo digitale; Affidamento servizio distribuzione gas; Accise sul combustibile impiegato per la cogenerazione.
A cura di:
  • Dino de Paolis

La legge di stabilità 2015 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella legge di Stabilità 2015 (L. 23 dicembre 2014 n. 190), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis

Misure in materia di sicurezza e decoro delle città (D.L. 14/2017)

Le principali misure contenute nel D.L. 14/2017 dopo la conversione in legge (L. 48/2017). Finanziamenti ai comuni per sistemi di videosorveglianza; Sistemi di videosorveglianza installati da gruppi di privati; Disposizioni in materia di pubblici esercizi; Sgombero di immobili arbitrariamente occupati tramite forza pubblica; Deroga al divieto di allaccio ai pubblici servizi per le occupazioni abusive in certi casi; Parcheggiatori abusivi.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Tutti i termini prorogati dal Decreto-Legge “Milleproroghe” 244/2016 (L. 19/2017)

Rassegna completa di tutti i termini in scadenza di interesse di professionisti tecnici, enti e pubbliche amministrazioni, imprese, prorogati dal consueto decreto-legge “Milleproroghe” (D.L. 244/2016 convertito in legge dalla L. 19/2017). Prevenzione incendi; Protezione civile, calamità e terremoti; Appalti, opere e infrastrutture; Pubblica amministrazione; Ambiente, fonti rinnovabili e sicurezza sul lavoro; Varie.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

29/10/2016

13/05/2016

10/05/2016