FAST FIND : NN14574

Deliberaz. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 22/06/2011, n. 62

Affidamento in concessione dei lavori e gestione degli impianti di distribuzione energia elettrica votiva del cimitero comunale di Cicciano (NA).
Scarica il pdf completo
2588873 2617651
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2588873 2617652
Premesso

Con l’esposto del 11.10.2010, prot. 81784, vertente sulla questione in oggetto, il Sig. Salvatore Napolitano denunciava quanto segue.

Il comune di Cicciano ha appaltato la concessione in oggetto senza che la stessa sia stata prevista negli strumenti di programmazione di cui all'art. 128 del D.lgs. 163/06R ovvero in altro atto fondamentale del Consiglio comunale; lo stesso comune non ha svolto l'analisi dei costi benefici, anche sul piano economico finanziario, così come previsto dall'art. 143 del D.Lgs. 163/06, in violazione della determina Authority n. 2/2010; l’aggiudicatario non ha rispettato il crono-programma, 90 giorni, nonostante la consegna sotto riserva

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2588873 2617653
Considerato

Dalla documentazione prodotta è emerso che l’affidamento in oggetto consta della progettazione esecutiva, direzione lavori e realizzazione di lavori di nuova costruzione e adeguamento funzionale degli impianti di distribuzione di energia elettrica per l’illuminazione votiva eterna ed occasionale a servizio delle strutture funerarie esistenti ed in progetto nel cimitero comunale, opere migliorative di cui all’offerta (restauro della chiesa, alimentazione da pannelli fotovoltaici) nonché la gestione funzionale ed economica del servizio di illuminazione lampade votive (cfr. art. 2 conv.).

L’importo complessivo dei lavori a carico del concessionario è di € 427.120,00; il termine per la realizzazione dei lavori è, come da offerta, di 90 giorni consecutivi; il corrispettivo del servizio è dato dai ricavi del servizio, di cui alle tariffe dell’art. 4 della convenzione; la durata della gestione del servizio (28 anni); il canone annuo da corrispondere alla S.A. è pari al 15% degli introiti derivanti dai canoni delle lampade votive.

Nel merito delle questioni vale osservare che la doglianza della mancata approvazione dell’elenco triennale da parte del Consiglio Comunale non appare fondata, atteso che la Giunta comunale ha adottato, con delibera nr. 65 del 16.05.2008, le schede del programma annuale e triennale 2008-2010 che sono state al loro volta approvate dal Consiglio comunale in data 03.06.2008, con delibera nr. 26, assieme al bilancio di previsione.

A tal fine si deve tuttavia evidenziare la violazione del comma 2, ultimo periodo, dell’art. 128 del D.Lgs. 163/06R che impone la pubblicazione, per almeno sessanta giorni consecutivi, degli elenchi predetti prima dell’approvazione definitiva.

Inoltre dalla documentazione agli atti sono emerse una

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2588873 2617654
Il Consiglio

- date le anomalie evidenziatesi in narrativa, richiama il Responsabile del procedimento ad una rigorosa osservanza del D.Lgs. 163/2006R e del suo Regolamento di attuazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

Avvalimento di requisiti finanziari ed esperienza (c.d. "di garanzia") e contenuti del contratto (C. Stato 5429/2017)

Con la sentenza C. Stato 22/11/2017, n. 5429, sono state fornite interessanti precisazioni in merito ai contenuti del contratto di avvalimento nelle gare pubbliche, con particolare riguardo al caso in cui l’impresa ausiliaria mette a disposizione dell’ausiliata il proprio valore aggiunto in termini di solidità finanziaria e di acclarata esperienza di settore (c.d. “avvalimento di garanzia”).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

Contenuti e obiettivi del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione (PAN-GPP), criteri ambientali minimi da introdurre negli appalti pubblici e riflessi pratici della disciplina a seguito delle modifiche introdotte all'art. 34 del D. Leg.vo 50/2016 ad opera del D. Leg.vo 56/2017 (c.d. "correttivo").
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Regolamento unico sul potere sanzionatorio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione

Sintesi del Regolamento unico che disciplina tutte le disposizioni concernenti l’esercizio da parte dell’Autorità del potere sanzionatorio, ed abroga di conseguenza i vari provvedimenti precedenti.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Mappa di attuazione del nuovo codice dei contratti pubblici

Questo articolo riporta una tabella contenente tutti i provvedimenti attuativi previsti dal nuovo Codice di cui al D. Leg.vo 50/2016, con i relativi articoli, la tipologia di provvedimento di cui si attende l’emanazione, la scadenza (ove prevista) e la disciplina transitoria che eventualmente si applica nelle more. La tabella è aggiornata ai provvedimenti progressivamente emanati, nonché alle modifiche ed ai nuovi provvedimenti attuativi individuati ad opera del D. Leg.vo 19/04/2017, n. 56 (c.d. “correttivo”).
A cura di:
  • Valentina Rampulla

Attività tecniche dipendenti della p.a.: abilitazione, svolgimento e incentivi

Questo articolo tratta della progettazione e delle altre funzioni tecniche nell’ambito dei lavori pubblici (attività del RUP, direzione lavori, coordinamento sicurezza, collaudo, ecc.) quando svolte internamente alle amministrazioni aggiudicatrici. Dopo aver chiarito quali sono le prestazioni in oggetto e chi le può svolgere, ampio spazio viene dato alla disciplina degli incentivi, evidenziando la disciplina applicabile dopo il D. Leg.vo 50/2016, alla luce anche delle ulteriori modifiche introdotte dal D. Leg.vo 56/2017, c.d. “correttivo”. Sono poi riepilogati tutti i regimi di incentivo succedutisi nel tempo, attraverso una tabella di sintesi con le rispettive date di decorrenza. Aggiornamento al Comunicato ANAC 06/09/2017.
A cura di:
  • Dino de Paolis