FAST FIND : GP14198

Sent. C. Cass. civ. 07/09/2015, n. 17710

Urbanistica - Espropriazione per pubblica utilità - Procedimento - Liquidazione dell'indennità - Determinazione (stima) - Opposizione alla stima - Riassunzione del giudizio di opposizione alla stima in caso di mancata costituzione dell'opponente - Ammissibilità - Fondamento.

Dalla redazione

Occupazione illegittima ed acquisizione sanante (C. Stato A.P. 2/2016)

La sentenza 09/02/2016, n. 2, del Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria esamina diversi aspetti relativi all’applicazione dell’art. 42-bis del D.P.R. n. 327/2001. Il pronunciamento è utile strumento per funzionari ed operatori della P.A., per comprendere come affrontare i temi dell’occupazione illegittima e dell’acquisizione sanante.
A cura di:
  • Marco Morelli

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

Determinazione indennità di esproprio per realizzazione opere private di pubblica utilità

Per le espropriazioni finalizzate alla realizzazione di opere private di pubblica utilità non rientranti nell’ambito dell’edilizia residenziale pubblica, convenzionata o agevolata, né nell’ambito di piani di insediamenti produttivi di iniziativa pubblica, il metodo di liquidazione dell’indennità deve basarsi sul valore venale del bene. Nota alla sentenza della Corte Suprema di Cassazione 25/09/2015, n. 19077.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei

Il procedimento espropriativo per pubblica utilità

Il presente articolo illustra come si svolge il procedimento espropriativo per pubblica utilità dall’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio all’emissione del decreto di esproprio, elencandone tutte le fasi procedurali che si susseguono nell’iter amministrativo.
A cura di:
  • Enzo De Falco

Vincolo urbanistico conformativo e vincolo urbanistico a contenuto espropriativo (C. Stato 2116/2012)

Il Consiglio di Stato, pronunciandosi nuovamente sulla distinzione del vincolo urbanistico conformativo dal vincolo urbanistico a contenuto espropriativo, si esprime anche in merito alla norma della Regione Puglia che esclude l’edificabilità delle fasce costiere in assenza di piano paesaggistico.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica

02/08/2017

23/09/2016

04/07/2016

26/05/2016

08/01/2016