FAST FIND : NR3768

L.R. Abruzzo 25/10/1996, n. 96

Norme per l'assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 09/11/2011, n. 39
- L.R. 02/12/2011, n. 40
- L.R. 09/08/2013, n. 27
- L.R. 28/04/2014, n. 25
- L.R. 26/09/2014, n. 36
- L.R. 12/11/2014, n. 40
- L.R. 21/05/2015, n. 10
- L.R. 28/05/2015, n. 11
- L.R. 24/11/2016, n. 38
- L.R. 23/07/2018, n. 18
- L.R. 23/07/2018, n. 19
- L.R. 24/08/2018, n. 30
Scarica il pdf completo
20911 4901918
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901919
TITOLO I
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901920
Art. 1 - Oggetto della legge e campo di applicazione

N4

La Regione disciplina con la presente legge le procedure per l’assegnazione e la locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nonché la determinazione dei relativi canoni.

Tali procedure si applicano a tutti gli alloggi acquisiti, realiz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901921
Art. 2 - Requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica

I requisiti per la partecipazione al bando di concorso per l'assegnazione sono i seguenti:

a) cittadinanza italiana ovvero, per i cittadini stranieri, regolare residenza da almeno cinque anni consecutivi nel territorio nazionale, nel rispetto della normativa statale in materia di immigrazione;N112

b) residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale "da almeno cinque anni nel bacino di utenza cui appartiene il Comune che emana il bando"N113, salvo che si tratti di lavoratori destinati a prestare servizio in nuovi insediamenti industriali, compresi in tale ambito, oppure di lavoratori emigrati all'estero, per i quali è ammessa la partecipazione per un solo ambito territoriale; si intende per attività lavorativa principale quella dalla quale si ricava il maggior cespite di reddito;

b-bis) non avere riportato, negli ultimi dieci anni dalla data di pubblicazione del bando, a seguito di sentenza passata in giudicato ovvero di patteggiamento ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, condanna per delitti non colposi per i quali la legge prevede la pena detentiva non inferiore a cinque anni;N114

c) non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, nell'ambito territoriale cui si riferisce il bando di concorso. È adeguato l'alloggio che si trovi almeno nelle condizioni di manutenzione indicate nella lett. b) dell'articolo 23 N5 della L. n. 392 del 1978 e l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901922
Art. 3 - Norme per l’emanazione dei bandi di concorso

All’assegnazione degli alloggi si provvede mediante pubblico concorso indetto dal Comune ove sono localizzati gli alloggi da assegnare.

Il concorso viene indetto per singoli comuni o per ambiti territoriali sovracomunali in conformità con le direttive emanate dalla Regione in relazione ai provvedimenti di localizzazione degli interventi costruttivi; nella seconda ipotesi la direttiva regionale precisa l’ente tenuto all’emanazione del bando.

I bandi vengono emanati di norma N7 oltre il 30 settembre di ogni anno.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901923
Art. 4 - Contenuti del bando di concorso

Il bando di concorso deve contenere:

a) l’ambito territoriale di assegnazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901924
Art. 5 - Contenuti e presentazione delle domande

La domanda, redatta su apposito modulo fornito dal Comune da presentarsi allo stesso nei termini indicati dal bando, deve indicare:

a) la cittadinanza nonché la residenza del concorrente ed il luogo in cui lo stesso presta la propria attività lavorativa;

b) la composizione del nucleo familiare corredata dai caratteri anagrafici, lavorativi, reddituali di ciascun componente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901925
Art. 6 - Istruttoria della domanda

Il Comune che ha indetto il bando procede all’istruttoria delle domande dei concorrenti che risiedono o lavorano nel territorio comunale, verificando la completezza e la regolarità della compilazione del modulo di domanda e l’esistenza della documentazione richiesta. A tal fine può richiedere agli interessati le informazioni o la documentazione mancanti.

Il Comune provvede all’attribuzione in via provvisoria dei punteggi a ciascuna domanda, sulla base della documentazione presentata e delle situazioni dichiarate dall’interessato nei moduli di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901926
Art. 7 - Commissione per la formazione della graduatoria

La graduatoria di assegnazione è formata da un organo collegiale, nominato dal presidente della Giunta regionale, con competenza territoriale corrispondenti a quelle agli ambiti territoriali di cui al precedente art. 3. N16

La Commissione è presieduta da 1 Magistrato o Dirigente con profilo professionale "amministrativo" della pubblica amministrazione, anche in quiescenza, con almeno cinque anni di attività nella qualifica, o libero professionista iscritto all'albo da almeno cinque anni ed in possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza o Economia e Commercio o da chi ha svolto le funzioni di Presidente di Commissioni alloggi per un periodo non inferiore ad un anno o da chi abbia ricoperto la carica di Sindaco o Assessore in comuni con popolazione superiore a 20 mila abitanti o di Presidente o Assessore di amministrazioni provinciali. N17

Per queste ultime quattro categorie è richiesta l'iscrizione all'Albo Regionale per aspiranti Presidenti delle Commissioni di Assegnazione Alloggio di E.R.P. istituito presso gli Uffici della Direzione opere pubbliche della Giunta regionale. N18

La Commissione è altresì composta:

1) dal Sindaco del Comune interessato all'assegnazione, o suo delegato;

2) da un rappresentante delle Organizzazioni Sindacali dei dipendenti, più rappresentative su base nazionale, designato d'intesa dalle medesime;

3) da due rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali degli assegnatari, più rappresentative a livello na

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901927
Art. 8 - Punteggi di selezione delle domande

Le graduatorie di assegnazione sono formate sulla base di punteggi e di criteri di priorità. I punteggi sono attribuiti in dipendenza delle condizioni soggettive ed oggettive del concorrente e del suo nucleo familiare. I criteri di priorità sono riferiti al livello di gravità del bisogno abitativo.

La prima fase di selezione delle domande comporta l’attribuzione dei seguenti punteggi:

a) Condizioni soggettive:

a 1) reddito pro capite del nucleo familiare determinato con le modalità di cui all'art. 2, lettera f):

- pari al corrispondente valore di pensione minima INPS per persona: punti 2;

- superiore al corrispondente valore di pensione minima INPS per persona: punti 1.

Tale classe di reddito viene automaticamente aggiornata in relazione alle modificazioni del limite di assegnazione; N32

a 2) richiedenti con il nucleo familiare composto da:

- 3 unità: punti 1;

- 4 unità: punti 2;

- 5 unità: punti 3;

- oltre 6 unità: punti 4;

Ai fini della determinazione del punteggio relativo al nucleo familiare, si tiene conto anche dei figli concepiti entro la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901928
Art. 9 - Formazione della graduatoria

La commissione forma la graduatoria provvisoria entro 30 giorni dal ricevimento degli atti e dei documenti del concorso.

Il termine di cui al comma precedente è portato a 60 giorni esclusivamente per la formulazione della graduatoria dei comuni di oltre 15.000 abitanti.

Entro 15 giorni dalla sua formazione la gra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901929
Art. 9-bis - Norme per la gestione delle assegnazioni a seguito di sostituzione edilizia

1. Nel caso di sgomber

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901930
Art. 10 - Accertamento del reddito

Ai fini della valutazione del possesso da parte del concorrente del requisito del reddito di cui alla lett. f) del precedente art. 2, nonché della determinazione del punteggio spettante, la commissione, nel caso di incompletezza o inattendibilità dei dati indi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901931
Art. 11 - Aggiornamento delle graduatorie di assegnazione

La graduatoria definitiva conserva la sua efficacia fino a quando non venga aggiornata nei modi previsti nei successivi commi.

Le graduatorie conseguenti ai bandi generali vengono aggiornate mediante bandi di concorso integrativi da pubblicarsi di norma con cade

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901932
Art. 12 - Verifica dei requisiti prima dell’assegnazione

Il comune prima dell’assegnazione accerta la permanenza in capo all’aspirante assegnatario ed al suo nucleo familiare dei requisiti prescritti.

L’eventuale muta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901933
Art. 13 - Assegnazione e standard dell’alloggio

L’assegnazione in locazione semplice degli alloggi agli aventi diritto in base all’ordine della graduatoria definitiva è effettuata dal comune territorialmente competente.

Ogni ente proprietario o gestore di alloggi cui si applicano le disposizioni della presente leg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901934
Art. 14 - Scelta e consegna degli alloggi

Il Sindaco comunica l’assegnazione agli aventi diritto con lettera raccomandata, fissando il giorno per la scelta dell’alloggio, presso il cantiere o presso il Comune di competenza.

La scelta degli alloggi, nell’ambito di quelli da assegnare, è compiuta dagli assegnatari secondo l’ordine di precedenza stabilito dalla graduatoria, nel rispetto di quanto previsto al precedente articolo.

La scelta dell’alloggio deve essere effettuata dall’assegnatario o da persona all’uopo delegata mediante atto con sottoscrizione autenticata ai sensi della legge 4 gennaio 1968, n. 15.

In caso di ingiustificata mancata presentazione l’assegn

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901935
Art. 15 - Riserva di alloggi per situazioni di emergenza abitativa

La Regione, anche su proposta dei Comuni interessati, può riservare un’aliquota, non superiore al 15% degli alloggi, e per i Comuni capoluogo sino ad un massimo del 30% degli alloggi, da assegnare annualmente per ciascun ambito territoriale, per calamità, sfratti, sistemazione di profughi e di rifugiati politici, trasferimento di appartenenti alle forze dell’ordine, od altre gravi particolari esigenze individuate dai Comuni. Allo stesso fine la riserva può essere disposta anche in misura eccedente il 15% per lo sgombero degli stabili di proprietà dello Stato, dei Comuni, delle Province e delle ATER o comunque di enti pubblici destinati alla demolizione ed al recupero sia p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901936
Art. 16 - Subentro nella domanda e nell’assegnazione

Il diritto di subentro nell'alloggio è consentito solo ai componenti del nucleo familiare presenti all'atto dell'assegnazione e che abbiano convissuto continuativamente con l'assegnatario sino al momento del decesso di quest'ultimo, purché in possesso dei requisiti di permanenza ed in regola con il pagamento dei canoni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901937
TITOLO II - NORME PER LA GESTIONE DELLA MOBILITÀ NEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901938
Art. 17 - Programmazione della mobilità

Ai fini dell’eliminazione delle condizioni di sottoutilizzazione o sovraffollamento degli alloggi assoggettati alle norme della presente legge ai sensi del precedente art. 1, nonché dei disagi abitativi di carattere sociale, l’ente gestore, d’intesa con il Comune, predispone bienna

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901939
Art. 18 - Domande e criteri di mobilità

Le domande degli assegnatari richiedenti il cambio alloggio indirizzate all’ente gestore, corredate dalle motivazioni. della richiesta e dei dati anagrafici e reddituali del nucleo familiare, vengono valutate dalla commissione di cui al successivo art. 19 sulla base d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901940
Art. 19 - Commissione per la mobilità

La commissione, nominata dal Sindaco su designazione degli organismi competenti, ha sede presso ciascun Comune ed è così composta:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901941
Art. 20 - Norme per la gestione della mobilità

Nell’attuazione del programma di mobilità deve essere favorita la scelta della zona di residenza da parte dell’assegnatario ovvero la permanenza nello stesso quartiere.

In sede di prima applicazione della presente normativa viene data priorità all’accoglimento delle domande di cambio fondate su gravi motivi di salute, da soddisfarsi attraverso l’utilizzazione degli alloggi di risulta e di nuova costruzione. Deve, altresì, essere concessa priorità ai cambi-alloggio degli anziani disposti a liberare alloggi grandi per trasferirsi in quelli minimi.

Per ciascun assegnatario è

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901942
TITOLO III - NORME PER LA FISSAZIONE DEI CANONI DEGLI ALLOGGI DI E.R.P.
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901943
Art. 21 - Definizione del canone di locazione

Il canone di locazione degli alloggi indicati al precedente art. 1 è diretto a compensarne i costi di amministrazione, di gestione e di manutenzione, entro i limiti stabiliti annualmente dalla Regione ai sensi del 2° comma, art. 25, della legge 8 agosto 1977, n. 513,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901944
Art. 22 - Elementi per la determinazione del canone

Per la determinazione del canone di locazione degli alloggi di cui all’art. 1 degli enti gestori tengono conto dei caratteri oggettivi degli alloggi e del reddito complessivo del nucleo familiare degli a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901945
Art. 23 - Classe demografica dei comuni

I comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti sono assimilati a quelli di cui al coe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901946
Art. 24 - Ubicazione

Per gli alloggi localizzati nei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901947
Art. 25 - Calcolo del canone di locazione

1. Il canone di locazione degli alloggi E.R.P. è destinato a compensare i costi di gestione, compresi gli oneri fiscali, e a garantire la manutenzione ordinaria per la buona conservazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901948
Art. 26 - Aggiornamento del canone di locazione

Il canone definito a norma dell’art. 25, comma 4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901949
Art. 27 - Collocazione nelle fasce di reddito

1. Gli assegnatari sono collocati nelle fasce di reddito di cui all’art. 25 N62 sulla base della documentazione già prodotta entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. N63

2. Nei successivi 90 giorni gli enti gestori sono tenuti a comunicare agli assegnatari i nuovi canoni ed il relativo pro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901950
Art. 28 - Aggiornamento periodico del reddito

La situazione reddituale degli assegnatari è aggiornata biennalmente dagli enti gestori nei termini e secondo le modalità di cu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901951
Art. 29 - Fondo sociale

È istituito nell'ambito regionale il Fondo Sociale per concorrere al pagamento del canone di locazione destinato agli assegnatari disoccupati o pensionati, il cui reddito annuale riferito all'intero nucleo familiare sia inferiore all'importo di una pensione minima INPS. N70

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901952
Art. 30 - Morosità nel pagamento del canone

La morosità superiore a sei mesi nel pagamento del canone di locazione è causa di risoluzione del contratto, con conseguente decadenza dall’assegnazione pronunciata dall’ente gestore.

La morosità superiore a sei mesi può essere tuttavia sanata, secondo le modalità ed i termini rimessi ad un apposito regolamento approvato dal gestore. Il mancato rispetto del piano di rientro della morosit&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901953
TITOLO IV - NORME PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLE AUTOGESTIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901954
Art. 31 - Alloggi soggetti ad autogestione dei servizi

Gli enti gestori favoriscono e promuovono l’autogestione da parte della utenza dei servizi accessori e degli spazi comuni, sulla base dei criteri indicati nel presente articolo, conformemente alle norme del Regolamento tipo già elaborato dalla Giunta regionale d’Abruzzo.

Per gli alloggi di nuova costruzione o recuperati, il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901955
Art. 32 - Alloggi di amministrazione condominiale

È fatto divieto agli enti gestori di proseguire, o di iniziare, l’attività di amministrazione degli stabili integralmente o prevalentemente ceduti in proprietà. Dal momento della costituzione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901956
TITOLO V - ANNULLAMENTO, DECADENZA E PROCEDIMENTO DI RILASCIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901957
Art. 33 - Annullamento dell’assegnazione

L’annullamento dell’assegnazione viene disposto con provvedimento del Sindaco del Comune competente nei seguenti casi:

a) per assegnazione avvenuta in contrasto con le norme vigenti al momento dell’assegnazione medesima;

b) per assegnazioni ottenute sulla base di dichiarazioni mendaci o di documentazioni risultate false.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901958
Art. 34 - Decadenza dall’assegnazione

La decadenza dall’assegnazione è pronunciata dal Sindaco del Comune territorialmente competente nei casi in cui l’assegnatario:

a) abbia ceduto, in tutto o in parte l’alloggio assegnatogli;

b) non occupi stabilmente l’alloggio, salva preventiva autorizzazione dell’ente gestore giustificata da gravi motivi, o ne abbia modificato la destinazione d’uso;

c) o altro componente del nucleo familiare o comunque coabitante abbia adibito l'alloggio e/o le zone limitrofe quali pertinenze di quest'ultimo ad attività illecite, rilevate in flagranza di reato;N75

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901959
Art. 35 - Modalità di decadenza in caso di superamento del reddito

La qualità di assegnatario è riconosciuta anche a colui che, nel corso del rapporto, superi il limite di reddito previsto per l’assegnazione di cui al punto f)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901960
Art. 36 - Occupazioni e cessioni illegali degli alloggi

1. Nei confronti di coloro che alla data del "28 febbraio 2015"N108 occupino senza titolo un alloggio di edilizia residenziale pubblica è consentita l’assegnazione dell’alloggio medesimo, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 13 comma 3. N105

1 bis. Nei confronti di coloro che alla data del "30 aprile 2018"N118 occupino senza titolo un alloggio di edilizia residenziale pubblica è consentita l'assegnazione dell'alloggio medesimo, nel rispetto di quanto previsto dall'art. 13, comma 3. N109

2. La relativa richiesta, corredata di idonea documentazione probatoria, deve essere formulata al Sindaco del Comune nel quale l’alloggio è ubicato ed all’ente gestore dell’alloggio stesso. N83

3. L'ammontare dei canoni da recuperare è rateizzabile a tasso legale per un periodo di ammortamento non superiore a due anni. All'estinzione del debito avrà luogo la stipula del contratto di locazione tra l'assegnatario e l'Ente gestore ed il Comune provvederà ad emettere il relativo provvedimento di assegnazione il cui effetto retro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901961
Art. 36-bis - Disciplina della somministrazione dei servizi di utenze nelle occupazioni illegali non sanabili

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901962
TITOLO VI - NORME TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901963
Art. 37 - Norme transitorie

Le commissioni per la formazione delle graduatorie sono nominate entro novanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge ed entrano in funzione ad avvenuto espl

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901964
Art. 38 - Abrogazione

La presente legge disciplina, in sostituzione della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
20911 4901965
Art. 39 - Urgenza

La presente legge è dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.




IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili

Morosità incolpevole dell’inquilino: i criteri per il riparto del fondo e l’assegnazione dei contributi

Risorse e modalità di funzionamento del Fondo, istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, destinato agli inquilini "morosi incolpevoli". AGGIORNAMENTO LUGLIO 2018: riparto della disponibilità 2018.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale
  • Fisco e Previdenza

Edilizia residenziale: tutte le misure contenute nel D.L. 47/2014 dopo la conversione in legge

Commento esaustivo a tutte le importanti novità per il rilancio dell’edilizia e dell’immobiliare contenute nel decreto. Piano di recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica; Lotta all'occupazione abusiva di immobili; Detrazioni fiscali Irpef per il conduttore di alloggi sociali; Riscatto a termine dell’alloggio sociale; Riduzione dell'aliquota della cedolare secca per contratti a canone concordato; Interventi di edilizia residenziale sociale
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale

Le novità per il settore immobiliare dopo la conversione del D.L. “Sblocca Italia” 133/2014

L’articolo illustra le principali disposizioni di carattere civilistico e tributario per il settore immobiliare e delle locazioni contenute nel D.L. “Sblocca Italia” 133/2014, dopo la sua conversione in legge. Liberalizzazione del mercato delle grandi locazioni ad uso non abitativo (art. 18); esenzione da imposta degli accordi di riduzione dei canoni di locazione (art. 19); misure per il rilancio del settore immobiliare (art. 20); incentivo fiscale per le abitazioni da locare (art. 21); contratti di godimento in funzione della successiva vendita ("rent to buy") (art. 23).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale
  • Titoli abilitativi
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Agevolazioni
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fisco e Previdenza
  • Piano Casa
  • Edilizia e immobili

Le novità del D.L. 47/2014 dopo la conversione in legge

Questo articolo offre una panoramica delle più significative misure, fiscali e civilistiche, adottate con il D.L. n. 47/2014, all’esito della conversione in legge. Imposizione agevolata sui redditi derivanti dalla locazione di alloggi sociali in caso di interventi edilizi; Detrazioni IRPEF per conduttori di alloggi sociali; Detrazione per l’acquisto di arredi; Riscatto a termine dell’alloggio sociale; Potenziamento della «cedolare secca» sulle locazioni a canone concordato nei comuni ad alta tensione abitativa; Novità in materia di finanza locale - IMU, TASI e TARI - per immobili posseduti da cittadini residenti all’estero; Lotta all’occupazione abusiva di immobili; Tutela dei conduttori che hanno denunciato i contratti di locazione «in nero»; Tutela degli acquirenti di immobili da costruire; Rilancio dell’edilizia residenziale sociale.
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Compravendita e locazione
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Lavoro e pensioni
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia scolastica
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Interventi vari
  • Smaltimento rifiuti in Campania
  • Trasporti
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Calamità/Terremoti
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Appalti e contratti pubblici

Tutti i termini prorogati dal decreto-legge «Milleproroghe» 150/2013 (L. 15/2014)

Impianti a fonti rinnovabili nelle zone del terremoto di maggio 2012; Affidamento appalti tramite centrale unica di committenza nei piccoli Comuni; Attestazione SOA; Qualificazione del contraente generale delle grandi opere; Adeguamento degli impianti funiviari; Rilascio immobili per finita locazione; Macchine agricole; Messa in sicurezza edifici scolastici; Pagamenti con bancomat ai liberi professionisti; Banca dati nazionale dei contratti pubblici; Smaltimento in discarica rifiuti; Adeguamento antincendio strutture ricettive.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Imprese
  • Compravendita e locazione
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti
  • Calamità
  • Terremoto Centro Italia 2016

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Edilizia residenziale
  • Edilizia e immobili
  • Mutui e finanziamenti immobiliari

Valle D'Aosta, politiche abitative: domanda di mutuo

  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia residenziale
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Trento, proroga delle utenze di acqua pubblica