FAST FIND : AR1090

Ultimo aggiornamento
15/09/2015

Titoli abilitativi per le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi

Riportiamo in questo articolo una illustrazione del quadro normativo concernente le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi e quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale. Il tutto come emerge a seguito delle innovazioni introdotte dall’art. 38 del D.L. “sblocca Italia” 12/09/2014, n. 133 (convertito in legge dalla L. 11/11/2014, n. 164), che ha introdotto un “titolo concessorio unico” in luogo dei due titoli distinti (permesso di ricerca e concessione di coltivazione) previsti dalla normativa previgente, e dei successivi D.M. 25/03/2015 e D.M. 15/07/2015 che hanno provveduto ad aggiornare il disciplinare tipo, che regola le modalità di conferimento dei titoli e le modalità di esercizio delle attività, e le procedure operative.
A cura di:
  • Dino de Paolis

PREMESSA

L’articolo 38 del D.L. “sblocca Italia” 12/09/2014, n. 133 (convertito in legge dalla L. 11/11/2014, n. 164), al fine dichiarato di valorizzare le risorse energetiche nazionali e garantire la sicurezza degli approvvigionamenti del Paese, ha introdotto importanti novità concernenti le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi e quelle di stoccaggio sotterraneo di gas naturale.

In primo luogo dette attività sono state qualificate (comma 1 dell’art. 38 in discorso):

  • di interesse strategico;
  • di pubblica utilità, urgenti e indifferibili.

Conseguentemente, i relativi titoli abilitativi comportano:

  • la dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza dell’opera;
  • l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio dei beni in essa compresi;
  • la variante urbanistica, se le opere da eseguire comportano variazione degli strumenti urbanistici (comma 2 dell’art. 38 in discorso).

Come diretta conseguenza delle norme sopra descritte, si è provveduto a sottrarre alla competenza regionale la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) dei progetti relativi ad attività di coltivazione sulla terraferma degli idrocarburi liquidi e gassosi ([1]).

L’art. 38 del D.L. 133/2014 ha altresì provveduto a rivedere completamente la disciplina per il conferimento di titoli minerari, con specifico riguardo al rilascio dei titoli abilitativi per la ricerca e la produzione di idrocarburi. A seguito di ciò è stato emanato altresì il Decreto del Ministero dello sviluppo economico 25/03/2015 che - in attuazione dell’art. 38 in commento - ha provveduto ad aggiornare il disciplinare tipo che regola le modalità di conferimento dei titoli concessori unici, dei permessi di prospezione, di ricerca e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi nella terraferma, nel mare territoriale e nella piattaforma continentale, nonché le modalità di esercizio delle attività nell’ambito degli stessi titoli minerari.
Successivamente, è stato emanato il Decreto del Ministero dello sviluppo economico 15/07/2015 che ha stabilito le procedure di attuazione del D.M. 25/03/2015, come previsto dall’art. 19, comma 6, dello stesso decreto ministeriale, e le modalità di svolgimento delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi e dei relativi controlli; tale provvedimento si applica anche ai titoli minerari vigenti ed ai procedimenti in corso al 04/09/2015 (data di entrata in vigore del decreto).

Si riporta di seguito una illustrazione del nuovo assetto normativo dei titoli minerari, alla luce delle disposizioni di cui all’art. 38 del D.L. 133/2014 e del D.M. 25/03/2015.

 


Per leggere il contributo completo scarica la versione in PDF (riservato agli Abbonati).

 

 


([1]) Si segnala in proposito che è stata prevista una norma transitoria destinata a disciplinare gli effetti dello spostamento di competenze sui procedimenti di VIA in corso presso le Regioni alla data di entrata in vigore del D.L. 133/2014. In particolare è stato previsto che se la Regione non conclude il procedimento entro il 31/03/2015, la stessa dovrà:

  • provvedere alla trasmissione di tutta la documentazione al Ministero dell’ambiente per i seguiti istruttori di competenza;
  • darne notizia al Ministero dello sviluppo economico.

Dalla redazione

  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Pianificazione del territorio
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Titoli abilitativi
  • Inquinamento acustico
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Gestione delle risorse idriche
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Rifiuti
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Catasto e registri immobiliari
  • Difesa suolo
  • Edilizia e immobili
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Procedimenti amministrativi
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Impianti di telefonia e comunicazione
  • Impianti elettrici
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Acque per consumo umano
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Demanio
  • Appalti e contratti pubblici
  • Espropriazioni per pubblica utilità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Acque di balneazione

Il “Collegato ambientale” 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella L. 28/12/2015, n. 221 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, cosiddetta “Legge sulla green economy” o “Collegato ambientale”), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Concessioni governative
  • Demanio
  • Calamità/Terremoti
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Commercio e mercati
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Calamità
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Aree urbane
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Enti locali
  • Mercato del gas e dell'energia
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Imposte sul reddito
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Imprese
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Inquinamento atmosferico
  • Servizio idrico integrato
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Previdenza professionale
  • Rifiuti
  • Edilizia residenziale
  • Lavoro e pensioni
  • Provvidenze
  • Scarichi ed acque reflue
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Catasto e registri immobiliari
  • Imposte indirette
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Interventi vari
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Parchi e aree naturali protette
  • Pianificazione del territorio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Autorità di vigilanza
  • Fonti alternative
  • Barriere architettoniche
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Terremoto Abruzzo
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Agevolazioni
  • Accise
  • Acque
  • Acque di balneazione
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Tutela ambientale
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica

La Legge di Stabilità 2016 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nella Legge di Stabilità 2016 (L. 28 dicembre 2015, n. 208), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Prevenzione Incendi
  • Sicurezza
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Incidenti rilevanti

Sicurezza operazioni in mare nel settore degli idrocarburi (D. Leg.vo 145/2015)

Recepite nell’ordinamento nazionale - con il D. Leg.vo 18/08/2015, n. 145 - le norme della Direttiva n. 2013/30/UE per quanto riguarda la prevenzione di incidenti gravi sulle piattaforme marine di ricerca degli idrocarburi. Il provvedimento disciplina gli obblighi degli operatori autorizzati alle operazioni di prospezione e ricerca degli idrocarburi e individua le misure di sicurezza per prevenire il rischio di gravi incidenti in mare.
A cura di:
  • Vincenzo Soragnese

31/03/2017

08/09/2016

15/07/2016

08/07/2016