FAST FIND : GP11889

Sent. C. Cass. pen. 01/10/2008, n. 37257

Edilizia e immobili - Pertinenza urbanistica - Presupposti - Fattispecie in materia di piscina posta a servizio di una residenza privata.
Scarica il pdf completo
1413113 1415114
SENTENZA

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1413113 1415115
SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La Corte di Appello di Roma, con sentenza dell'8.5.2007, confermava la sentenza 30.3.2006 del Tribunale di Viterbo - Sezione distaccata di Montefiascone, che aveva affermato la responsabilità penale di Alexander Elizabeth Jane in ordine ai reati di cui:

- al D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, lett. c), (per avere, in zona assoggettata a vincolo paesaggistico, senza il prescritto permesso di costruire - p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1413113 1415116
MOTIVI DELLA DECISIONE

Il ricorso deve essere dichiarato inammissibile, perché le doglianze anzidette sono manifestamente infondate.

1. In punto di configurazione oggettiva dei reati edilizi, deve anzitutto ribadirsi che sono lavori di "nuova costruzione", per i quali occorre il permesso di costruire, non soltanto quelli di realizzazione di manufatti che si elevano al di sopra del suolo ma anche quelli in tutto o in parte interrati che comunque trasformano durevolmente l'area impegnata (ciò è espressamente previsto dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 3, comma 1 - lett. e 1), ed è stato costantemente affermato dalla giurisprudenza di questa Corte Suprema. (Vedi Cass., Sez. 3: 18.6.2003, n. 26197, Agresti; 29.11.2000, n. 12288, Cimaglia; 25.11.1997, n. 10709, Mirabile; 1.6.1994, n. 6367, Gargiulo; 11.7.1983, n. 9377, Salvatore; 22.6.1983, n. 9069, Bregoli; 3.6.1980, n. 10211, Acco).

In particolare, la realizzazione della piscina privata oggetto del presente procedimento non può ricondursi alla categoria degli interventi di "destinazione di aree ad attività sportive senza creazione di volumetrie" per i quali già la L. 23 dicembre 1996, n. 662, art. 2, comma 60 (modificato dal D.L. 31 dicembre 1996, n. 669, art. 10, convertito nella L. 28 febbraio 1997, n. 30 e dal D.L. 25 marzo 1997, n. 67, art. 11, convertito nella L. 23 maggio 1997, n. 135) prevedeva la facoltà di esecuzione previa mera denuncia di inizio dell'attività ai sensi e per gli effetti della L. 24 dicembre 1993, n. 537, art. 2.

Gli interventi assentibili con DIA, infatti, già alla stregua della normativa dianzi citata, sono quelli di destinazione di un'area all'attività sportiva e non la realizzazione di manufatti sull'area. Nella specie, inoltre, la realizzazione della piscina ha comportato l'esecuzione di rilevanti lavori di sbancamento, nonché l'esecuzione di opere edilizie complementari.

2. Secondo la giurisprudenza costante di questa Corte Suprema, la nozione di "pertinenza urbanistica" ha peculiarità sue proprie, che la distinguono da quella civilistica: deve trattarsi, invero, di un'opera - che abbia comunque una propria individualità fisica ed una propria conformazione strutturale e non sia parte integrante o costitutiva di altro fabbricato - preordinata ad un'oggettiva esigenza dell'edificio principale, funzionalmente ed oggettivamente inserita al servizio dello stesso, sfornita di un autonomo valore di mercato, non valutabile in termini di cubatura o c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1413113 1415117
P.Q.M.

La Corte Suprema di Cassazione, visti gli artt. 607, 615 e 616 c.p.p., dichiara inammissibile il ricorso e condanna

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi

Soppalco, titolo edilizio per la realizzazione

DEFINIZIONE DI SOPPALCO - QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO - REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO (Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016; Regime precedente) - PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Difesa suolo
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Interventi edilizi in aree soggette a vincolo idrogeologico

Individuazione delle aree soggette a vincolo idrogeologico; Interventi soggetti a c.d. nullaosta idrogeologico; Procedura per il c.d. nullaosta idrogeologico; Abusi idrogeologici - Sanzioni; Ordine di riduzione in pristino - Autorizzazione idrogeologica in sanatoria; Pianificazione di bacino - Interventi in aree a rischio idrogeologico.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Titoli abilitativi
  • Disposizioni antimafia
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Informativa antimafia e attività soggette al rilascio di autorizzazioni o a SCIA (C. Stato sent. 565/2017)

Il Consiglio di Stato, pronunciandosi con riferimento ad una fattispecie di richiesta di autorizzazione unica ambientale relativa allo scarico di acque reflue industriali da parte di un'impresa operante nel settore del commercio all'ingrosso di materiale da costruzione, ha ritenuto applicabile la disciplina dell’informativa antimafia anche in relazione ad attività sottoposte a provvedimenti di contenuto autorizzatorio o che siano soggette a SCIA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Enti locali
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Titoli abilitativi
  • Pubblica Amministrazione

Responsabilità del dirigente comunale in caso di permesso di costruire illegittimo (Cass. 5439/2017)

In capo al dirigente non può aversi una responsabilità omissiva nella realizzazione di opere illegittime, pertanto per configurare un reato occorrono elementi di fatto indizianti un concorso consapevole, o quantomeno colposo, nella condotta. Superamento di un precedente orientamento giurisprudenziale. La posizione del Sindaco.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Costi di costruzione
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Trento: obbligo di adeguamento dei Comuni al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale

  • Edilizia e immobili
  • Piano Casa
  • Standards
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Abruzzo, recupero sottotetti: proroga al 31/12/2019

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia e immobili
  • Protezione civile
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016