FAST FIND : NN13153

D.L. 12/09/2014, n. 132

Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile.
Stralcio. In vigore dal 13/09/2014.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 10/11/2014, n. 162 (legge di conversione) riportate in corsivo
- D.L. 27/06/2015, n. 83 (L. 06/08/2015, n. 132)
- Sent. Corte Cost. 19/04/2018, n. 77
Scarica il pdf completo
1319230 4739208
[Premessa]



IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739209
Capo I - Eliminazione dell'arretrato e trasferimento in sede arbitrale dei procedimenti civili pendenti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739210
Art. 1 - Trasferimento alla sede arbitrale di procedimenti pendenti dinanzi all'autorità giudiziaria

1. Nelle cause civili dinanzi al tribunale o in grado d'appello pendenti alla data di entrata in vigore del presente decreto, che non hanno ad oggetto diritti indisponibili e che non vertono in materia di lavoro, previdenza e assistenza sociale, nelle quali la causa non è stata assunta in decisione, le parti, con istanza congiunta, possono richiedere di promuovere un procedimento arbitrale a norma delle disposizioni contenute nel titolo VIII del libro IV del codice di procedura civile. Tale facoltà è consentita altresì nelle cause vertenti su diritti che abbiano nel contratto collettivo di lavoro la propria fonte esclusiva, quando il contratto stesso abbia previsto e disciplinato la soluzione arbitrale. Per le controversie di valore non superiore a 50.000 euro in materia di responsabilità extracontrattuale o aventi ad oggetto il pagamento di somme di denaro, nei casi in cui sia parte del giudizio una pubblica amministrazione, il consenso di questa alla richiesta di promuove

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739211
Capo II - Procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739212
Art. 2 - Convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati

1. La convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati è un accordo mediante il quale le parti convengono di cooperare in buona fede e con lealtà per risolvere in via amichevole la controversia tramite l'assistenza di avvocati iscritti all'albo anche ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 96.

1-bis. È fatto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739213
Art. 3 - Improcedibilità

1. Chi intende esercitare in giudizio un'azione relativa a una controversia in materia di risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti deve, tramite il suo avvocato, invitare l'altra parte a stipulare una convenzione di negoziazione assistita. Allo stesso modo deve procedere, fuori dei casi previsti dal periodo precedente e dall'articolo 5, comma 1-bis, del decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28, chi intende proporre in giudizio una domanda di pagamento a qualsiasi titolo di somme non eccedenti cinquantamila euro. L'esperimento del procedimento di negoziazione assistita è condizione di procedibilità della domanda giudiziale. L'improcedibilità deve essere eccepita dal convenuto, a pena di decadenza, o rilevata d'ufficio dal giudice, non oltre la prima udienza. Il giudice quando rileva che la negoziazione assistita è già iniziata, ma non si è conclusa, fissa la successiva udienz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739214
Art. 4 - Non accettazione dell'invito e mancato accordo

1. L'invito a stipulare la convenzione deve indicare l'oggetto della controversia e contenere l'avvertimento che la mancata

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739215
Art. 5 - Esecutività dell'accordo raggiunto a seguito della convenzione e trascrizione

1. L'accordo che compone la controversia, sottoscritto dalle parti e dagli avvocati che le assistono, costituisce titolo esecutivo e per l'iscrizione di ipoteca giudiziale.

2. Gli avvocati certificano

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739216
Art. 6 - Convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati per le soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

1. La convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte può essere conclusa tra coniugi al fine di raggiungere una soluzione consensuale di separazione personale, di cessazione degli effetti civili del matrimonio, di scioglimento del matrimonio nei casi di cui all'articolo 3, primo comma, numero 2), lettera b), della legge 1º dicembre 1970, n. 898, e successive modificazioni, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

2. In mancanza di figli minori, di figli maggiorenni incapaci

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739217
Art. 7

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739218
Art. 8 - Interruzione della prescrizione e della decadenza

1. Dal momento della comunicazione dell'invito a concludere una convenzione di negoziazione assistita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739219
Art. 9 - Obblighi dei difensori e tutela della riservatezza

1. I difensori non possono essere nominati arbitri ai sensi dell'articolo 810 del codice di procedura civile nelle controversie aventi il medesimo oggetto o connesse.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739220
Art. 10 - Antiriciclaggio

1. All'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739221
Art. 11 - Raccolta dei dati

1. I difensori che sottoscrivono l'accordo raggiunto dalle parti a seguito della convenzione sono tenuti a trasmetterne copia al Consiglio dell'ordine circondariale del luogo ove l'accordo è stato raggiu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739222
Capo IV - Altre misure per la funzionalità del processo civile di cognizione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739223
Art. 13 - Modifiche al regime della compensazione delle spese
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739224
Art. 14 - Passaggio dal rito ordinario al rito sommario di cognizione

1. Dopo l'articolo 183 del codice di procedura civile è inserito il seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739225
Art. 15

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739226
Art. 16 - Modifiche alla legge 7 ottobre 1969, n. 742 e riduzione delle ferie dei magistrati e degli avvocati e procuratori dello Stato.

1. All'articolo 1 della legge 7 ottobre 1969, n. 742 le parole «dal 1° agosto al “31 agosto”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739227
Capo V - Altre disposizioni per la tutela del credito nonché per la semplificazione e l'accelerazione del processo di esecuzione forzata e delle procedure concorsuali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739228
Art. 17 - Misure per il contrasto del ritardo nei pagamenti

1. All'articolo 1284 del codice civile dopo il terzo comma sono aggiunti i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739229
Art. 18 - Iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione

1. Al libro terzo del codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:

a) l'articolo 518, sesto comma, è sostituito dal seguente:

«Compiute le operazioni, l'ufficiale giudiziario consegna senza ritardo al creditore il processo verbale, il titolo esecutivo e il precetto. Il creditore deve depositare nella cancelleria del tribunale competente per l'esecuzione la nota di iscrizione a ruolo, con copie conformi degli atti di cui al periodo precedente, entro quindici giorni dalla consegna. La conformità di tali copie è attestata dall'avvocato del creditore ai soli fini del presente articolo. Il cancelliere al momento del deposito forma il fascicolo dell'esecuzione. Sino alla scadenza del termine di cui all'articolo 497 copia del processo verbale è conservata dall'ufficiale giudiziario a disposizione del debitore. Il pignoramento perde efficacia quando la nota di iscrizione a ruolo e le copie degli atti di cui al primo periodo del presente comma sono depositate oltre il termine di quindici giorni dalla consegna al creditore.»;

b) l'articolo 543, quarto comma, è sostituito dal seguente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739230
Art. 19 - Misure per l'efficienza e la semplificazione del processo esecutivo

1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all'articolo 26, il secondo comma è sostituito dal seguente:

"Per l'esecuzione forzata su autoveicoli, motoveicoli e rimorchi è competente il giudice del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede";

b) dopo l'articolo 26 è inserito il seguente:

«Art. 26-bis (Foro relativo all'espropriazione forzata di crediti). - Quando il debitore è una delle pubbliche amministrazioni indicate dall'articolo 413, quinto comma, per l'espropriazione forzata di crediti è competente, salvo quanto disposto dalle leggi speciali, il giudice del luogo dove il terzo debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.

Fuori dei casi di cui al primo comma, per l'espropriazione forzata di crediti è competente il giudice del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede.»;

c) all'articolo 492 sono apportate le seguenti modificazioni:

1) il settimo comma è abrogato;

2) all'ottavo comma, le parole «negli stessi casi di cui al settimo comma e» sono soppresse;

d) dopo l'articolo 492 è inserito il seguente:

«Art. 492-bis (Ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare). - Su istanza del creditore procedente, il presidente del tribunale del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede, verificato il diritto della parte istante a procedere ad esecuzione forzata, autorizza la ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare. L'istanza deve contenere l'indicazione dell'indirizzo di posta elettronica ordinaria ed il numero di fax del difensore nonché, ai fini dell'articolo 547, dell'indirizzo di posta elettronica certificata.

Fermo quanto previsto dalle disposizioni in materia di accesso ai dati e alle informazioni degli archivi automatizzati del Centro elaborazione dati istituito presso il Ministero dell'interno ai sensi dell'articolo 8 della legge 1° aprile 1981, n. 121, con l'autorizzazione di cui al primo comma il presidente del tribunale o un giudice da lui delegato dispone che l'ufficiale giudiziario acceda mediante collegamento telematico diretto ai dati contenuti nelle banche dati delle pubbliche amministrazioni o alle quali le stesse possono accedere e, in particolare, nell'anagrafe tributaria, compreso l'archivio dei rapporti finanziari, nel pubblico registro automobilistico e in quelle degli enti previdenziali, per l'acquisizione di tutte le informazioni rilevanti per l'individuazione di cose e crediti da sottoporre ad esecuzione, comprese quelle relative ai rapporti intrattenuti dal debitore con istituti di credito e datori di lavoro o committenti. Terminate le operazioni l'ufficiale giudiziario redige un unico processo verbale nel quale indica tutte le banche dati interrogate e le relative risultanze.

Se l'accesso ha consentito di individuare cose che si trovano in luoghi appartenenti al debitore compresi nel territorio di competenza dell'ufficiale giudiziario, quest'ultimo accede agli stessi per provvedere d'ufficio agli adempimenti di cui agli articoli 517, 518 e 520. Se i luoghi non sono compresi nel territorio di competenza di cui al periodo precedente, copia autentica del verbale è rilasciata al creditore che, entro quindici giorni dal rilascio a pena d'inefficacia della richiesta, la presenta, unitamente all'istanza per gli adempimenti di cui agli articoli 517, 518 e 520, all'ufficiale giudiziario territorialmente competente.

L'ufficiale giudiziario, quando non rinviene una cosa individuata mediante l'accesso nelle banche dati di cui al secondo comma, intima al debitore di indicare entro quindici giorni il luogo in cui si trova, avvertendolo che l'omessa o la falsa comunicazione è punita a norma dell'articolo 388, sesto comma, del codice penale.

Se l'accesso ha consentito di individuare crediti del debitore o cose di quest'ultimo che sono nella disponibilità di terzi, l'ufficiale giudiziario notifica d'ufficio, ove possibile a norma dell'articolo 149-bis o a mezzo telefax, al debitore e al terzo il verbale, che dovrà anche contenere l'indicazione del credito per cui si procede, del titolo esecutivo e del precetto, dell'indirizzo di posta elettronica certificata di cui al primo comma, del luogo in cui il creditore ha eletto domicilio o ha dichiarato di essere residente, dell'ingiunzione, dell'invito e dell'avvertimento al debitore di cui all'articolo 492, primo, secondo e terzo comma, nonché l'intimazione al terzo di non disporre delle cose o delle somme dovute, nei limiti di cui all'articolo 546. Il verbale di cui al presente comma è notificato al terzo per estratto, contenente esclusivamente i dati a quest'ultimo riferibili.

Quando l'accesso ha consentito di individuare più crediti del debitore o più cose di quest'ultimo che sono nella disponibilità di terzi l'ufficiale giudiziario sottopone ad esecuzione i beni scelti dal creditore.

Quando l'accesso ha consentito di individuare sia cose di cui al terzo comma che crediti o cose di cui al quinto comma, l'ufficiale giudiziario sottopone ad esecuzione i beni scelti dal creditore.»;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739231
Art. 20 - Monitoraggio delle procedure esecutive individuali e concorsuali e deposito della nota di iscrizione a ruolo con modalità telematiche

1. All'articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, dopo il comma 9-ter, sono aggiunti, in fine, i seguenti commi:

«9-quater. Unitamente all'istanza di cui all'articolo 119, primo comma, del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, il curatore deposita un rapporto riepilogativo finale redatto in conformità a quanto previsto dall'articolo 33, quinto comma, del medesimo regio decreto. Conclusa l'esecuzione del concordato preventivo con cessione dei beni, si procede a norma del periodo precedente, sostituendo il liquidatore al curatore.

9-quinquies. Il commissario giudiziale della procedura di concordato preventivo di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739232
Capo VII - Disposizioni finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739233
Art. 22 - (Disposizioni finanziarie)

1. Alle minori entrate derivanti dalle disposizioni di cui agli articoli 3, 6 e 12 del presente decreto, valutate in euro 4.364.500 annui, e agli oneri derivanti dalle disposizioni di cui agli articoli 18, 20 e 21-bis del presente decreto, pari a euro 550.000 per l'anno 2014 e a euro 417.000 a decorrere dall'anno 2015, si provvede:

a) quanto ad euro 550.000 per l'anno 2014, ad euro 481.500 per l'anno 2015 e ad euro 100.000 a decorrere dall'anno 2016, mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739234
Art. 23 - Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Ga

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1319230 4739235
Allegati

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Testo coordinato con le modifiche introdotte dalla legge di conversione.

Dalla redazione

  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Prezzari
  • Istat
  • Tasso di mora per gli appaltatori
  • Costi di costruzione

Indici Istat, costi di costruzione e tassi di interesse

INDICE ISTAT DEI PREZZI AL CONSUMO PER FAMIGLIE DI OPERAI E IMPIEGATI (Che cosa è; Ultimi aggiornamenti; Tabella completa; Calcolo delle variazioni con e senza utilizzo dei coefficienti di raccordo; Utilizzo per la rivalutazione dei canoni di locazione, per la rivalutazione del TFR e per la rivalutazione monetaria di somme in generale) - INDICI ISTAT DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI MANUFATTI EDILIZI (Che cosa sono; Campo di osservazione; Utilizzo nel procedimento di stima del costo di un’opera; Ultimi aggiornamenti; Tabelle complete) - TASSI DI INTERESSE PER LA RIVALUTAZIONE DEI CREDITI (Interessi legali e interessi di mora: significato, utilizzo e differenze; Misura; Norme speciali per le transazioni commerciali).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Professioni
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Ritardato pagamento di onorari e corrispettivi: interessi, tutele, prescrizione

INTERESSI IN CASO DI RITARDATO PAGAMENTO (INTERESSI DI MORA) (Ritardato pagamento e maturazione degli interessi di mora; Interessi di mora a carattere compensativo e a carattere risarcitorio; Norme di riferimento per la misura e la decorrenza degli interessi di mora; Schema grafico riepilogativo) - MISURA E DECORRENZA DEGLI INTERESSI DI MORA (Cliente privato; Cliente impresa, professionista o pubblica amministrazione; Contratti pubblici; Schema grafico riepilogativo; Divieto di anatocismo (interessi composti, o interessi sugli interessi)) - INDICAZIONI PRATICHE PER IL RECUPERO DEL CREDITO (Solleciti di pagamento; Richiesta di decreto ingiuntivo (o “ingiunzione di pagamento”)) - PRESCRIZIONE DEL CREDITO (Durata della prescrizione; Decorrenza della prescrizione; Schema grafico prescrizione per i professionisti).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Professioni
  • Mediazione civile e commerciale

La mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali

In questo articolo è illustrata la procedura di mediazione introdotta dal D. Leg.vo 28/2010 in attuazione dell’art. 60 della L. 69/2009. Normativa di riferimento, oggetto e ambito di applicazione, mediazione facoltativa e obbligatoria, procedimento e requisiti professionali dei mediatori.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Perizie e consulenze tecniche
  • Professioni

La riforma delle esecuzioni immobiliari nel D.L. 83/2015: novità per il CTU e l’Esperto del giudice

Novità per CTU, Esperto del Giudice, stimatore: portale delle vendite pubbliche; riduzione di vari termini processuali; parametri per determinare il valore dell’immobile e compiti dell’Esperto; compensi dell’Esperto.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Mediazione civile e commerciale
  • Professioni
  • Condominio

La riforma del Condominio: tutte le novità punto per punto

Presentiamo una completa panoramica di tutte le principali novità introdotte dal testo di riforma della disciplina del Condominio negli edifici, recentemente approvato dal Parlamento ed in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale; il testo entrerà in vigore 6 mesi dopo la pubblicazione. La consultazione è agevolata da pratiche tabelle di raffronto tra la disciplina ante e post riforma. Ambito di applicabilità della disciplina condominiale e parti comuni dell’edificio, innovazioni e opere su parti di proprietà o uso individuale, opere su parti di proprietà o uso individuale, impianti, scale ed ascensori, amministratore, rendiconto condominiale, assemblea dei condomini, regolamento di condominio, riscossione di contributi, tabelle millesimali, mediazione condominiale, sito web condominiale, altre novità varie.
A cura di:
  • Selene Colasanti
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Costi di costruzione
  • Aree rurali
  • Agricoltura e Foreste
  • Agriturismo
  • Alberghi e strutture ricettive

Trento: obbligo di adeguamento dei Comuni al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale