FAST FIND : CM578

Indagini dinamiche e delle vibrazioni

Applicazione della dinamica sperimentale nell'ingegneria civile.
INDAGINI STRUTTURALI

L’analisi sismica di una struttura si basa su modelli teorici che, anche se affidabili, trascurano alcuni fondamentali aspetti che influenzano il suo comportamento “reale”.

Anche se gli studi teorici hanno permesso, in parte, di superare i limiti derivanti dal comportamento non lineare del materiale e degli elementi costruttivi, resta difficoltoso prevedere con esattezza la risposta dinamica della struttura.  Durante la fase di progettazione è possibile, pertanto, che venga assegnato un valore di accelerazione al suolo non congruo con quello reale e, di conseguenza, di non ottenere risultati abbastanza veritieri.

Il limite dello studio teorico è dettato da fattori legati alla necessità di dovere semplificare l’effettiva distribuzione dei carichi, di non riuscire a tenere conto dei difetti di costruzione e di non avere modelli abbastanza sofisticati che tengano conto del contributo irrigidente delle strutture secondarie e che descrivano con sufficiente precisione l’interazione terreno-struttura.

L’insieme di questi aspetti ha suggerito, con il tempo, di adottare un approccio sperimentale complementare a quello teorico.

La dinamica sperimentale è presente da molto tempo nel campo dell’ingegneria meccanica.  Gli Ingegneri, infatti, si avvalgono delle prove dinamiche al fine di tarare i modelli FEM con quelli reali allo scopo di ottenere una correlazione appropriata alle componenti meccaniche prima del loro ingresso nella catena di produzione.

Nell’ingegneria civile, e nei campi in cui ci si occupa di analisi sismica, la dinamica sperimentale è molto più recente e di dominio diffuso tra gli studi che hanno buona predisposizione a riguardo.

Indagini Strutturali Srl esegue indagini dinamiche mediante prove in campo rilevando le accelerazioni in situ che, mediante successive elaborazione dei dati, restituiscono i parametri dinamici caratteristici della struttura.

La prova non è invasiva e si avvale dell’impiego di accelerometri ad elevata sensibilità che vengono installati nella costruzione oggetto del rilievo.

Le applicazioni della dinamica sperimentale sono molteplici; alcune di essi vengono riportati qui di seguito.

Durante la costruzioneè possibile controllare che le fasi di realizzazione dell’opera siano coerenti con i modelli previsionali, prodotti in fase di progettazione, allo scopo di prevedere anzitempo il corretto funzionamento dell’opera ultimata.

In fase di collaudo è possibile controllare che i parametri modali previsti nel modello siano coerenti con i parametri dinamici rilevati in fase sperimentale.  Durante questa fase si effettuano verifiche globali e/o locali.

È, inoltre, possibile realizzare monitoraggi dinamici che hanno lo scopo di constatare che, durante la “Vita utile” del manufatto, non si verifichino delle variazioni dei parametri modali dovuti alla formazione di meccanismi di collasso incipienti.

La dinamica sperimentale costituisce un valido supporto per le analisi di vulnerabilità sismica dei manufatti esistenti.  Essa permette di affinare i modelli FEM, di esprimere giudizi sullo stato di conservazione dei solai esistenti e di ottenere con semplicità e a basso costo un livello di conoscenza elevato.

Indagini Strutturali Srl esegue, inoltre, indagini vibrazionali, mediante l’impiego di accelerometri e velocimetri, secondo le normative UNI DIN e ISO.

Le sorgenti delle vibrazioni sono plurime e gli effetti possono risultare dannosi in quanto sono in grado di generare fenomeni di “risonanza” che solleciterebbero a fatica la struttura o parti di essa.

I fenomeni vibratori provocano anche disagi alle persone in quanto determinano conseguenze nel medio/lungo termine.

All’uopo sono previsti dei monitoraggi vibrazionali capaci di rilevare l’entità della vibrazione al fine di consentire ai tecnici di esprimere giudizi sui danni indotti sia alle strutture che alle persone.

 

Per maggiori informazioni:

Indagini Strutturali S.r.L. 
Via Guido de Ruggiero, 5 - 00142 Roma
Tel. 06.54602628 - Fax 06.54074980
www.indaginistrutturali.it
info@indaginistrutturali.it

Roma
Ing. Vincenzo Giannetto
Cell: 335 6270044
enzogiannetto@indaginistrutturali.it

Triveneto
Arch. Marco Boscolo Bielo
Cell: 331 3272246
marcoboscolobielo@indaginistrutturali.it

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili

Digitalizzazione in edilizia: metodologia BIM come prospettiva di ottimizzazione del processo edilizio

Tre regimi, articolazione, LoD, quadro normativo
A cura di:
  • Ernesto Sacco
  • Appalti e contratti pubblici

CAM - Nuovi Criteri Ambientali Minimi

applicazione nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture
A cura di:
  • Ernesto Sacco
  • Urbanistica

Conformità urbanistica e vincolo espropriativo

Vincolo preordinato all’esproprio; vincolo conformativo ed espropriativo; durata e decadenza; reiterazione; partecipazione degli interessati
A cura di:
  • Marco Morelli
  • Appalti e contratti pubblici

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) e la green economy

La green economy: che cosa è e cosa comporta negli appalti pubblici; Il Green Public Procurement (GPP) e gli acquisti sostenibili; I Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti pubblici; La struttura dei CAM nei decreti; Criteri premianti, clausole contrattuali e verifiche.
A cura di:
  • Francesco Russo
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione Integrata Ambientale: presupposti applicativi

Domanda; Relazione di Riferimento; provvedimenti sostituiti; prescrizioni; valori limite di emissione; riesame
A cura di:
  • Luigi De Gregoriis

Regola&Arte - Eventi 2018

Dalle Aziende

  • Edilizia e immobili
  • Catasto e registri immobiliari

Alcuni chiarimenti sulle fatture elettroniche

Alcuni chiarimenti sulle fatture elettroniche che diventeranno obbligatorie dal 1° gennaio 2019.
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Musei, biblioteche e archivi
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edifici di culto

App per il calcolo dei supporti e accessori KING

È nato KING KLIK, il configuratore King che ti aiuta a conteggiare i supporti e gli accessori KING necessari per il pavimento sopraelevato da esterno e calcolare il preventivo.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

Input di Pareti debolmente armate con blocchi cassero in legno mineralizzato LegnoBloc nella Piattaforma CDS Win

Pareti debolmente armate con blocchi cassero in legno mineralizzato LegnoBloc.
  • Informatica

Fatturazione elettronica obbligatoria, facciamola semplice!

In attesa della deadline fissata al 1° gennaio 2019, cerchiamo di capire di più sulla fatturazione elettronica tra privati.
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

Progetto di strutture in acciaio con le NTC2018

La novità interessante rispetto alle precedenti norme tecniche (NTC08) riguarda proprio quest’ultima specifica, ovvero la possibilità di considerare, all’interno di strutture a comportamento dissipativo, porzioni di struttura che lavorino in campo elastico o sostanzialmente elastico.
  • Norme tecniche
  • Fondazioni
  • Costruzioni

Carichi e sollecitazioni fanno cedere i pavimenti industriali. Intervieni con le resine espandenti di GEOSEC

Consolidamento pavimentazioni industriali rigide con SOIL STABILIZATION™
  • Informatica

A breve in vigore la fatturazione Elettronica B2B B2C B2G: come adeguarsi?

La fatturazione elettronica rappresenterà un’opportunità per snellire l’intero iter di gestione e combattere l’evasione fiscale senza incombere sulle imprese.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Indagini dinamiche

Le tecniche di identificazione dinamica: EMA Analisi Modale Sperimentale.