FAST FIND : CM578

Indagini dinamiche e delle vibrazioni

Applicazione della dinamica sperimentale nell'ingegneria civile.
INDAGINI STRUTTURALI

L’analisi sismica di una struttura si basa su modelli teorici che, anche se affidabili, trascurano alcuni fondamentali aspetti che influenzano il suo comportamento “reale”.

Anche se gli studi teorici hanno permesso, in parte, di superare i limiti derivanti dal comportamento non lineare del materiale e degli elementi costruttivi, resta difficoltoso prevedere con esattezza la risposta dinamica della struttura.  Durante la fase di progettazione è possibile, pertanto, che venga assegnato un valore di accelerazione al suolo non congruo con quello reale e, di conseguenza, di non ottenere risultati abbastanza veritieri.

Il limite dello studio teorico è dettato da fattori legati alla necessità di dovere semplificare l’effettiva distribuzione dei carichi, di non riuscire a tenere conto dei difetti di costruzione e di non avere modelli abbastanza sofisticati che tengano conto del contributo irrigidente delle strutture secondarie e che descrivano con sufficiente precisione l’interazione terreno-struttura.

L’insieme di questi aspetti ha suggerito, con il tempo, di adottare un approccio sperimentale complementare a quello teorico.

La dinamica sperimentale è presente da molto tempo nel campo dell’ingegneria meccanica.  Gli Ingegneri, infatti, si avvalgono delle prove dinamiche al fine di tarare i modelli FEM con quelli reali allo scopo di ottenere una correlazione appropriata alle componenti meccaniche prima del loro ingresso nella catena di produzione.

Nell’ingegneria civile, e nei campi in cui ci si occupa di analisi sismica, la dinamica sperimentale è molto più recente e di dominio diffuso tra gli studi che hanno buona predisposizione a riguardo.

Indagini Strutturali Srl esegue indagini dinamiche mediante prove in campo rilevando le accelerazioni in situ che, mediante successive elaborazione dei dati, restituiscono i parametri dinamici caratteristici della struttura.

La prova non è invasiva e si avvale dell’impiego di accelerometri ad elevata sensibilità che vengono installati nella costruzione oggetto del rilievo.

Le applicazioni della dinamica sperimentale sono molteplici; alcune di essi vengono riportati qui di seguito.

Durante la costruzioneè possibile controllare che le fasi di realizzazione dell’opera siano coerenti con i modelli previsionali, prodotti in fase di progettazione, allo scopo di prevedere anzitempo il corretto funzionamento dell’opera ultimata.

In fase di collaudo è possibile controllare che i parametri modali previsti nel modello siano coerenti con i parametri dinamici rilevati in fase sperimentale.  Durante questa fase si effettuano verifiche globali e/o locali.

È, inoltre, possibile realizzare monitoraggi dinamici che hanno lo scopo di constatare che, durante la “Vita utile” del manufatto, non si verifichino delle variazioni dei parametri modali dovuti alla formazione di meccanismi di collasso incipienti.

La dinamica sperimentale costituisce un valido supporto per le analisi di vulnerabilità sismica dei manufatti esistenti.  Essa permette di affinare i modelli FEM, di esprimere giudizi sullo stato di conservazione dei solai esistenti e di ottenere con semplicità e a basso costo un livello di conoscenza elevato.

Indagini Strutturali Srl esegue, inoltre, indagini vibrazionali, mediante l’impiego di accelerometri e velocimetri, secondo le normative UNI DIN e ISO.

Le sorgenti delle vibrazioni sono plurime e gli effetti possono risultare dannosi in quanto sono in grado di generare fenomeni di “risonanza” che solleciterebbero a fatica la struttura o parti di essa.

I fenomeni vibratori provocano anche disagi alle persone in quanto determinano conseguenze nel medio/lungo termine.

All’uopo sono previsti dei monitoraggi vibrazionali capaci di rilevare l’entità della vibrazione al fine di consentire ai tecnici di esprimere giudizi sui danni indotti sia alle strutture che alle persone.

 

Per maggiori informazioni:

Indagini Strutturali S.r.L. 
Via Guido de Ruggiero, 5 - 00142 Roma
Tel. 06.54602628 - Fax 06.54074980
www.indaginistrutturali.it
info@indaginistrutturali.it

Roma
Ing. Vincenzo Giannetto
Cell: 335 6270044
enzogiannetto@indaginistrutturali.it

Triveneto
Arch. Marco Boscolo Bielo
Cell: 331 3272246
marcoboscolobielo@indaginistrutturali.it

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici

Modifiche ai contratti sotto soglia dopo il D.L. "Sblocca cantieri"

In questa pillola l'Avv. Francesco Russo ci parla delle modifiche apportate ai contratti sotto soglia dopo l'entrata in vigore del D.L. 39/2019, c.d. "sblocca cantieri"
A cura di:
  • Francesco Russo
  • Appalti e contratti pubblici

Le varianti in corso d'opera

Con l'Ing. Massimiliano Ambrosini parliamo di varianti in corso d'opera: ammissibilità, procedimento di adozione ed attività di controllo dell'ANAC
A cura di:
  • Massimiliano Ambrosini
  • Professioni

Il Valutatore immobiliare certificato: chi è e che cosa fa

L'Architetto Graziano Castello in questa breve pillola ci parla della figura del Valutatore immobiliare certificato
A cura di:
  • Graziano Castello
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Interventi esclusi da autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura semplificata

In questo video con l'Avv. Mario Tocci parliamo di come si è evoluta la normativa in materia di Autorizzazione paesaggistica, dal Codice Urbani al D.P.R. 31/2017.
A cura di:
  • Mario Tocci
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Aree urbane

La rigenerazione urbana in assenza di politiche per le città e il territorio

Le esperienze di rigenerazione urbana appaiono episodiche e scollegate tra loro, in assenza di una politica che sappia generare capacità di azione pubblica e risulti in grado di governare con una visione unitaria i temi della gestione della città, della pianificazione territoriale, dello sviluppo locale e dei mercati immobiliari.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Regola&Arte - Eventi 2019

Dalle Aziende

  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

Indagini sui solai

Indagini diagnostiche dei solai al fine di garantire la sicurezza degli edifici scolastici e di prevenire eventi di crollo e/o dissesti.
  • Informatica

L'analisi statica non lineare (pushover) spiegata in due parole

L’analisi statica non lineare, chiamata anche analisi pushover, è stata introdotta da normativa una decina di anni fa come metodo per l’analisi soprattutto di edifici esistenti.
  • Fondazioni
  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Crepe nei muri? Scopriamo a chi rivolgerci e come risolvere il problema definitivamente

La comparsa di crepe nei muri degli edifici è un sintomo da non sottovalutare. In alcuni casi può essere un problema superficiale e puramente estetico, in altri invece può essere un segnale importante del cedimento delle fondazioni e delle strutture.

MADE LOCAL - PROGETTO RIQUALIFICAZIONE - Nuova iniziativa di MADE expo, sempre più in connessione con il territorio

9 appuntamenti dedicati ai progettisti sul tema della riqualificazione residenziale ed alberghiera, guardando alle esigenze future che stanno emergendo nel mercato edilizio italiano, con un deciso focus locale.
  • Edilizia e immobili

OSSERVATORIO SAIE BARI 2019 - I semestre positivo per i produttori e i distributori del settore edile, trainato dalle ristrutturazioni. Gli imprenditori spingono sulla trasformazione digitale, ma temono la burocrazia e i tempi giudiziari

Dal 24 al 26 ottobre 2019, presso la Nuova Fiera del Levante di Bari, al via SAIE Bari, la fiera biennale delle tecnologie per l’edilizia e l‘ambiente costruito 4.0 nata con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento del Centro e Sud Italia e del bacino del Mediterraneo.
  • Informatica

Stato dell'arte, aspettative e timori dei professionisti del Building Information Modeling

ACCA Software presenta l'indagine su professionalità, contesto di mercato e future criticità del BIM.
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche
  • Informatica

Applicazioni Bim e interoperabilità orizzontale: CDJ win e Tekla Structure TM

L’approccio progettuale e metodologico che caratterizza il Building Information Modeling (BIM) presenta indiscutibili ed immediati vantaggi.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

ACTASTIME: la norma UNI 11612:2015, la valutazione degli immobili e la validità degli immobili comparabili – Luglio 2019

ACTASTIME consente la redazione di perizie di stima conformi alla norma UNI 11612:2015 che definisce i principi e i procedimenti funzionali alla stima del valore di mercato degli immobili, ma rimangono ancora dubbi e perplessità sull’applicabilità della stima per comparazione con il metodo MCA e sulla validità degli immobili comparabili.